Polinesia? … Meravigliosa!

Durata viaggio: 12 notti 13 giorni  dal 20 maggio 2008 al 1 giugno 2008 Partenza da Roma, cambio a Parigi, volo diretto per Papeete.Itinerario: Papeete – 1 notte al Sofitel Hotel Moorea – 3 notti all’Intercontinental Hotel Bora Bora – 4 notti a Le Meridien Rangiroa – 4 notti a Kia Ora Village Informazioni utili: AIR...
 
Partenza il: 20/05/2008
Ritorno il: 01/06/2008
Viaggiatori: in coppia

Durata viaggio: 12 notti 13 giorni  dal 20 maggio 2008 al 1 giugno 2008 Partenza da Roma, cambio a Parigi, volo diretto per Papeete.

Itinerario: Papeete – 1 notte al Sofitel Hotel Moorea – 3 notti all’Intercontinental Hotel Bora Bora – 4 notti a Le Meridien Rangiroa – 4 notti a Kia Ora Village Informazioni utili: AIR TAHITI NUI vi fornisce di tutto: cuscini, mascherina, calzini, tappi per le orecchie e coperte per dormire. Quindi non compratevi niente, tranne che i cuscini gonfiabili per il collo. I cuscini che vi passano purtroppo non sono comodi come quelli per il collo. Un acquisto che vi tornerà veramente utile! Per noi donne utilissime le calze pesanti 70 denari… Una sofferenza metterle indosso ma si sono rivelate eccezionali per le 23 ore di volo da fare. Inoltre, ogni tanto alzatevi e fate gli esercizi che consigliano in aereo. Attenzione all’aeroporto di Parigi: si arriva ad un terminal che si trova esattamente dal lato opposto del terminal dal quale parte Air Tahiti Nui. Si deve uscire fuori, e prendere un bus navetta. Passa ogni 10 minuti, ma per il trasferimento (senza dover prendere i bagagli che da Fiumicino li hanno imbarcati direttamente per Papeete) ci abbiamo messo una 40 di minuti.

Anche se non esplicitato nel biglietto aereo, il volo diretto Parigi – Papeete ha sempre uno scalo a Los Angeles. Si deve scendere, senza dover riprendere i bagagli (ovviamente solo se il volo è diretto) e fare il controllo dei passaporti per i passeggeri in transito. Questo porta via un paio di ore.

Compratevi in Italia le macchinette subacquee. Li ci sono, ma costano care! Arrivano a costare anche 30 € cad.!!!!! Tutte le strutture nelle quali abbiamo soggiornato forniscono l’attrezzatura per lo snorkeling ed i teli da mare… Quindi è un peso che potete evitare di portare.

Sono fiscali con il peso dei bagagli nei voli interni: per 2 persone il peso massimo consentito è 45 kg. Quindi non portatevi tante cose. Quello che veramente serve è l’essenziale: creme solari ad alta protezione (non ne ho viste in vendita a così alta protezione – noi avevamo la 20-30-50) costumi, infradito, pareo (li potete comprare lì ce ne sono di bellissimi!), cappello, calzoncini corti, canotte e scarpe da ginnastica per eventuali escursioni, occhiali da sole, e qualcosina per la sera, ma senza esagerare. Ah dimenticavo la cosa più importante di tutte: la CARTA DI CREDITO!!!!! Per quanto riguarda il cellulare: il TIM con abbonamento, portato con la convinzione che prendesse ovunque, non prendeva un granchè. Il mio WIND ricaricabile invece, che non doveva prendere, ha funzionato benissimo. Inoltre attivando la promozione del roaming internazionale della durata di 30 gg per chi va all’estero (costa 5€) una telefonata urgente la si può fare senza spendere cifre esagerate. (E’ chiaro che consigliamo di acquistare le carte pre-pagate internazionali che costano circa 13€ mediante le quali si può parlare una 30 di minuti, ma per le emergenze può essere utile usare il proprio cellulare, anche perché la carta la si può utilizzare solo nelle cabine telefoniche pubbliche che non sono sempre presenti negli alberghi!).

