Natale a Barbados

Alla scoperta delle spiagge dell'isola caraibica
 
Partenza il: 22/12/2013
Ritorno il: 31/12/2013
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

Dopo aver visto molti tra i mari più belli finalmente è arrivata la volta dei caraibi e l’offerta volo trovata era su Barbados. Il volo di linea Virgin Atlantic operato da Malpensa tramite Flybe fino a Manchester e giorno seguente partenza per Bridgetown ci è costato 1918 eEuro in 3 (2 adulti e un bambino) e visto il periodo natalizio il prezzo era molto conveniente quindi a ottobre ho preso l’offerta e mi sono organizzata la vacanza. L’appartamento l’ho preso a Oistins a 200 metri da Miami Beach a detta di molti una delle spiaggie più belle di Barbados (devo dire che è stata una saggia decisione) per la cifra di 430 euro a settimana non è nuovissimo ma la posizione è perfetta.

Il 22 dicembre sera si parte in perfetto orario 20.45 da Malpensa alla volta di Manchester e dopo un paio d’ore tranquille arriviamo all’aeroporto, dove tramite i telefoni di servizio presenti chiamiamo il nostro hotel a 400 metri che prontamente ci manda un bus navetta gratuito. Dopo una bella dormita facciamo colazione e con molta calma ci prepariamo per l’aeroporto il volo infatti è alle 13.20 con boing 747- 400 aereo a 2 piani molto stabile e con pochissime vibrazioni nonostante per tutto il sorvolo dell’atlantico abbiano incontrato solo nuvole. Ci viene offerto solo a noi e ad un’altra coppia anche dello champagne eravamo in economy (forse perchè mi sono iscritta al loro piano accumulo miglia) comunque un buon inizio!

Dopo 8 ore e mezza di volo tranquillo arriviamo a Bridgetown e piove. Il taxi prenotato dall’Italia tramite l’agenzia che ci ha affittato l’appartamento ci sta aspettando, in 10 minuti e con 20 dollari americani, siamo a Oistins al nostro appartamento. Facciamo un po’ di spesa al supermercato del paese grazie al passaggio di Mark, l’agente dell’appartamento che ci aspetta con pazienza. Prendiamo il minimo indispensabile anche perchè siamo stanchi e ci avevano già rifornito parzialmente il frigo; i prezzi comunque sono piuttosto alti consiglio a chi va in appartamento di fare come noi e portarsi pasta, creakers e qualcosa da casa. Chiediamo per un’auto da affittare per un paio di giorni visto che eravamo già vicino alla spiaggia, ma dopo aver contattato più gestori sembra siano finite (probabilmente essendo la settimana di Natale c’è parecchia gente nell’isola e le auto mi sa che non sono poi tante).

Il primo giorno andiamo alla magnifica spiaggia di Miami beach, dal nostro appartamento vista mare si attraversa la strada e dopo 200 metri a destra si è in spiaggia perfetto. La spiaggia di sabbia bianca è lunga un 300 metri da un lato dove ci sono piacevoli onde e alla fine inizia una piccola scogliera, dietro è costeggiata da alberi e palme con panchine e tavoli per pic-nic, dall’altra parte separata dalla guardiola del guardiaspiaggia, c’è una baietta tranquilla con poche onde e sabbia bianco rosata, frequentata soprattutto dai Locali. Il primo giorno comunque ho contato una ventina di persone in tutta la spiaggia, perfetto e nessun venditore che passa. Per uno spuntino c’è una roulotte Mr. Delicius che per 5 euro fa hamburgher e altri snack per uno spuntino. Nel pomeriggio i proprietari dell’appartemento ci avvisano che c’è il bollitore per l’acqua della doccia rotto e visto che alla vigilia di natale non lo ripara nessuno, ci cambiano l’appartamento con quello di fronte nuovo di zecca, che fortuna! La sera ovviamente andiamo a cenare al famoso mercato del Pesce di Oistins. La serata principale è il venerdì dove quasi tutti i turisti si riversano nel paesino, ma anche le altre sere i baracchini sono aperti. Andiamo da Uncle George come suggeritoci da Mark, con circa 12-15 euro si mangia il pesce e si beve una birra in baracchini tipo sagra paesana e al nostro tavolo conosciamo i primi italiani che vediamo a Barbados. Decidiamo di sentirci anche i prossimi giorni per girare Barbados assieme visto che loro avevano prenotato con molto anticipo l’auto e gentilmente ci offrono la loro disponibilità.

