Sardegna 2008

Come avevo anticipato questa è stata la mia prima e nostra visita in Sardegna. Dico nostra perchè insieme a me c'erano la mia dolce metà (Vera) e le mie due cugine (Anna grande ed Anna piccola) che ringrazio per la comprensione e per la sopportazione. La cosa che più mi preoccupava era il viaggio, specie dopo tutti i discorsi sentiti sulla...
 
Partenza il: 13/08/2008
Ritorno il: 23/08/2008
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 1000 €

Come avevo anticipato questa è stata la mia prima e nostra visita in Sardegna. Dico nostra perchè insieme a me c’erano la mia dolce metà (Vera) e le mie due cugine (Anna grande ed Anna piccola) che ringrazio per la comprensione e per la sopportazione.

La cosa che più mi preoccupava era il viaggio, specie dopo tutti i discorsi sentiti sulla Tirrenia…Invece sia il viaggio di andata che di ritorno sono stati buoni.

Chiaramente essendo per noi la prima volta siamo andati alla ricerca delle cose che più ci interessano e che erano più facilmente raggiungibili.

Riconosco che per voi sono tutti posti già visti ma per noi è stato tutto bello e quindi voglio portare la mia piccola esperienza.

Il nostro viaggio è stato diviso in 2 parti, la prima parte è stata trascorsa in località La Ciaccia che fa parte del comune di Valledoria nei pressi di Castelsardo, la seconda, invece, nel camping La Liccia a circa 5 km da S.Teresa di Gallura.

A Valledoria abbiamo trascorso 4 notti presso un appartamentino davvero carino, il posto non è male ma noi lo abbiamo utilizzato solo come appoggio per poter fare delle escursioni.

Il 15 agosto abbiamo iniziato con la prima tappa che poi è anche la più vicina… Siamo andati a Cala Ostina che si trova non lontano da Castelsardo. Bisognava scendere parecchio per raggiungere la spiaggia ma a noi che avevamo voglia di farci il primo vero bagno in Sardegna questo non ci creava problemi (in realtà avevamo più paura della risalita! . La piccola caletta si è rivelata molto carina il mare è molto bello vi sono sia piccoli scogli che sabbia per piazzare l’ombrellone. Come primo giorno di mare abbiamo iniziato alla grande…Peccato che in lontananza iniziavano ad addensarsi dei grossi nuvoloni ed il vento iniziava a soffiare forte, nonostante tutto grazie al fatto di essere riparata dal vento e dalle onde siamo riusciti a rimanere a Cala Ostina fino alle 13 30. Purtroppo il pomeriggio invece lo abbiamo trascorso a dormire visto che c’è stato un bel temporale.

La sera invece siamo andati a Castelsardo dove abbiamo comprato i primi regalini e abbiamo girato per tutti i vicoli, siamo saliti fin sopra alla rocca dove, con nostra grande sorpresa, abbiamo assistito ad un bellissimo spettacolo pirotecnico! Direi niente male come inizio! Il giorno seguente a bordo del nostro delfino blu (Citroen Saxo 1.0 ) ci siamo diretti verso Alghero. Eravamo indecisi sulla spiaggia da scegliere poi abbiamo optato per il Lazzaretto…Che dire veramente un posto fantastico. A parte il mare bellissimo e limpidissimo anche la spiaggia è molto ben attrezzata e con tutti i comfort necessari, unica nota stonata i bagni a pagamento ma almeno c’erano! Come detto il mare è fantastico ma aveva una particolarità…L’acqua era freddissima! Quando mi sono tuffato mi sembrava di stare in un frigorifero non riuscivo a muovere le braccia dal freddo, avevo i muscoli indolenziti, mi sono ricordato di una volta che mi sono fatto il bagno a gennaio ed era più o meno così, temevo di trovare anche qualche iceberg alla deriva. Comunque non ci siamo fatti scoraggiare ed abbiamo fatto più volte il bagno, poi con la fotocamera mi sono dedicato a scattare delle foto per immortalare quel posto bellissimo arrivando fino alla torre di avvistamento che si trova a destra della spiaggia.

Nel pomeriggio siamo andati ad Alghero, la città è molto bella e caratteristica con tutte le sue viuzze e gli angoli suggestivi, abbiamo fatto il classico giro sul trenino e abbiamo girato per tutto il porto. Dopo una giornata così impegnativa ci saremmo meritati un pò di riposo, invece, sveglia alle ore 06:45 e partenza per Stintino! La nostra meta era la spiaggia della pelosa ma a causa della mancanza di parcheggio abbiamo optato per la pelosetta, scelta che comunque consiglio! Dopo essere riuscito, non senza fatica, a piazzare l’ombrellone fra gli scogli iniziava la nostra giornata di mare che si sarebbe rivelata anche la più bella! Non serve spiegare la bellezza dell’ambiente marino nè della trasperenza e dei colori dell’acqua, dico solo che è stupendo. L’anno scorso siamo stati in Egitto e dico che se togliamo la barriera corallina sicuramente il mare non è paragonabile a quello di Stintino! Chiaramente non ci siamo fatti mancare l’escursione alla Torre della Pelosa! Noi di questo posto ci siamo innamorati e speriamo di ritornarci presto sarei rimasto in acqua a “cazzeggiare” altri 3-4 giorni ma, ahimè, dopo aver pagato 18 € di parcheggio siamo dovuti ripartire con la consapevolezza di aver trascorso una giornata in un posto indimenticabile!Al ritorno immancabile foto alla roccia dell’elefante.

