Pasqua 2011 in Baja California Sur

Viaggio on the road alla ricerca di posti sperduti dove il turismo di massa non è ancora arrivato.
 
Partenza il: 21/04/2011
Ritorno il: 03/05/2011
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

PASQUA 2011 IN BAJA CALIFORNIA SUR (viaggio con bimbi al seguito)

Informazioni generali

Perché questo viaggio: l’idea di andare in Baja California è nata da una frese letta per caso su internet (non ricordo più dove) che diceva: La baja non è per “turisti” ma per “viaggiatori”: non è per i forzati del divertimento ma per coloro che sanno ancora emozionarsi dinanzi allo spettacolo della natura … Voli: li abbiamo prenotati tramite agenzia già a settembre. Abbiamo viaggiato in andata con Klm da Malpensa via Amsterdam e Messico City (Boeing 747 con ottimo servizio a bordo) poi l’ultima tratta fino a La Paz con Aeromexico. Il rientro da La Paz via Messico City e Parigi con Aeromexico (aereo vecchio e servizio pessimo) poi Air France da Parigi a Malpensa. Affitto macchina: abbiamo prenotato con la Thrifty (www.thrifty.com) ma ci sono tutti i principali Rent a car. Abbiamo preso una jeep in quanto sapevamo che bisognava percorrere alcuni tratti di sterrato. Al nostro arrivo siamo andati in hotel in taxi e la mattina seguente l’abbiamo ritirata al centro di La Paz. L’abbiamo poi rilasciata all’aeroporto il giorno della partenza davanti agli arrivi e mettendo le chiavi sul banco della Thrifty all’interno dell’edificio (così ci avevano detto di fare). Itinerario: La Paz, Loreto, Mulege, Punta Chivato, Loreto, San Carlos, La Paz Hotel: anche questi prenotati in Italia solo in pernottamento. Lo standard è medio ma non ci sono molte alternative. Ci sono hotel a 5 stelle solo a Los Cabos. Avremmo voluto pernottare alle 3 posada Las Flores (di La Paz, Loreto e Punta Chivato) ma non accettano bimbi sotto i 12 anni. 1) La Paz: 4 notti all’hotel Marina (http://www.hotelmarina.com.mx/sp/index.html) (si trova al porto turistico verso le spiagge che sono ad est della città). Carino con piscina. Le camere hanno 2 letti queen size. Abbiamo fatto qui le colazioni. 2) Loreto: 3 notti all’hotel Desert Inn (http://www.loretomexico.com/loreto/hotels/lapinta.htm) (avevamo prenotato una camera hacienda ma non era un gran che quindi l’abbiamo cambiata con una camera villa pagando la differenza). Questa era bella e spaziosa con addirittura il caminetto. L’hotel si trova sulla grande spiaggia ed ha una bella piscina. 3) Mulege: 1 notte (e ci è bastata) all’hotel Serenidad (http://www.hotelserenidad.com/hotel.htm). In questo paesino ci sono 2 o 3 alberghi quindi non c’è molto da scegliere. I gestori erano maleducatissimi (al contrario di tutte le persone con le quali abbiamo parlato), la colazione abbiamo sbagliato a farla qui ed era immangiabile, le camere spaziose con caminetto e 5 posti letto ma vecchie, tenute male e con mobili rotti. C’era la piscina con acqua non proprio pulitissima. 4) Punta Chivato: hotel Hacienda (www.hotelhaciendapuntachivato.com). Meraviglioso. Con solo 7 camere tutte in stile antica posada messicana con pittura bordeaux, mobili in legno scuro ecc.ecc. Direttamente sul mare. A breve costruiranno la piscina, per ora si può usufruire di quella dell’hotel Hotelito (stessa gestione) (www.elhotelitopuntachivato.com) che si trova 3 km. Prima. 5) Avemmo dovuto andare a S. Ignazio sempre al Desert Inn ma abbiamo rinunciato per rimanere a Punta Chivato. 6) San Carlos: hotel Brennan (http://www.hotelbrennan.com.mx/). Molto semplice ma vedendo come vive la gente in questo paese questo hotel è di lusso. Temperatura acqua: freddina. I bimbi sono riusciti sempre a fare il bagno, noi no. Tutti i messicani invece erano in acqua. Man mano che si va avanti con la stagione si scalda sino ad arrivare ad agosto che è caldissima. Temperatura: ad aprile è primavera quindi si sta bene. Il sole è molto caldo ma l’aria è fresca. Si devono comunque indossare cappellini ed occhiali da sole e proteggersi con creme. Ad agosto dicono che ci sono temperature folli. Paesaggi: spettacolari. Si passa dal paesaggio marino costellato di isole alle oasi verdi sino ad arrivare ai deserti aridi e polverosi dove riescono a vivere solo i cactus. Flora: cactus e poi cactus e per finire cactus. Siamo stati fortunati perché in questo periodo sono in fiore e la fioritura dura pochi giorni. Una tipologia di cactus (Pachycereus pringlei: ha un “tronco” e poi si ramifica ad un metro da terra) ha il fiore bianco e giallo all’interno, quelli che si ramificano da terra hanno il fiore violetto. Osservandoli nel corso del viaggio sono arrivata alla conclusione che si aprono dopo il tramonto e si chiudono dopo poche ore che sorge il sole. Si concentrano soprattutto ad ovest della pianta così non vengono colpiti dai raggi e riescono a rimanere aperti più a lungo. Ci sono anche tante agavi e palme dove ci sono sorgenti di acqua dolce. Essendo primavera molte piante hanno ancora piccole foglie verdi ed alcune piccoli fiori ma nel giro di poco tempo tutto sarà completamente secco. Fauna: