Nepal zaino in spalla

Tre settimane in un tour (antiorario): Kathmandu, Pokhara, Lumbini, Citwan e Kathmandu
 
Partenza il: 14/10/2012
Ritorno il: 03/11/2012
Viaggiatori: 1
Spesa: 2000 €

Questo viaggio comincia ovviamente da Kathmandu (ktm).

15-16-17 ottobre

Scelta albergo Budget a Tamel,15 dollari a notte. Visita ktm e alcune valli circostanti. Tamel è il quartiere turistico, pieno di negozi di pashmina e cachemire la fanno da padrone. Ci sono negozi di antiquariato e un’infinità di agenzie che propongono praticamente tutte le escursioni immaginabili. Durbar square è meglio per visitarla la sera dove i turisti sono altrove. Entrare dalla parte sud perchè a nord bisogna pagare il biglietto 750rp. Attenzione a fotografare i santoni indiani che poi dovete “pagare” la foto (stile centurioni romani). Profumi di incenso si mischiano con cumuli di immondizia, la quale sembra crescere spontanea un pò dappertutto. State pure un’oretta in cima ad uno dei templi per scrutare la piazza. Nota negativa scritta nella Lonely che ci sono difficoltà nel prenotare alberghi, escursioni, taxi, ecc. a causa del Dasain tutto falso.solo qualche negozio di KTM è chiuso.

Nel tardo pomeriggio c’è una bella camminata verso est al tempio delle scimmie: Swayambhunath. Così vedrete KTM dall’alto. Essendo il periodo di DASAIN tutti i templi hindu sono pieni di fedeli che pregano e accendono incensi con candele di burro. Al rientro prendo un taxi MARUTI (suzuki) con destinazione chobar, mi ispirava il dolce nome… Mi affido alle indicazioni della guida. Il paesino è piccolino e mi siedo per una birra sul privè in bambù in una terrazza di un ristorante. Spettacolare è la vista su KTM. La sera a TAMEL si ha una vasta scelta di ristoranti, pub. La vita notturna finisce per le 23-24. Andate assolutamente al raggea bar. L’insegna è piccolina chiedete in giro.Musica rock dal vivo.

Non perdetevi i famosi MOMO, piatti di 1-2 euro con 10 ravioli al vapore ripieni di carne o verdura. Attemzione: esiste una spezia dal nome DANYA (non so se si scrive cosi) che sà di vernice chimica e la mettono ogni tanto… provatela e poi amatela o odiatela!

IL giorno dopo faccio alla perfezione l’itinerario della lonely GOKARNA-KOPAN-BODHNATH. Belle camminate nella valle per finire nella grande piazza/stupa di Bodhnath a sorseggiare una GHORKA (birra locale) su un terrazzo attorno alla piazza. Nel pomeriggio mi dirigo al tempio PASHUPATINATH, anche qui si paga l’ingresso di500rp ma ne vale la pena. L’atmosfera non è di festa, trattandosi di un sito dove fanno cremazioni. Una sponda del fiume BAGMATI cremano i “poveri” e l’altra sponda i ceti ricchi. Stanno preparando due pile di legne per 2 cremazioni distinte. Dopo un quarto d’ora arriva nell’aria un forte odore acre tipo pollo bruciato… non dico altro.

18/19 ottobre

Spostamento a 35 km est DHULIKEL. C’è una gran scelta di guesthouse economiche. Mi “abborda”il proprietario di TASHIDHALEK guesthouse… mi fido ma è un’oasi di pace. Mi dice che è nella lonely del 2012 (io ho la vecchia edizione e non c’era). La cucina è una specie di garage a fianco con il focolare a legna. Si mangia bene e la vista è spettacolare. Il centro del paese è in stile newari.Ho avuto la fortuna che un ragazzino mi ha fatto entrare nella sua casa newari, soffitti bassi e di legno, camere in stile celle carcerario e cucina all’ultimo piano. Unico lusso il frigorifero.

Il giorno dopo seguo l’itinerario lonely con partenza da Dhulikel-Kali temple-Namobouddha-Panauti. Il tempio di Kali non è un gran chè visto che si trova a fianco di una postazione dell’esercito con tanto di fucile automatico (dicono per difendere il ripetitore), proseguendo si passa per il paesino di KAVRE, dove mi fermo mezz’ora ad aiutare dei ragazzini intenti a costruire un’altalena di bambù (gioco tipico del Dasain). Non pensavo di sudare cosi tanto visto che i 4 pali di bambù pasano a dismisura. Riparto e dopo 2 ore arrivo a Namobouddha, grazioso tempio semideserto questa volta. Da qui comincia una discesa fino alle risaie dove fà un caldo afoso tipo pianura padana d’estate. Ma la vista appaga di tutto. Arrivato a Panauti gironzolo x i templi e poi prendo un bus x Dhulikel passando da BANEPA.

