Mumbai: un tesoro da scoprire

Una città ingiustamente trascurata dai circuiti classici e che invece può riservare interessanti sorprese. E poi,se questa era la "porta dell'India" per gli inglesi, perchè non dovrebbe essere la porta, aperta la quale, ci affacciamo sull'India di oggi?
 
Partenza il: 26/03/2010
Ritorno il: 04/04/2010
Viaggiatori: uno
Spesa: 2000 €

Di solito, il primo viaggio in India uno lo organizza in Rajasthan, arrivo a Delhi, visita del Rajasthan e, qualche volta, di Varanasi. Di solito Mumbai non rientra nei percorsi classici. Forse perché troppo costosa, forse perché troppo poco “storica” o forse… perché può fare “paura”. Ed invece, secondo me, è la più “bella” città dell’India e non si può affermare di aver “visto” davvero l’India senza averla visitata almeno una volta. Perché è bella? Perché ha i grattacieli come New York, perché ha le passeggiate lungo il mare come una città della Costa Azzurra, perché la zona dell’Università ha i palazzi di mattoni rossi come Oxford, perché Victoria Terminus è la stazione più affollata dell’Asia (3 milioni di passeggeri al giorno), perché l’hotel Taj Mahal è come un palazzo del Rajasthan in riva al mare. Perché potrete trovare ristoranti con cucina di ogni parte dell’Asia e del mondo, perché potrete comprare qualunque cosa desideriate: dalle borse di Vuitton alla seta di Kanchipuran, perché è una delle città più pulite che io abbia mai visto, e poi perché è viva, viva… e caotica e colorata come solo l’India può esserlo! Certo, è vastissima ed ha più di 13 milioni di abitanti. Lo si capisce benissimo dal tempo infinito dei trasferimenti da un punto all’altro della città, quasi 30km dalla zona degli aeroporti al centro. Certo, ha tra gli slum (le baraccopoli) più grandi al mondo e spuntano dove meno te le aspettati: lungo le piste degli aeroporti, vicino agli alberghi di lusso, ma in modo quasi discreto, senza grosse stonature. La gente è comunque socievole e serena. Certo, li vedrete correre come matti nei giorni di lavoro, ma vedrete anche camminare pigramente gruppi di teen agers o di anziane signore che fanno footing lungo Marine Drive. Il loro divertimento principale sono proprio le spiagge ampie e pulite, quella di Chowpatty beach in particolare, dove nessuno fa il bagno (l’acqua è talmente inquinata!) o prende il sole. Le spiagge sono la meta delle passeggiate serali delle famiglie e dei giovani. La sera potrete trovare giocolieri, musicisti ed il meglio dello “street food” (ambulanti che cucinano e vendono cibi di ogni sorta). Ma anche i campi da cricket sono moltissimi e li vedrete spuntare in ogni spiazzo tra i grattacieli. Un altro gioiello è l’isola di Elephanta con i templi rupestri, un’isola di silenzio e pace ad un’ora di battello dalla città. E’ una città più che sicura! Vedrete polizia ovunque, soprattutto dopo gli attentati di qualche tempo fa e tutti si comportano benissimo… non abbiate paura a girare da soli, anche nei mercati. Certo c’è un sacco di confusione, ma lasciate andare… è l’India!! E poi se avrete bisogno di una informazione vi aiuteranno tutti, anche a costo di interrompere il loro ritmo sfrenato…

QUANDO ANDARE: Bastano un paio di giorni per visitarla almeno superficialmente, magari di cui uno il sabato in modo che l’incredibile traffico non rallenti troppo gli spostamenti, ma con i negozi comunque aperti. Un buona idea è comprare il volo dall’Italia a “multi tratta”, con arrivo a Delhi e partenza da Mumbai, molte compagnie lo vendono a praticamente lo stesso prezzo dell’andata/ritorno normale. Bisogna tener conto che da giugno a fine agosto è periodo di monsoni e potreste trovare dei brutti acquazzoni, ma ogni anno ha una storia a sé… e comunque di solito non piove giornate intere.

COME ARRIVARE: i voli interni costano pochissimo e con 30/40 Euro potrete arrivare a Mumbai da tutta l’India. I voli nazionali (non Air India) arrivano tutti allo Chhatrapati Shivaji Domestic Airport (meglio conosciuto come Santa Cruz Airport) appunto a circa 30 km da Nariman Point (la zona più “centrale”).

