Perù nel cuore

Viaggio di nozze tra Perù e Venezuela
 
Partenza il: 22/07/2014
Ritorno il: 21/08/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

donne che sono state strappate ad una condizione di schiavitù come collaboratrici domestiche e aiutano a gestire questo albergo. Il posto è davvero carino, comodo, si può cenare nella grande cucina con loro e l’atmosfera è proprio quella di casa: consigliatissimo. Da segnalare a Cusco anche il mercato di San Pedro e i suoi ottimi frullati di frutta.

Da non perdere assolutamente: Ollantaytambo (stupenda!), le saline di Maras e i terrazzamenti di Moray, nonché il posto più impronunciabile di tutto il Perù, ovvero Sacsayhuamán. Anche qui è importante avere una buona guida che sappia dove andare (spesso i posti non sono ben indicati) e che ti sappia raccontare la storia del posto, che altrimenti perderebbe gran parte del suo fascino, come ad esempio Qenqo, altro magico sito Inca.

Machu Picchu ovviamente merita una menzione a parte. Il viaggio con il trenino è bello per i paesaggi, mente la città di Aguas Calientes è davvero brutta: un’accozzaglia di ristoranti e negozietti per turisti e basta; è giusto una città dormitorio per chi va al più famoso sito Inca.

La sveglia conviene puntarla davvero presto e andare col primissimo bus disponibile, così non si perde tempo; il posto là è supera affollato, un bel po’ di coda per entrare, ressa. Da annotare che sul passaporto si può fare il timbro del sito! L’atmosfera è magica, irreale; quando siamo andati noi il tempo non era bello: nebbioso e piovoso, alle 06,30, ed eravamo arrabbiati perché non si vedeva nulla. Ma dopo un’oretta le nuvole hanno cominciato ad alzarsi lentamente, per svelare un paesaggio mozzafiato: montagne rigogliosissime (d’altronde si è vicini all’amazzonia), alta umidità, colori splendidi. La temperatura, nonostante i 2.500m, si è alzata parecchio. Bellissimi i lama e gli alpaca liberi e felici. Nel nostro biglietto era compresa anche la “scalata” dell’Huayna Picchu, una montagna laterale al sito, da cui si possono fare delle gran foto. Dicono di non tentare l’impresa se si soffre di vertigini, anche perché le protezioni laterali non sono granchè, ma io ne soffro parecchio e NON sono particolarmente allenata, ma sono riuscita ugualmente…o quasi. A dieci minuti dalla cima mi sono rifiutata di proseguire perché in effetti l’altezza era troppa per me, ma è stata una gran esperienza comunque. Importante: sull’Huayna Picchu sono ammesse 400 persone al giorno, quindi se si vuole salire occorre prenotare moooooolto tempo prima.

Ultima tappa peruviana: riserva amazzonica di Tambopata. Forse la tappa che ci è piaciuta di meno, un po’ per l’organizzazione un po’ raffazzonata dell’agenzia certe volte (non la nostra principale, ma quella a cui loro si sono appoggiati), un po’ perché abbiamo visto molte più diversità dall’Europa per esempio nel deserto o nei siti archeologici che non nella foresta. Certo, flora e fauna sono diverse, ma non così tremendamente differenti rispetto a quanto ci aspettassimo.

L’ultima settimana del nostro viaggio l’abbiamo passata all’arcipelago di Los Roques, ottimo per un po’ di relax, snorkeling e mare stupendo, nonché tanto pesce da mangiare! L’unica cosa negativa è il farsi il segno della croce quando si fa il viaggio da Caracas all’isola, perché l’aereo è davvero davvero piccolo.

Note generali: si mangia benissimo ovunque, dalla carne al pesce, alla frutta, ai mille tipi di patate e di mais, il Pisco Sour che purtroppo in Italia è poco diffuso, la Chicha morada (bevanda analcolica che sa di sangria, fatta col mais viola), il Caldo de Gallina, la carne di alpaca e di porcellino d’India, i frullati di frutta MAGNIFICI…la svolta poi è l’avere a disposizione guide locali, che ti portano nei posti non turistici e ti fanno conoscere il vero Perù. Insomma, dopo questo viaggio, ci si rende conto che non esiste solo il mal d’Africa, ma anche il mal di Perù!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Los Roques
    Diari di viaggio
    perù nel cuore

    Perù nel cuore

    donne che sono state strappate ad una condizione di schiavitù come collaboratrici domestiche e aiutano a gestire questo albergo. Il posto...

    Diari di viaggio
    los roques d’amare

    Los Roques d’amare

    Baciati da un sole caldissimo e sopportabilissimo grazie alla perenne brezza, bagnati da un mare incantevole in un arcipelago...

    Diari di viaggio
    venezuela, conocerla es tu destino

    Venezuela, conocerla es tu destino

    Partenza da Malpensa giovedì 8 agosto 2013, non senza ansie e preoccupazioni per l’allerta sicurezza. Più o meno tutti, informati e...

    Diari di viaggio
    magico venezuela

    Magico Venezuela

    Viaggio di grande fascino ed intense emozioni dedicato a una natura per molti aspetti ancora incontaminata. Il viaggio da me impostato (8...

    Diari di viaggio
    los roques, l'isola dei mille colori e dei cani felici

    Los Roques, l’isola dei mille colori e dei cani felici

    Abitiamo nella pianura padana e ad ottobre, anche se la campagna è più bella che ma, la voglia di mare e di sole si fa già sentire ed...

    Diari di viaggio
    avventura fai da te in sud america

    Avventura fai da te in Sud America

    Anche se un po’ in ritardo a causa di mille impegni… trovo del tempo per raccontare la nostra meravigliosa avventura in Sud America…...

    Diari di viaggio
    viaggio in venezuela autogestito

    Viaggio in Venezuela autogestito

    Il nostro viaggio in VenezuelaViaggio di 4 settimane dal 29/10/2012 al 25/11/2012 effettuato da me e mia moglie Katy con zaino in...

    Diari di viaggio
    venezuela, un viaggio in paradiso

    Venezuela, un viaggio in Paradiso

    Finalmente si parte! L’appuntamento al Guglielmo Marconi di Bologna. Giorgio e Fiorenza (i nostri compagni di viaggio) ci vengono a...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra perù e los roques

    Viaggio di nozze tra Perù e Los Roques

    08 giugno-01 luglio 2012: Viaggio di nozze Perù e Los Roques Avevamo un sogno da anni: visitare il Perù e, in particolare, raggiungere...

    Diari di viaggio
    venezuela, tour indimenticabile...

    Venezuela, tour indimenticabile…

    Sono Annalisa e ho organizzato questo viaggio in Venezuela per festeggiare i 50 anni di mio marito Edoardo, visto che il suo più grande...