Portogalllo, Lisbona, Porto, Algarve..

PORTOGALLO / PORTUGAL dal 08 al 23 agosto 2005 Questa estate siamo andati a visitare il Portogallo. Data la distanza optiamo per la formula fly & drive ed è chiaro che più tardi si compra il biglietto aereo più ci verrà a costare caro il volo, ed è il nostro caso, infatti ci "svegliamo" a giugno ed il volo Portugalia con partenza da Bologna...
 
Partenza il: 08/08/2009
Ritorno il: 23/08/2009
Viaggiatori: fino a 6
Spesa: 3500 €

PORTOGALLO / PORTUGAL dal 08 al 23 agosto 2005 Questa estate siamo andati a visitare il Portogallo. Data la distanza optiamo per la formula fly & drive ed è chiaro che più tardi si compra il biglietto aereo più ci verrà a costare caro il volo, ed è il nostro caso, infatti ci “svegliamo” a giugno ed il volo Portugalia con partenza da Bologna ed arrivo a Lisbona ci costerà € 400 cad. A/R (si può fare meglio). Per la macchina scegliamo con Hertz una Fiat Bravo a € 524,82 per 10 giorni.

Programmiamo di arrivare a Lisbona, starci 6 giorni, poi prendere la macchina, dirigerci a Porto, starci 3 giorni e poi giù fino all’ Algarve. Per questo tramite agenzia prenotiamo il pacchetto Volo, macchina e 2 notti in Hotel a 4 stelle (€ 490 la tripla x 2 notti) a Lisbona, giusto per ambientarci e cercare sul posto l’ alloggio.

7 agosto Partenza da Bologna ore 21 bella giornata e splendida vista dall’aereo, arriviamo all’aeroporto di Lisbona alle ore 22 locale (+1 rispetto a noi). Occhi aperti fuori dall’oblò all’arrivo perchè Lisbona dall’aereo è splendida, con il fiume Tago (Tejo) ed i suoi saliscendi. Con un comodo bus di linea arriviamo nei pressi del centralissimo Hotel Mundial e già respiriamo la tranquilla aria di questa città che come prima impressione ci appare distaccata e riservata.

LISBONA / LISBOA 8 agosto Dopo un’ottima colazione a buffet appena fuori dall’hotel ci imbattiamo già in alcune piazze segnalateci dalla guida Routard (la nostra bibbia). La piazza del Rossio e Praça da Figueira. Notiamo il particolare tipo di pavimentazione tipico del Portogallo, e i famosi azulejos, delle piastrelle ornamentali che ricoprono buona parte degli edifici. Passiamo per la vicina Igreja de São Domingo antica e caratteristica, sostiamo e fotografiamo l’antica stazione del Rossio con la facciata in stile manuelino, ci imbattiamo nell’ascensore elevador de Santa Justa che porta nella città alta il Barrio Alto, noi infatti siamo nella Baixa, la città bassa. Percorriamo la Rua Augusta fino ad arrivare alla porta che arriva fino al porto, e dalla quale si accede alla Praça do Comercio. Con l’obiettivo di arrivare sopra al Castello di São Jorge percorriamo rua da Alfandega per arrivare ad osservare la Casa dos Bicos con la facciata con forme a diamante; dietro c’è la Sè, la cattedrale di Lisbona nel quartiere storico di Alfama, il più antico della città. Nei pressi della Sè c’è anche la Igreja de Santo Antonio (non particolarmente interessante per chi non è devoto). Passiamo per il Miradouro de Santa Luzia dalla cui balconata c’è un’ampia veduta sulla Alfama e finalmente arriviamo al Castello di São Jorge (biglietto famiglia 3 pers. €4,5) dal quale si gode un bellissimo panorama della città, anche i vicoli ed il borgo attorno sono piacevoli da visitare. Per tornare è possibile prendere il tram ma noi abbiamo preferito scendere da una viuzza ripida che ci ha portato direttamente in Rua Augusta.

La sera cena da Tigelinha, un po’ complicato da raggiungere per le strade strette, paragonabile ad una nostra trattoria con cucina casalinga, molto piccolo ma semplice, economico e soprattutto gustoso. Sopas, Bacalhau in molteplici modi e Sardinhas le specialità della casa (25 € in 3). Poi prima di andare all’hotel un bicchierino di ginginha il liquore a base di ciliegia e via…

9 agosto Stamane prendiamo il tram in Praça do Comercio per recarci in direzione Belem al Mosteiro de Jeronimos. E’ bellissimo pieno di bassorilievi e decorazioni in stile manuelino caratteristico portoghese, non a caso è patrimonio dell’Unesco. La visita ci porta via 3 ore e dopo un veloce pranzo all’interno della moderna struttura del museo ci spostiamo a piedi alla vicina e famosissima Torre di Belem. La vista panoramica è una delle più note al mondo ed è molto bella la vista sul Tago. A un paio di km da qui verso il centro c’è la Casa Pastéis de Belém che produce i più famosi pastéis di Lisbona, se siete qui non potete non assaggiarli! Sono dei canestrelli di pasta sfoglia riempiti di crema cotta al forno, dal sapore unico. La pasticceria sforna in continuazione i pastéis, così è sempre possibile gustarli tiepidi. Dopo la merenda visitiamo l’interessante Museu dos Coches (gratis con lisboacard) con esposizione di carrozze reali e non. Stanotte è l’ultima notte all’hotel e quindi cerchiamo una soluzione economica per soggiornare altri 3 giorni. Scegliamo la zona del Chiado dove ci dicono che c’è più possibilità, troviamo Pensão de Camoes 2 stelle, una sistemazione un po’ strana (sembra ricavata all’interno di una struttura sanitaria, ma appunto per questo ci convince), la stanza con 3 letti, bagno piccolissimo, è stretta ma ci va bene (4 notti x 3 persone 360 euro).