25 dicembre

Il giorno successivo, ossia il giorno di Natale, ci svegliamo con un cielo plumbeo e pioggia che non accenna a smettere. Ma non era la stagione secca! Qualche santo l’abbiamo spodestato quella mattina ma poi i nostri gentili nuovi compagni di viaggio ci vengono a prendere e giriamo l’isola sotto parecchi scrosci di pioggia. Ovviamente in questa giornata è tutto chiuso grotte (dove non si prendeva acqua), negozi, case coloniche, fabbriche di rum ecc. Andiamo verso nord e ci fermiamo alla foresta di Welchman Hall Gully chiusa anche questa, ma si poteva entrare dal cancelletto semi aperto e approfittando di una pausa acquazzoni passeggiamo in questo canalone (ex grotta crollata) dove ora verdeggia una bella vegetazione. Alla fine del percorso ritorniamo dalla foresta piuttosto che dalla strada e ci sorprende di nuovo la pioggia, così ci ripariamo in una parte di grotta ancora esistente (una piccola avventura per mio figlio di 5 anni e anche per noi). Poi si va a nord verso le scogliere di North Point che vista la giornata piovosa e ventosa ci ha offerto il suo meglio, onde altissime che si infrangono sulla scogliera e grotte in cui si incanala l’acqua uscendo poi con dei soffioni. Lungo la strada vediamo anche un mulino a vento intatto, naturalemente chiuso alla visita.

Poi ci dirigiamo verso Speightstown per pausa pranzo da Fisherman’s Pub uno dei pochi locali aperti a Natale. Tentiamo di andare in spiaggia a Mullins ma appena toccato l’arenile inizia a piovere, comunque è una spiaggia molto stretta e piccola, certo vederla con il sole sarà tutt’altra cosa, ma tutta la costa ovest a mio parere è troppo costruita, ci sono cae e hotel che non danno accesso al mare e si tratta sempre di calette molto piccole. Preferisco sicuramente le spiaggie a sud di Bridgetown molto più grandi. Visto che la strada è per niente trafficata decidiamo di visitare la capitale che è pressochè deserta, parcheggiamo in una piazzetta in centro, parcheggio tutto libero e facciamo un giro per la città, ovviamente i negozi sono chiusi (ma poco importa non sono venuta a Barbados per fare shopping!) Non c’è nessuno a parte noi, sembra surreale. Il Parlamento e il porticciolo sono belli da vedere per il resto non ci tornerei. Meglio stare in spiaggia tempo permettendo. Sosta a Carliste Bay che pur essendo la spiaggia della capitale è molto bella anche con il brutto tempo. Per la sera decidiamo di farci una cena in appartamento visto che i locali sono quasi tutti chiusi e una buona spaghettata rallegra la serata.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Barbados
    Diari di viaggio
    crociera ai caraibi 6

    Crociera ai Caraibi 6

    Prenotiamo la crociera con largo anticipo attirati più del prezzo che dalla tipologia di vacanza inusuale per il nostro modo di viaggiare....

    Diari di viaggio
    alle antille con la msc preziosa

    Alle Antille con la MSC Preziosa

    Come da ormai consolidata e bellissima abitudine, l’inizio di gennaio è stato nuovamente il momento perfetto per una settimana al caldo...

    Diari di viaggio
    da barbados a barbuda

    Da Barbados a Barbuda

    questo rende il luogo anche piuttosto affollato (nel nostro caso specificamente da croceristi italiani – quindi nessun problema a trovare...

    Diari di viaggio
    vacanze a barbados
    Lic

    Vacanze a Barbados

    La scelta della nostra meta, parte principalmente dal desiderio di una vacanza di mare con la certezza del caldo e da una proposta...

    Diari di viaggio
    capodanno a barbados

    Capodanno a Barbados

    GIORNO 1 (29/12) Per le ferie natalizie abbiamo deciso di andare via all’ultimo momento e per fortuna abbiamo trovato un last second,...

    Diari di viaggio
    barbados, isola da scoprire e da girare

    Barbados, isola da scoprire e da girare

    Causa problemi familiari, io e mio marito non abbiamo potuto prenotare nessuna vacanza fino a metà gennaio e così, dovendo organizzare in...

    Diari di viaggio
    antille e caraibi... in crociera

    Antille e Caraibi… in crociera

    Partiamo con Neos da Malpensa nel primo pomeriggio, il viaggio sarà ottimo, arriviamo a Point a Pitre (Guadalupe) in tarda serata, per via...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze tra new york e barbados

    Viaggio di nozze tra New York e Barbados

    New York e Barbados è stato il mio viaggio di nozze e, come tale, non abbiamo badato a spese! Tutto prenotato tramite agenzia, per evitare...

    Diari di viaggio
    natale a barbados

    Natale a Barbados

    Dopo aver visto molti tra i mari più belli finalmente è arrivata la volta dei caraibi e l'offerta volo trovata era su Barbados. Il volo...

    Diari di viaggio
    la più bella di barbados

    La più bella di Barbados

    Mercoledì 9 gennaio 2013 Johnny: La partenza per Barbados è da Milano Linate alle ore 07.30 con volo British Airways prenotato il13...