Provenza, un viaggio rilassante tra i campi di lavanda

Cinque giorni di relax attraversando i campi ricoperti di lavanda e i paesini caratteristici di questo angolo di Francia
 
Partenza il: 20/06/2015
Ritorno il: 24/06/2015
Viaggiatori: 4
Spesa: 1000 €

Les Agnels, che a discapito di quanto riportato su Internet e sul cartello apposto all’ingresso, non forniva visite guidate oltre le 16:00. Sono stati comunque molto gentili, nel farci vedere un video che ci mostrasse come avveniva il processo di raccolta della lavanda. Dopo aver comprato il loro sciroppo alla lavanda, siamo ripartiti alla volta di Apt, dove ci siamo diretti subito al nostro terzo Hotel, “Sainte Anne”. Col senno di poi non farei più tappa in questa cittadina, dal momento che l’ho trovata un po’ triste rispetto a tutte le altre, senza molta gente e trascurata in alcune vie del centro.

GIORNO 4

In programma vi è da subito Roussillon, cittadina famosa per le sue Cave d’Ocra, che abbiamo provveduto a visitare. Sono uno spettacolo non solo per gli amanti di fotografia, ma anche per tutti coloro che amano la natura. Consiglio solamente di non vestirsi con abiti chiari, dal momento che i sentieri sono cosparsi di polvere colorata, quindi il rischio di uscirne macchiati è alto. Al termine del percorso (in realtà, ci sono due percorsi: uno da 30 minuti e uno da 60 minuti), ci siamo messi in macchina per seguire il percorso della lavanda, passando per Rustrel, Simiane-la-Rotonde, dove abbiamo pranzato presso “Au Plaisir de Yeux”, Banon e Revest-du-Bion fino ad arrivare al Mont Ventoux, che dai suoi 1.912 metri di altitudine è famoso essere una tappa del Tour de France. Il paesaggio sembra lunare, talmente sono chiare le rocce che lo costituiscono e solo in alcuni punti spunta a chiazze la vegetazione più brulla. Consiglio di portarsi una vera e propria giacca a vento, dal momento che la corrente in cima è piuttosto forte. Al culmine del Monte si trovano banchetti con esposizione di prodotti tipici del posto, tra cui varie tipologie di salumi. Ormai giunto il tardo pomeriggio, siamo ripartiti alla volta di Sault, dove ci siamo ristorati all’Hotel Le Signoret, che essendo in pieno centro permette di visitare a piedi tutta la cittadina, anche se abbiamo avuto qualche problema di parcheggio, dal momento che quando vi è il Mercato fanno parcheggiare le macchine nello spiazzo della scuola, che dista qualche decina di metri dal centro. All’interno della cittadina non ci sono molti Ristoranti, quindi abbiamo optato per mangiare presso “Le Louvre”, un Ristorante di un Hotel storico del posto.

GIORNO 5

Dopo una sostanziosa colazione a Sault a base di croque monsieur e di un dolcino preso nella Pasticceria di Andre Boyer, ci siamo rimessi in macchina alla volta di Sisteron. Oltre alla visita alla Rocca, che sicuramente vale la pena, consiglio anche una bella passeggiata per le vie del centro cittadino, fino ad arrivare al laghetto artificiale, adibito a piscina pubblica. La città è molto caratteristica, nonostante per noi abbia segnato l’ultima tappa prima di tornare a casa.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Francia
    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 2022

    Normandia e Bretagna 2022

    Diario di viaggio in Normandia e Bretagna (Francia)Considerazioni generali e info utiliPersone: 2 adulti Spesa finale: circa 1400...

    Diari di viaggio
    la lavanda in provenza

    La lavanda in Provenza

    La lavanda fiorisce in Provenza da metà giugno e raggiunge il culmine solitamente verso la metà di luglio, dopodiché viene tagliata e...

    Diari di viaggio
    provenza: go camping

    Provenza: Go Camping

    Descrizione pratica di un viaggio di due settimane on-the-road (9/14 agosto 2021), itinerante e un po' barboneggiante nella regione...

    Diari di viaggio
    da parma a annecy, nancy, stoccarda: un viaggio fai da te come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, Stoccarda: un viaggio “fai da te” come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, e Stoccarda, sempre due coppie e il mitico WuilliNoi e la nostra passione "viaggi in auto fai da...

    Diari di viaggio
    provenza, svizzera francese ed italiana in tenda

    Provenza, Svizzera Francese ed Italiana in tenda

    Premessa: i protagonisti del viaggio sono una coppia di ragazzi di 25 anni, un’auto ed una tenda canadese. Eravamo alla ricerca di una...

    Diari di viaggio
    la traversata longitudinale della alpi: da trieste a nizza in bicicletta

    LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

    24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno.Pedaliamo fino alla...

    Diari di viaggio
    il medoc delle meraviglie

    IL MEDOC DELLE MERAVIGLIE

    Non ero mai stata in Médoc e l'occasione giunge andando a trovare un amico innamorato delle sue foreste e del suo oceano. Ho vissuto...

    Diari di viaggio
    un grazioso fine settimana a nizza

    Un grazioso fine settimana a Nizza

    Un grazioso fine settimana a Nizza (spendendo poco)Quando si pensa alla Costa Azzurra vengono i mente i festival del cinema il lusso...

    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 3

    Normandia e Bretagna 3

    Le piccole case a graticcio di Rouen, le impressionanti falesie bianche e i panorami mozzafiato di Fecamp ed Etretat, il brutalismo di Le...

    Diari di viaggio
    jumieges: le rovine più belle di francia

    JUMIEGES: le rovine più belle di Francia

    Partecipanti: la sottoscritta insieme al maritoPRIMA DI PARTIRE Victor Hugo le definiva “le più belle rovine di Francia” ed in...