10 agosto Dopo la sistemazione alla nuova pensione, prendiamo per la prima volta la metropolitana per dirigerci ad Oriente. Quartiere modernissimo costruito in occasione dell’Expo 98, il Parque das Nacoes.

Qui è piacevole la passeggiata nel viale con belle fontane che porta da una parte alla funivia (5,5 € cad.) con vista sul Ponte Vasco da Gama e dall’altra all’ Oceanario (10 € cad.) e al Museo della Scienza (Pavilhao do Conhecimento)(6 € cad.). L’ Oceanario ci ha impressionato per modernità e bellezza ed anche il Pavilhao do Conhecimento c’è piaciuto, uno dei migliori tra quelli visitati, secondo noi. (Biglietto cumulativo Oceanario, Teleferico, Pavilhao do Conhecimento €16,5).

La sera ceniamo al Chiado vicino a Praça Luis de Camoes in una trattoria alla buona ai piedi della funivia l’ elevador da Gloria, il solito bacalhau o sardinhas. La notte dormiamo poco perchè ci accorgiamo di essere in una zona di locali notturni dove si canta il fado la loro canzone popolare e c’è movimento fino a mattino…Stamattina sembrava una zona così tranquilla…Comunque siamo in vacanza e ne approfittiamo.

11 agosto Facciamo un giro per il Barrio Alto detto anche Chiado, quartiere che è caratteristico perchè più alto rispetto alla Baixa e collegato con funivie, ascensori e scale mobili, ed è anche il quartiere che è stato più disastrato dal fortissimo terremoto avvenuto a metà settecento causando migliaia di morti, un ricordo visivo di questo lo si nota nelle rovine della Igreja do Carmo. Il pomeriggio visitiamo la Estufa Fria un giardino botanico all’interno del Parco Eduardo VII dove sotto l’ombra degli alberi ci ripariamo dal caldo torrido.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Portogallo
    Diari di viaggio
    la verde madeira e la brulla porto santo

    La verde Madeira e la brulla Porto Santo

    Situate a largo delle coste del Marocco, le due isole portoghesi di Madeira e Porto Santo sono state da me scelte come mete per le ferie...

    Diari di viaggio
    il nostro tour insolito del portogallo

    Il nostro tour insolito del Portogallo

    Sabato 6 agostoDecolliamo da Bergamo Orio al Serio con l’ormai collaudata RyanAir con 50 minuti di ritardo, ma l’atterraggio a...

    Diari di viaggio
    lisbona, obrigado!

    Lisbona, Obrigado!

    Dopo due anni di stop "forzato" a causa della situazione pandemica che tutti ben conosciamo, finalmente cogliamo l'occasione del mio...

    Diari di viaggio
    un giorno a lisbona

    Un giorno a Lisbona

    Oggi vi porto a Lisbona, la capitale e la città più popolosa del Portogallo. Un giorno a Lisbona è un po’ riduttivo perchè è una...

    Diari di viaggio
    portogallo, sulle note del fado

    Portogallo, sulle note del fado

    Abbiamo scelto un'auto a noleggio come mezzo di trasporto per esplorare l'entroterra di questo paese affascinante e dalle dimensioni...

    Diari di viaggio
    portogallo in 8 giorni

    Portogallo in 8 giorni

    Portogallo in 8 giorni 27 aprile 2018 Era da tanto che volevamo visitare il Portogallo ma, per un motivo o per l'altro, avevamo sempre...

    Diari di viaggio
    visitare porto in un weekend lungo

    VISITARE PORTO IN UN WEEKEND LUNGO

    Ed eccomi già di ritorno dal viaggio a Porto. È stato più bello di quanto potessi immaginare. Devo averlo già scritto in precedenza,...

    Diari di viaggio
    dalla storia di siviglia alla quiete di monte gordo, piccola frazione dell'algarve

    Dalla storia di Siviglia alla quiete di Monte Gordo, piccola frazione dell’Algarve

    Partiti di buon ora dalla stazione dei bus di Siviglia siamo pronti a lasciare la meravigliosa e calorosa Spagna per spostarci nella...

    Diari di viaggio
    natale a madedi ira by rosella & edoardo

    Natale a Madedi Ira by Rosella & Edoardo

    Innanzitutto i ringraziamenti agli autori dei diari che abbiamo sfruttato: grazie a giobest, eva noric, Ginger27, chiskyw. Abbiamo poi...

    Diari di viaggio
    coimbra, un piccolo decadente gioiello

    Coimbra, un piccolo decadente gioiello

    Oltre alla sempre bella Lisbona abbiamo fatto un salto anche a Coimbra, nel mezzo del Portogallo, due ore di macchina a nord di Lisbona....