Paradisiache isole Faroe

Cosa bisogna sapere prima di partire per uno dei luoghi più belli del pianeta
 
Partenza il: 27/08/2014
Ritorno il: 01/09/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Le isole Faroe rappresentano qualcosa di unico: vedere foto, leggere su internet, sfogliare guide non rende la vera essenza di queste isole. Bisogna andarci per godere a pieno dell’immensità di questi paesaggi, della bellezza unica, della tranquillità dello scorrer della vita… diciamo un’anticamera del paradiso.

In questa descrizione del mio breve viaggio nelle isole Faroe cercherò, oltreché descrivere i luoghi visitati, anche di dare alcuni consigli pratici e alcuni spunti su possibili cose da scoprire in questi luoghi fantastici. Il materiale che consiglio di “studiare” per organizzare il proprio viaggio nelle isole Faroe (e da leggere in ogni caso prima di partire) è costituito da due guide: la prima è l’unica Guida (con la G maiuscola, non per fare pubblicità) della collana “Bradt” scritta da James Proctor, semplicemente completa, 150 pagine minuziose sulle isole, le città, i percorsi, ristoranti e supermercati aperti; la seconda è un file Pdf scaricabile gratuitamente dal sito Ufficiale delle Isole http://www.visitfaroeislands.com/ : la cosa interessante di questo file è la presenza di una tabella per ogni città/villaggio con le indicazioni di tutte le strutture e i servizi presenti (ristoranti, banche, poste, bancomat, hotel, distributori di benzina …)

È superfluo ricordare che gli unici modi a disposizione per giungere alle Faroe sono la nave (Norrona, traversata di quasi due giorni) e l’aereo della ATLANTIC AIRWAYS, scelta ottimale nonostante si debba fare scalo all’aeroporto di Copenaghen (a meno che non si parta da Milano e dintorni dove i più fortunati possono sfruttare i voli diretti per Vagar). Per quanto riguarda il mio viaggio la scelta è caduta sull’aereo.

Vi descrivo in breve questa avventura ‘faroese’, che ho intrapreso insieme alla mia ragazza.

Per qualsiasi domanda o richiesta di Informazioni sulle Isole Faroe, non esitate a scrivermi un messaggio oppure a lasciare un commento sul canale youtube dove ho caricato i video del mio viaggio https://www.youtube.com/user/14politeama/videos

GIORNO I, partenza e lunga giornata di viaggio. ROMA> COPENAGHEN>VAGAR

Il volo ATLANTIC è perfetto, puntuale, ed il servizio sull’aereo quasi impeccabile: parte da Kastrup alle ore 21:40 e in poco più di due ore arriva a destinazione.Dal finestrino, nonostante sia notte, le Faroe iniziano a dare spettacolo: dall’alto si vedono gran parte delle isole nella penombra, le luci delle città, i fari che illuminano il mare, macchine che sfrecciano nella notte.

Arrivati in aeroporto ci attende già un taxi per portarci a Torshavn: le uniche due compagnie di Taxi delle isole offrono un bel servizio di navetta Aeroporto/Torshavn che, se prenotato in anticipo (basta anche poche ore prima) permette di arrivare senza stress e in poco più di mezz’ora, a qualsiasi indirizzo vogliate a Torshavn, al costo di 190 Dkk a persona. Un’altra soluzione può essere il Bus #300 che lascia al Terminal vicino il porto (90 Dkk) più eventuali altri spostamenti verso il luogo prescelto.

Il Taxi sfreccia nelle strade semi-deserte e ci porta a destinazione in una villetta in zona residenziale a 10 minuti di cammino dal porto: questa sarà la nostra casa per le prossime tre notti.

***Digressione su pernottamenti alle Faroe.

Oltre i soliti siti dove poter prenotare alberghi ed appartamenti (nei quali , tra l’altro, al massimo si trovano una decina di strutture in tutto il paese), l’altro metodo per poter prenotare sistemazioni per la notte è quello di contattare direttamente il sistema di tourtist information di ogni isola maggiore. Infatti molti Faroesi mettono a disposizione una o più stanze nelle loro case (a prezzi modesti) utilizzabili come B&B: l’unica cosa da fare è contattare direttamente il tourist center dell’isola (ad esempio visittorshavn.com visitvagar. Com…) inviando una mail con la richiesta di date e la scelta dell’appartamento (sono visionabili indirizzo, prezzo ed anche alcune foto); rispondono in un paio di giorni.

GIORNO II TORSHAVN

Il primo giorno nelle Faroe.

Tosrhavn (Thor’s harbour) è la più piccola capitale del mondo ed è stata costruita, come dice la guida, paradossalmente in una delle peggiori baie delle isole: infatti, come ci accorgeremo nei successivi giorni, persiste costantemente la nebbia ed una sottile pioggia molto fastidiosa. Per fortuna, nell’unico giorno da noi dedicato alla città né piove né c’è nebbia, solo un po’ di vento ma nulla di che.

