Scozia 2007: Indimenticabile

Diario di Viaggio Scozia 2007 04 - 20 Maggio 2007 D&L Agosto – S&N Guglielmo Venerdì 04 Maggio - ore 15:10 - Cuneo Dopo 3 mesi di siccità e di previsioni catastrofiche sulla veniente estate italiana, ha deciso di piovere proprio a Maggio. Questo non ci rovina i piani, ma sicuramente ce li complica: attraversare le Alpi, si sa, non è una...
 
Partenza il: 04/05/2007
Ritorno il: 20/05/2007
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 2000 €

Diario di Viaggio Scozia 2007 04 – 20 Maggio 2007 D&L Agosto – S&N Guglielmo Venerdì 04 Maggio – ore 15:10 – Cuneo Dopo 3 mesi di siccità e di previsioni catastrofiche sulla veniente estate italiana, ha deciso di piovere proprio a Maggio. Questo non ci rovina i piani, ma sicuramente ce li complica: attraversare le Alpi, si sa, non è una passeggiata.

E ora passiamo alle presentazioni: Danilo (22), chi vi scrive, e Lorena (21) che sta finendo di prepararsi.

Stefano (23) e Naomi (25) che si stanno occupando di ritirare il camper che abbiamo noleggiato da Skyrent a Carmagnola.

Prima tappa: Sommariva del Bosco, dove caricheranno il mezzo con i loro effetti personali.

Seconda tappa: Cuneo, dove noialtri provvederemo a riempire il camper con quel che ci compete (speriamo che ci stia tutto perché è solo un 4 posti!!).

Prepariamo da mesi questo viaggio e ora, finalmente, il giorno della partenza è arrivato. Non ci resta che goderci questo viaggio nonostante le difficoltà che presenterà.

La prima di queste è l’attraversamento delle Alpi; dato che siamo a Cuneo si è deciso di evitare il Frejus (con le sue tariffe elevate) ma di passare dal Colle della Maddalena. Pioggia a bassa quota significa neve più su, ma i Carabinieri di Pietraporzio (a cui ho telefonato stamattina) dicono che, nonostante il nevischio, la strada è pulita. Mio suocero Sergio, quale autoctono esperto delle valli cuneesi, ci ha suggerito di percorrerlo con la luce del giorno: la montagna diventa pericolosa col buio.

Appena arriveranno Stefano e Naomi caricheremo e partiremo: l’obiettivo è scendere dalle montagne francesi entro sera. Poi ci fermeremo per una cena veloce a base di focaccia, dopodiché via di nuovo verso Calais.

Partenza da Cuneo – ore 17:34 – km 0 Sabato 05 Maggio – ore 10:20 – Nei pressi di Reims Siamo sulla A26 che diventerà A4 e poi di nuovo A26: certo che sono strane ste autostrade francesi; strane ma ampie e scorrevoli, complimenti! Tra l’altro è da Lyon che non paghiamo pedaggi: se continua così fino a Calais chissà quanto sborseremo in una volta sola. Nel breve tratto tra Grenoble e Lyon (cca 100 km) ci sono partiti sui 15 €… Comunque ho un po’ da raccontare su quel che è successo nelle ultime 17 ore. Allora, vediamo un po’… Partenza in ottimo orario, verso le 17:30; abbiamo perso qualche minuti perché quelli della Skyrent si erano dimenticati di chiudere il rubinetto d’emergenza dell’acqua che scatta quando la temperatura è bassa da far gelare i tubi. Comunque, niente di grave: telefonatina, spiegazione in diretta e problema risolto.

Stefano, che ormai è entrato in simbiosi col camper, si rimette al volante. Io mi procuro le mappe e mi immergo nel ruolo del navigatore (per la precisione Ste ha portato il palmare col GPS; il TomTom installato, però, per ora lo facciamo riposare – il buon vecchio cervello, finché funziona bene, lo vogliamo sfruttare). Le ragazze, finito di sistemare le ultime cianfrusaglie, iniziano i loro interminabili discorsi. Io e Ste suggeriamo loro di non terminarli tutti entro sera, dato che ci sono altri 16 giorni di viaggio.

Ci dirigiamo verso il Colle della Maddalena; la pioggia ci accompagna imperterrita, anche se non è troppo forte. Man mano che si sale la strada si restringe e incrociare i tir rende più avvincente il tragitto. Entro un’oretta e mezza raggiungiamo la vetta: la strada è pulita ma bagnata, a lato troviamo neve in quantità e i tornanti si fanno stretti e ripidi, ma Stefano è inarrestabile. Come il Pantani dei tempi migliori si divora la salita, conquista il Gran Premio della Montagna e affronta in scioltezza la discesa dal versante francesa. Io, Lory e Naomi, nel frattempo, facciamo finta di fidarci ciecamente di lui.

Più tardi ci fermiamo per la cena veloce a Gap, considerandola la fine della zona montuosa. Con questo in mente e convinti che, dopo la breve salita davanti a noi, ci attenda una discesa agevole e una sconfinata pianura, mi accingo alla guida del camper per la prima volta nella mia vita.

