Percorsi di storia nella zona di Monfalcone

Alla scoperta del Friuli Venezia Giulia - Parte 5
 

Continua la mia “avventura” in Friuli Venezia Giulia, eccomi arrivato al 5° itinerario, questa volta più storico, nella zona di Monfalcone:

  • Castello di Duino
  • Monfalcone
  • Dolina dei Bersaglieri sul Monte Sei Busi
  • Sacrario Militare di Redipuglia
  • San Vito al Tagliamento

Prima tappa il Castello di Duino che si divide tra nuovo e vecchio, poi mi sposto a Monfalcone, la vicina area storica della Prima Guerra Mondiale e il monumentale Sacrario di Redipuglia, chiudo la giornata visitando il borgo di San Vito al Tagliamento.

Castello di Duino

Il Castello di Duino si trova a pochi chilometri da Trieste.

Il complesso è formato dalle rovine del Castello Vecchio e la splendida area del Castello Nuovo, costruiti entrambi su due promontori a picco sul mare.

I resti del Castello Vecchio (XI sec.), edificato interamente in pietra calcarea, si trova su un promontorio in posizione strategica a picco sul Golfo di Trieste.

Da questa posizione si può ammirare un notevole paesaggio sul mare e anche del Castello Nuovo.

Proseguo la visita dirigendomi al Castello Nuovo (XIV sec.) costruzione massiccia voluta per sostituire il poco distante Castello Vecchio.

Il castello è stato costruito sulle rovine di un avamposto romano e ingloba una torre del XVI secolo.

Prima di entrare nella dimora, vi sono le indicazioni per visitare il Bunker del Castello, situato a 18 metri di profondità e con una superficie di circa 400 mq, è stato costruito nel 1943 per la Kriegsmarine tedesca a difesa della base di Sistiana contro un eventuale sbarco alleato.

Sfruttato prima come rifugio antiaereo e utilizzato poi dall’esercito inglese come deposito carburante una volta terminata la guerra.

Giunti nell’edificio, si visitano oltre 18 sale, che conservano importanti capolavori d’arte e raffinati cimeli storici che testimoniano la storia centenaria della Famiglia Della Torre e Tasso e dei loro antenati.

Vi si trova anche una raccolta di materiale archeologico proveniente da raccolte private.

Al castello soggiornarono numerosi ospiti di prestigio come l’Imperatrice Elisabetta d’Austria, Johann Strauss, Gabriele d’Annunzio e il poeta boemo Rainer Maria Rilke, che qui compose le prime 2 opere delle “Elegie Duinesi“.

All’esterno si può fare una piacevole passeggiata nei giardini che si snodano su diversi livelli con distese di piante e fiori di ogni specie, ogni anno vengono piantati a rotazione periodica oltre 21.000 fiori.

Da oltre 400 anni è dimora della Famiglia von Thurm und Taxis, naturalizzata italiana nel 1934 in Della Torre e Tasso duchi di Castel Duino, che abitano tutt’ora all’interno del Castello.

Proseguo l’itinerario dirigendomi a Monfalcone.

Monfalcone

Giungo a Monfalcone, importante polo industriale della Regione ma interessante anche dal punto di vista storico e culturale.

Nel piccolo centro storico cittadino è possibile visitare alcuni palazzi storici come il Palazzetto Veneto (1762), l’antico palazzo sede della Canonica e sfino al 1962, successivamente acquistato e restaurato dal Comune.

La restaurazione ha modificato completamente l’assetto dell’edificio, innalzandolo di un pano e rifacendo completamente all’interno.

Vennero conservati il portale d’ingresso, le piccole finestre riquadrate del piano terra, il balcone con ringhiera e il giardino interno con i resti delle mura cittadine abbattute nel 1838.

Da non perdere anche il Duomo Arcipretale di Sant’Ambrogio (1929) costruito sui resti della chiesa precedente distrutta nella Prima Guerra Mondiale.

L’interno a navata unica presenta elementi in stile romanico, bassorilievi e finestre intarsiate.

Non molto distante si trova il Palazzo Comunale (1860) realizzato in stile neoclassico, che nel corso degli anni subì diversi ampliamenti e modifiche.

Nella Sala del Consiglio sono presenti due affreschi (XVI sec. circa) scoperti nel 1922, che raffigurano due scene del Buon Governo.

Lasciando il centro storico raggiungo il punto elevato dove è posizionata la Rocca, costruzione fortificata di origine medioevale simbolo della città.

E’ formata dal mastio a pianta quadrata circondato da una massiccia struttura muraria difensiva circolare.

In parte distrutta dalla guerra, la Rocca venne restaurata negli anni ’50 e dal 1970 è sede del Museo Speleo-Paleontologico, che raccoglie oltre 10.000 reperti di carattere storico-scientifico.

Il Museo della Rocca di Monfalcone si divide in due sezioni, quella Paleontologica e quella Speleologica.

La sezione speleologica presenta una raccolta di vari tipi di rocce, concrezioni di grotta, fenomeni carsici, la storia della speleologia, attrezzature ed abbigliamenti utilizzati dagli speleologi dal secondo dopo guerra.

