Pausa invernale… New York e Antigua

Dalla metropoli al mare
 
Partenza il: 08/12/2011
Ritorno il: 18/12/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

New York è sicuramente una città da non perdere, così spinti dalla voglia di staccate e incuriositi dalla sua famosa atmosfera natalizia l’8 dicembre siamo partiti alla volta della Grande Mela. Volo AirLingus con scalo a Dublino 500€ a testa. Mettete in conto di perdere almeno un’ora all’arrivo per il controllo dei documenti. Siamo molto fortunati perchè li abbiamo l’appoggio di una zia che ci ha permesso di risparmiare sull’alloggio che è una delle voci di che influisce maggiormante sulla spesa di un viaggio di questo tipo. Abbiamo programmato di rimanere a New York solo 3 giorni, per poi andare a cercare un po di sole ai Caraibi, in particolare Antigua!

La zia in realtà abita a Long Island, a circa un’ora dalla City, ma samo comodamente collegati dal Long Island Rail Road (treno) che da Ronkankama ci porta a Penn Station, a Manhattan. Alloggiare in questa zona ci ha permesso di entrare nella realtà americana di tutti i giorni, quella che vediamo nei film. Qualsiasi luogo comune è stato infatti confermato! Macchinoni, strade e parcheggi enormi, case completamente rivestite di luci natalizie con tanto di renne luminose in giardino, il gironale che la mattina viene scaraventato sullo zerbino di casa… insomma tutto!

I pochi giorni a disposizione ci hanno premesso di vedere ben poco! Giusto i luoghi principali: Empire State Bilding, ponte di Brooklyn, Little Italy e China Town, Rockfeller Plaza (con l’albero!), Central Park, Wall street, la statua della libertà (solo da lontano) e ci siamo concessi ovviamente un po di tempo per lo shopping (non si può non approfittare del cambio favorevole!). Abbiamo scelto l’Empire (22$ a testa se non sbaglio) rispetto al Top of the Rock perchè ha la vista sui grattacieli mentre l’altro su Central Park che d’inverno, senza neve non è il massimo! Consiglio di salire dopo il tramonto perchè si evitano lunghe code e ci si gode la notte illuminata a giorno dalla città! Spettacolo! Se dovessi riandare a New York penso che ci risalirei! Non fatevi infinocchiare dai tizi fuori dall’Empire che vi vogliono vendere i biglietti, li pagherete in ogni caso di più! Abbiamo anche chiuso gli occhi davanti a ogni forma di igiene mangiando un hot-dog da un baracchino all’angolo della strada! Cene sono parecchi! Ci siamo sempre spostati a piedi in quanto riteniamo sia il modo migliore (anche se più stancante) per cogliere lo spirito di una città, e anche perchè tutti i posti dove siamo stati sono abbastanza vicini tra loro.

La mattina del terzo giorno all’alba abbiamo preso un taxi per andare all’aeroporto di Newark, da dove partono gli aerei per i caraibi, attraversare Manhattan all’alba e vedere il sole sorgere dietro i gattacieli è stata sicuramente l’esperienza più bella di tutta la vacanza. Newark è nel New Jersey ma è l’aeroporto più vicino a Manhatttan!

Messa la faccia fuori dal portellone dell’aereo arrivato ad Antigua si sente mancare l’aria dall’umidità e dal caldo. Ci accoglie un simpatico gruppo musicale che canta e suona “Feliz Navidad”, è la nostra prima vacanza invernale al caldo e ci sembra tutto così strano! Abbiamo preso un taxi che ci ha portato fino all’hotel che avevamo precedentemente prenotato.

Prima di partire avevo letto i diari di molti TuristiPerCaso che consigliavano di affittare un proprio mezzo per spostarsi sull’isola. L’idea iniziale era proprio quella ma questo primo giro in taxi ci ha fatto riflettere molto! Non ce la siamo sentita per i seguenti motivi:

-Guidano sulla sinistra della strada e abituarsi non è facile

-Le vie sono si asfaltate ma quasi sempre monocorsia a 2 sensi di marcia con diversi saliscendi

-I cartelli sono rari

-La guida degli antiguani può essere definita “impavida”

-La sanità è privata, molto cara e noi siamo senza assicurazione.