Come esordio non è disastroso, ma quasi. Non finiamo giù per i dirupi, ma quasi. Non gratto le marce ogni volta, ma quasi. Non sudo sangue, ma quasi. Ovviamente anche gli altri sono in apprensione, soprattutto Ste, che comunque finge di mantenere la calma, dandomi consigli a tempo di musica. Sono i 60 km più brutti della mia vita, dato che la difficoltà non è dovuta totalmente alla mia inettitudine, ma il problema è che le strade si inerpicano su e giù per le montagne subalpine, con salite ripide, tornanti e discese infide. Il tutto farcito da un buio ingannevole e, a tratti, pauroso. A La Mure decidiamo di fare cambio alla guida, anche per recuperare un po’ di tempo, dato che la mia andatura inesperta ha un po’ penalizzato le ottime tempistiche conquistate precedentemente. A quel punto dichiaro pubblicamente le mie scuse per aver insistito a passare dal Colle: il Frejus sarebbe stato molto probabilmente meno traumatico.

Comunque, la notte è inoltrata e le ragazze mezze esauste cercano di dormire sedute nella dinette, ma l’impresa è ardua. Poverine!! Stefano regge bene nonostante l’orario e ci porta sani e salvi fino ad un’area di sosta sull’autostrada, dopo Lyon. Io sono mezzo morto, Stefano si rende conto di non essere concentratissimo e allora si decide di fermarsi a riposare un’oretta. Sono le 2:20 del mattino. Prepariamo i letti dopo una breve passeggiata e ci si butta esanimi sui “materassi”.

Apro gli occhi all’improvviso, guardo l’orologio: sono le 5:55!! Massì! Meglio così! Un po’ di riposo in più non guasta…Chiamo Stefano, ci ricomponiamo e ripartiamo.

Mi metto alla guida convinto, anche perché al mattino sono bello carico, mentre Ste ha i suoi tempi di ripresa. Oggi è tutta un’altra cosa!! Entro breve entro in simbiosi col “mezzo” e l’autostrada mi infonde coraggio: bella, diritta e spaziosa, anche se ancora sotto la pioggia. Le ore passano e il tempo alterna pioggia decisa a sprazzi di cielo sereno. Dopo 330 km, un paio di soste e un pieno di gasolio, Stefano mi da il cambio alla guida e così ho la possibilità di scrivere questa pagina e mezza di squadernino, mentre ascoltiamo i cd mp3 che ci siamo diligentemente preparati per il viaggio e mentre con Stefano discorro dell’impatto della civiltà sul paesaggio rurale francese.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Dover
    Diari di viaggio
    un primo assaggio della vecchia inghilterra

    Un primo assaggio della vecchia Inghilterra

    Castelli, cattedrali e pecore: viaggio in Inghilterra, Cornovaglia, Galles e Londra Atterrati, prediamo subito la macchina noleggiata...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud on the road 2

    Inghilterra del sud on the road 2

    Inghilterra del sud e Londra.Agosto 2017, io, mia moglie Donatella ed una coppia di nostri amici (Riccardo e Milly) abbiamo...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud on the road

    Inghilterra del sud on the road

    18 Agosto Prenotiamo un volo a/r su Londra con Ryanair al prezzo totale di 470 euro. Siamo io, mio marito, allora mio compagno, e la...

    Diari di viaggio
    southern england coast to coast

    Southern England coast to coast

    Quest’anno, l’amore per il Regno Unito ci ha portati nel Sud. Come sempre, il nostro viaggio estivo è stato pianificato nei dettagli,...

    Diari di viaggio
    inghilterra del sud

    Inghilterra del Sud

    Tour intensivo in terra di Albione alla scoperta delle regioni del sud, da una punta (Kent) all’altra (Cornovaglia), bazzicando tra le...

    Diari di viaggio
    il sud della gran bretagna in camper

    Il sud della Gran Bretagna in camper

    2 persone – partenza da Reggio Emilia 30 maggio alla sera – ritorno il 9 giugno al pomeriggio – mezzo di trasporto utilizzato: camper...

    Diari di viaggio
    viaggio in inghilterra

    Viaggio in Inghilterra

    VIAGGIO IN INGHILTERRA 2 – 7 OTTOBRE 2013 VOLO RYANAIR PARMA - LONDON STANSTED € 275.00 andata e ritorno per due persone con un...

    Diari di viaggio
    a zonzo tra kent e east sussex

    A zonzo tra Kent e East Sussex

    rappresenta davvero un luogo di rara bellezza, capace di lasciare i turisti a bocca aperta per la perfetta armonia che si crea tra la...

    Diari di viaggio
    un sogno chiamato barbados

    Un sogno chiamato Barbados

    Eccomi qua, come altre volte cercherò di dare degli utili consigli di viaggio per questo paradiso naturale... ci è venuta voglia di...

    Diari di viaggio
    alla scoperta di londra e dell’inghilterra del sud

    Alla scoperta di Londra e dell’Inghilterra del Sud

    di passeggiata e ci rifugiamo nuovamente all’interno del locale dove degustiamo un ottimo sidro locale alla pera.11° GiornoCi...