20 ottobre

Giornata di spostamento a Dumre, verso ovest. Il conto per 2 notti di guesthouse, 2 colazioni e una cena: 16 euro. Prima tappa la bus station di KTM per cambiare bus in pratica è quello per Pokhara. 7 ore di coda x fare 50 km.Conosco una coppia di nepalesi e un loro amico.Viaggiamo sul tetto del bus con una birretta al seguito,spettacolo! Sono diretti al RIVERSIDE SPRING RESORT per un paio di giorni di vacanza. Mi aggrego a loro. E’ troppo lussuoso per i miei canoni ma per una notte mi adeguo al lusso. Cena, birre e tequila a bordo piscina.

21 ottobre

Notte comoda e soprattutto doccia calda!direzione mattutina tempio di MANAKAMANA a 5 minuti dal resort. C’è una coda assurda per la funivia, ma noi abbiamo un gancio per scavallare la coda ed è la receptionist del resort che viene con noi. Immaginate che passiamo davanti a centinaia di persone. Se succedesse in Italia minimo ci prendiamo dei calci. C’è una navetta riservata alle capre, ovviamente solo andata. Arrivati in piazza c’è un via vai di gente con una coda di 4 ore x entrare nel tempio e portare dei doni come fiori e riso. Un bufalo è appena stato decapitato e stanno travasando il sangue in una bacinella. A fianco c’è il macello a cielo aperto delle capre e galline. Scegliamo una gallina che diventerà il nostro pranzo a breve. Per le 16 rientriamo al resort e decido di farmi un’altra notte con loro. Tanto le sfacchinate arriveranno a Pokhara.

22 ottobre

Il conto lo pagano loro, insistendo che sono loro ospite: 320 euro per 2 camere, 2 cene e 2 colazioni, ma soprattutto le birre e la tequila serale! Saluto e fermo il primo camioncino che passa direzione BANDIPUR. Su un pick up siamo in 20 persone e 10 pecore. Mai stato cosi stretto. Nel centro di Bandipur ci sono almeno una quindicina di guesthouse con ristoranti wifi.Una bella cittadina da vedere assolutamente come tappa KTM-POKHARA infatti stà proprio a metà circa. Da vedere nei dintorni altre alla cittadina da segnalare le grotte SIDDHA GUFA, il tempietto di SHIVA e TUNDIKEL, sito da dove si vede la catena dell’himalaya.Andate verso le 5.30 del mattino!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bandipur
    Diari di viaggio
    nepal, india & kashmir: tutto da solo, ma in mezzo alla gente

    Nepal, India & Kashmir: tutto da solo, ma in mezzo alla gente

    Nepal, India & Kashmir: tutto da solo ma in mezzo alla gente…no driver!26 settembre Dopo qualche mese di preparazione, di...

    Diari di viaggio
    namaste nepal!

    Namaste Nepal!

    Giorno 1: Il nostro viaggio inizia da Arbus, il piccolo paese in Sardegna dove viviamo, e prosegue infinitamente attraverso il primo volo...

    Diari di viaggio
    tour in nepal e capodanno con vista annapurna

    Tour in Nepal e Capodanno con vista Annapurna

    Tour non troppo faticoso 26/12/18 - 05/12/19Partecipanti: io e FrancaCambio valuta: 1000 NPR ~ 8 €Prologo: Non avendo...

    Diari di viaggio
    nepal, india & kashmir senza driver

    Nepal, India & Kashmir senza driver

    il cellulare che prontamente impedisco.Con volo GoAir (airbus 320) arrivo a New Delhi T1D e con bus shuttle mi trasferisco al T3 in...

    Diari di viaggio
    nepal zaino in spalla

    Nepal zaino in spalla

    Questo viaggio comincia ovviamente da Kathmandu (ktm). 15-16-17 ottobre Scelta albergo Budget a Tamel,15 dollari a notte. Visita ktm e...

    Diari di viaggio
    sotto ai cieli del nepal

    Sotto ai cieli del Nepal

    accede attraverso la Porta d'oro. Subito sopra la porta c'è una finestra la cui struttura in legno è ricoperta da fogli d'oro e dalla...