Relax in Maremma

Breve vacanza etrusca nella natura
 
Partenza il: 21/10/2010
Ritorno il: 25/10/2010
Viaggiatori: Due
Spesa: 500 €

Siamo partiti giovedì 21 ottobre da Caserta verso Manciano in Toscana. Ci siamo fermati a Tarquinia per visitare le tombe etrusche decorate: sono bellissime e vale la pena fermarsi un paio di ore per visitarle. Siamo arrivati al nostro agriturismo ” Le Macchie Alte” a Manciano verso le 19. Abbiamo scelto per nostra comodità la mezza pensione a 62€ a persona. Ci è stata assegnata una bella camera grande con vista sulle colline, bagno in camera e ben arredata. L’agriturismo è molto bello, immerso nella natura, proprio come volevamo, ed il personale è molto cordiale. Le cene si sono rivelate eccezionali:piatti toscani, preparati con i loro prodotti, gustosi ed abbondanti. Seduti ad un unico tavolo con gli altri ospiti ed il padrone di casa, Giovanni, è stato bello chiacchierare gustando il loro amaro. La colazione è risultata abbondante con dolci fatti in casa, succo di frutta, yogurt, frutta fresca, ottima ricotta con il miele, pane, marmellate della casa ( buonissima quella di castagne). Lo raccomandiamo vivamente perché ci sono tante mete interessanti da visitare in giornata oppure andare alle Terme di Saturnia.

Venerdì siamo partiti alla volta del Parco dell’Uccellina, purtroppo da ottobre l’unica visita guidata con calesse inizia alle 9 del mattino perchè chiudono alle 13 ( eppure avevo telefonato e non avevano spiegato tutto). Abbiamo quindi fatto una passeggiata sulla spiaggia di Alberese e poi siamo andati a visitare Grosseto. Il centro è molto bello. Sulla strada di ritorno abbiamo fatto un giro all’Argentario arrivandovi attraversando uno dei due tomboli: striscia di sabbia che unisce il promontorio alla penisola e formando due lagune all’interno. Porto Santo Stefano con il suo porto, le case colorate ed i venditori di pesce è bellissima.

Altra tappa a Capalbio, città fortificata da una doppia cinta muraria. Dopo una passeggiata su un tratto delle mura ammirando il paesaggio delle colline abbiamo passeggiato nel centro antico: molto bella piazza Magenta, piazza della Rocca e molto suggestive le stradine con angoli molto belli. Ritorno all’agriturismo percorrendo strade che attraversano zone di verde con panorami bellissimi, mandrie di mucche e greggi al pascolo.

Il secondo giorno lo abbiamo dedicato alla visita dei paesi medievali dei dintorni: Manciano, Montemerano, Scansano, Soana, Sorano, Pitigliano, Saturnia. A Manciano dopo essere arrivati sulla Rocca con una vista sulle vallate da togliere il fiato, siamo scesi a Piazza Garibaldi con una bellissima fontana. Le stradine sono tutte belle da vedere e passeggiare ammirando palazzi e vicoli con scalette. A Montemerano abbiamo ammirato nella chiesa di San Giorgio il quadro della Madonna della Gattaiola così detta perchè in un angolo c’è un foro e secondo le voci di popolo questo quadro fu usato da un parroco come porta e fu fatto questo buco per far entrare ed uscire i gatti. Soana è un paese bellissimo, tra i più belli con Pitigliano. All’ingresso del paese si possono vedere i ruderi della Rocca Aldobrandesca costruita su un edificio etrusco. Passeggiando lungo l’unica strada del paese, via Pretorio si arriva in Piazza Pretorio, bellissima con antichi palazzi: Palazzo dell’Archivio, Palazzo Bourbon Del Monte, Palazzo Pretorio, la Chiesa di Santa Maria con all’interno il più antico ciborio preromanico della Toscana ed i ruderi di una chiesa paleocristiana. Passeggiando per Via di Mezzo si arriva al Duomo dell’XI secolo, bellissimo. Sorano detta città del tufo è arroccata su una rocca di tufo. Passeggiando per le stradine si possono vedere cantine o magazzini scavati nel tufo. Imponente la Fortezza Orsini. Pitigliano lascia senza parole ancora prima di entrare nel paese: sembra abbarbicata al tufo tanto da non distinguere dove finisce il tufo e dove iniziano le case. Arrivando si notano gli archi dell’Acquedotto Mediceo che portava l’acqua in città. Abbiamo visitato la Rocca degli Orsini formata da archi, terrazze coperte, balconi con al centro un piazzetta circondata da un portico di colonne. Pitigliano è detta anche Piccola Gerusalemme perché all’interno della città, nel XV, si stabilì una comunità di Ebrei. Abbiamo comprato del pane azzimo ed un dolce particolare detto lo Sfratto, buonissimo. Da vedere il Duomo di S.Pietro e Paolo e l’antichissima Chiesa di Santa Maria. Passeggiare per le strade poi è un’esperienza unica: si ammirano angoli molto suggestivi. Scansano, circondata da mura, è circondata da oliveti e vigneti. Si possono ammirare il Palazzo del Podestà, il Palazzo dello Spedale, il Palazzo del Pretorio. La Chiesa di San Giovanni Battista è ricca di affreschi e busti di religiosi importanti. Prendendo un caffè in bar abbiamo incontrato delle persone molto gentili che ci hanno indicato una cantina sociale dove abbiamo comprato dell’ottimo Morellino di Scansano ad un ottimo prezzo. Saturnia è bella, ma non abbiamo visitato le terme perché il biglietto era molto caro per solo visita. La sera siamo ritornati stanchissimi in camera e fortunatamente ci aspettava un’altra ottima cena e chiacchiere.