abbiamo visto solo qualche coniglio e scoiattolo. Nei mesi caldi ci sono serpenti a sonagli e scorpioni. In mare abbiamo visto leoni marini, delfini e una balena. Per quanto riguarda le balene grigie la Baja California è famosa in tutto il mondo come posto migliore per l’avvistamento di questi pacifici giganti del mare. Vivono nel mare di Bering al largo dell’Alaska ma vengono in questi mari da gennaio a marzo per partorire e per fare crescere i piccoli fin tanto che non sono pronti per affrontare il lungo viaggio di ritorno. Questi posti si prestano molto in quanto sono insenature protette. Ce ne sono tre sul Pacifico e sono da nord verso sud: Guerriero Negro (Laguna Ojo de Liebre), la Laguna di Sant Ignacio e la Laguna di San Carlos nella Bahia Magdalena. Nel mar di Cortez c’è la Bahia di Los Angeles. Invece la baia di La Paz è il paradiso dello squalo balena. Si vedono anche dalla barca. Questa zona è ottima per fare sub. Nel cielo ci sono sempre gli avvoltoi che volano disegnando cerchi. Spiagge: al contrario di quello che si potrebbe pensare, quelle che si trovano sul Mar di Cortez non hanno nulla a che invidiare ai Carabi. Sono bianche e coralline, l’acqua è di un azzurro trasparente incredibile l’unica cosa è che alle spalle delle spiagge non ci sono le palme ma cactus e deserto rosso. Gente: abbiamo trovato tutte persone gentili. Ti salutano addirittura quando passi con la macchina. Abbiamo trovato scortesi sono i gestori dell’hotel Serenidad. Sicurezza: avevamo qualche titubanza quando organizzavamo il viaggio perché viaggiando con i nostri bambini volevamo essere sicuri di non aver problemi. Devo dire che non c’è nessun rischio. Ci sono posti di blocco verso nord dopo La Paz e dopo Loreto ma sono solo per cercare di fermare i corrieri della droga che vanno verso gli Stati Uniti. Se non portate nulla di illegale non avete problemi … Sulle spiagge ci siamo spaventati il primo giorno perché c’era tanta “Polizia preventiva”, uomini della “Marina” e militari in mimetica con tanto di passamontagna e fucile impugnato. Vedendo quest’immagine siamo andati in panico e ci siamo detti: ma dove siamo finiti …? … Poi parlando con diverse persone ci hanno rassicurati sul fatto che sono presenti per “prevenire”. Le persone gradiscono la loro presenza perché così sono sicure che nessuno osa fare nulla di non consono perché verrebbe immediatamente fermato. Ci siamo effettivamente resi conto che la loro presenza ci faceva stare tranquilli. Non avevamo l’assillo di prendere il sole con la testa sopra lo zaino dei documenti e dei soldi ecc.ecc. Ristoranti: dire che abbiamo mangiato bene è dir poco. Servono sempre come antipasto pezzi di tacos con salsine piccanti squisite. Avevo paura di trovare piatti super conditi con salse pesanti ed invece mi sbagliavo. Cucinano carne ma soprattutto pesce alla griglia. Poi si può comunque far togliere o aggiungere quello che si vuole anche se ho notato che in alcuni posti ci guardavano in modo strano se chiedevamo qualche modifica. È obbligatorio lasciare la mancia del 10-15% dell’importo speso. Solitamente spendevamo circa 15 € per la colazione e 45/50 € per cena. A pranzo preferivamo frutta o altro acquistato nei vari negozi trovati nei paesi. Anche l’acqua la compravamo lì. Acqua: ci siamo lavati i denti con acqua della bottiglie che si trovano già in camera. Abbiamo sempre avuto l’accortezza di chiedere bevande senza “hielo” (ghiaccio) però non siamo stati attenti sul mangiare. Se capitavano pomodori crudi o macedonia con frutta non sbucciata li mangiavamo ugualmente. Non abbiamo avuto nessun problema stomaco-intestino. Lingua: molti parlano inglese ma ci sembrava quasi fuori luogo. Lo spagnolo è molto simile all’italiano quindi preferivamo capire e farci capire nella loro e nostra lingua. Documentazione: itinerari di Turisti per Caso, informazioni varie di internet, cartina acquistata on line (http://www.maps-store.it/messico-yucatan/mappa-baja-california-messico-e-guide-carta-map-mappa.html ) a € 12,50. Cambio: 1 € = 15 pesos. Partiamo dall’Italia con dollari che cambiamo sia in banca che nei banchi cambio lungo le strade. Fuso: 8 ore in meno dell’Italia. Opinione generale: ottima. E’ un viaggio che consiglio assolutamente. Bambini: questo viaggio dovevamo farlo due anni fa ma poi abbiamo cambiato meta, obiettivamente saremmo stati un po’ azzardati con loro. Ora che hanno 8 anni Martina e 10 Matteo abbiamo deciso che si poteva fare. Sono abituati a viaggiare quindi non hanno avuto problemi di nessun genere, hanno preso il fuso meglio di noi. Mangiano di tutto quindi si sono adattati. Sono appassionati di animali quindi gli sono piaciute le 3 escursioni in barca. Hanno potuto fare molti bagni anche se avrebbero apprezzato di più la cosa se l’acqua fosse stata un pochino più calda. Per il resto la Baja non offre molto per loro. Credo però che viaggi come questo siano più interessanti che non vacanze passate al mini club in villaggi turistici. Accrescano il bagaglio di esperienze vissute e cose viste che si ricorderanno per sempre.