ESCURSIONI: Nelle quattro isole che abbiamo visitato le escursione costavano CARE! In media calcolate una 80-100€ a persona. Abbiamo quindi cercato di scegliere quelle che, dalle descrizioni delle guide e dai racconti letti, ci sembravano più interessanti.

Papeete:  MERCATO Facendo buon uso dei consigli di altri “turisti per caso”, il primo giorno che eravamo in Polinesia siamo andati al Mercato di Papeete. Andati a nanna a mezzanotte circa dopo il lungo viaggio, alle 5 della mattina eravamo già in piedi, sia per il fuso ma anche perché avevamo solo mezza giornata per visitare la città, nel primo pomeriggio saremmo partiti per Moorea.

Scelta saggia, perché ne vale proprio la pena. Davanti al Sofitel, abbiamo preso il famoso “Truck” (il nostro autobus) alle 7.30 di mattina insieme a molti tahitiani che andavano al lavoro o ragazzi che andavano a scuola. Veramente ci sentivamo degli “autoctoni”.

Tahiti è un’isola internazionale, essendo il punto di arrivo e di partenza per tutti i voli intercontinentali. E’ vivace, turistica, ed il suo mercato ne rappresenta l’essenza. Il mercato è molto grande (se lo si confronta ai loro standard) su due livelli, molto colorato e profumato, dove ci sono numerosi banchi che vendono cibi, frutta, verdura, ma anche oli e creme di monoi, parei, articoli di artigianato locale, cartoline… Insomma noi abbiamo comprato tutti i regalini per amici e familiari, a ottimi prezzi rispetto a quelli che abbiamo visto poi dopo. Faceva strano comprare delle cose, quando ancora per noi la Polinesia era una terra sconosciuta, ma è stato utile perché altrimenti non avremmo comprato molto (sia per i prezzi che per la minore scelta!).

Insomma il nostro consiglio è quello di prevedere una mezza o intera giornata a Tahiti. Moorea:  SAFARI JEEP 4×4. Costo 35€ a persona prenotata al nostro arrivo in aeroporto a Moorea. Pagata in Euro. Molto carina questa escursione di mezza giornata, perché mostra l’altra faccia dell’isola: le sue piantagioni di ananas, di hibiscus, la vera e unica pianta della vaniglia. Ho bevuto una fantastica e indescrivibile centrifuga di ananas e di papaia alla Scuola di Agricoltura che non dimenticherò più. E poi il panorama della Magic Mountain ed il Belvedere valgono veramente la pena. Oltre al fatto che abbiamo conosciuto molte coppie di sposi simpatiche! Bora Bora:  SHARK FEEDING Escursione prenotata in albergo. Durata 4 ore. Costo circa 100 €.

E’ stato il primo bagno con gli squali (ancora non sapevamo che alla fine ne avremmo fatti altri 2!) sicuramente il meglio organizzato e molto divertente. A fine mattinata abbiamo acquistato il dvd con le riprese fatte da DAN; lì per lì eravamo tentati di non prenderlo, ma a distanza di 3 mesi dal nostro viaggio vi dico che ne è valsa veramente la SPESA! Sono ricordi che non si possono lasciar andare via…