La sezione paleontologia, ubicata in via Valentinis a Monfalcone, conserva le collezioni geologiche-paleontologiche, la biblioteca geo-paleontogica e l’esposizione di fossili dei periodi Mesozoico e Cenozoico.

E’ inoltre un ottimo punto panoramico, la vista spazia sulla città, sul mare e la zona circostante.

Tornando in città, spostandosi nell’area della Fincantieri, si trova il MuCa, l’unico museo italiano dedicato alla cantieristica.

Inaugurato nel 2017 nella sede dell’ex Albergo Operai del villaggio di Panzano, percorre oltre un secolo di storia attraverso testimonianze e documenti, con lo scopo di raccontare la storia di un territorio.

Il percorso espositivo si sviluppa su diverse tematiche, come la città-fabbrica, il cantiere, l’evoluzione del territorio, la tecnica e la costruzione delle navi e molto altro.

Fincantieri è leader italiano a livello globale nella progettazione e costruzione di navi da crociera, navi militari, offshore e navi speciali.

Nei dintorni di Monfalcone, si trova il Parco tematico della Grande Guerra, dove si ripercorre un pezzo di storia locale ed Italiana del periodo 1915 – 1918.

Il Parco è collegato con sentieri CAI, al Museo all’aperto del comprensorio difensivo della Dolina dei Bersaglieri, al Museo all’aperto di San Martino del Carso e al Museo all’aperto del Monte San Michele.

Io mi dirigerò proprio alla Dolina dei Bersaglieri.

Dolina dei Bersaglieri sul Monte Sei Busi

A pochi chilometri da Monfalcone si trova la Dolina dei Bersaglieri, detta anche “Dolina dei 500”, un museo all’aperto inaugurato nel 2000 sui campi di battaglia del Monte Sei Busi poco distante dal Sacrario dei Centomila di Redipuglia.

Uno di quei luoghi in cui nel corso della Grande Guerra, la presenza ed il sacrificio dei soldati è ben documentata.

Guarda la gallery
img_20210805_143311

img_20210805_182223

img_20210805_181246

img_20210805_175522

img_20210805_173711

img_20210805_173704

img_20210805_150714

img_20210805_150525

img_20210805_150252

img_20210805_150100

img_20210805_180459

img_20210805_142902

img_20210805_134323

img_20210805_133950

img_20210805_133920

img_20210805_130247

img_20210805_130104

img_20210805_102544

img_20210805_102201

img_20210805_095651



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Friuli-Venezia Giulia
    Diari di viaggio
    escursione sulla diga del vajont

    Escursione sulla diga del Vajont

    Nella fantastica cornice delle Dolomiti friulane, tra la provincia di Pordenone e quella di Belluno, alle pendici del monte Toc, si trova...

    Diari di viaggio
    sola, sul cammino delle pievi della carnia

    Sola, sul Cammino delle Pievi della Carnia

    Qualsiasi viaggio non è mai solo un punto su una mappa, ma è prima di tutto un confronto con se stessi, specie se il percorso è fatto a...

    Diari di viaggio
    da sacile a pordenone, tra canali e borghi

    Da Sacile a Pordenone, tra canali e borghi

    Prosegue la scoperta del Friuli Venezia Giulia, dopo i primi 3 itinerari (Udine-Gorizia; Palmanova-Aquileia; Spilimbergo-San Daniele), mi...

    Diari di viaggio
    percorsi di storia nella zona di monfalcone

    Percorsi di storia nella zona di Monfalcone

    Continua la mia "avventura" in Friuli Venezia Giulia, eccomi arrivato al 5° itinerario, questa volta più storico, nella zona di...

    Diari di viaggio
    da barcis a venzone, tra natura e mummie

    Da Barcis a Venzone, tra natura e mummie

    Dopo la zona di Monfalcone, l'ultimo itinerario in Friuli Venezia Giulia prima della mia partenza, prevede una parte naturalistica, visita...

    Diari di viaggio
    insolita trieste

    Insolita Trieste

    Io e il mio compagno siamo stati a Trieste per il ponte dell’8 dicembre (8 – 12 dicembre 2021): 5 giorni che per noi, provenienti da...

    Diari di viaggio
    udine e gorizia, tra dimore e borghi

    Udine e Gorizia, tra dimore e borghi

    Il mio intento è quello di scoprire la Regione in 1 settimana, visitando luoghi principali e posti poco conosciuti tra borghi storia e...

    Diari di viaggio
    itinerario tra palmanova e aquileia

    Itinerario tra Palmanova e Aquileia

    Dopo il primo itinerario che mi ha portato tra le altre a visitare Gorizia e Udine, mi dirigo nella zona di...

    Diari di viaggio
    dai mosaici di spilimbergo al san daniele

    Dai mosaici di Spilimbergo al San Daniele

    Il terzo itinerario, dopo quelli nella zona di Gorizia-Udine e Palmanova-Aquileia, prevede la visita di alcune località di importante...

    Diari di viaggio
    fine settimana sulle montagne del friuli

    Fine settimana sulle montagne del Friuli

    In questo strano anno 2020, come tanti abbiamo deciso di passare le nostre ferie in Italia, suddividendo le settimane che di solito...