Prendi e vai fatato in Croazia

Immaginate di unire in un solo viaggio l’esplorazione di multiformi e incomparabili paesaggi di mare, l’avventurarsi tra parchi naturali e montagne ed il fascino di cittadine di altri sapori..ecco questa è la Croazia!Voglio esporre per non annoiarvi schematicamente il mio itinerario e miei consigli di viaggio sperando possan esser utili come...
 
Partenza il: 27/08/2007
Ritorno il: 06/09/2007
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 500 €

Immaginate di unire in un solo viaggio l’esplorazione di multiformi e incomparabili paesaggi di mare, l’avventurarsi tra parchi naturali e montagne ed il fascino di cittadine di altri sapori..Ecco questa è la Croazia!Voglio esporre per non annoiarvi schematicamente il mio itinerario e miei consigli di viaggio sperando possan esser utili come lo son stati per me quelli di altri turistipercaso che infatti ringrazio! DURATA: 27/8 – 6/9 scelta che si è rivelata ottima poiché su 11 giorni soltanto 2 sono stati piovosi, il clima è perfetto per chi ama il mare e non c’è affollamento eccessivo CHI: 2 amiche, una Grande Punto,tenda, scarpette scoglio, numerose cartine e guide (ottima la LP) QUANTO: 2154 Km partendo dal Lago di Garda (in 6-7h siamo a Fiume) PREMESSE: non abbiamo prenotato assolutamente niente (e ve lo sconsiglio assolutamente dato che andreste a spendere molto di più!Ovunque vi affitteranno Sobe – Camere molto belle per una decina di euro!), solo stampato da internet informazioni sui campeggi e delineato un itinerario approssimativo che come è ovvio abbiamo modificato durante la vacanza svariate volte ITINERARIO: e qui viene il bello..

-CRES: prima tappa che raggiungiamo con un traghetto da Brestova (in Istria) in circa 1|2 h.C’è un continuo via vai di traghetti su questa linea quindi avviatevi verso questa città e quando vedrete una lunga fila di macchine sapete che prima o poi vi imbarcherete!Ci fermiamo per 2 notti al bellissimo camping Kovacine (attrezzatissimo e sul mare) e perlustriamo l’ isola che è caratterizzata da desertici ma affascinanti paesaggi.Rispetto a KRK è molto meno turistica e per apprezzarla consiglio di attraversarla per tutta la sua lunghezza (in un oretta se non sbaglio) fino a Osor,un paesino veramente carino.Poi Valun,Lubenice,Vrana e la bella Cres.

-KRK: da Merag traghettiamo su Krk dove la permanenza,anche se per una sola notte, all’inquietante camping Bor non è stata delle migliori:sconsigliatissimo per la estrema maleducazione di chi lo gestisce!Eccetto questo piccolo particolare anche Krk è molto bella!Consiglio di visitare,magari per cena, il delizioso paesino arroccato di Vrbnik;tra le calette che abbiamo esplorato sabbiosa è quella di Risika (un po’ difficile da trovare e per questo poco frequentata) e infine Baska.Quest’ultima si prospetta come la più lunga spiaggia dell’isola:affollata,di cemento ma comunque con un mare che parla da solo!Krk città poi è un gioiellino che di sera si anima e vi regala stupende passeggiate.

-RAB:da Baska traghettiamo su Rab (informatevi sugli orari che questo tragitto oltre ad essere un po’ + lungo degli altri è anche il meno servito).Che dire…Siamo rimaste a bocca aperta di fronte alla bellezza di questa isola:sicuramente la più incantevole!Piantiamo per 2 giorni la tenda in un attrezzatissimo campeggio a Lopar e da qui parte la nostra esplorazione.Se siete amanti come noi della tranquillità e evitate i lidi pieni di ombrelloni fatevi indicare da qualcuno del luogo come raggiungere le 22 calette di Lopar: non sarà facile perché posteggiata la macchina vi aspettano sentieri a piedi con strade dalle dubbiose indicazioni ma ne vale veramente la pena!Paesaggio mozzafiato con spiaggette sabbiose deserte dalla splendida acqua! Nelle vicinanze meritano una visita Supetaska Draga e l’affascinante cittadina di Rab.

-PAG: Da sempre quando immagino la Luna la mia mente visualizza una distesa desertica, bianca, magica.L’attracco a Pag è stato come entrare in questa dimensione fantastica.

Per raggiungere Pag con la macchina non esiste un traghetto da Rab ma aliscafi per sole persone,così siam traghettate dapprima sulla terraferma e da qui ci siamo imbarcate per la nostra meta.Ci sistemiamo per una notte al ventosissimo ma bellissimo camping Simuni, affacciato sul mare e partiamo alla scoperta dell’isola del pecorino e dei merletti.Che dire…Sembra dimenticato dal tempo e in uno spazio irreale!Le spiaggette deserte si raggiungono imboccando vie secondarie seguendo l’istinto e anche qui il mare vi sorprenderà!Pag città è molto carina e si distacca dai classici centri turistici, mentre seguendo per Kosljum si trova una tranquilla caletta per un ottimo bagno.

