Quello che non ti aspetti a Madrid..

PRIMO GIORNO: Finalmente arriva il 20 Agosto,sono emozionantissima,il mio primo viaggio da sola,il mio primo viaggio in aereo…Per fortuna avrò con me chi mi terrà la mano…Ho programmato questa partenza per mesi,giorni interi a fare ricerche,dove andare,cosa vedere,cosa mangiare e soprattutto a programmare affinché tutto andasse ad incastro...
 
Partenza il: 20/08/2008
Ritorno il: 27/08/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 500 €

PRIMO GIORNO: Finalmente arriva il 20 Agosto,sono emozionantissima,il mio primo viaggio da sola,il mio primo viaggio in aereo…Per fortuna avrò con me chi mi terrà la mano…Ho programmato questa partenza per mesi,giorni interi a fare ricerche,dove andare,cosa vedere,cosa mangiare e soprattutto a programmare affinché tutto andasse ad incastro per non perdere nemmeno una via di questa città che mi dicevano essere fantastica…Anche se il nostro volo decollerà solo alle 13:30,partiamo presto dalla stazione centrale di Napoli per raggiungere l’aeroporto di Roma Campino,destinazione Madrid… Appena atterrati restiamo sbalorditi dall’immensità dell’aeroporto,recuperiamo in fretta i bagagli e ci rechiamo al “Centro de Atenciòn al Viajero” dove ritiriamo la nostra MADRID CARD che ci consentirà di accedere a musei,parchi e attrazioni e l’abbonamento turistico che ci permetterà di viaggiare senza limiti su metro e bus… Recuperata la carta ci rechiamo alla metro…È bellissima,nuova e soprattutto efficiente,cambiando tre linee arriviamo all’albergo da noi scelto, Hotel Gran Legazpi…L’albergo è stupendo,nuovo,moderno,il personale cortese,i prezzi accessibili,e le camere confortevoli…Ma ciò che più di tutto lo rende speciale è la vicinanza alla fermata della metro. Basta infatti attraversare la strada per trovarsi in una stazione in cui vi passano due linee molto importanti che consentono di raggiungere facilmente i punti più turistici e qualsiasi altro posto della città.

Dopo aver sistemato i bagagli ed esserci rinfrescati usciamo per cena e con la metro raggiungiamo la Gran Via dove,dall’ Italia, abbiamo riservato un tavolo in un ristorante carinissimo “La Barraca” per gustare un’ottima Paella…Il personale è cortese e premuroso,dopo essersi informati sulla nostra provenienza ci portano infatti dei menù scritti in lingua italiana;ma noi impavidi e temerari decidiamo comunque di cimentarci con lo spagnolo,tenendo così un menù in lingua originale…Il cameriere ci informa che per la Paella ci vogliono circa 20 minuti e nell’attesa ci servono Sangria e una salsa all’aglio,buonissima sul pane,che a dispetto di quanto si possa pensare non rovina assolutamente l’atmosfera…Finalmente arriva la Paella e il cameriere è gentile nell’aspettare che noi scattassimo qualche foto prima di servirla,anzi è proprio lui che si offre di ritrarci mentre ci accingiamo ad assaporare quella delizia… All’uscita dal ristorante restiamo senza parole alla vista notturna di questa città che sin da subito ci sembra meravigliosa… strade enormi,palazzi stupendi,tanta gente per strada…Ma siamo stanchissimi e domani ci attende una lunga giornata,cosi decidiamo di tornare in albergo…

Secondo Giorno: Ci svegliamo presto,non vediamo l’ora di andare in giro…Il nostro programma oggi prevede la visita ai musei…Prima però,abbiamo bisogno di zuccheri,andiamo così a fare colazione al Dunkin’ Donuts,dove resto senza parole alla vista di tutte quelle coloratissime ciambelle, e mi sento un po’ più vicina a Homer Simpson mentre gusto la mia ciambella rosa con gli zuccherini…Ora siamo pronti per il nostro tour nell’arte,il primo museo che decidiamo di visitare è forse il più famoso,il museo del Prado.Restiamo incantati alla vista di quelle immense sale ricche di opere d’arte in cui regna imperante il silenzio,rotto solo dalla voce delle guide che spiegano i dipinti a gruppi di turisti…Restiamo senza parole mentre giriamo tra i quadri di Botticelli, Caravaggio, Goya, Velàsquez… Usciti dal museo ancora avidi di bellezza raggiungiamo il museo Thyssen-Bornemisza una raccolta privata che spazia tra opere del passato e opere più contemporanee…Ma la prima opera dalla quale restiamo colpiti al nostro ingresso è un grande quadro che ritrae i reali di Spagna…Dopo esserci persi tra le incantevoli meraviglie che questo museo ci offre,decidiamo che è ormai ora di pranzo…Così ci muoviamo verso il museo Reina Sofia,prossima nostra destinazione,per pranzare al Kentucky Fried Chicken…Una catena di fast food americani famosa per il pollo fritto,non rimaniamo molto entusiasti ma siamo comunque contenti di aver mangiato per una volta come nei telefilm americani… Finalmente è ora di entrare al museo d’arte moderna Reina Sofia,le opere sono stupende,sicuramente molto diverse da quelle ammirate in mattinata negli altri due musei,ma l’opera in particolare dalla quale restiamo più affascinati è sicuramente il Guernica,di Pablo Picasso. Finalmente ci troviamo di fronte a questo straordinario capolavoro,fino ad ora ammirato solo sui libri di scuola… Quando usciamo dal museo pensiamo che non possa mancare nel nostro viaggio una visita alla stazione di Atocha,tristemente nota per l’attacco terroristico del 2004,dove ammiriamo lo splendido giardino che al suo interno la città di Madrid ha voluto costruire per ricordare le numerose vittime… Si sta facendo sera,così decidiamo di tornare in albergo e cambiarci per la cena…Questa volta non abbiamo prenotato nessun ristorante ma pensiamo di andare in giro per le vie del centro e assaggiare le famose tapas…Decidiamo di non fare troppo tardi perché anche domani ci attende una giornata intensa…