Rangiroa:  LAGUNA BLU e LE SABBIE ROSA Le escursioni fatte in questa isola ci sono rimaste veramente nel cuore. L’isola è, tra tutte quelle che abbiamo visto, la più bella, la più vera, per la sua semplicità e straordinaria bellezza. Sono delle escursioni che durano l’intera giornata con pranzo annesso (e che pranzo! Stefano si lecca ancora i baffi (che non ha!) La “Laguna blu” è stata indimenticabile, anche se siamo partiti con il mare mosso causa del molto vento e un po’ di nubi che non ci hanno fatto godere appieno della giornata. Comunque negli sprazzi di luce che ci sono stati, lo scenario era da sogno. Il colore dell’acqua varia dall’azzurro a tutte le gradazioni di celeste e verde… spiaggia deserta, bianchissima, con palme piene di cocco, (da far invidia all’Isola dei famosi) con cuccioli di squali praticamente a riva in attesa di mangiare la nostra prelibatezza! Nessuna parola o foto può descrivere quel paesaggio… Il mitico pranzo, è consistito in un barbecue sulla spiaggia nel capanno apparecchiato con le foglie delle palme, a base di pollo e pesce “lagunare” cotto alla brace, insalata di riso, frutta servita su un cesto fatto con le foglie di palma, che mi sarei volentieri portata a casa! Frutta a volontà… E tante chiacchiere con gli altri amici di avventura: una coppia di spagnoli (con i quali abbiamo condiviso il giorno dopo anche l’escursione alle Sabbie Rosa, due coppie di francesi, ed una coppia di ragazzi di Napoli, veramente molto simpatici!).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Mare
    Diari di viaggio
    le murge settembrine

    Le Murge settembrine

    La scelta di restare anche quest'anno in Italia è nata in primavera dopo l'allentamento delle restrizioni per la pandemia, visto che non...

    Diari di viaggio
    le spiagge della città di puerto de la cruz a nord di tenerife

    Le spiagge della città di Puerto de la Cruz a nord di Tenerife

    La cittadina di Puerto del Cruz è un posto perfetto dove fermarsi se si vuole visitare la parte nord dell'isola di Tenerife. Generalmente...

    Diari di viaggio
    weekend a rapallo, santa margherita ligure, portofino

    Weekend a Rapallo, Santa Margherita Ligure, Portofino

    Siamo partiti di primo pomeriggio e siamo arrivati a Santa Margherita Ligure verso le ore 16.30. Abbiamo sostato nel parcheggio Durazzo...

    Diari di viaggio
    minorca: l'isola della pace

    Minorca: l’isola della pace

    PRIMO GIORNO: Partiamo da Malpensa il 27 agosto di buon mattino: alle 7:00 il volo Easyjet decolla e alle 8:25 atterriamo puntualissimi...

    Diari di viaggio
    sardegna: alcuni consigli pratici

    Sardegna: alcuni consigli pratici

    Sabato 26/06: Mattina: Spiaggia di Canniggione, il mare non è spettacolare ma comunque ha bei colori e c’è un bel contesto. Pomeriggio:...

    Diari di viaggio
    viaggio nel sud della sardegna con famiglia.

    Viaggio nel sud della Sardegna con famiglia.

    Dopo un anno senza mare decidiamo di iniziare il periodo estivo con una vacanza prettamente balneare. Abbiamo già visitato la Sardegna in...

    Diari di viaggio
    emozioni contrastanti a fuerteventura

    Emozioni contrastanti a Fuerteventura

    Natale a maniche corte. Ho trascorso il Natale 2019 a Fuerteventura, a maniche corte, facendo il bagno nell'oceano e snorkeling tra i...

    Diari di viaggio
    porto istana: una spiaggia da sogno di fronte al parco marino isola di tavolara

    Porto Istana: una spiaggia da sogno di fronte al Parco Marino Isola di Tavolara

    Andarsene a spasso per i dintorni di Olbia a bordo dei bus locali è stata davvero un'esperienza divertentissima, in primo luogo perché...

    Diari di viaggio
    innamorarsi dei blu di lampedusa

    Innamorarsi dei blu di Lampedusa

    Premessa: Lampedusa è una piccola isoletta di circa 20km2 raggiungibile in aereo con volo diretto (da Milano sono poco meno di 2 ore), con...

    Diari di viaggio
    sardegna sud 2021

    Sardegna Sud 2021

    Premetto che per noi è stata la prima volta in Sardegna, un'assenza grave, ma giustificata dal fatto che, in quanto pugliesi, tra Gargano...