La prima tappa della giornata nella capitale è SMS, il grande centro commerciale e forse uno dei pochi centri “ricreativi” della nazione: una colazione rapida al bar e poi subito giù al porto, a 5 minuti di cammino. Si passa per il “centro” della città, la N. Finsen gota, una strada pedonale di circa 200 m affiancata da qualche negozio e “pub” (o bar o ristorante, sinceramente non so come inquadrare queste attività), fino ad arrivare al tourist information. La strada che va a sinistra porta verso il Cafè Natur e verso il porto, a destra verso Tinganes, la parte caratteristica della città dove tutt’oggi risiede il governo delle Isole Faroe.

Optiamo per la seconda e, prima di immergerci in quest’oasi di casette rosse con il tetto d’erba, passiamo per la Bryggjubakka, la strada da “cartolina” caratterizzata da case dai colori più vivaci. Su questa strada è anche presente un mercato giornaliero del pesce, vale a dire degli “stand” dove i pescatori Faroesi sistemano e vendono il pesce appena pescato: è inutile sottolineare che anche questo spaccato di vita quotidiana è molto suggestivo e caratteristico, considerando che molti di quei pesci sono tipicamente nordici e perciò mai visti.

Passando per questa strada, si arriva come detto a Tinganes, la “penisola” di Torshavn. Essendo sede del Governo Faroese, nel passeggiare tra queste casette ci si imbatte nella casa/studio del sindaco e dei vari amministratori della città e della nazione. Come tutta la città, e come ovviamente tutte le Faroe (considerato che la capitale è abitata da poco meno di 20.000 abitanti, mentre l’intera nazione da circa 50.000 persone), questa zona è tranquillissima e rilassante: ci si imbatte in pochissime persone e pochissimi turisti, la vita non scorre frenetica, regnano la calma, il rumore del vento e del mare in sottofondo. Questa penisola termina su un promontorio roccioso dove è issata la bandiera Faroese.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Danimarca
    Diari di viaggio
    interrail con le ali tra le capitali del nord europa

    Interrail con le ali tra le capitali del Nord Europa

    Un viaggio con tre giorni in media per ogni capitale, con la permanenza in ogni città influenzata dalle tariffe che si riuscivano a...

    Diari di viaggio
    sette giorni alle isole faroe (o fær Øer)

    Sette giorni alle Isole Faroe (o Fær Øer)

    CONSIGLI UTILICome abbiamo letto in diversi blog, consigliamo l’opzione “tunnel illimitati” se presente tra gli extra della...

    Diari di viaggio
    un weekend a copenhagen

    Un weekend a Copenhagen

    DIARIO DI VIAGGIO: Giorno 1: in occasione del nostro anniversario di matrimonio, decidiamo di organizzare un weekend in Europa. La nostra...

    Diari di viaggio
    le tre capitali del nord: oslo, stoccolma e copenaghen

    Le tre capitali del nord: Oslo, Stoccolma e Copenaghen

    Un viaggio alla scoperta delle capitali scandinave: la verde Oslo incuneata tra i fiordi; le architetture della regale Stoccolma con...

    Diari di viaggio
    copenhagen, la città più felice del mondo

    Copenhagen, la città più felice del mondo

    Copenhagen è sempre stata nei nostri pensieri come città da visitare per chiudere (o quasi) la lista di Paesi del Nord Europa in cui...

    Diari di viaggio
    girovagando per le faroe: aspre, solitarie e spettacolari

    Girovagando per le Faroe: aspre, solitarie e spettacolari

    PREMESSA Come si può scegliere di fare un viaggio nelle isole Faroe? Beh, sicuramente una vacanza del genere non è per tutti. Il clima...

    Diari di viaggio
    danimarca on the road con bimbo al seguito

    Danimarca on the road con bimbo al seguito

    Itinerario: Copenaghen, Helsingor (Castello Kronborg), Alla ricerca dei Giganti (Vallensbaek, Ishoj e Hoje Taastrup), Roskilde, Odense...

    Diari di viaggio
    da milano alle lofoten in auto

    Da Milano alle Lofoten in auto

    Condivido informazioni utili per un viaggio on the road fino alle Lofoten, con rapida descrizione delle tappe, da Milano in poi. Hotel:...

    Diari di viaggio
    weekend in danimarca: copenaghen

    Weekend in Danimarca: Copenaghen

    Partenza: Mercoledì 17 Aprile Ritorno: Domenica 21 Aprile Durata: 4 notti Partecipanti: 3 Costo a testa: meno di 500€Visitiamo...

    Diari di viaggio
    a zonzo per copenaghen 2

    A zonzo per Copenaghen 2

    La scelta di trascorrere le vacanze estive a Copenaghen è capitata un po’ per eliminazione. Mettere d’accordo cinque viaggiatrici non...