Parigi in 6 giorni: racconto e consigli pratici

Viaggio in famiglia (figlie di 19 e 15 anni) nella capitale francese
Partenza il: 14/08/2015
Ritorno il: 20/08/2015
Viaggiatori: 4
Spesa: 500 €

Partiamo il mattino da Verona con un volo AirFrance e arriviamo alle 12.30 circa al terminal 2G dell’aeroporto Charles de Gaulle. In questo terminal molto piccolo non vi sono indicazioni e giriamo un po’ di tempo alla ricerca di un modo per prendere la RER B per arrivare al nostro hotel. Capiamo che per arrivarci dobbiamo prendere la navetta che ci avrebbe portati al terminal 2F dove avremmo potuto trovare il collegamento con la RER B. Dall’aeroporto la RER ci mette circa un’oretta per arrivare in centro e il costo del biglietto è di 10€ a testa. Arrivati a Montparnasse abbiamo qualche problema di orientamento per trovare l’hotel (Novotel Gare Montparnasse).

Dopo esserci riposati, verso le 17.30 iniziamo il nostro tour! Decidiamo di partire dal Quartiere Latino: facciamo un breve giro, ma visto il temporale che stava arrivando decidiamo di andare a cenare in una delle moltissime brasserie, che consigliamo perché il cibo è buono e, nonostante non siano certo economiche, non si spende neanche troppo. Un altro consiglio è quello di ordinare acqua in caraffa (eau en caraffe), perché l’acqua in bottiglia costa circa 5€ per 25cl. Finita la cena ci dirigiamo a piedi verso Pont des Arts e camminiamo fino a Place de la Concorde passando attraverso i giardini delle Tuileries. Prendiamo la metro e andiamo al Trocadero per ammirare la Tour Eiffel illuminata: a nostro avviso, merita molto di più che di giorno!

Il secondo giorno inizia con la visita al cimitero di Montparnasse situato dietro il nostro hotel. A Parigi i cimiteri, la cui entrata è gratuita, più importanti sono tre (Montparnasse, Montmartre e Père Lachaise) e poiché sono davvero immensi è impossibile visitarli completamente, infatti consigliamo di munirsi di mappa (reperibile all’ingresso) e visitare alcune delle tombe dei personaggi più importanti. Il giro prosegue con la tappa d’obbligo a Notre Dame il cui ingresso è gratuito. Abbiamo deciso di non visitare la Saint Chapelle, a malincuore, per la coda kilometrica. Visitiamo anche l’Ile Saint Louis e ci dirigiamo verso Place de La Bastille. Da li torniamo al Quartiere Latino per visitare il Pantheon, ma all’ingresso ci dicono che per la troppa affluenza la biglietteria è chiusa e può entrare solo chi munito di una carta musei. Andiamo allora a fare un giro per i Giardini del Lussemburgo, ceniamo in una brasserie li vicino e a piedi torniamo verso l’hotel.

Il terzo giorno ci rechiamo a Montmartre, uno dei posti forse più belli di Parigi. Seguiamo un tour che ci proprone la guida che avevamo comprato a Verona: partendo da Place des Abbesses andiamo verso la chiesa del Sacro Cuore. Noi siamo andati di domenica e lo sconsigliamo vivamente poiché a causa della messa non si può davvero apprezzare l’interno della chiesa. Passando per Place du Terte, la piazza degli artisti, andiamo verso i due cabaret più famosi: il Lapin Agile e il Moulin de la Galette, oggi divenuti ristoranti. Decidiamo di fermarci velocemente al cimitero di Montmartre per poi scendere la strada e arrivare al Moulin Rouge e fare un breve giro a Pigalle. Da lì con la metro andiamo all’arco di trionfo e facciamo una breve passeggiata per gli Champs Elysées (questo viale collega l’arco di trionfo a Place de la Concorde: dall’arco alla piazza la strada è in discesa, mentre dalla piazza all’arco la strada è leggermente in salita) che decidiamo di non percorrere interamente perché decidiamo di andare al Pont de l’Alma per fare il giro in Bateau Mouche (di battelli ce ne sono di vario tipo, tipo i Bateau Parisienne che costano un pochino meno, ma l’abbiamo scoperto tardi!). Il biglietto è di 15€ a testa e una volta fatto si può usare quando si vuole.

Guarda la gallery
cultura-t73fw

Parigi in 6 giorni: diario di viaggio e consigli pratici



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
viaggio nel mani, peloponneso

Viaggio nel Mani, Peloponneso

La regione del Mani si trova nel Sud del Peloponneso, tra Messenia e Laconia. Un...

patrizio e le giuggiole di arquà petrarca

Patrizio e le giuggiole di Arquà Petrarca

Un episodio inedito dello Slow Tour Padano di Patrizio Roversi: durante l’itinerario...

villa vizcaya miami

Villa Vizcaya Miami

Villa Vizcaya Miami

Leggi i Diari di viaggio su Versailles
Diari di viaggio
parigi in una settimana: dritte e info sul nostro itinerario con bambini

Parigi in una settimana: dritte e info sul nostro itinerario con bambini

Per l’estate del 2019, dopo nove anni, abbiamo scelto di ritornare a Parigi perché è una città che ha lasciato in noi una grande...

Diari di viaggio
weekend a parigi 4

Weekend a Parigi 4

PARIGI! Eccoci in partenza, un weekend lungo con la mia mamma per i suoi 60 anni. Scelgo il treno, perchè proprio non ce la faccio a...

Diari di viaggio
parigi in 6 giorni: racconto e consigli pratici

Parigi in 6 giorni: racconto e consigli pratici

Partiamo il mattino da Verona con un volo AirFrance e arriviamo alle 12.30 circa al terminal 2G dell’aeroporto Charles de Gaulle. In...

Diari di viaggio
tour de force a paris

Tour de force a Paris

Finalmente, per il mio 23esimo compleanno riesco a realizzare uno dei miei sogni. Visitare Parigi, la città dell'amore, con il mio Amore....

Diari di viaggio
parigi insolita tra impressionisti e tour de france

Parigi insolita tra impressionisti e Tour de France

Parigi: meta classica con una sorpresa, la vittoria di un italiano al Tour de France Domenica 27 luglio 2014 Quando abbiamo prenotato i...

Diari di viaggio
a zonzo per parigi

A zonzo per Parigi

Rita ed io andiamo spesso a Parigi, facilmente raggiungibile in TGV da Torino con 29 euro per tratta. Ci sistemiamo all’Hotel Jules...

Diari di viaggio
paris, tutto o quasi in tre giorni

Paris, tutto o quasi in tre giorni

Eccoci al nostro primo diario di bordo, speriamo ce ne siano tanti altri! Partenza da Orio al Serio venerdì sera alle 20.25 e arrivo a...

Diari di viaggio
sei giorni a paris... avec la mamma

Sei giorni a Paris… avec la mamma

Volevo fare un bel regalo alla mia mamma per il suo compleanno, così ho deciso di portarla nella sua città del cuore, Parigi, con una...

Diari di viaggio
kenavo breizh! di arrivederci bretagna

Kenavo Breizh! di arrivederci Bretagna

vicinissima mostra d’arte, che espone dipinti di alcuni tra i più importanti pittori impressionisti, allievi dello stesso Monet. La...

Diari di viaggio
bretagna mon amour

Bretagna mon amour

Undici intensi giorni e quasi 2800 chilometri a bordo di una 500 bianca alla scoperta della selvaggia e ventosa Bretagna e di un pizzico di...