Praga baciata dal sole

3 magnifici giorni nella capitale ceca con mio marito e la bimba di 4 anni, ecco le nostre impressioni.
 
Partenza il: 15/02/2019
Ritorno il: 17/02/1019
Viaggiatori: 3
Spesa: Fino a €250 €

Di ritorno da 3 magnifici giorni nella capitale ceca con mio marito e la bimba di 4 anni, vorrei condividere con voi le nostre impressioni. Il meteo ci ha graziato, non potevamo davvero chiedere di meglio: di giorno la temperatura oscillava tra i 10 e i 13 gradi, sole pieno sempre, di sera un po’ freschino ma assolutamente sopportabile. Avevo grandi aspettative su questa città, e non sono rimasta per niente delusa, anzi!

Considerazioni generali

L’ho trovata molto curata, i palazzi imponenti e ricchi, pulita, da girare perfettamente a piedi (tranne la zona del Castello che abbiamo raggiunto con i mezzi), sicura… Abbiamo anche mangiato molto bene, in alcuni posti c’era il Menu Kids, mentre in altri al contrario non ci è stata data nemmeno la possibilità di fare un piatto di pasta “a misura di bambino”.

Talvolta mi è venuto da pensare che i cechi non brillino per empatia, i sorrisi sono rari e i modi a volte bruschi e sbrigativi, ma nel complesso ci siamo trovati bene e mai a disagio.

Prima di partire, abbiamo cambiato in banca 4000CZK, circa 160€, da usare per le piccole spese, mance etc. Per il resto abbiamo sempre pagato con la carta di credito, senza problemi. Consiglio comunque di chiedere sempre nei ristoranti se la accettano, noi il primo giorno a pranzo, al momento del conto, abbiamo avuto l’amara sorpresa che il pagamento si poteva fare solo tramite contanti… Gli sportelli ATM o i punti “Change” sono ogni pochi metri, quindi non avrete difficoltà a trovarne uno in caso voleste cambiare direttamente sul posto.

Nei ristoranti, le mance non sono mai incluse nel conto e, oltre alla voce segnalata sullo scontrino, ci penserà il cameriere stesso a ricordarvelo. Di solito lasciare un 10-15% è un buon compromesso. Il coperto non si paga; non abbiamo quasi mai trovato le tovaglie, e forchette/coltelli/tovaglioli vi vengono portati dai camerieri, per un “fai da te” nell’apparecchiare la tavola. Il pane e affini non sono mai inclusi, dovete sempre ordinarli a parte (costano dalle 10CZK in su).

Sia in giro per la città, che nei musei o attrazioni turistiche, i bagni sono sempre a pagamento. Li abbiamo trovati molto puliti, il costo è tra le 10 e le 20CZK, troverete un’addetta oppure il tornello dove inserire le monete.

In metropolitana, come avevamo già visto a Vienna e Budapest, non esistono i tornelli, bensì basta obliterare il biglietto e passare. Le macchinette (almeno quelle della fermata di Mustek) accettano solo monete, quindi premunitevi in caso dobbiate fare il biglietto. La corsa singola da 90 minuti costa 32CZK, i bambini (mi pare fino a 6 anni) non pagano.

Abbiamo soggiornato presso l’Art Nouveau Palace Hotel, prenotando dal loro sito. La posizione è perfetta, a pochi minuti a piedi da Piazza Venceslao e dalla metro Mustek, e a 10 minuti a piedi dalla Piazza della Città Vecchia. La camera (prenotata una deluxe, abbiamo avuto il free upgrade alla Executive) era enorme, con letto king size e lettino singolo per nostra figlia. La colazione è stata davvero super, imperdibile il corner dove preparavano le uova al momento, in tutti i modi possibili; da notare che c’era anche un angolo gluten free e uno per diabetici, cosa abbastanza rara da trovare.

L’aeroporto di Praga non è di grandi dimensioni (anche se ha due Terminal, praticamente attaccati, per i voli Schengen o meno), e se avete un volo in tarda serata come noi, considerate che alcuni dei ristoranti prima della dogana (es: Burger King) chiudono alle 20… Passati i controlli, non c’è molta scelta su dove mangiare.

A spasso per la città, praticamente d’obbligo è assaggiare il dolce tipico di Praga, il Trdlo, che ha dimensioni più “umane” e contenute rispetto al cugino ungherese. Troverete ovunque chioschetti o piccoli locali che vendono questi dolcetti da asporto, più raro è trovarne qualcuno dove potersi sedere e gustarlo in pace. I trdlo sono sia in versione dolce (classico con la cannella, ripieno di cioccolato, con fragola e panna, gelato…) che salata, e spesso vengono accompagnati da un bel bicchiere di vin brulé o cioccolata calda. I prezzi partono dalle 70CZK per la versione più semplice.

