Parigi: week end lungo seguendo i consigli

Partiamo per la capitale francese con una lista di consigli di un amico parigino con l'intenzione di "vivere" Parigi non da semplici turisti considerando che entrambi abbiamo già visitato la città qualche anno fa. Non vi racconteremo le ns giornate ma solo fare un elenco (non in ordine di priorità) delle cose da fare e da vedere precisando che...
 
Partenza il: 13/03/2008
Ritorno il: 16/03/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Partiamo per la capitale francese con una lista di consigli di un amico parigino con l’intenzione di “vivere” Parigi non da semplici turisti considerando che entrambi abbiamo già visitato la città qualche anno fa.

Non vi racconteremo le ns giornate ma solo fare un elenco (non in ordine di priorità) delle cose da fare e da vedere precisando che nel ns week end c’è molto poco di “turistico”. : 1.Rue Montorgueil (metro Etienne Marcel oppure Les Halles) – vivace e colorata strada vicino al Forum des Halles molto frequentata dai parigini. Boulangerie..Patissier (come la famosa STOHRER fondata nel 1730), ristoranti (come L’ESCARGOT MONTORGUEIL se vi piacciono le lumache), pescherie, fruttivendoli, fromagerie… cibo per tutti i palati e gli occhi..Eh si perché ti colpiscono anche i colori oltre che il gusto e il profumo delle esposizioni di questi piccoli negozi.

Alla fine della strada si apre la piazza dove si affaccia l’Eglise St Eustache, struttura molto imponente e che vale la pena visitare.

Per qualche info in più www.Lequartiermontorgueil.Com/ 2.Rue Mouffetard (metro Place Monge) – nel cuore del Quartiere Latino simile a Rue Montorgueil ma molto più turistica. In cima alla strada troverete una piazzetta molto carina con molti cafè, Place de la Contrescarpe. Lungo la strada tra i vari punti di ristoro il più caratteristico e “parigino”, nel senso di frequentazione, è la Maison de Tarte…Personale gentile e cordiale vi servirà delle ottime torte salate e dolci (ci sono anche menù a prezzi fissi molto più che abbordabili!). 3.La vista dalla terrazza dell’Institute du Monde Arabe – purtroppo abbiamo potuto vederla soltanto da lontano nel senso che la terrazza era chiusa per lavori ma da dietro la vetrata il panorama che abbiamo intravisto ci ha affascinato. L’entrata alla terrazza è gratuito! La visita al palazzo vale soprattutto per la struttura esterna.

4.Il Quartiere Latino – non c’è un luogo in particolare, ma solo passeggiare per le sue strade è di per se affascinante…Alle spalle del Pantheon ci sono molti locali che di sera si animano moltissimo. La Moschea si trova in questo quartiere (fate un salto al suo caffè per bere del the verde con dei pasticcini arabi e per fumare rigorosamente fuori dalle sale chiuse…Ormai anche in Francia vigono gli stessi divieti che ci sono in Italia), il bellissimo e ordinatissimo Jardin des Plantes (il Giardino Botanico) con un palazzo bellissimo a dominarlo! 5.Notre-Dame e Tour Eiffel – ritornarci è stato doveroso. Per noi le due attrazioni turistiche per eccellenza di Parigi. Deludente, invece, la passeggiata per gli Champs Elysee…Troppo commerciale (e quindi simile a qualsiasi altra strada commerciale di una metropoli) e soprattutto rumorosa (causa traffico che non ricordavamo così presente lungo il vialone..).

6.Dove consumare le vs cene parigine – Le Pre Verre (http://www.Lepreverre.Com/) – nel quartiere Latino a pochi metri dalla fermata Mauberte – Mutualitè e in una traversa del Bouvelard de St Germain. Il locale, molto carino e frequentato rigorosamente da parigini, si presenta informale e ben arredato, è stato aperto qualche tempo fa da un famoso cuoco della haute cousine francese. La cucina è francese ma il cuoco ama arricchirla di spezie arabe e asiatiche lasciando però immutata la delicatezza dei piatti che non risultano mai troppo aggressivi. I piatti sono semplici con differenti ingredienti ben legati tra loro ma allo stesso tempo perfettamente distinguibili. Porzioni generose e qualitativamente di buon livello giustificano il conto finale di circa e80 (ma con bottiglia di vino da e25). Il nostro consiglio è scegliere il menu a prezzo fisso che prevede: Entree+Plat+dessert e l’acqua se non richiedete acqua minerale a direttamente da rubinetto). Tra i piatti provati vi consigliamo: la zuppa, lo stoccafisso con pure di patate fume’, terrina di Foie gras e piselli, carne di maiale con una delicatissima salsetta di latte e porri, trionfo di cioccolato con gelato e fragole marinate con gelato. Ma sbirciando nei piatti dei ns vicini anche altri piatti sembravano essere buoni.

