Rifugio V Alpini e il… salame di cioccolato

il salame di cioccolato
 

Al Rifugio V Alpini travolti da un’insolita passione: il salame di cioccolato

Per noi che il passeggiar per monti è una passione cosa c’è di meglio dell’estate? Sicuramente nulla dato che solo in estate la nostra passione di camminare può essere ampiamente soddisfatta: camminare ad alta quota, immersi nel silenzio delle vette, con solo il vento come compagno che ogni tanto ci racconta qualche storia all’orecchio.

E ovviamente non c’è nulla di meglio che andare per monti in compagnia dei propri compagni a due e quattro zampe. Già perché noi siamo un po’ come i tre moschettieri (di cui uno peloso).

Ci piace svegliarci la mattina presto, indossare gli scarponi e partire (ovviamente l’amico peloso non ha bisogno degli scarponi ma è così bravo da aspettare pazientemente tutti i nostri preparativi – solo gli occhi tradiscono la sua smania di andare).

E’ così che camminando camminando da qualche anno una delle nostre mete fisse di luglio è la Valfurva che ci fa vivere la nostra settimana di alta quota (a noi piace chiamarla così).

Tra le varie gite che facciamo sicuramente la Val Zebrù è una delle più belle: camminare lungo tutta la valle, immersi nel silenzio, con le montagne che sembrano sentinelle a guardia del nostro passeggiare tranquillo. La strada è lunga ma passo dopo passo arriviamo alla Baita Pastore (il nostro cagnastro fa sì che i nostri passi siano sempre piuttosto divertenti).

Una volta arrivati alla Baita Pastore un piccolo sorso di acqua, una sosta per ammirare ciò che ci circonda, un pensiero al formaggio che ci aspetta al ritorno (e che porteremo a casa per gustare il sapore di questi momenti) e poi si riparte: destinazione il Rifugio V Alpini.

La salita dopo le ore di cammino lungo la valle pesa un po’ ma la gamba è leggera: arriviamo alla fine del primo strappo e il Rifugio è sopra di noi laggiù in fondo. Conosciamo la strada ma ogni volta sembra sempre un po’ più lontano: sarà che stiamo invecchiando? Comunque si tira un po’ il fiato e si riparte lungo il sentiero per il ghiaione che già mi da una piacevole sorpresa: è stato sistemato, più largo, un po’ meno impervio: il rifugio è sempre là e sembra guardarci sorridendo con il suo tetto che brilla alla luce del sole e le sue montagne che se lo coccolano come un tesoro: appollaiato su quella roccia sembra voler sfidare tutto e tutti. L’ultimo sforzo e voilà siamo arrivati.

Anche il nostro amico peloso è un po’ stanco e si sdraia sotto il tavolo. Noi ci sediamo e tiriamo un po’ il fiato.

Sarà l’acqua, sarà l’aria sarà, fatto sta che la fame si fa sentire per cui è assolutamente d’obbligo chiedere il dolce del rifugio (anche perché dopo la camminata fatta non ci si sente proprio in colpa per le calorie) E sorpresa: mi arriva un piatto con una fetta di salame di cioccolato. La guardo come se mi stesse davanti George Clooney e addento. I puntini di sospensione sono d’obbligo perché sto gustando questa meraviglia quassù a quasi 3.000 metri.

Guarda la gallery
walfoto_149



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Lombardia
    Diari di viaggio
    rifugio v alpini e il... salame di cioccolato

    Rifugio V Alpini e il… salame di cioccolato

    Al Rifugio V Alpini travolti da un’insolita passione: il salame di cioccolatoPer noi che il passeggiar per monti è una passione...

    Diari di viaggio
    viaggio nell'eremo di santa caterina del sasso

    Viaggio nell’Eremo di Santa Caterina del Sasso

    Quello che vi porto a scoprire oggi è un luogo particolare, incastonato tra le rocce del Lago Maggiore. Ammetto e faccio mea culpa: questo...

    Diari di viaggio
    la via del sale, varzi - sori in 3 giorni

    La via del sale, Varzi – Sori in 3 giorni

    Questa mia avventura è stata decisa al più qualche giorno prima della partenza. Ho avuto uno spiraglio di tempo per buttarmici e.. direi...

    Diari di viaggio
    consonno, la disneyland abbandonata della lombardia

    Consonno, la Disneyland abbandonata della Lombardia

    Se scegliete di andarci in un pomeriggio grigio, magari con qualche nuvola di quelle minacciose che si affacciano all’orizzonte,...

    Diari di viaggio
    iseo e franciacorta, tra laghi e vitigni

    Iseo e Franciacorta, tra laghi e vitigni

    Dopo l'ennesimo blocco dovuto alla pandemia, si può riprendere a "viaggiare" sempre con le dovute limitazioni e precauzioni.Decido di...

    Diari di viaggio
    i sentieri di pavia

    I sentieri di Pavia

    Non torno mai due volte nello stesso posto forse per la mia assetata voglia di scoprire nuovi orizzonti. Ma la prima volta che ho visitato...

    Diari di viaggio
    lago di garda: sembra il mare ma non è... un mare tra le montagne

    Lago di Garda: sembra il mare ma non è… un mare tra le montagne

    Dopo un anno un po’ particolare per tutti quanti, riscoprirsi adolescenti insieme ai nostri figli, oramai 15enni, era quello che ci...

    Diari di viaggio
    l’oltrepò pavese

    L’Oltrepò Pavese

    Partenza per L’Oltrepò Pavese, area a sud del fiume Po in provincia di Pavia, ricca di punti d’interesse storici e naturalistici.Il...

    Diari di viaggio
    la via valeriana

    La via valeriana

    LA VIA VALERIANA 2020 Anno da dimenticare! Prima il Covid, l‘isolamento da tutti i nostri cari, la mamma è caduta e si è “ rotta” ...

    Diari di viaggio
    scoprire brescia, una città d'insospettabile bellezza

    Scoprire Brescia, una città d’insospettabile bellezza

    Spinta dal desiderio di scoprire Iseo ed il suo lago, comincio con la pianificazione di un fine settimana spostandomi in treno ed è quasi...