-ZARA:giungiamo qui da Pag tramite un ponte che la collega alla terraferma e alloggiamo una notte all’ostello Borik (stanza doppia carina,pulita con colazione).Zara…Zara è bellissima!L’abbiamo girata e assaporata in lungo e in largo ammirandone le bellezze artistiche ed in particolare ciò che più mi ha colpito è stato l’Organo marino che è stato concepito un paio di anni fa. Non lo voglio descrivere perché oltre ad esser difficile rovinerei la sorpresa..! -COSTA DALMATA VERSO PLITVICE:da Zara ci siamo dirette seguendo la strada costiera verso Karlobag, fermandoci per qualche tuffo nelle spiagge che punteggiano questo tratto di costa.Da qui ci siamo dirette poi verso l’interno in direzione Plitvice percorrendo strade che non conoscono rettilinei.Per questo motivo non sottovalutate questo tratto di strada che porta via una buona mezza giornata ma che compensa però regalando agli occhi magnifiche visioni montane tanto da far sembrar impossibile essere nella stessa Croazia di poco prima!Arrivate troviamo una bellissima camera per un paio di notti in uno chalet di montagna per meno di 10 euro ciascuna.Comincia a piovere e il mattino seguente la situazione metereologica ci sembra inadatta per affrontare l’escursione al Parco di Plitvice così su due piedi decidiamo di raggiungere ZAGABRIA, 2 ore circa di macchina da Plitvice (non abbiamo preso l’autostrada a Karlovac per gustarci al meglio i paesini dell’entroterra croato).Conta circa 1 milione di abitanti, è la capitale della Croazia e solitamente viene snobbata dai turisti che assaltano le coste ma…È magnifica!E’ stat una vera rivelazione..La pioggia in questo caso ci ha fatto un favore:non avremmo mai visitato questa città altrimenti! E’ una metropoli che ben si distacca dai paesini circostanti caratterizzati dalle facciate delle case ornate da buchi di proiettili e che si distingue per la sua particolare architettura dalle nostre città occidentali!Bellissima la città vecchia e le sue chiese.

PARCO NAZIONALE DI PLITVICE: oramai famoso e decantato da tutti i turistipercaso penso che sia meta obbligata per chiunque visiti la Croazia e ami la natura.Protetto dall’UNESCO è incredibilmente bello avventurarsi delle passerelle di legno che si snodano a ridosso di specchi d’acqua e cascate dagli svariati colori.Abbiamo seguito il cammino C (4-6 ore) che è completo si percorre in meno tempo del previsto.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Croazia
    Diari di viaggio
    viaggio nel cuore dei balcani e albania

    Viaggio nel cuore dei Balcani e Albania

    Viaggio nel cuore dei Balcani e AlbaniaTragitto e chilometri percorsi: CROAZIA-BOSNIA ED ERZEGOVINA-MONTENEGRO-ALBANIA-MACEDONIA DEL...

    Diari di viaggio
    tra italia, slovenia e croazia a caccia di primati

    Tra Italia, Slovenia e Croazia a caccia di primati

    Un viaggio on the road di nove giorni con mio marito e nostro figlio Leonardo di sei anni, partendo in auto dalla Valtellina dove viviamo,...

    Diari di viaggio
    cosa vedere a zagabria e dintorni

    Cosa vedere a Zagabria e dintorni

    La parte est dell’Europa l’ho già vista un pochetto e allora mi sembrava giusto puntare l’attenzione verso un luogo vicino, a pochi...

    Diari di viaggio
    croazia isole e dalmazia on the road

    CROAZIA ISOLE E DALMAZIA ON THE ROAD

    Dopo il viaggio in Croazia nell’estate del 2020 decidiamo di ripetere l’esperienza con nuove destinazioni. Anche quest’anno il Covid...

    Diari di viaggio
    viaggio in croazia al tempo del covid

    Viaggio in Croazia al tempo del Covid

    Al tempo del Covid i principali voli sono stati cancellati. Le mete turistiche devono essere raggiunte con l’auto. Decidiamo di...

    Diari di viaggio
    korcula, vis, hvar, brac, krka e dubrovnik

    Korcula, Vis, Hvar, Brac, Krka e Dubrovnik

    Estate 2020, quella che nessuno (purtroppo) dimenticherà a causa del coronavirus. Noi avevamo prenotato prima della pandemia ed abbiamo...

    Diari di viaggio
    rijeka la città contesa tra italia e croazia

    Rijeka la città contesa tra Italia e Croazia

    Un tempo appartenuta al territorio italiano, la città di Rijeka o Fiume, è una cittadina portuale molto importante per la Croazia...

    Diari di viaggio
    spalato una città croata che unisce una storia millenaria e spiagge mozzafiato

    Spalato una città croata che unisce una storia millenaria e spiagge mozzafiato

    La Croazia è bella in ogni angolo,dalle sue città ricche di storia come Zagabria alla isole dal mare cristallino come Lussino, Rovigno e...

    Diari di viaggio
    mini tour dei balcani

    Mini tour dei Balcani

    Il viaggio è cominciato con un volo Bologna – Podgorica della Ryanair, che offriva un buon prezzo nonostante la prenotazione solo un...

    Diari di viaggio
    bosnia, montenegro e croazia: 16 giorni tra mare, montagna, laghi, paesini e città

    Bosnia, Montenegro e Croazia: 16 giorni tra mare, montagna, laghi, paesini e città

    La nostra idea (io Andrea e la mia compagna entrambi sui 30 anni) era di fare un road trip esplorando le bellezze naturalistiche e...