Le Garde-Robe – si tratta di un’accogliente e minuscola enoteca che si trova in rue de l’arbre sec, a circa 200mt dalla fermata metro Louvre-Rivoli.

Buona lista di vini francesi (anche al bicchiere) cui si accompagna un buon menù di taglieri di formaggi e salumi, tartine (simili alle nostre bruschette), foie gras, salmone affumicato ecc ecc. Prezzi abbordabili, anche per i bicchieri di vino, personale gentile e ambiente giovane e informale (anche qui eravamo gli unici stranieri…!!) 7.Montparnasse – il mercatino alimentare il sabato mattina e quello degli artisti la domenica mattina in Bouvelard Edgar Quinet se siete alla ricerca di “souvenir” parigini; in Rue du Montparnasse per gustare la più classica delle Crepe in una delle tantissime creperie della strada; per la colazione in Rue d’Odessa c’è la Buolanger/Patissier ROBIN (non avrete difficoltà a riconoscerla…C’è la fila per entrare e comprare) ottimo pan au chocolat.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Francia
    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 2022

    Normandia e Bretagna 2022

    Diario di viaggio in Normandia e Bretagna (Francia)Considerazioni generali e info utiliPersone: 2 adulti Spesa finale: circa 1400...

    Diari di viaggio
    la lavanda in provenza

    La lavanda in Provenza

    La lavanda fiorisce in Provenza da metà giugno e raggiunge il culmine solitamente verso la metà di luglio, dopodiché viene tagliata e...

    Diari di viaggio
    provenza: go camping

    Provenza: Go Camping

    Descrizione pratica di un viaggio di due settimane on-the-road (9/14 agosto 2021), itinerante e un po' barboneggiante nella regione...

    Diari di viaggio
    da parma a annecy, nancy, stoccarda: un viaggio fai da te come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, Stoccarda: un viaggio “fai da te” come piace a noi!

    Da Parma a Annecy, Nancy, e Stoccarda, sempre due coppie e il mitico WuilliNoi e la nostra passione "viaggi in auto fai da...

    Diari di viaggio
    provenza, svizzera francese ed italiana in tenda

    Provenza, Svizzera Francese ed Italiana in tenda

    Premessa: i protagonisti del viaggio sono una coppia di ragazzi di 25 anni, un’auto ed una tenda canadese. Eravamo alla ricerca di una...

    Diari di viaggio
    la traversata longitudinale della alpi: da trieste a nizza in bicicletta

    LA TRAVERSATA LONGITUDINALE DELLA ALPI: da Trieste a Nizza in bicicletta

    24/07/21 Inizia una nuova avventura in sella. Oggi giornata dedicata al trasferimento da casa a Trieste in treno.Pedaliamo fino alla...

    Diari di viaggio
    il medoc delle meraviglie

    IL MEDOC DELLE MERAVIGLIE

    Non ero mai stata in Médoc e l'occasione giunge andando a trovare un amico innamorato delle sue foreste e del suo oceano. Ho vissuto...

    Diari di viaggio
    un grazioso fine settimana a nizza

    Un grazioso fine settimana a Nizza

    Un grazioso fine settimana a Nizza (spendendo poco)Quando si pensa alla Costa Azzurra vengono i mente i festival del cinema il lusso...

    Diari di viaggio
    normandia e bretagna 3

    Normandia e Bretagna 3

    Le piccole case a graticcio di Rouen, le impressionanti falesie bianche e i panorami mozzafiato di Fecamp ed Etretat, il brutalismo di Le...

    Diari di viaggio
    jumieges: le rovine più belle di francia

    JUMIEGES: le rovine più belle di Francia

    Partecipanti: la sottoscritta insieme al maritoPRIMA DI PARTIRE Victor Hugo le definiva “le più belle rovine di Francia” ed in...