Piccionaie e… piccioncini

Tinos, unica per le oltre mille colombaie sparse in tutta l’isola e una concentrazione unica di villaggi; Syros… dalla parvenza di una cittadina aristocratica, con i suoi palazzetti neoclassici dai colori pastello, con le sue due cattedrali in cima alle colline a destra e sinistra, che ti accoglie come in un abbraccio!
 
Partenza il: 16/06/2018
Ritorno il: 30/06/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: Fino a €250 €

Allora che scelta si fa per le nostre isole in Grecia? Le idee sono tante, c’è da tenere presente il budget… e i giorni di ferie di Riccardo.

Quindi? Parlando con la nostra amica Antonella, mesi prima, ci consiglia Tinos, anche la nostra amica Puccy ce la consiglia caldamente: che dire? Avevamo già “spulciato” tutti i siti relativi a quest’isola e quindi la scelta cade lì, in aggiunta Syros (capitale delle Cicladi) e isola mooolto diversa da tutte le altre isole cicladiche. Facciamo il conto dei giorni da distribuire per isola, anche se si mettono di mezzo (purtroppo) le notti a Rafina all’andata e al ritorno al Pireo, in quanto non in linea con gli orari dei voli. Questa volta partiamo da Bergamo (solitamente sempre Malpensa), ma quest’anno è difficile far corrispondere il giorno della partenza e dell’arrivo; comunque l’importante è andare verso i “nostri” piccoli paradisi.

16 giugno

Partiamo da Orio al Serio (ovviamente con Ryanair), lasciamo la macchina al parcheggio IVM, che si rivelerà una grossa delusione (inefficienti al massimo!!! e meno male che hanno 9 come valutazione!). Il volo parte alle 12:15 ed atterriamo ad Atene alle 15:20 ora locale: ci accoglie un po’ di pioggia, e scesi dall’aereo facciamo una corsetta. Il tempo di ritirare i bagagli, usciamo per cercare il bus che va a Rafina, ed ecco un sole accecante e caldo afoso. Il bus impiegherà mezz’ora. L’autista ci ferma… dove ci è più comodo scendere, grazie a Monica che tra inglese e qualche parola greca (aiutata dal traduttore e guida/vocabolario della Lonely Planet), commuove una signora greca. L’appuntamento con il marito di Georgia dell’Air B&B è nel piazzale di un supermercato.

Dopo poco arriva e ci porta nell’abitazione dove dormiremo. Si tratta di un vero e proprio appartamento arredato e accessoriato di tutto, con tanto di salone relax, due camere da letto, cucina, bagno con doccia, due corridoi e balcone che gira intorno. Usciamo per andare al super a prendere yogurt, acqua e succo e appena rientrati si scatena un temporalone con acquazzone, ma noi siamo al sicuro. Per cena usciamo e ci dirigiamo a piedi verso il porto di Rafina, tanto per capire le distanze. Ceniamo alla Taverna Agoni Grammi (su suggerimento di Puccy), tutto a base di pesce: polpette di polpo; acciughe marinate; polpo al vino; mithos; acqua; dolcetto offerto; costo € 32.

17 giugno

La mattina facciamo colazione nel nostro appartamento; è una bella giornata e la nave per Tinos (Ekatherini) parte alle 8:05. La prenotazione è già stata fatta da casa, quindi passiamo in biglietteria Fast Ferries a ritirare il biglietto stampato. La nave parte puntuale, ci sediamo fuori ed un po’ alla volta, isola dopo isola arriviamo a Tinos. Al porto ci aspetta il titolare del Galini (uno studios in buona posizione a Tinos town che ha persino il servizio lavanderia e stanza per colazione aperta agli ospiti): lui sembra il Sergente Garcia (quello di Zorro), e si rivelerà una persona molto cordiale… anche se l’inglese non è il suo forte.

È domenica, quindi i super sono chiusi ed anche alcuni negozi; acquistiamo quello che ci serve in un negozietto che troviamo aperto, tanto da casa noi ci portiamo sempre bustine di caffè; the; zucchero; tisane; biscotti; insomma l’occorrente di base c’è! Noi preferiamo far sempre colazione in studios: Monica è molto intransigente per ciò che riguarda l’alimentazione: in vacanza si cerca di mangiare sano e la colazione con aggiunta di succo e yogurt ovviamente greco (…controllando addirittura la percentuale di grasso contenuta) e non si pasticcia con brioche e torte.

Usciamo per una passeggiata alla chiesa delle chiese: la Panagia Evangelistria. Scattiamo una foto con lo sfondo di un mega nuvolone nero, che si rivelerà poi un bluff. Sul tappeto rosso posto alla destra della strada che conduce alla chiesa, ci sono tre pellegrini in ginocchio, che sfidano un sole cocente; una signora mossa da commozione copre il capo ad uno di questi. Entriamo nel piazzale e scattiamo alcune foto. Poi uscendo, Monica acquista alcuni braccialettini colorati in corda (in segno di devozione) ed alcune bottigliette da riempire con l’acqua del Santuario l’ultimo giorno; alcuni magneti …che sono d’obbligo…e già cominciamo con le spese! Nel tardo pomeriggio andiamo da Vidalis, di fronte al lungomare/porto, per l’affitto dello scooter.

