Sardegna breve, stupenda e intensa

Quattro giorni tra relax, archeologia e prima esperienza in barca vela
 

Con il primo volo Ryanair della mattina con partenza da Bergamo (a/r 30 € prenotato 3 mesi prima  – 10/06/2022-13/06/2022) arriviamo a Cagliari alle 8.30. Il tempo per una veloce colazione al bar dell’aeroporto e in qualche minuto siamo alla stazione dei treni Elmas Aeroporto che, con un treno  a 1,30 € e “ben” 6 minuti di viaggio, ci porta in centro a Cagliari, stazione centrale vista mare in piazzale Matteotti, dove ci attende l’autobus PF che ci porterà, con altra spesa di 1,30 € verso la nostra prima meta, scopo relax: Spiaggia del Poetto e b&b.

Il Poetto è una bellissima spiaggia di sabbia chiara, profonda e bordata di localini, che inizia a Cagliari sotto il promontorio della Sella del Diavolo, e continua per 15 km, con un mare da cartolina e un curato lungomare, sfruttato per lo sport, oltre che per passeggiate a ogni ora del giorno e della notte. Alle spalle della passeggiata a mare si trovano le saline e gli stagni del Parco Naturale di Molentargius, oasi naturale famosa a livello internazionale soprattutto per la presenza di centinaia di fenicotteri, che qui nidificano: passeggiando tra gli specchi d’acqua sembra di vivere un documentario!

Consegnati i bagagli al b&b a 15 minuti a piedi (35 € a persona), semplice ma pulito, passiamo la giornata tra bagni, dormite sul lettino e passeggiate sul bagnasciuga: pranzo in uno dei locali sulla spiaggia: un’insalatona e acqua, 15 €.

Intorno all’ora dell’aperitivo ci fermiamo in un localino sulla spiaggia dove c’è musica e bel movimento. Aperitivo con prezzi nella norma che si protrae fin quando fa veramente buio e cotte ce ne andiamo a dormire.

Dopo una colazione abbondante, prendiamo il bus PF (sempre 1,30 €) e arriviamo di nuovo in centro a Cagliari per prendere l’autobus ARST che ci porterà verso la nostra meta culturale: il sito nuragico di Barumini – Su Nuraxi.

In 1 ora e mezza, per 5 € si raggiunge Barumini e in 15 minuti a piedi questo spettacolare complesso archeologico, la cui immagine dall’alto è diventata uno dei simboli più famosi della Sardegna.

Con € 12 si ha accesso alla visita guidata del sito e ai 2 musei, non molto distanti dal sito archeologico: casa Zapata che nasconde al suo interno un nuraghe e il centro studi Giovanni Liliu intitolato e dedicato al famoso archeologo, sede di interessanti mostre temporanee. Una guida ci illustra la storia dei ritrovamenti, ci narra i fondamenti della cultura nuragica e le vicende del sito. Bellissima esperienza! I due musei integrano la conoscenza di questa cultura, che ancora viva nell’orgoglio dei sardi sembra alimentare il loro senso di appartenenza a questa terra isolana.

Pranziamo, tardi, con un panino al volo e in autobus torniamo a Cagliari. Non ci perdiamo l’occasione di un rigenerante bagno al Poetto, perché un mare così non ti lascia scampo e perché il caldo di questi giorni non da tregua. Ceniamo in un nuovo localino sulla spiaggia (40 € in due), passeggiata sul lungomare e dritte a dormire perché per il giorno dopo ho previsto un’esperienza affascinante e adrenalinica: prima esperienza a vela, con istruttori in barca sportiva!

Con l’ormai solito autobus PF (sempre 1,30 €) in circa 40 minuti arriviamo a 350 m dal porto turistico Marina di Capitana, dove ci attende la prima esperienza a vela!

Ci accoglie Cris, un istruttore della Scuola di vela, sorridente e motivante, e dopo un briefing saliamo in barca, ed è subito “wooowww”! Usciti in mare capisco che: non voglio più scendere! Ci insegna a leggere il vento, a muoverci in barca in sicurezza, e via con le prime manovre. Mi mette al timone, ma davvero si fida?!?!? E invece con le sue indicazioni porto la barca, una barca veloce da più di 10 metri! Fantastico! Arriviamo in una baia che un mare da sogno: Mari Pintau, dove ci fermiamo per un bagno e un panino che ci siamo comprate alla fermata dell’autobus (c’è una Coop di fronte alla fermata a 350 m dal porticciolo di Marina di Capitana), e via, si riparte per la lezione di vela.

