Polonia e Repubbliche baltiche on the road

Alla scoperta di città e castelli a bordo del nostro camper
Scritto da: travelincamper
polonia e repubbliche baltiche on the road
Partenza il: 11/08/2017
Ritorno il: 31/08/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Camper: Giottiline mod. Therry 31

Membri dell’equipaggio: Denis il pilota, Alessia la cuoca nonché navigatrice, Margo’ la mascotte (animaletto a quattro zampe.)

Km 7.700

Se seguite i nostri viaggi in camper avrete visto che la Slovacchia e parte della Polonia del sud l’abbiamo già visitate, quindi tralasceremo quei posti

11/08/2017

Partenza da Bologna alle ore 19 con direzione Tarvisio, percorriamo l’autostrada per Padova e poi quella che porta a Trieste, fino a cambiare prendendo quella che porta in Austria passando dal Tarvisio.In tarda serata arriviamo al parcheggio della funivia di Camporosso dove pernottiamo vicino a Tarvisio.

12/08/2017

La mattina, dopo una buona colazione, partiamo con l’intenzione di attraversare tutta l’Austria in autostrada ci muniamo di vignetta e via verso la Slovacchia. Nel pomeriggio arriviamo a Cicmany, un simpatico paesino caratteristico, dove il tempo sembra si sia fermato, tutte le case sono in legno scuro ma soprattutto decorate con strani simboli.

Dopo varie foto riprendiamo il nostro Therry e cerchiamo il Camping Slnečné skaly (15 euro) (GPS N 49°8’41.315 E 18°43’26.10) dove pernottiamo per la notte, molto spartano ed essenziale.

13/08/2017

Ci svegliamo, facciamo tutti i preparativi per rimetterci in viaggio verso la Polonia, impostiamo il navigatore per Kazimierz Dolny un bel paesino sulla Vistola con un piccolo campeggio famigliare NR 39 (GPS 51.341497 E 21.94842) Via Pulawska 82. Scopriamo inseguito che non abbiamo scelto la strada più corta sbagliando, quindi arriveremo molto tardi. Arrivati in prossimità di Kielce, ci fermiamo a visitare il museo etnografico all’aperto, un riproduzione di un villaggio polacco di un epoca passata. Case in legno, chiesa, mulini e negozi ben conservati e arredati in modo scrupoloso.

Finita la visita puntiamo il camper verso la nostra meta di oggi il camping che ci ospiterà per la notte. Arriviamo verso le 21.00 e i padroni fanno spostare gli ospiti per farci stare anche noi molto gentili, il camping n.39 ( 70 zloty ) è piccolo, spartano ma caloroso perché come se stai in famiglia.

14/08/2017

Dopo esserci svegliati cerchiamo di uscire da quel parcheggio a incastro, salutiamo e partiamo per Lublin, una città che un tempo è stata persino la capitale della Polonia. Parcheggiamo a pagamento non lontano dal centro (GPS N 51°15’22.3 E 22°33’51.7), poi lo raggiungiamo a piedi arrivando ai piedi del castello e scopriamo una città in festa, infatti il centro storico e pieno di banchetti che vendono qualsiasi cosa, venendo anche dagli stati vicini. Passeggiamo piacevolmente, tra funamboli e bolle di sapone creati da artisti di strada.

Ripartiamo e ci dirigiamo verso Warszawa, ci fermiamo per la notte al camping Wok, un camping piccolo ma molto confortevole ( 135 zloty ) (GPS N 52°10’41” E 21°8’50”) dista circa 10 km dal centro città, comodo anche con ciclabile.

15/08/2017

La mattina dopo aver preparato il nostro Therry per la partenza, ci dirigiamo verso il parcheggio del palazzo della cultura della città oggi il posteggio è gratis perché è giorno di festa. Facciamo un giro per la città vecchia, il castello, la cattedrale e il parco sottostante al castello con le fontane danzanti. Dopo aver immortalato tutto con la nostra macchina fotografica ritorniamo al camper. Nel pomeriggio non riuscendo la sosta nel parco Lazienki Krolewskie, molto bello, ma ora gremito di persone per una manifestazione siamo costretti a proseguire prendendo la strada 61 verso Augustow dove arriveremo in tarda serata al camping Necko (70 zloty) (GPS N 53°51’43.8″ E 23°00’07.5″) via Sportowa.

Molto spartano, servizi secondo me inesistenti tranne il carico acqua e scarico. Facciamo una passeggiata intorno al lago verso la cittadina, noi andiamo a piedi ma la ciclabile e ben fatta.

16/08/2017

Facciamo un po’ di pulizia prima di partire, poi decidiamo di dirigersi verso Vilnius. Lungo la strada, nel pomeriggio facciamo tappa al bellissimo castello di Trakai, arrivati in prossimità del lago parcheggiamo a pagamento 0,80 l’ora e andiamo a visitare l’incantato castello in mattoni rossi sull’isola collegata da un ponte in legno. Poi riprendiamo la strada per la capitale parcheggiamo al City Camping (euro 24) (GPS N 54°40’49.2″ E 25°13’37.2″) poi oramai in serata prendiamo le bici per arrivare al centro storico, non esiste una vera e propria ciclabile, abbiamo utilizzato per lo più il marciapiede. Al rientro facciamo una doccia e a nanna.

17/08/2017

Salutiamo la famiglia conosciuta in campeggio, nostri quasi compaesani, e ripartiamo come meta scegliamo Riga la capitale Lettone. Facciamo una deviazione per essere certificati per aver visitato il centro dell’Europa (GPS N 54°54’28.6″ E 25°19’12.1″). Ricevuto il certificato riprendiamo la strada una sosta per visitare la collina delle croci, impressionante. Passato il confine con la Lettonia deviamo verso Bauska per poter visitare il castello di Rundale. Arriviamo un po’ tardi per la visita quindi pernottiamo al parcheggio dell’hotel Balta Maja (GPS N 56°24’59.5″ E 24°01’50.6″) con (10 euro) compreso di elettricità e bagno.

18/08/2017

Ci svegliamo dopo una rilassante dormita, e alle 10 quando apre il castello entriamo a visitarlo, uno sfarzoso palazzo. Nel primo pomeriggio ripartiamo verso Jurmala, una zona di mare vicina alla capitale Lettone, con molte ville di villeggiatura. Dopo aver fatto due passi al mare, il tempo non aiuta visto che spiovigina, ci spostiamo al City Camping di Riga (euro 24) (GPS N 56°57’22.2″ E 24°04’51.3″). Con le nostre biciclette ci dirigiamo verso Riga centro per visitare ed immortalare la terza capitale del nostro viaggio. In serata torniamo in camping per mangiare e riposare.

19/08/2017

Consultiamo la cartina scegliamo la strada per salire lungo la costa, fermandoci alla spiaggia di Veczemju (GPS N 57°35’22.8″ E 24°22’15.5″), poi dopo aver mangiato passiamo per Pärnu, definita “la Miami estone”, forse troppo, una cittadina di villeggiatura graziosa famosa in tutta l’Estonia. Poi puntiamo il camper verso l’isola di Saaremaa. Verso le 18,30 traghettiamo molto in fretta senza fila alcuna, appena sbarcati viaggiamo verso la città primaria Kuressaare a questo punto ci fermiamo a dormire al parcheggio camper dell‘hotel Meri SPA (20 euro) (GPS N 58°14’52.8″ E 22°28’27.2″).



    Commenti

    Lascia un commento

    Austria: leggi gli altri diari di viaggio