Giorno 1 – Torre dell’Orologio, Ponte Carlo, cattedrale di San Nicola

Dopo il volo con Easy Jet (della durata di circa un’ora e 15 minuti), e il trasferimento con il servizio Hoppa, arriviamo in hotel. Il tempo del check in e di lasciare le valigie (la camera era già pronta intorno alle 13), e andiamo a pranzo nel vicinissimo “Green Tomato”. Qui mangiamo due pizze discrete, ottimi e abbondanti invece gli spaghetti alla bolognese di nostra figlia.

Con una bella passeggiata, arriviamo alla Dancing House, che si staglia sul traffico lungo fiume. Detta anche Ginger (la casa di vetro) & Fred (la casa di pietra), ha un ristorante all’ultimo piano dal quale si gode un bel panorama.

Passeggiamo lungo la Moldava, ammirando i palazzi imponenti e perfettamente ristrutturati. Passando davanti al Teatro Nazionale, arriviamo al Ponte Carlo. Si può salire sulla Torre del Ponte (138 gradini), per ammirare il panorama dall’alto, o fare una bella camminata da un lato all’altro. Il ponte è interamente pedonale, e pieno di artisti di strada, caricaturisti, bancarelle… E tantissima gente!

Percorriamo la Via Karlova, ricca di localini, ristoranti, chioschetti che vendono trdlo e vin brulè, e arriviamo in Piazza della città vecchia. Spicca la Torre, con l’Orologio Astronomico. I rintocchi, e lo spettacolino della processione degli Apostoli, avvengono ogni ora, dalle 9 alle 21. Noi assistiamo a quello delle 18, carino. In piazza si trova anche l’imponente statua del riformatore religioso Jan Hus, la chiesa di San Nicola (niente di eclatante) e quella di Santa Maria di Tyn, che però abbiamo trovato chiusa.

Ritornando verso l’hotel, passiamo davanti al Teatro, dove si trova la statua del “Commendatore”, che rappresenta un personaggio dell’opera “Don Giovanni” di Mozart. È abbastanza inquietante, in quanto è una figura senza volto che indossa un mantello.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Praga
    Diari di viaggio
    un caffè a praga

    Un caffè a Praga

    23 LuglioAlle 14 di un caldissimo sabato di luglio, parte il nostro volo Ryanair: direzione Praga! All’arrivo in aeroporto...

    Diari di viaggio
    parma, füssen, norimberga, praga, salisburgo, parma

    Parma, Füssen, Norimberga, Praga, Salisburgo, Parma

    Parma, Füssen, Norimberga, Praga, Salisburgo, ParmaSiamo a Settembre quatto amici e il fido cagnolino Willi partiamo per un viaggio...

    Diari di viaggio
    viaggio in europa centrale, in fuga dalla pandemia

    Viaggio in Europa centrale, in fuga dalla pandemia

    Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate:Il viaggio si è svolto nell’estate 2020. A causa...

    Diari di viaggio
    vienna e praga... un tour guidato

    Vienna e Praga… un tour guidato

    1° Giorno 26 Dicembre 2018: Montefiascone – Empoli – Siena – Padova. Quest’anno doppie ferie! Dopo 6 anni ferie per Capodanno con...

    Diari di viaggio
    viaggio a praga in 3 giorni

    Viaggio a Praga in 3 giorni

    Presa dall'entusiasmo prenoto un biglietto a/r per Praga. Prenotato con la compagnia Easyjet con la quale non ho mai avuto problemi....

    Diari di viaggio
    praga city break

    Praga City Break

    Praga per me è sempre stata un po' una città jolly, una di quelle che sai di voler visitare prima o poi, ma che per un motivo o per un...

    Diari di viaggio
    a zonzo per la repubblica ceca!

    A zonzo per la Repubblica Ceca!

    Invogliati da un documentario visto in tv, decidiamo di informarci per un eventuale vacanza in Repubblica Ceca: scopriamo così che ci sono...

    Diari di viaggio
    praga baciata dal sole

    Praga baciata dal sole

    Di ritorno da 3 magnifici giorni nella capitale ceca con mio marito e la bimba di 4 anni, vorrei condividere con voi le nostre...

    Diari di viaggio
    la repubblica ceca oltre praga

    La Repubblica Ceca oltre Praga

    Se lo scorso anno avevamo dovuto rinunciare alla programmata vacanza in Repubblica Ceca, quest'anno per fortuna niente e nessuno ha mandato...

    Diari di viaggio
    europa on the road 2

    Europa on the road 2

    Uno dei segni dell'amicizia è sicuramente quando condividi a prescindere dei progetti senza chiedere il perché, il quando e a quale...