COME SPOSTARSI: i taxi non costano molto e sono comodi da usare. All’arrivo in aeroporto (entrambi, sia quello dei voli nazionali, che quello dei voli internazionali) trovate il banco dei “pre-paied taxi” dove potete acquistare un voucher a prezzo convenzionato per raggiungere le varie zone della città, troverete all’esterno la fila dei taxi convenzionati e non dovrete più pagare nulla al tassista a meno che non vogliate lasciargli una mancia. Il percorso dall’aeroporto alla zona centrale costa circa sulle 500-600 rupie (a seconda che il taxi sia “a/c” o meno, ovvero con l’aria condizionata). I taxi “a/c” sono di colore grigio perla ed azzurro, quelli senza aria condizionata sono neri e gialli. L’aria condizionata non è indice di pulizia e buona manutenzione della macchina, anzi! Troverete anche dei taxi neri e gialli molto più moderni ed in ottimo stato. Se dovete fare dei percorsi lunghi quando fa molto caldo, usate gli a/c , altrimenti cercati dei buoni taxi classici, che vanno benissimo lo stesso! Tenete conto che lo stesso percorso fatto in piena notte costa un po’ di più, ma ci metterete tanto meno tempo, visto il traffico! Il tempo di percorrenza, dall’aeroporto al centro, infatti varia dall’ora, all’ora e mezza, se non di più, a secondo dell’ora e del flusso del traffico. Potete chiedere al vostro autista di fare il “sea link”, ovvero il ponte, aperto lo scorso anno, che connette l’area di Bandra e quella della parte sud della città, costa qualche decina di rupie in più, ma vi fa risparmiare un sacco di tempo e poi è davvero bello questo giretto sul mare, fa vedere Mumbai da una prospettiva davvero diversa! Potete noleggiare il taxi anche per più ore, contrattando il prezzo. Con 1.500 rupie potete tenerlo anche 4/5 ore, alternativa comoda se volete andare a visitare luoghi non proprio centrali.

DOVE DORMIRE: se avete almeno 2 giorni, cercatevi un hotel nella zona di Marine Drive o Fort. Gli hotel a Mumbai possono essere sono molto cari, ma sono a livello dei migliori hotel europei. Troverete utili le recensioni sui vari siti di viaggi (questo sito indiano è molto interessante www.indiamike.com), per prenotare potete far riferimento anche ai siti come Makemytrip o Asiaroom,o direttamente scrivendo all’hotel, o prenotando sul loro sito. Se invece avete poco tempo forse è più comodo un hotel nella zona di Andheri, quella degli aeroporti.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bombay
    Diari di viaggio
    india del sud 4

    India del sud 4

    04. 11. 2011 Bombay (INDIA) Finalmente siamo nella leggendaria Mumbai, ex Bombay. Un po’ provati dopo 18 ore di treno… ma ce...

    Diari di viaggio
    india: goa e himalaya

    India: Goa e Himalaya

    A partire siamo io e la mia ragazza 27 26 anni, è cinque anni che conviviamo e già un paio di viaggi fai da te (messico, costarica) è il...

    Diari di viaggio
    mumbai: un tesoro da scoprire

    Mumbai: un tesoro da scoprire

    Di solito, il primo viaggio in India uno lo organizza in Rajasthan, arrivo a Delhi, visita del Rajasthan e, qualche volta, di Varanasi. Di...

    Diari di viaggio
    da bombay a calcutta in tre settimane fai da te

    Da Bombay a Calcutta in tre settimane fai da te

    Con questo racconto di viaggio, vorremmo dare un po’ di informazioni pratiche e consigli a chi intende effettuare un itinerario simile in...

    Diari di viaggio
    3 donne da chenai a bombei

    3 donne da chenai a bombei

    DIARIO VIAGGIO : 3 DONNE DA CHENNAI A BOMBEI INDIA DEL SUD ...

    Diari di viaggio
    namaste' mumbai

    Namaste’ mumbai

    Eccoci di nuovo in volo. Il 15 maggio, mentre nella vicina Gubbio impazza la festa dei Ceri io scappo verso Mumbai. Con le due compagne di...

    Diari di viaggio
    india del sud, la voce della povertá

    India del sud, la voce della povertá

    Diario di Viaggio in India del Sud dal 5 Dicembre 2008 al 3 Gennaio 2009 DI LAURA GIAMPAOLO MATTEO (17) E CARLOTTA (16) GRIGNANI L’INDIA...

    Diari di viaggio
    india del sud: kerala, karnataka, goa e munbai

    India del Sud: Kerala, Karnataka, GOA e Munbai

    Racconto di viaggio di Eva e Massimo Novembre Dicembre 2008 Ci sono dei luoghi nel mondo in cui la sensazione di essere vivi è più forte...

    Diari di viaggio
    delhi agra rajasthan mumbai

    Delhi agra rajasthan mumbai

    NATALE – DELHI, AGRA, RAJASTHAN, MUMBAY Ciao, Siamo due ragazze (Paola & Chiara) che adorano viaggiare e prima di intraprendere qualsiasi...

    Diari di viaggio
    un mese in india del sud in bus

    Un Mese in INDIA DEL SUD in BUS

    Impressioni Da questo lungo viaggio portiamo a casa numerose esperienze e sensazioni. Come sempre belle sono le cose viste: templi nel...