Parigi e i castelli della Loira 2

Viaggio in famiglia tra le vie della capitale, Disneyland e i castelli di Blois, Cheverny, Chenonceau, Amboise…
 
Partenza il: 16/08/2011
Ritorno il: 26/08/2011
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

mangiare ma a noi mancano ancora molte cose da vedere. Per fortuna all’uscita scopriamo che se vuoi ti mettono un timbro sulla mano e puoi rientrare (…e scatta il deja-vu adolescenziale delle domeniche pomeriggio in discoteca!). Mangiamo i nostri panini sui tavolo nell’aera apposta appena fuori l’ingresso e rientriamo nel parco dove visitiamo la fattoria, il parco degli asini, l’orto e… sorpresa: parco giochi! Potevamo non fermarci un po’? Riprendiamo la macchina e ci trasferiamo ad Amboise. Anche qui dobbiamo farci una bella scarpinata in salita per raggiungere l’ingresso; gli interni si visitano abbastanza in fretta ed è tutto un riferimento a Leonardo Da vinci che qui è stato sepolto.

Usciamo dal castello, facciamo una passeggiata tra le viette di Amboise e rientriamo a Blois. Stasera per cena accettiamo il consiglio del nostro padrone di casa che ci parla di un ristorante con uno chef che ha lavorato in giro per il mondo e fa ottima cucina a prezzi da brasserie (Le bistrot du Cuisinier – 20 quai Villebois-Mareuil). L’ambiente è un po’ elegante, io purtroppo non ho la prontezza di andare via subito e una volta seduti ci rendiamo conto che l’ambiente non è il massimo per una bambina, mi sento un po’ in difficoltà ogni volta che alza la voce o piange perché vuole scendere dalla sedia a giocare (Spesa: € 78,10). Stasera andiamo al castello di Blois per vedere lo spettacolo luminoso (lo fanno in tutti i castelli). Praticamente ci si siede per terra nel cortile, si spengono le luci e vengono proiettate delle immagini sulle pareti del castello mentre una voce racconta quello che è successo qui nel corso dei secoli. Purtroppo era la versione in francese e non abbiamo capito niente, anche perché nel frattempo dovevamo raccontare la “nostra” versione della storia a Sara che voleva sapere chi erano i personaggi delle immagini e cosa stava dicendo la voce narrante.

Giovedì 25 agosto

Oggi scegliamo di visitare una castello poco conosciuto: La Ferte Saint-Aubin. Lo scegliamo perché un volantino lo descrive come un posto perfetto per i bambini con tanto di casette di legno in miniatura, museo delle bambole e cavalli. Il castello è stato acquistato da dei privati che lo stanno ristrutturando un pezzo per volta usando solo donazioni e i soldi dei biglietti. Questo vuol dire purtroppo che la maggior parte degli spazi è decisamente trascurata. Ovviamente per Sara è stato quello più divertente: all’interno del castello non ci sono limitazioni, si può fare e toccare tutto quello che si vuole. All’ultimo piano si trova anche la ricostruzione di una classe d’epoca con banchi e lavagna e dei giochi di legno per i bambini. Nel seminterrato ci sono le cucine dove nel pomeriggio una signora fa una lezione per imparare a fare le madeleines. Purtroppo l’isola incantata (quella con la casetta di legno) è chiusa al pubblico per motivi di sicurezza (e questo vi dà l’idea delle condizioni in cui versa questo posto). Andiamo allora nella parte che viene indicata come “stazione”. Qui hanno ricostruito una stazione ferroviaria dove c’è anche la locomotiva e un vagone che hanno recuperato dall’Orient Express! Ci sono dei recinti con animali (incluso un pavone un po’ spelacchiato che circola liberamente); sia all’interno che all’esterno ci sono una serie di giochi vecchio stile tipo cricket, volano, i ferri di cavallo da tirare intorno a un bastone, dei tavoli tipo flipper in cui tirare delle palle di legno. Mangiamo qui i nostri panini e prendiamo un po’ di sole sulle sdraio messe a disposizione dei visitatori. L’unica parte ristrutturata è quella dell’ingresso dove si trova il museo delle bambole. La locomotiva è un po’ arrugginita ed è tutto davvero trascurato: polvere, mobili rotti, un chiesa su un isola (ovviamente chiusa) che cade in pezzi; considerando che il biglietto costa come gli altri castelli che abbiamo visto è un po’ un furto, ma se davvero i proprietari stanno cercando di fare tutto da soli, allora 8 euro a persona si possono anche spendere per aiutare a recuperare un posto così: alla fine Sara si è divertita più che da altre parti quindi è andata bene comunque. Al rientro a Blois decidiamo per la cena di tornare al ristorante della piazzetta. Stavolta ci delude un po’; pur correndo come un matto, il cameriere/proprietario stavolta ci mette davvero tanto a servirci (si vede che si sente così in colpa che porta al tavolo dei giochi di suo figlio per Sara). Anche la carne alla griglia non è un granché e l’atmosfera è un po’ intristita dal fatto che le vacanze sono finite. (Spesa: € 61,00).

