Santorini e Creta, 2 isole 2 anime

Bellezza e panorami mozzafiato sono le caratteristiche principali di queste 2 isole
 

Santorini! Che dire, sinceramente l’isola non ha bisogno di presentazioni, tutti la conoscono e hanno visto le famose foto del tramonto sulle altrettanto famose cupole blu. Lo scopo di questo diario di bordo è quello di dare qualche informazione extra per chi deciderà di spostarsi anche su Creta. Le aspettative riguardo le isole erano molto alte e già dal primo giorno sono state ampiamente ripagate.

Aeroporto Santorini – Fira

Arrivati all’aeroporto di Santorini ci dirigiamo verso la stazione esterna che ci porterà al capolinea di Fira. I biglietti dei bus costano tutti indicativamente da 1,20€ a 1,70€ (tranne andare al porto, il costo è di 2,20€) quindi spostarsi con i mezzi pubblici è molto conveniente. C’è chi decide di noleggiare un auto o uno scooter ma la comodità di muoversi in autonomia potrebbe rivelarsi controproducente soprattutto nel momento di trovare parcheggio; i posti auto sono relativamente pochi e spesso lontani dai centri nevralgici delle città più rinomate. Se deciderete di muovervi come noi Fira diventerà costantemente il vostro punto di riferimento. Ogni autobus passa e parte da lì e raggiunge tutte le località, dalle più conosciute a quelle più rurali.

Kamari

Potrebbe sembrare ovvia come base per dormire ma noi abbiamo optato per Kamari, situata al sud. La scelta è stata fatta principalmente per due motivi: lontana dal caos delle località più rinomate e rispetto a queste più conveniente ed economica; potrei aggiungere anche un ulteriore punto a favore per Kamari, si affaccia sulle spiagge sabbiose e più tranquille. Il lungomare di Kamari è molto carino ed offre la possibilità di mangiare nei numerosi ristorantini che affacciano direttamente sulla spiaggia il che rende il tutto molto suggestivo al tramonto… certo, non sarà il tramonto di Oia, ma comunque ha il suo perchè. Mangiare in queste taverne o ristoranti non sarà un salasso, per fare un esempio una grigliata mista di pesce per 2 vi costerà sui 23€ e aggiungendo un buon bicchiere di vino non si raggiungono i 30€ a coppia e alcuni di questi locali offrono ombrelloni e lettini gratis se consumerete il pranzo da loro. Non male direi! La nostra base per il soggiorno è stata Hotel Terra Blue gestita dal meraviglioso Vangelis, una delle persone migliori incontrate su entrambe le isole (per chi decide di soggiornare nello stesso Hotel e di spostarsi in bus la fermata più comoda e vicina è Ancient Thera)

La spiaggia di sabbia nera mista a ciottolini neri è affascinante ed costeggiata da un promontorio che vi terrà al riparo dal costante vento che vi accompagnerà lungo tutto la vacanza, sia a Santorini che a Creta. Per l’escursione più attesa nella località di Oia si torna al capolinea di Fira e da lì si prende un altro bus che vi porterà a destinazione in poco più di mezz’ora. L’autobus vi lascerà alle porte della città e arrivare nella piazza centrale è un vero piacere, andando sulla destra si devono attraversare vicoli costellati di negozietti e bar e nelle ore più calde il vento è un sollievo che benedirete ad ogni passo. Passeggiando distrattamente ed andando qua e là senza una direzione precisa ci si ritroverà con sorpresa davanti al famoso panorama delle cupole blu di Santorini. Con stupore però ci accorgiamo che sono solo quelle e pochissime altre le cupole ed i tetti dipinti di blu, ma poco male, la vista resta comunque meravigliosa, soprattutto andando alla vecchia fortezza diroccata, da lì si godrà del panorama più bello e se si è fortunati, anche meno caotico.

A proposito di caos, come si può ben immaginare nelle ore che precedono il tramonto la città si riempirà sempre più di turisti, tanto da rendere difficile un punto di appoggio per scattare la tanto agognata foto del “Sunset Santorini” ma è il caso di dire: il momento vale il viaggio. Spostandosi su Fira ma non solo come capolinea dei bus la città si rivela molto interessante. Il consiglio è di andare direttamente a piedi dalla fermata poiché la piazzetta principale si raggiunge in circa cinque minuti di camminata. All’ingresso del paese si avrà l’impressione di trovarsi in un luogo diverso da quelli visitati finora diversa dagli altri luoghi. Si passa dalle case bianche e candide di Oia ad una piazza più brulla, piena di negozietti di souvenir, bar e gelaterie. Prendendo la strada verso la chiesa di Agios Gerasimos tutto cambia, si inizia a salire attraverso i vicoletti tipici fino ad arrivare al punto panoramico che si affaccia direttamente sulla caldera. Il punto di vista sarà mozzafiato. Dopo aver apprezzato la vista offerta tappa consigliata è la visita alla Chiesa Gerasimos e anche se non vicinissime la cattedrale cattolica di San Giovanni Battista. Dalla cittadina di Fira c’è anche la possibilità di avventurarsi a piedi verso Imerovigli e più precisamente in direzione Skaros Rock. La passeggiata dura circa 10 minuti, sono circa 3,5 km. Questo posto è davvero incantevole e nulla ha da invidiare al tramonto di Oia!

Purtroppo non siamo riusciti a visitare anche un altro punto consigliato dai locali, ossia il “cuore di Santorini”, quindi non posso esprimermi ma a quanto pare la zona è consigliata. Come potete notare Santorini è un’isoletta facile da girare e appagante per il corpo e per la vista, ogni posto, ogni cittadina riempie gli occhi. Cosa che non siamo proprio riusciti a trovare invece è stato trovare informazioni riguardo lo spostamento da Santorini a Creta. Nonostante quest’ultima sia L’isola più grande della Grecia Santorini offre pochissime possibilità per gli spostamenti. La più conveniente è prendere il traghetto notturno al costo di 25€ circa ma noi non siamo riusciti a sfruttare questa possibilità per due motivi, il primo organizzativo: partendo alle 2:55 l’orario è davvero scomodo e si dovrebbe prevedere quantomeno lo spostamento dall’hotel al porto e di notte non ci sono autobus ed il secondo motivo è dovuto al fatto che questa soluzione è disponibile solo un paio di volte a settimana, quindi non sono previste partenze giornaliere ed inoltre, chi come noi ha previsto e già prenotato Hotel nella parte ovest dell’isola, questo avrebbe comportato una tappa in più poiché il porto di arrivo si trova situato a Sitia. Per contro, come ci si può aspettare, la soluzione più veloce e comoda è quella più costosa 100€ per la tratta Porto di Santorini – Rethymno che si raggiunge in poco meno di 5h. Indubbiamente il costo è alto ma fa risparmiare un giorno di viaggio.

Guarda la gallery
grecia



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Crete
    Diari di viaggio
    santorini e creta, 2 isole 2 anime

    Santorini e Creta, 2 isole 2 anime

    Santorini! Che dire, sinceramente l'isola non ha bisogno di presentazioni, tutti la conoscono e hanno visto le famose foto del tramonto...

    Video Itinerari