Salento Ionico

3 giorni di mare, ma non solo
Partenza il: 18/08/2021
Ritorno il: 20/08/2021
Spesa: 500 €

Giorno 1

Siamo partiti da Brindisi in due la mattina del 18 agosto e dopo 2 ore di auto (100 km) siamo arrivati a Torre San Giovanni (frazione di Ugento – LE). La strada da percorrere in auto prevede la SS Brindisi – Lecce, prima di arrivare a Lecce si prende l’uscita “Lecce Gallipoli”. Avevo effettuato la prenotazione su Booking 2 mesi e mezzo prima spendendo 270 euro per un soggiorno di 3 notti . Un buon prezzo vista la media dei prezzi del posto.

Il paesino è minuscolo ed è composto per lo più da zone residenziali con villette , una strada principale con negozi (niente “brand” famosi) solo negozi turistici , molti vendono oggetti nella tipica pietra leccese o in ceramica (io ho comprato dei piatti molto belli)). C’è qualche negozio d’abbigliamento (se avete dimenticato a casa le Flip flop, non temete non vi faranno rimanere senza). La maggior parte dei locali è comunque dedicata alla ristorazione. Anche il lungomare, che ospita la vivace movida notturna, è pieno di locali e ristoranti, tra cui la famosa pasticceria leccese Martinucci (tappa obbligata per un ottimo pasticciotto leccese).

Booking ci aveva segnalato che il check in sarebbe stato possibile a partire dalle 17 , ma abbiamo deciso comunque di arrivare in anticipo per goderci il pomeriggio al mare. Tuttavia appena arrivati ho ricevuto il messaggio dell’host su whatsapp che ci dava il benvenuto e che avremmo potuto già occupare a casa 3 ore prima. Abbiamo trovato parcheggio in prossimità della via principale del paesino di Torre San Giovanni, siamo andati a mangiare un ottimo hamburger di pesce da “BoJo Fish” e poi abbiamo portato le valigie nell’appartamento che era davvero piccolissimo (armadio letto, per intenderci) il resto della casa era all’esterno (anche la cucina!). Abbiamo sistemato la valigia e siamo andati al mare di fronte casa.

NOTA: se siete amanti degli scogli e non della spiaggia sabbiosa, Torre San Giovanni fa proprio per voi. Suggerisco (ma è praticamente d’obbligo) SCARPETTE DI GOMMA con cui fare il bagno e SEDIA perché Sdraiarsi sul telo per prendere il sole è praticamente impossibile, come anche poter piantare un ombrellone. Ma non temete , le spiagge di sabbia sono molto vicine (anche libere) basta camminare un po’ o prendere l’auto ma sono più affollate.

Dopo il mare abbiamo deciso di fare tappa nella famosa Gallipoli (40 minuti di auto). Che dire….se non temete il caos di auto, uno tsunami di turisti e potete pazientare (e anche litigare!) un’ora o più per trovare un parcheggio allora potete andare perché ne vale la pena! SUGGERIMENTI: Caldo permettendo, MEGLIO raggiungerla di pomeriggio e decidere di stare un po’ in giro in attesa della cena. Noi siamo partiti alle 18:30 , arrivati alle 19:10 e trovato parcheggio alle 20:30 (stavamo per disdire, sfiniti, la prenotazione al ristorante fatta per le 21!). Quindi cercate di anticiparvi!

Altro suggerimento: Gallipoli è divisa in una parte Nuova e una vecchia (la più famosa e caratteristica, quella vera da visitare). La parte vecchia la chiamano “l’isola” perché è come un’isolotto unito da una lingua di terra alla parte Nuova. Nella parte vecchia non si può accedere in auto perché è ZTL quindi una volta arrivati a Gallipoli parcheggiate dove trovate . Tuttavia la cena all’ottima Osteria Sant’Angelo e la bellezza del paese e dei vicoli con negozi carini vi ricompenserà della fatica! Giusto una nota sull’Osteria Sant’angelo: prezzi medio/alti, soprattutto per la Puglia, ma molto buona. Per farvi un’idea: un antipasto a base di scampi in crosta e un secondo di orata in crosta di patate, un primo a base di ravioli gamberi e burrata e per secondo i FAMOSI e imperdibili gamberi viola di Gallipoli e una bottiglia di Rosato 90 euro in due.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio Roversi Slow Tour padano

Slow Tour Padano: tutte le puntate della seconda serie

La seconda serie di Slow Tour Padano è andata in onda su Rete4 dal 23 ottobre al 4...

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Leggi i Diari di viaggio su Italia
Diari di viaggio
Roma

Viaggio nella Città Eterna

Ottobre 2021, io e la mia ragazza avevamo da tempo deciso di prenderci una settimana di vacanza a metà mese per un viaggio a New York, ma...

Diari di viaggio

Fuga di fine estate in Valsugana

Amo camminare e scoprire mete diverse, le temperature africane hanno allentato un pò la presa e quindi parto da Milano Centrale alla volta...

Diari di viaggio

Salento Ionico

Giorno 1 Siamo partiti da Brindisi in due la mattina del 18 agosto e dopo 2 ore di auto (100 km) siamo arrivati a Torre San Giovanni...

Diari di viaggio

LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno. Pedaliamo fino alla...

Diari di viaggio

MARCHE A TUTTO TONDO!

Finalmente come ogni anno le nostre solite ferie settembrine stanno per arrivare, cosi insieme a mia moglie e la nostra piccola Azzurra di...

Diari di viaggio

Presepe vivente a Civita di Bagnoregio

Domenica 5 gennaio 2020 La destinazione della nostra gita è Civita di Bagnoregio. In questa giornata, vigilia dell’Epifania, ammiriamo...

Diari di viaggio

SPRING BREAK SICULO

DAY 0 – LUN 23/04/2018 Reduci dai bagordi dell’indimenticabile weekend a Malta per il matrimonio del caro amico Beppe, atterriamo verso...

Diari di viaggio
Mazara del Vallo la città del muezzin e del suono delle campane

Mazara del Vallo

Mazara del Vallo è davvero una di quelle città che non ti aspetti, un crogiolo di Italia e Africa del nord che vive in perfetto...

Diari di viaggio
Oristano - Basilica Santa Giusta

IN SARDEGNA TRA STORIA E NATURA

Sabato 11 maggio Dal ponte scoperto del traghetto Nuraghes della Tirrenia, partito da Genova alle 20,30 della sera precedente, assisto alle...

Diari di viaggio

Brescia, Leonessa d’Italia

Io vivo in provincia di Brescia e mi ero da tempo ripromesso di fare il turista nella mia città e di visitarla con occhi diversi, senza lo...