Il terzo giorno invece siamo arrivati al Lago di Bolsena fermandoci a Grotte di Castro piccolo paese molto bello e di origine etrusca e con una stupenda Basilica Santuario di Maria SS. Del Suffragio , detta anche Madonna dei Miracoli, in stile barocco e con una bellissima statua lignea della Madonna. Ogni dieci anni c’è una festa solenne e la statua viene fatta scendere attraverso una scala di fiori per essere portata in processione. Dopo aver girovagato per il paese ci siamo diretti verso il lago percorrendo la strada che lo circonda. Sosta a Bolsena, visita del centro antico e Chiesa di Santa Cristina. Bellissima si trova fuori dalle mura e qui si fermavano i pellegrini che percorrevano la Via Francigena. Il complesso monumentale è formato da tre nuclei distinti: la grotta di Santa Cristina dove abbiamo visitato le catacombe, abbiamo visto la Tomba e la pietra con le impronte della Santa; la Cappella Nuova del Miracolo dove è custodita una delle tre pietre del pavimento macchiato del Sangue sgorgato dal Miracolo Eucaristico; la Basilica con la cappella che custodisce le reliquie della Santa; si scende poi in nella parte antica, la Cappella con il Santissimo Sacramento con un antichissimo Tabernacolo e bellissimi affreschi. Abbiamo completato il giro del lago fermandoci a Capodimonte e Marta. Da Marta si vedono due isolette al centro di questo lago formatosi nel cratere di vulcano: Martana e Bisentina. Ultima tappa a Tuscania, città fondata forse da Ascanio fuggito da Troia. Prima di entrare nel centro storico siamo andati a visitare due grandi chiese poco fuori dal centro antico: la Chiesa di S.Pietro in stile romanico è bellissima, sorge sul colle dove c’era l’acropoli etrusca. Davanti alla chiesa c’è un grande prato verde circondato da mura con tre torri, con tombe e resti di un arco. La facciata ha un rosone molto bello, maestoso. All’interno, affreschi, pavimento cosmatesco, sarcofaghi, portali con colonne ed una cripta con 28 colonne. Accanto alla chiesa sorge il Palazzo dei Canonici. Una gentile signora, custode volontaria, ci ha anche spiegato che vi sono stati girati diversi film famosi:Otello con Orson Welles, Uccellacci e uccellici di Pasolini, Romeo e Giulietta di Zeffirelli. Altra visita merita la Chiesa la di Santa Maria Maggiore con una bellissima facciata e rosone. L’interno è affrescato e sulla destra c’è un enorme fonte battesimale. Di fronte all’uscita della chiesa c’è la torre campanaria lesionata dal terremoto. Parcheggiamo fuori dal centro e ci avviamo a visitare la cittadina circondata da mura merlate e molto bella. Dopo una bella passeggiata arriviamo alla piazza con la Fontana delle Sette Cannelle, piazza San Giacomo, Torre di Lavello. Al ritorno verso l’agriturismo abbiamo percorso strade molto belle e con diverse fattorie dove comprare prodotti tipici.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Argentario
    Diari di viaggio
    argentario, la toscana mediterranea

    Argentario, la Toscana mediterranea

    Viviamo in Toscana, a Firenze, da poco più di due anni, ma ancora ci mancava questo tassello di una delle regioni più belle...

    Diari di viaggio
    mamma single all'avventura in toscana

    Mamma single all’avventura in Toscana

    Sono una mamma single con una bambina di 8 anni, attenta all'ecologia e amante della vacanza vissuta a contatto reale col territorio che...

    Diari di viaggio
    relax in maremma

    Relax in Maremma

    Siamo partiti giovedì 21 ottobre da Caserta verso Manciano in Toscana. Ci siamo fermati a Tarquinia per visitare le tombe etrusche...

    Diari di viaggio
    argentario da scoprire

    Argentario da scoprire

    La meta di quest’anno è la Toscana, i vacanzieri sempre Lele ed io, la nostra casa una tenda 4 posti con ampio soggiorno, il luogo uno...

    Diari di viaggio
    maremma... e non solo!

    Maremma… e non solo!

    Buongiorno a tutti, sono qui per raccontarvi la mia vacanza in Maremma insieme ad altri 5 compagni di viaggio: Elly, Giulia, Elena, Paolo...

    Diari di viaggio
    l'isola del giglio

    L’Isola del Giglio

    Luglio all'Isola Giglio Dopo alcuni anni nei quali una coppia di amici continuava a decantarci le lodi dell’Isola del Giglio io e mia...

    Diari di viaggio
    argentario: week end subacqueo

    Argentario: week end subacqueo

    1-4 NOVEMBRE 2007, MINI VACANZA SULL’ARGENTARIO Giovedì 1 novembre Dopo il lungo viaggio in Thailandia a marzo, e dopo la classica...

    Diari di viaggio
    viti, pievi e acque sulfuree..

    Viti, pievi e acque sulfuree..

    Partiamo di buona lena. Il sole è ancora basso, nottata corta per tutti. Occhi assonnati ma entusiasti. Colazione sotto da me, rivedo il...