Repubblica Dominicana fai da te

Ogni località un'esperieza nuova
 
Partenza il: 13/02/2012
Ritorno il: 23/02/2012
Viaggiatori: 02
Spesa: 2000 €

Repubblica Dominicana: quante diversità

Voglio subito dare delle indicazioni sul ns. viaggio (io e mio marito).

Non amiamo l‘all inclusive, pertanto abbiamo organizzato tutto da soli ( tranne l’acquisto dei biglietti) , comunque sempre prediligendo una certa comodità sia per gli spostamenti che per le sistemazioni alberghiere.

Data partenza : 13/02/2012

Data ritorno : 23/02/2012

Volo Iberia da Roma Fiumicino, scalo a Madrid, arrivo Las Americas

Costo volo € 1.460,00 in due ( 01 biglietto trovato a € 620,00 , l’altro a € 840,00)

Assicurazione sanitaria : € 130,00 in due

Trasferimenti: Prima di partire volevamo girare tutta la Repubblica Dominicana con i famosi gua-gua, o comunque con mezzi pubblici, cosa che avevamo fatto già in altri paesi, vedi Brasile, Argentina, Uruguay; purtroppo qui non è stato assolutamente possibile e tutti i ns. spostamenti sono avvenuti con i taxi, il cui costo ha inciso notevolmente sulla spesa totale , ma che ci ha permesso di non avere ritardi e/o disguidi. Come dicevo, con grande comodità. Tutti i mezzi pubblici sono dei pezzi di ferro arrugginiti che non si trovano neanche nelle ns. autodemolizioni. Mezzi assolutamente fatiscenti, senza luci, vetri, porte, senza targhe, qualcosa di mai visto.

Pernottamenti:

– Santo Domingo: hotel Barcelo € 130, 02 notti, solo pernottamento. L’hotel è un 5 stelle, non proprio vicino alla zona coloniale, ma se si è buoni camminatori non ci sono problemi. Dispone di piscina con annesso bar. Abbiamo cenato una sera al ristorante e devo dire che ci si può benissimo astenere.

– Bayahibe: Cabana Elke 3 notti € 180, solo pernottamento. L’hotel si trova proprio adiacente al famoso Viva Dominicus; infatti con un supplemento di € 40,00 (o dollari, non ricordo) al giorno si può usufruire anche dell’ all inclusive del Viva. La struttura è stata un’ottima scelta, in centro, con piscina, ampia camera con scala interna, cucinino e terrazza. Facevamo colazione e pranzo nel bar annesso gestito da Desireè, solo con piatti tipici dominicani.

Tutto sempre buono e a prezzi assolutamente accettabili ( pranzo € 10,00-12,00 in due incluse bevande).

La struttura mette a disposizione anche le bici con cui si può arrivare in 10 minuti a Bayahibe attraverso un sentiero abbastanza dissestato all’interno della foresta.

– Las Terrenas: Casa Lily e Coco € 102, 3 notti, solo pernottamento, prenotata attraverso booking.com. La sistemazione peggiore perché si trova assolutamente lontana dal centro (3-4 km) e lontana da playa Bonita ( circa 1 km). Se si arriva come noi senza mezzo si è costretti ad affittare subito un loro scooter o, se si vuole provare l’ebbrezza del rischio, farsi trasportare da un motoconcho, ossia una vecchia moto di altri tempi salendo in 2-3-4 persone , rigorosamente senza casco, magari anche con bagagli al seguito.

– Boca Chica: Hotel Garant and Suites , 01 notte, € 45,65, suite queen, prenotata attraverso booking.com direttamente quando eravamo già in Repubblica Dominicana. Dispone di piscina . Ottima scelta. L’hotel è centralissimo, vicino alla via più movimentata di Boca Chica , piena di tanti ristoranti e negozi di souvenir. La stanza è enorme con divani e poltrone . Sicuramente la struttura necessita di qualche opera di ristrutturazione, ma il prezzo è veramente esiguo per la comodità offerta. Mi sono molto stupita di passare per la cucina senza alcun problema , o di trovare le lavatrici in un angolo della reception, ma in un paese in cui non ci sono tutte le ns. normative , ben venga anche questo.

All’arrivo all’aeroporto bisogna subito pagare la tassa d’ingresso di € 10,00/ us$ 10. Il disbrigo dei controlli passaporti è molto rapido. Si possono noleggiare le auto ma anche il Tom Tom al costo di $ 10,00 al giorno, con la mappa dettagliata della repubblica.

Taxi da aeroporto ad hotel € 35,00 oppure 1.500 RD oppure US$ 40. Circa 30 minuti.

Da Santo Domingo ci siamo spostati a Bayahibe ( taxi costo € 100,00). Posto incantevole, tranquillo e pulito. La spiaggia è molto lunga e con una spesa di € 10,00 si possono affittare un ombrellone e 02 sdraio. Abbiamo effettuato l’escursione a Saona e Canto della playa con Mariposa Tours ( proprio in centro, ci passate davanti quando farete le vs. passeggiate ). Costo € 50 cadauno. Purtroppo il tempo non ci ha aiutato in quanto c’erano delle nuvole che non hanno permesso di godere appieno del bel mare che avevamo , soprattutto presso le piscine naturali. Comunque mangiato e bevuto bene.