Guarda la gallery
la-paz-panorama-mc1un

Baja California - leone marino Isla Coronado

la-paz-panorama-r5kew

Baja California - isla Coronado

la-paz-panorama-9rr97

Baja California - Baja California - isla Coronado

la-paz-panorama-u32w6

Baja California - isla Coronado

la-paz-panorama-s513d

Baja California - on the road

la-paz-panorama-d3hgj

Baja California - Punta Chivato

la-paz-panorama-dpw5e

Baja California - Punta Tecolote

la-paz-panorama-nzcu7

Baja California - Playa Balandra

la-paz-panorama-9qjbz

Baja California - fioritura cactus

la-paz-panorama-4s6fw

Baja California - isla Coronado

la-paz-panorama-93jtj

Baja California - missione di Mulege

la-paz-panorama-4eauw

Baja California - missione di San Javier

la-paz-panorama-j4brt

Baja California - isla Espiritu Santo

la-paz-panorama-ccbaw

Baja California - Playa Balandra

la-paz-panorama-6239b

Baja California - isla Espiritu Santo

la-paz-panorama-sd6yb

Baja California - isla Espiritu Santo

la-paz-panorama-4s6hq

Baja California - Loreto



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Baja California Sur
    Diari di viaggio
    bassa california, l'altro lato del messico

    Bassa California, l’altro lato del Messico

    e ci nuotano sotto e attorno. Sono come dei grossi cagnoloni. Ci fermiamo un po’ di tempo a giocare con loro anche se gli altri del...

    Diari di viaggio
    baja california: dove il deserto incontra il mare

    Baja California: dove il deserto incontra il mare

    Quando mi fu proposta la Baja come meta per le tanto attese vacanze estive, non sapevo davvero cosa aspettarmi. Dopo 3 anni di vita a...

    Diari di viaggio
    messico e baja california sur

    Messico e Baja California Sur

    è un spettacolo emozionante vederle così vicine alla riva .La sera ci concediamo una pizza(ottima), l’ unica dell’ intera vacanza al...

    Diari di viaggio
    baja california sur 3
    ELY

    Baja California Sur 3

    Finalmente il tanto sospirato giorno è arrivato; partenza da Milano Malpensa il giorno 22 agosto, primo scalo a Madrid e ripartenza per...

    Diari di viaggio
    baja california sur: ...ascolta il silenzio!

    Baja California Sur: …ascolta il silenzio!

    29/05/2011 – 06/06/2011 – NR. 4 PERSONE ADULTE Prima di iniziare il racconto di questa fantastica nostra avventura, voglio ringraziare...

    Diari di viaggio
    pasqua 2011 in baja california sur

    Pasqua 2011 in Baja California Sur

    PASQUA 2011 IN BAJA CALIFORNIA SUR (viaggio con bimbi al seguito) Informazioni generali Perché questo viaggio: l’idea di andare in Baja...

    Diari di viaggio
    messico b e b: barranca del cobre e baja california sur 2010

    MESSICO B e B: Barranca del Cobre e Baja California Sur 2010

    passeggiare e prendere quello successivo. La giornata vola , facciamo una breve sosta ristoratrice in uno dei centri commerciali della Zona...

    Diari di viaggio
    messico e nuvole di poche - baja california sur

    Messico e Nuvole di poche – Baja California Sur

    famoso Hotel California (citato dagli Eagles nella loro canzone omonima). Costo circa 450 pesos contro 100 dollari dell’Hotel dove...

    Diari di viaggio
    mexico zaino in spalla

    Mexico zaino in spalla

    Il nostro viaggio si è protratto per 3 settimane nel mese di marzo 2009 e la nostra intenzione alla partenza era di spremerci al massimo...

    Diari di viaggio
    magica baja california sur

    Magica baja california sur

    Era da tempo che pensavo di fare un viaggio in Baja California ma la decisione di patire, su proposta di nostri due amici, è stata...