Rasiglia e Orvieto

Il borgo delle acque e il borgo del tufo
 

È ideale trascorrere un weekend tra questi due borghi così diversi, ma abbastanza vicini tra loro, distano solo 90 km. Il soprannome di Rasiglia, “borgo delle acque”, si deve proprio alla protagonista del borgo: l’acqua. Rasiglia è un piccolo paesino in mezzo alle montagne umbre, nel comune di Foligno, ormai gli unici abitanti sono i turisti che la visitano.

Passando dalla strada neanche ti accorgi di questo borgo unico nel suo genere; la sua particolarità rimane nascosta tra le anonime case. D’estate è necessario lasciare l’auto al parcheggio predisposto per i turisti, da lì il borgo è raggiungibile a piedi. Le auto infatti sono quasi assenti nelle strette vie del centro. In bassa stagione, da metà febbraio, andando con la moto si riesce ad attraversare il centro e a parcheggiare in qualche stradina laterale. È la moto il mezzo giusto per arrivare a Rasiglia: la strada di montagna tutta curve sembra proprio accompagnarti in questo posto magico.

Rasiglia

I primi a darti il benvenuto sono tanti bei micioni che si affacciano sui davanzali delle finestre e dai balconi. Subito dopo, e di questo nel nostro caso ha aiutato la bassa stagione, arriva la consapevolezza del silenzio che ci circonda, rotto unicamente dal rumore dell’acqua.

Sì, perché il centro del borgo è attraversato da un rigoglioso corso d’acqua, interrotto da vasche, mulini, lavatoi, ponticelli in legno e cascatelle.

Nella storia antica di Rasiglia, infatti, l’acqua ha fatto da padrona ed è stata incanalata dalle famiglie del posto per favorire le attività della comunità, come azionare mulini o telai per tessere, alcuni di questi sono stati ora ricostruiti e visibili. Il paese è tenuto vivo, in ordine e ben pulito grazie all’Associazione “Rasiglia e le sue sorgenti”. Nel ’97 a seguito del sisma, subisce un improvviso spopolamento, fintanto che, alcuni anni dopo, dalla passione di pochi abitanti, ancora innamorati del luogo, rinascono le vie del centro e le antiche tradizioni. I volontari organizzano manifestazioni e visite guidate, prenotabili telefonicamente.

In bassa stagione sono solo due i locali aperti a pranzo. La qualità è molto buona e propone le specialità del territorio, salumi, formaggi e pasta fatta in casa. Niente da chiedere in più per rilassarsi che essere cullati dal rumore dell’acqua che scorre mentre si assaggiano dei buoni piatti della tradizione.

Affiancando l’acqua limpida e fresca, salendo per un breve sentiero, passato il cimitero comunale, si arriva alla rocca di cui è rimasta unicamente metà di una torre. Però, da lassù, si riesce ad ammirare ancora meglio la particolarità del borgo delle acque. Mentre si passa a fianco del ruscello, viene proprio voglia di tuffarsi, ma anche il solo trascorrere qualche ora tra le vie di Rasiglia sembra quasi come se il tempo si fosse fermato. L’acqua che scorre crea una pace e una calma interiore veramente preziose per distogliere le nostre vite dalla freneticità della realtà e ricaricarsi.

Orvieto

Lasciata Rasiglia, nel primo pomeriggio ci dirigiamo verso Orvieto. Ci fermiamo subito all’affittacamere prenotato nel cuore del centro storico. È facile da raggiungere; sul sito internet i proprietari hanno caricato un video con le indicazioni per arrivare alla struttura evitando zone ZTL, meglio di Google Maps.

Guarda la gallery
138579d9_be18_47c7_8661_823c5460c4dd

3a67d7b2_0f9a_4b44_9953_61814cf827b6

5d566c55_fe6d_4d2f_a092_ddd787eadac0

a16c0870_111c_4ab9_9a61_6b7610c9babd

orvieto e rasiglia

ac7b9c12_eca0_44ee_b4fd_2c823cafa434

acacfa80_0866_4c11_a9a3_c2312aea0d87



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su RaccontaItalia
    Diari di viaggio
    tra marche e romagna, mondaino e le sue fisarmoniche

    Tra Marche e Romagna, Mondaino e le sue fisarmoniche

    Certo che in Romagna non ci si annoia mai! Ecco che parto di nuovo verso le campagne assolate della mia terra, allontanandomi per un po’...

    Diari di viaggio
    in umbria, sulle tracce di san francesco

    In Umbria, sulle tracce di San Francesco

    Finalmente giungono le tanto desiderate ferie che ci vedranno per la prima volta nella regione verde per antonomasia, nonché cuore...

    Diari di viaggio
    sant'antioco e san pietro

    Sant’Antioco e San Pietro

    Quando ero piccola sfogliavo le riviste di viaggio convinta che quelle spiagge cristalline si trovassero solo dall’altro capo del mondo,...

    Diari di viaggio
    il castello fra le nuvole

    Il castello fra le nuvole

    Questo viaggio, che ha visto come protagonisti due coniugi di mezza età, si è svolto in estate, a cavallo fra i mesi di luglio e agosto....

    Diari di viaggio
    viaggio nell'anima del salento

    Viaggio nell’anima del Salento

    Salento. Il solo nome evoca immagini da cartolina. Tramonti infuocati. Infinite spiagge bianche. Acque azzurre che si amalgamano così bene...

    Diari di viaggio
    valle d'aosta in moto nella terra dei 4000
    ELY

    Valle d’Aosta in moto nella terra dei 4000

    Partiamo da Mantova con destinazione Gressoney Saint-Jean per visitare il Castel Savoia. Sembra la dimora di una fata con le sue torri...

    Diari di viaggio
    tra italia, slovenia e croazia a caccia di primati

    Tra Italia, Slovenia e Croazia a caccia di primati

    Un viaggio on the road di nove giorni con mio marito e nostro figlio Leonardo di sei anni, partendo in auto dalla Valtellina dove viviamo,...

    Diari di viaggio
    siracusa viaggio tra natura e storia

    Siracusa viaggio tra natura e storia

    Siracusa è una città magica. Ortigia, il suo mare, il papiro, le viuzze del centro, il frutto di anni e anni di contaminazioni e...

    Diari di viaggio
    reggio emilia: città del tricolore, dell'erbazzone e dei ponti di calatrava

    Reggio Emilia: città del Tricolore, dell’Erbazzone e dei ponti di Calatrava

    Focalizzate il pensiero sulla pianura padana, volate sull'unica regione “di traverso” – l’Emilia-Romagna - e ora cercate una...

    Diari di viaggio
    valle dei templi ad agrigento

    Valle dei Templi ad Agrigento

    Per il 1° Maggio di quest’anno, io ed i miei amici abbiamo deciso di visitare il Museo archeologico e la Valle dei Templi di Agrigento,...