Tramite Emilio, il direttore di Cabana Elke ci siamo informati sull’orario della barca che da Sabana de la Mer porta a Samanà ( ORE 09,00-11,00-15,00-17,00) e così nuovo viaggio con minivan al costo di RD$ 6.000 ( circa € 120,00) per circa 2,30 ore su tratti veramente dissestati di strada . Abbiamo capito perché un altro taxista si era rifiutato di accompagnarci. Comunque si attraversano posti meravigliosi in cui la natura è l’unica padrona , con una vegetazione lussureggiante e sempre gente allegra a salutarci fuori dalle case fatiscenti. Arrivati a Sabana abbiamo atteso il traghetto pensando di trovarci davanti un mezzo degno del nome; invece è stato un autentico divertimento e sorpresa. Poco lontano dal piccolo pontile ( da cui partono anche le escursioni per vedere le balene , se potete fatela subito perché noi ad esempio, non siamo riusciti ad effettuarla successivamente) si ferma una barca da cui scendono delle persone trasbordate su una specie di noce, viste le dimensioni della barchetta. Ci vengono a chiamare dicendo che quello era il traghetto. Il funzionamento è semplice: visti i bassi fondali , il traghetto resta al largo, ed il guscio di noce porta i passeggeri dal traghetto e viceversa. Ora immaginatevi noi con le valige, buttate alla bene e meglio con il rischio di finire in acqua in quanto è una confusione unica, gente che sale e gente che scende. I dominicani trasportano tutto in questo modo addirittura uno scooter dal traghetto è stato fatto scendere all’interno del guscio di noce ( io l’ho vedevo già in acqua) e poi issato sul pontile. Ma una volta saliti sul traghetto non è finita, perché fin quando c’è gente che arriva sul pontile , il guscio di noce fa la spola con un continuo afflusso di persone che salgono sul traghetto , saltandoti letteralmente addosso, pur di salire da ogni punto disponibile. Troppo esilarante. Il costo è di RD$ 200 cadauno. La traversata dura circa 1 ½ ora.

Guarda la gallery
repubblica-dominicana-p6614

SAONA

repubblica-dominicana-sq3gt

PLAYA COSON



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Repubblica Dominicana
    Diari di viaggio
    gli allegri diavoli dei carnevali dominicani

    Gli allegri diavoli dei carnevali dominicani

    Nel mese di febbraio la Repubblica Dominicana mostra la sua faccia più allegra e pittoresca con le celebrazioni del carnevale. Il...

    Diari di viaggio
    una settimana a bayahibe

    Una settimana a Bayahibe

    Atterriamo all'aeroporto di Las Americas e dopo un'ora e mezza siamo arrivati al nostro villaggio, il Viva Wyndham Dominicus Beach. Giorno...

    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 2

    Crociera ai Caraibi 2

    bar e zona massaggi. Dalle recensioni lette mi aspettavo un posto più turistico e affollato. Oggi invece le persone non sono molte e ben...

    Diari di viaggio
    penisola di samanà

    Penisola di Samanà

    Ho passato una settimana in questa parte della Repubblica Dominicana, forse la più autentica in quanto ancora poco toccata dal turismo di...

    Diari di viaggio
    repubblica dominicana 4

    Repubblica Dominicana 4

    REPUBBLICA DOMINICANA: BAVARO E DINTORNI La zona del Bavaro è la punta est dell'isola dove gran parte della costa scorre sull'Oceano...

    Diari di viaggio
    vacanze in crociera 2

    Vacanze in crociera 2

    Eccomi, ora racconto la prima crociera (e forse non sarà l'ultima!). Ero molto scettica sulla formula crociera, ma ero troppo attirata...

    Diari di viaggio
    repubblica dominicana, un paese da scoprire

    Repubblica Dominicana, un paese da scoprire

    popolari sono due: il merengue e la bachata. Sono anche più facili da ballare rispetto alla salsa cubana, ma se avete paura di fare brutta...

    Diari di viaggio
    natale a santo domingo

    Natale a Santo Domingo

    A Lily che lasciandomi libero di essere me stesso riesce laddove i piu' falliscono. A mio figlio Lorenzo che mi ha fatto scoprire un altro...

    Diari di viaggio
    repubblica dominicana: bayahibe e las terrenas

    Repubblica Dominicana: Bayahibe e Las Terrenas

    Questo non vuole essere il solito diario di viaggio che si scrive sulle pagine di turisti per caso, ma una sorta di guida, di impressioni e...

    Diari di viaggio
    santo domingo, un inverno in paradiso

    Santo Domingo, un inverno in paradiso

    Dopo anni di vacanze in Africa, è stato il freddo autunno friulano a spingere me ed il mio compagno Alberto verso il nostro primo viaggio...

    Video Itinerari