Ce lo consegnano subito: Kymko 150, caschi nuovi, restituzione domenica sera in quanto lunedì 25 giugno partiremo per Syros. Il costo sarà di € 160 (€ 20 al giorno anziché’ € 22) per 8 giorni. Torniamo in studios con il nostro nuovo…amico, non prima di aver fatto il pieno di benzina all’unico distributore aperto la domenica (ci accompagnerà lì proprio il ragazzo di Vidalis). La sera per cena scegliamo la Taverna Epineio: porzione di zucchini balls; souvlaki con patate; birra; acqua; offerto dolcino a base di anguria e dolcino con salsina di melanzana; costo € 28,60.

18 giugno

Colazione in studios; spesa al super e passiamo alla bakery (praticamente confina con il nostro Galini) e poi zaino in spalla, gilet antivento e in giro con il nostro scooter alla scoperta di Tinos. Prendiamo confidenza con le strade, bene asfaltate e buona segnalazione (maggiormente in greco). Ci dirigiamo verso Kardiani, il primo dei tanti graziosi paesini all’interno e per pranzo ci dirigiamo ad Isternia Bay. La scelta della taverna cadrà su Thalassaki, posizionata fronte mare, addirittura quando c’è parecchio vento tutta la piattaforma sulla quale sono ubicati i tavolini viene invasa dall’acqua del mare. Noi troviamo posto sulla verandina e ci godiamo lo spettacolo. Sono le 13:30 e siamo gli unici clienti…altri però arriveranno dopo. Per pranzo prendiamo: spaghetti con polpette di carne; insalata con polpo, lenticchie, cipolla, carote; acqua; offerto raki (ma Monica è astemia…difficile spiegarlo); costo € 33.

Più avanti scorgiamo una spiaggetta: il caldo si fa sentire. Troviamo posto all’ombra di uno dei tanti ombrelloni di paglia destinanti ai bagnanti. Tra un po’ di relax e un bagnetto rigeneratore, arriva l’ora di riprendere lo scooter e andare a visitare il paesino di Isternia, decisamente molto più in alto di dove eravamo. L’impressione è quella di un paese fantasma: nessuno in giro, quasi tutte le case chiuse, solo due bar/localini aperti ma solamente uno dei due con qualche persona. Troviamo una coppia alla quale chiediamo di scattarci qualche foto e…qualche gattino in cerca di coccole. La taverna situata all’entrata del paese, dopo il parcheggio, risulta chiusa e le sedie rovesciate sui tavoli…non sembra voglia aprire per la sera. Ritorniamo a Tinos town seguendo un’altra strada che passerà per Kionia, centro balneare poco distante dalla town, ma pieno di abitazioni per villeggiatura e varie spiagge con parecchie persone e molti bambini. La sera decidiamo di mangiare in studios ed uscire dopo per una passeggiata nonostante il forte vento.

Guarda la gallery
syros-mpsp4

Panaghia Evanghelistria

syros-yzdc2

Syros

syros-htcdj

Piccionaia

syros-2ncn9

Syros/Vaporia



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Grecia
    Diari di viaggio
    quattro giorni di relax a naxos

    Quattro giorni di relax a Naxos

    Quattro giorni di relax a Naxos Itinerario e informazioni utili a Naxos, per una breve pausa di relax.L’isola di Naxos è la...

    Diari di viaggio
    peloponneso tra storia e mare

    Peloponneso tra storia e mare

    Vacanze in Grecia... è sempre un grande, immenso, gigante Sì! Soprattutto quando si ha a disposizione una macchina, una settimana di...

    Diari di viaggio
    il nostro grande ritorno in grecia, tra il bellissimo mare di lefkada e l’emozione di meteore in tessaglia

    Il nostro grande ritorno in Grecia, tra il bellissimo mare di Lefkada e l’emozione di Meteore in Tessaglia

    Finalmente dopo circa due anni di stop, si ricomincia a viaggiare e decidiamo di ritornare a visitare la Grecia (la nostra ultima volta in...

    Diari di viaggio
    zante seen by my eyes

    Zante seen by my eyes

    Perdendosi tra ulivi e vigneti, curva dopo curva arrivi al mare, accolto dalle sacre sponde frastagliate, imponenti e incantevoli. I...

    Diari di viaggio
    nel dodecaneso, tra passato e presente

    Nel Dodecaneso, tra passato e presente

    Siamo tornati a Rodi. L’isola non sarebbe stata la meta principale ma un soprattutto un transito per raggiungere via mare altre isole...

    Diari di viaggio
    due settimane a naxos (cicladi)

    Due settimane a Naxos (Cicladi)

    NAXOS by Rosella & Edoardo: 2 settimane di esplorazione, sole, mare, riposoInnanzitutto i doverosi ringraziamenti ai Turisti per...

    Diari di viaggio
    due settimane di mare a creta

    Due settimane di mare a Creta

    Due settimane a Creta24 giugno - 8 luglio 2022Partecipanti: io e FrancaPrologoCon la situazione Covid che non è...

    Diari di viaggio
    corfù, isola diversa

    Corfù, isola diversa

    Corfù è forse la meno bella delle Isole Greche visitate, tuttavia interessante e con spunti notevoli che hanno reso la vacanza gradevole...

    Diari di viaggio
    rodi, buona la prima e anche le altre nove

    Rodi, buona la prima e anche le altre nove

    Dopo 2 ore che "traffico" su internet cercando voli (lievitatissimi come costo), coincidenze e trasferimenti per raggiungere un paio di...

    Diari di viaggio
    week end a preveza

    Week end a Preveza

    Weekend a Preveza, una perla dello Jonio. 27 Maggio 2022, venerdì. Volo economico (Ryanair) Fiumicino –  Aktio AR a 32 euro, acquistato...

    Video Itinerari