Una volta in porto un breve debriefing, aperitivo e poi cena al ristorante del porto con il resto dell’equipaggio conosciuto oggi. Facciamo tardi ma non è un problema dato che dormiamo gratuitamente in una delle barche da regata messe a disposizione dalla Scuola di Vela: una soluzione spartana ma perfetta per noi. Ho capito che la vela è uno sport fantastico! (costo di un’intera giornata di lezione di vela, teorica e pratica, su barca sportiva con 2 istruttori 120,00€ a persona, con pernottamento gratuito in barca)

Dopo la colazione al bar del porticciolo, ripresi i bagagli, salutiamo a malincuore la scuola di vela con un grande “Garantisco che tornerò” e ci dirigiamo in autobus verso la nostra ultima meta: il centro storico di Cagliari, per vagabondare un po’ tra i vicoli che brulicano di gente, ma senza la sensazione di stress delle città a cui siamo abituate (quelle lombarde). Cagliari è una città che stupisce: pulita, ordinata, luminosa, con un centro storico che si sviluppa dal mare fino alla collina alle sue spalle. Bellissimi scorci, e davvero panoramica la vista dall’alto che ci viene regalata dal bastione. Passeggiamo tra i quartieri antichi e infine ci lasciamo catturare dal profumo avvolgente che esce dalla pizzeria al taglio (dal nome evocativo) in cima all’ottocentesca piazza ovale e pedonale Yenne, e si fa così l’ora di ripartire. Prendiamo un treno “qualsiasi” in partenza da Cagliari (sì perché tutti i treni in entrata e in uscita da Cagliari fermano all’aeroporto di Elmas) e con i soliti 5/6 minuti d’orologio e 1,30 € siamo in aeroporto.

I mezzi pubblici, economici e frequenti, ci hanno aiutate a spostarci senza difficoltà e a rendere molto ricca, seppur breve, questa vacanza in Sardegna.

Salutiamo Cagliari e questo tratto del Sud Sardegna che in pochi giorni è riuscita a darci tanto: ci ha consentito di rilassarci in un mare da favola, di conoscere meglio la cultura e la storia millenaria di questa terra intensa, e attraverso un’esperienza indimenticabile di sperimentare il volto affascinante, poetico e insieme adrenalinico, dell’andar per mare.

Guarda la gallery
dd5da214_a538_477b_a334_98a58b57f9a1

11

22

33

44

55

66

77

78

88

89



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cagliari
    Diari di viaggio
    estate 2022: sardegna

    Estate 2022: Sardegna

    Siamo Enry e Jury rispettivamente la mente e il braccio di questo tour in Sardegna con il nostro Piaggio Beverly 400 hpe.Day 1:...

    Diari di viaggio
    sardegna breve, stupenda e intensa

    Sardegna breve, stupenda e intensa

    Con il primo volo Ryanair della mattina con partenza da Bergamo (a/r 30 € prenotato 3 mesi prima  - 10/06/2022-13/06/2022) arriviamo a...

    Diari di viaggio
    alla scoperta di cagliari

    Alla scoperta di Cagliari

    Abbiamo visitato la città di Cagliari diverse volte, si raggiunge in aereo e poi con un treno che ti porta in centro città, oppure in...

    Diari di viaggio
    giara di gesturi (o sa jara manna)

    Giara di Gesturi (o sa Jara Manna)

    Un altopiano che si presenta come una vera fortezza dove al suo interno conserva intatto nei secoli il suo regno. Nuraghi, boschi, macchia,...

    Diari di viaggio
    sardegna sud 2021

    Sardegna Sud 2021

    Premetto che per noi è stata la prima volta in Sardegna, un'assenza grave, ma giustificata dal fatto che, in quanto pugliesi, tra Gargano...

    Diari di viaggio
    in sardegna tra storia e natura

    IN SARDEGNA TRA STORIA E NATURA

    Sabato 11 maggio Dal ponte scoperto del traghetto Nuraghes della Tirrenia, partito da Genova alle 20,30 della sera precedente, assisto alle...

    Diari di viaggio
    le spiagge di villasimius

    Le spiagge di Villasimius

    VILLASIMIUS E LE SUE SPIAGGE IN UNA SETTIMANA In questa località si concentrano alcune delle più belle spiagge della Sardegna, ci sono...

    Diari di viaggio
    muravera e castiadas, sardegna di meritato relax!

    Muravera e Castiadas, Sardegna di meritato relax!

    Vacanza prenotata in tempi non sospetti, quando parole come "Covid", pandemia, mascherine, distanziamento... Non sapevamo nemmeno cosa...

    Diari di viaggio
    viaggio in auto sulla costa est della sardegna

    Viaggio in auto sulla costa est della Sardegna

    Vi racconterò ora del nostro viaggetto, mio e del mio ragazzo fatto a zonzo per la bellissima Sardegna! Non c’ero mai stata e avrei...

    Diari di viaggio
    sardegna... oltre le spiagge

    Sardegna… oltre le spiagge

    e discese ed arriviamo belli stanchi. Ceniamo al ristorante dell’hotel perché il solo pensiero di riprendere la macchina ci fa star...

    Video Itinerari