Dopo esserci trasferiti al Camping La Liccia iniziamo la seconda parte della vacanza.

Tralasciamo di parlare della nostra sistemazione in campeggio da noi definita “Buca-low” o “Baracca” ma tanto a noi importava solo avere un appoggio per la notte! Il camping si trova in una buona posizione strategica a circa 5 km da S.Teresa e quindi buona anche per una visitina in Costa Smeralda. Al di sotto del camping facendo un sentiero di circa 1 km si trova la spiaggia di Rena Majori. Questa spiaggia è caratterizzata da spiaggia bianca, è molto larga e molto lunga, adatta quindi soprattutto alle famiglie con bambini che cercano un mare digradante e senza difficoltà. Certo per noi che il giorno prima eravamo stati alla pelosetta non poteva essere il massimo ma, diciamo, che è comunque una bella spiaggia con acqua cristallina e limpidissima. Ci saremmo ritornati poi anche il 22, cioè l’ultimo giorno, peccato che in questa occasione abbiamo trovato dei grandi banchi di alghe che quasi impedivano di entrare in acqua.

Come avevo promesso alla mia ragazza ed alle cugine ci siamo avventurati alla volta di Porto Cervo, abbiamo trovato un compromesso e cioè la mattina mare e il pomeriggio visita.

Cercavamo la spiaggia di Cala Granu ma, anche se provvisti di navigatore, non ci siamo riusciti e così ci siamo diretti alla spiaggia di Baja Sardinia. La scelta alla fine è stata comunque buona, il mare è molto bello ed i colori assumono tonalità che vanno dal blu al verde. La parte dei ristoranti è molto carina e comunque si respira un’aria di località alla moda. Anche qui non sono mancate le mie escursioni alla ricerca di qualche punto per scattare una bella foto, vi consiglio di andare nel punto di imbarco dove si riesce ad avere una bella visione di insieme di questa bellissima baia.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alghero
    Diari di viaggio
    sardegna on the road: itinerario dell'isola in moto

    Sardegna on the road: itinerario dell’isola in moto

    30.07 – 14.08.2021Testo di Marco Ronzoni – Foto di Paola BettineschiLa moto è pronta e anche noi. Di norma siamo viaggiatori...

    Diari di viaggio
    undici giorni in giro per la sardegna

    Undici giorni in giro per la Sardegna

    GIORNO 1: Siamo partiti il 5 luglio con il traghetto Grimaldi Lines da Civitavecchia per Porto Torres, prenotato on-line qualche settimana...

    Diari di viaggio
    in sardegna tra storia e natura

    IN SARDEGNA TRA STORIA E NATURA

    Sabato 11 maggio Dal ponte scoperto del traghetto Nuraghes della Tirrenia, partito da Genova alle 20,30 della sera precedente, assisto alle...

    Diari di viaggio
    sardegna... oltre le spiagge

    Sardegna… oltre le spiagge

    e discese ed arriviamo belli stanchi. Ceniamo al ristorante dell’hotel perché il solo pensiero di riprendere la macchina ci fa star...

    Diari di viaggio
    sardegna d'amare

    Sardegna d’amare

    Prima tappa in Sardegna. Ancor prima di arrivare all'appartamento. Facciamo un bagno di stupore alla Licciola. Spiaggia abbastanza grande....

    Diari di viaggio
    da bologna alle isole lofoten passando per alghero

    Da Bologna alle Isole Lofoten passando per Alghero

    Diario di viaggio: da Bologna alle Lofoten passando per Alghero Due coppie di adulti, ciascuna con un figlio adolescente. Una settimana in...

    Diari di viaggio
    di spiaggia in spiaggia: alghero e dintorni
    FDM

    Di spiaggia in spiaggia: Alghero e dintorni

    Il litorale che da Alghero si estende verso nord è qualcosa di meraviglioso: coste a picco sul mare blu e basse lagune sabbiose, lambite...

    Diari di viaggio
    sardegna, non solo spiagge

    Sardegna, non solo spiagge

    1 giorno Partenza da casa all'1:40 di mattina, c'è un traghetto che ci attende a Civitavecchia. La strada passa di notte attraverso...

    Diari di viaggio
    sardegna nord occidentale: in cammino tra mare, monti e storia

    Sardegna Nord Occidentale: in cammino tra mare, monti e storia

    Il 7 settembre 2013 si parte da Milano malpensa per Alghero, con volo easyjet! Il nostro gruppo è formato da trekkisti di tutte le età e...

    Diari di viaggio
    sei giorni nella sardegna occidentale

    Sei giorni nella Sardegna occidentale

    PRIMO GIORNO Partenza da Pisa ore 6:50 con volo Ryanair e arrivo a Cagliari ore 8:10. Ritiriamo una 500 noleggiata con Hertz via internet...