Venerdì 26 agosto

Partenza molto presto, facciamo colazione in area di sosta (al B&B non la danno prima delle 08.00) e ci dirigiamo all’aeroporto dove restituiamo la macchina e decolliamo alle 11.00.

Considerazioni finali: Parigi è sempre Parigi, non mi stancherò mai di tornarci e con i suoi grandi spazi verdi offre tante alternative di svago per i bambini. La zona dei castelli è stata bella, ma dal terzo castello in poi è stato difficile riuscire a non fare annoiare Sara, ma per fortuna anche qui lo spazio esterno per giocare non è mai mancato. Probabilmente a posteriori avrei pernottato in residence con angoli cottura; dopo essere stati in giro tutto il giorno Sara era stanca e costringerla a stare seduta in un ristorante non è stato il massimo, sarebbe stato meglio avere la possibilità qualche volta di mangiare tranquilli in casa.

Ecco una serie di link che vi possono essere utili:

Noleggio bici: www.parisinfo.com/plan-paris/se-deplacer/location-de-vehicules-sans-chauffeur/dossier/location-de-vehicules-sans-chauffeur_velos-et-rollers

Attività per bambini: www.altraparis.com/it/bambini/,15

Passeggiata con pony: www.evous.fr/spip.php?page=article&id_article=1124363

Marionette: www.parisparis.com/fr/enfant/marionnettes1.html

Biglietti Eurodisney: www.billetfrancilien.com

Aree gioco: www.paris.fr/loisirs/activites-enfants-et-adolescents/activites-dans-les-parcs/p130



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amboise
    Diari di viaggio
    castelli da fiaba

    Castelli da fiaba

    Itinerario lento tra i castelli della LoiraPremessa Per progettare questo itinerario mi sono basata su alcune guide turistiche della...

    Diari di viaggio
    la loira in bicicletta - istruzioni per l'uso

    La Loira in bicicletta – istruzioni per l’uso

    Bici utilizzate Una MTB con copertoni da strada e una citybike. Le piste ciclabili e le strade percorse sono talmente ben manutenute che...

    Diari di viaggio
    bretagna e castelli della loira

    Bretagna e Castelli della Loira

    A volte le cose migliori nascono per caso E per caso è nato questo viaggio in Bretagna.Tutto inizia con una telefonata del mio omonimo...

    Diari di viaggio
    weekend tra i castelli della loira

    Weekend tra i castelli della Loira

    Era da un po' di tempo che avevamo in mente di visitare i castelli della Loira, quindi, quest'anno abbiamo deciso di trascorrervi il...

    Diari di viaggio
    loira: sui sentieri dei templari

    Loira: sui sentieri dei templari

    Non è semplice poter dare degli ottimi consigli per poter approntare un viaggio in questa valle delle meraviglie ma uno in particolare...

    Diari di viaggio
    assaggio di francia

    Assaggio di Francia

    Siamo atterrati a Parigi Beauvais nel tardo pomeriggio, giusto il tempo di prendere l’auto in affitto già prenotata su internet, e...

    Diari di viaggio
    castelli della loira e bretagna 3

    Castelli della Loira e Bretagna 3

    20/07/2013 H.5.00 Partenza da Ancona verso Annecy. Dopo aver guidato per circa 700 Km attraversando il traforo del Frejus siamo arrivati...

    Diari di viaggio
    francia da sogno

    Francia da sogno

    Siamo ormai due amanti della Francia, bisogna ammetterlo. A Parigi per ben due volte (un Capodanno e una dieci giorni estiva), e una...

    Diari di viaggio
    bretagna e normandia: e chi se lo aspettava un viaggio così bello!

    Bretagna e Normandia: e chi se lo aspettava un viaggio così bello!

    DIARIO DI VIAGGIO BRETAGNA E NORMANDIA 2011 - Aprile 2011: domenica pomeriggio ci ritroviamo a casa io, Andrea e la nostra amica Elisa,...

    Diari di viaggio
    i viaggi di gloria... normandia, bretagna e castelli della loira

    I viaggi di Gloria… Normandia, Bretagna e castelli della Loira

    Diario di Viaggio: Cosimo-Gloria-Bino-Angela-Franco-Vera NORMANDIA-BRETAGNA-VALLE DELLA LOIRA 23-31/07/2012 Ci avviamo mesti...