Terzo Giorno:Dopo esserci svegliati presto e dopo la solita nostra colazione a base di ciambelle prendiamo la metro e ci rechiamo poco fuori città a Casa de Campo,dove ci attende la visita allo Zoo-Aquarium…Appena entrati cominciamo a girare per questo immenso parco dove ogni animale ha il suo spazio ed è un immenso piacere non dover vedere animali che si aggirano in gabbie piccolissime;qui hanno tutto lo spazio di cui necessitano e l’immagine che porterò per sempre con me è il leone,re della foresta,che riposa all’ombra di un grande ombrellone… Prima di lasciare lo zoo assistiamo allo spettacolo dei delfini e visitiamo l’acquario aggirandoci meravigliati tra immense vasche,dove oltre a piccoli pesciolini,non possono mancare loro,i predatori del mare,gli squali. Dopo la nostra gita allo zoo,riprendiamo la metro e ci rechiamo sulla passeggiata del Pinto Rosales per l’immancabile giro sulla teleferica da dove ammiriamo la città dall’alto…Mentre attendiamo che la teleferica apra,ci accorgiamo di non aver pranzato,decidiamo così di assaggiare il gelato in una “Hèladeria” che indicano su internet come luogo dove mangiare il gelato più buono di Madrid e che si trova proprio li vicino…Non restiamo molto contenti ma almeno ci siamo rinfrescati… Al termine del nostro giro sulla teleferica ci dirigiamo al Parque de Attracciones per un intero pomeriggio sulle giostre…Il parco è bellissimo,ricco di verde e attrazioni per ogni età. La più bella sicuramente è il giro sulle rapide,ci siamo bagnati completamente ma divertiti come non mai…Decidiamo di cenare li,a base di hamburger e patatine… Usciti dal parco,ancora un po’ bagnati prendiamo la metro e distrutti torniamo in albergo…



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Madrid
    Diari di viaggio
    weekend a madrid

    Weekend a Madrid

    Volo (Ryanair) da Bologna, ed una sistemazione centralissima fra Plaza Major e plaza del Sol, all'hostal Comercial, eccellente...

    Diari di viaggio
    madrid nunca duerme

    Madrid nunca duerme

    Day 1 Volo Iberia da Napoli arrivo alle 14.55 all'aeroporto di Barajas appartamento poppartiano preso con Airbnb il tempo di posare i...

    Diari di viaggio
    natale a madrid

    Natale a Madrid

    Le feste natalizie a Madrid: cosa fare Periodo 23-27 dicembre 2019 Circa dieci giorni prima della partenza abbiamo trovato...

    Diari di viaggio
    hola madrid! 3

    Hola Madrid! 3

    Io e il mio amico Andrea partiamo alla volta di Madrid con il volo di Iberia delle ore 06.50 di venerdì 18 ottobre in decollo da Bologna....

    Diari di viaggio
    il primo viaggio non si scorda mai: spagna

    Il primo viaggio non si scorda mai: Spagna

    Quando ho iniziato a lavorare mi sono detta che avrei speso i miei soldi in viaggi... e non scherzavo. Lo stipendio non era alto e così,...

    Diari di viaggio
    madrid facile da visitare

    Madrid facile da visitare

    Ancora una volta decidiamo di visitare un’altra città della Spagna, precisamente Madrid. Partiti dall’aeroporto di Venezia alle sette...

    Diari di viaggio
    un weekend lungo a madrid

    Un weekend lungo a Madrid

    Sfogliando varie guide e diari di viaggio ricorre spesso l’idea che Madrid non rimanga impressa nei ricordi dei visitatori per qualche...

    Diari di viaggio
    madrid, ponte del 2 novembre in famiglia

    Madrid, ponte del 2 Novembre in famiglia

    che il giorno dopo si parte.5 giorno - colazione e via a prendere l'aereo di ritorno, ore 10.45, stavolta Alitalia. PS. Stavolta...

    Diari di viaggio
    da un capo all’altro del mediterraneo: viaggio a madrid e marrakech

    Da un capo all’altro del Mediterraneo: viaggio a Madrid e Marrakech

    31 DICEMBRE: CAPODANNO A MADRID Quest’anno io e mio fratello Andrea abbiamo deciso di passare il Capodanno in viaggio, possibilmente in...

    Diari di viaggio
    madrid in pratica

    Madrid in pratica

    Alcune info pratiche dal nostro ultimo viaggio TRASPORTI:Noi siamo arrivati in aereo; i collegamenti col centro città sono dal...