Per spostarci abbiamo preferito usare i taxi, non molto economici ma sicuri. Le loro tariffe sono decise dal governo quindi non è possibile contrattare (a meno che non si prendono gli abusivi) e dove ti lasciano ti vengono a prendere, puntuali all’ora prestabilita. Questo tipo di scelta però non permette di godersi a pieno l’isola e per questo siamo molto dispiaciuti!

Abbiamo alloggiato all’Hycon cove by rex resort (400€ per 6 giorni), a 5 minuti di macchina da St. Jhon. Dà sulla Dickenson bay, non è la migliore dell’isola ma comunque merita! Lo abbiamo scelto per l’ottimo rapporto qualità prezzo e ci sentiamo di consigliarlo! Abbiamo optato per la formula all inclusive, l’isola non offre molte possibilità per il fai da te (i ristoranti sono principalmente quelli dei resort quindi molto cari!) e in più senza macchina è dura uscire pranzo e cena tutti i giorni. L’isola in generale è cara. Essendo un’isola tropicale preparatevi a punture d’insetto di tutti i tipi! La “capitale” non merita una visita più lunga di mezzora! Andate alle spiagge di Palm Beach e Long Bay! Se volete andare a Barbuda, provateci subito dal primo giorno! Noi abbiamo aspettato gli ultimi 2 ma a quanto pare la partenza del battello è a discrezione del conducente quindi non sempre va. Noi purtroppo ce la siamo persa dopo aver tentato invano 2 mattine… grande rimorso! Il mare è sempre azzurro, ma non trasparente! E’ sempre torbido, quindi niente snorkeling!

Penso di avervi detto tutto quello che serve ma se avete domande contattateci pure!

Vivi



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Antigua e Barbuda
    Diari di viaggio
    guatemala, messico e florida tra vulcani, spiagge e siti maya

    Guatemala, Messico e Florida tra vulcani, spiagge e siti maya

    Key West è certamente piacevole, anche se ormai piuttosto lontana da quell’atmosfera...

    Diari di viaggio
    da barbados a barbuda

    Da Barbados a Barbuda

    questo rende il luogo anche piuttosto affollato (nel nostro caso specificamente da croceristi italiani – quindi nessun problema a trovare...

    Diari di viaggio
    yucatan, chiapas e guatemala in autonomia

    Yucatan, Chiapas e Guatemala in autonomia

    Introduzione Questo racconto sarà così organizzato: all'inizio raccoglierò una serie di consigli utili per coloro che vogliono...

    Diari di viaggio
    guatemala e un pizzico di honduras

    Guatemala e un pizzico di Honduras

    GUATEMALA E HONDURAS 29.12.2016 – 09.01.2017 29.12.2016 – Voli:Lufthansa Firenze/Francoforte e Francoforte/Mexico City – Aeromexico...

    Diari di viaggio
    tour del guatemala 2

    Tour del Guatemala 2

    GUATEMALA - EL SALVADOR (gennaio 2017) Di DerekQuesto report è la descrizione sintetica dell’estensione privata, mia e del mio...

    Diari di viaggio
    il paese degli uomini che vivono tre volte

    Il Paese degli uomini che vivono tre volte

    Dalle stele ancora fissano, pietrificati, le radici serpeggianti scalzare i gradoni dei palazzi, i secoli sgretolare le acropoli altezzose,...

    Diari di viaggio
    guatemala e messico di in bus

    Guatemala e Messico di in bus

    Day 1 L'avventura sembrava essere iniziata nella sventura. Dopo aver fatto uno scalo tecnico a Houston per ritardo del volo di 14h! Meno...

    Diari di viaggio
    antigua & barbuda: caldo inverno

    Antigua & Barbuda: caldo inverno

    Venerdì 10.03.2017 Partenza prevista con volo Neos da Malpensa ore 13:00 ritardata di circa 3 ore (decollo effettivo alle 16:20) per un...

    Diari di viaggio
    antigua fai da te

    Antigua fai da te

    Ad Antigua si possono fare due tipi di vacanze: extra lusso nei resort oppure a contatto con le persone in B&B o piccoli...

    Diari di viaggio
    guatemala e belize in fai da te... dai monti al mare

    Guatemala e Belize in fai da te… dai monti al mare

    Guatemala e Belize: viaggio fai da te dai monti al mare Periodo: 8 - 22 Gennaio 2015; Spesa: 1840 € a testa; Itinerario: Citta del...