Petra e Wadi Rum in 3 giorni

Diario del nostro breve viaggio in Giordania, 3 giorni e mezzo per visitare Petra e Wadi Rum
Partenza il: 31/10/2019
Ritorno il: 03/11/2019
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

1° giorno – 31 ottobre 2019: viaggio e Petra By night

Partiti da Orio al Serio con un volo Ryanair che, in 4 ore circa, ci ha portato ad Eilat in Israele poco dopo mezzogiorno. Abbiamo scelto di entrare in Israele ed attraversare la frontiera israelo-giordana per due motivi: i voli su Eilat costavano decisamente meno al momento dell’acquisto ed hanno partenze al giovedì. Se potete prendere un giorno di vacanza in più suggerirei di arrivare e partire dal piccolo aeroporto di Aqaba: niente frontiera da attraversare, un taxi in meno (100 NIS) da pagare e niente tasse in uscita da Israele (102 NIS). Con un giorno in più aggiungerei un giorno ad Aqaba per godersi il Mar Rosso (spiaggia di Berenice). Per quanto riguarda noi, dopo aver velocemente superato i controlli di sicurezza dal nuovissimo aeroporto di Eilat, prendiamo un taxi che per 100 nis (pagabili anche con carta di credito) ci porta in una decina di minuti alla frontiera.

La frontiera israeliana prevede 3 stop:

1. Da una bella ma svogliata addetta che riscuote il pagamento della tassa d’uscita (102 nis più 5 di commissioni se pagate con carta di credito, malvista dall’addetta ma accettata)

2. Se avete il passaporto biometrico (è quello che ha in copertina sotto alla scritta PASSAPORTO un simbolo di rettangolo con cerchietto all’interno) entrate in una sorta di stanzetta a vetri in cui campeggia un macchinario in cui, in maniera autonoma, scansionate il vostro passaporto e la macchina emette il talloncino di uscita.

Se non avete un passaporto biometrico fate la fila allo sportello e l’addetta si prenderà cura di voi.

3. Se avete cose da dichiarare c’è un terzo sportello, ma nessuno ha mai nulla da dichiarare, quindi procedete verso la frontiera giordana.

Attraverserete un piccolo supermercato modello autogrill poi, dopo aver camminato un centinaio di metri, si arriva all’edificio di frontiera giordana.

Che è una frontiera a dir poco divertente: vi accoglie un gentile ma assonnatissimo addetto che passa i bagagli al metal detector. E poi inizia la parte più spassosa: c’è un lungo corridoio con piccoli ufficetti sulla sinistra. Ogni ufficio ha un numero, ma non ci sono indicazioni di come funziona (per lo meno io non le ho viste). Ma nessun problema: ad un tavolino c’era un tassista in attesa dei suoi clienti che ha infilato la mano nello sportello del primo ufficetto e ci ha preso il modulo di entrata da compilare. Nome, cognome e numero di passaporto. Una copia delle 3 che costituiscono il modulo l’ha staccata e l’ha messa sulla scrivania dell’assente impiegato di dogana, le altre 2 copie son rimaste a noi. Con quelle abbiamo camminato lungo il corridoio per qualche metro, altro addetto, altro sportello, si consegna il modulo, gran rumore di timbri e via, una copia a noi, una a lui e si va avanti, in maniera poco chiara ma spedita e senza intoppi.

Dopo l’ultimo controllo dei passaporti da parte di un drappello di poliziotti che abbiamo disturbato nel loro meriggiare assorto siamo fuori.

Guarda la gallery
Petra e Wadi Rum in 3 giorni

Petra e Wadi Rum in 3 giorni



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Andalusia on the Road: 7 giorni con un bambino

Andalusia on the Road: 7 giorni con un bambino

Destinazione: Andalusia Viaggiatori: 2 adulti + 1 bambino Periodo di viaggio: da giovedi...

Leggi i Diari di viaggio su deserto di wadi rum
Diari di viaggio
Giordania on the road: tra tradizione, avventura e divertimento

Giordania on the road: tra tradizione, avventura e divertimento

Giorno 1 – Direzione sud Arriviamo ad Amman intorno alle 11 del mattino e grazie al Jordan pass (comprato sul sito qualche settimana...

Diari di viaggio
Giordania in Febbraio

Giordania in Febbraio

A settembre 2019, in accordo con una coppia di amici, abbiamo deciso di organizzare una decina di giorni da trascorrere non lontano...

Diari di viaggio
4 giorni in Giordania con bambino di 6 anni

4 giorni in Giordania con bambino di 6 anni

Voli: EasyJet Malpensa - Aqaba acquistati ad agosto 103 € con il solo bagaglio a mano (due adulti e un bambino di 6 anni). Al momento del...

Diari di viaggio
Vacanze di Natale in Giordania

Vacanze di Natale in Giordania

La Giordania è un’ottima meta per le vacanze invernali perché, nonostante le non troppe ore di luce, permette di visitarla quasi...

Diari di viaggio
Petra e Wadi Rum in 3 giorni

Petra e Wadi Rum in 3 giorni

1° giorno - 31 ottobre 2019: viaggio e Petra By night Partiti da Orio al Serio con un volo Ryanair che, in 4 ore circa, ci ha portato...

Diari di viaggio
Giordania 2019

Giordania 2019

30/8/2019 - venerdì Ore 12 prendiamo l'autostrada per l'aeroporto, oggi è molto affollata e impieghiamo più di un ora per raggiungere...

Diari di viaggio
Giordania zaino in spalla

Giordania zaino in spalla

La mia filosofia di viaggiatore mi porta a stare a contatto con la gente del posto, mangiare dove mangiano i "locali" e prendere mezzi di...

Diari di viaggio
Nel Paese delle Meraviglie

Nel Paese delle Meraviglie

Dopo varie vacanze in giro per l'Italia io e la mia ragazza decidiamo di realizzare uno dei viaggi che sogniamo di fare da tempo: vedere...

Diari di viaggio
Un weekend in Giordania

Un weekend in Giordania

A fine Febbraio grazie ai nuovi voli low cost diretti da Roma di Ryanair, io e Alessandro siamo volati nel sud della Giordania, ad Aqaba....

Diari di viaggio
Giordania da sud a nord: molto più che Petra

Giordania da sud a nord: molto più che Petra

Quella in Giordania non è stata una vacanza, né una buona occasione per festeggiare il capodanno all’estero, non è stato neppure un...