Mozambico, il grande viaggio da Nord a Sud

Viaggio dalle Quirimbas a Maputo con mezzi pubblici e di fortuna
 
Partenza il: 07/08/2014
Ritorno il: 23/08/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

“Si posso percorrere milioni di chilometri in una sola vita senza mai scalfire la superficie dei luoghi né imparare nulla dalle genti appena sfiorate. Il senso del viaggio sta nel fermarsi ad ascoltare chiunque abbia una storia da raccontare, camminando si apprende la vita, camminando si conoscono le cose, camminando si sanano le ferite del giorno prima… cammina guardando una stella, ascoltando una voce, seguendo le orme di altri passi… cammina cercando la vita curando le ferite lasciate dai dolori. Niente può cancellare il ricordo del cammino percorso.. ”. (Rubén Blades)

Così nasce l’idea di questo viaggio, scorrendo foto, coltivando il desiderio di raggiungere una terra incontaminata, un lontano dai classici viaggi e dal turismo di massa. L’organizzazione è snella e veloce come sempre, una letta a qualche racconto di viaggio, volo, visto e prima notte prenotata. Nella testa l’idea di percorrere tutto il Mozambico da Nord a Sud con mezzi pubblici, ambizioso, forse troppo, ma vale la pena provare.

Malpensa, 7 agosto la partenza, l’emozione si mischia ai tanti dubbi e ai tanti interrogativi, l’idea di un itinerario e uno zaino pieno di sogni. “Non seguire i sentiero già segnato; va invece, dove non vi è alcun sentiero, e lascia una traccia” (S.Bambaren).

Maputo, 8 agosto è mattina presto, la città è già viva, nelle strade, nei mercati, centinaia di persone che camminano, lavorano, vendono qualsiasi cosa possa avere un prezzo.. incroci i primi sguardi e riempi i polmoni di aria, di libertà. Poi, la visita della città che si protrae per tutta la giornata, guida alla mano, seguendo “il percorso consigliato”, passando per il lungo mare, fino alla stazione ferroviaria e alla Praca da Independencia. Come non scordare il simpatico muratore portoghese, il finto poliziotto dell’aeroporto o il giovane diventato “guida turistica” per l’occasione.. i primi volti di questa terra. La prima cena mozambicana è anche l’occasione per conoscere di persona Nunzio e Laura, la loro esperienza ed il loro sogno di trasferirsi in Mozambico. La luce nei loro occhi è il miglior augurio per questo viaggio appena iniziato. Un saluto resta sospeso nell’aria “a presto”..

Pemba, 9 agosto, con volo da Maputo in un paio d’ore il paesaggio cambia completamente. Le case fatiscenti a ridosso dei grattaceli super moderni hanno lasciato il posto a villaggi e ad un piccolo paesino appoggiato alla spiaggia. A Pemba non c’è praticamente nulla per cui valga la pena fermarsi ma è tappa obbligata per chi vuole visitare il nord. Ci sono poche strutture, tutte carissime e una lunga striscia di sabbia a Praia de Wimbi dove potersi concedere una bella passeggiata. Un dolce ricordo, una canzone cantata tra i sorrisi immensi di una banda di bambini..

È il 10 agosto, sveglia alle ore 3.30 e rapido trasferimento alla stazione dei bus, il chapa, diretto a Quissanga e Tandanhanque parte intorno alle ore 5.00. È ancora buio, la stazione è affollata, nessuno che parli inglese ma provate a chiedere un’informazione a questa gente.. troverete persone disposti ad aiutarvi, a darvi un’indicazione, un consiglio.. magari non come te lo aspetti, magari completamente fuori rotta perché nel loro disordine quotidiano noi fatichiamo ad entrare, la comunicazione non è certo agevole ma ci sarà sempre un sorriso ad attendervi. Il viaggio dura 5 ore, in uno spazio vitale risicato le soste nei villaggi a caricare gente e ogni tipo di bagaglio son anche l’occasione per sgranchire le gambe e cogliere lo sguardo curioso dei passanti. Qualche kilometro dopo il bivio per Quissanga si arriva a Tandanhanque, su una brutta spiaggetta di fronte ad una piccola insenatura. Il dhow diretto all’isola di Ibo è arenato nella sabbia in attesa che si alzi la marea per partire.

Ibo Island, è primo pomeriggio, il sole è alto e caldo, gli zaini sulle spalle, la stanchezza, la fame e la sistemazione da trovare, il primo impatto è un po’ duro. Ibo è il punto di partenza per le navigazioni verso l’arcipelago delle Quirimbas, a prima vista pare deserta, quasi inanimata. Per le vie del paese solo sabbia, case abbandonate con i muri corrosi dalla salsedine e sciami di bambini che si rincorrono e giocano. Ci sono pochissime strutture su questa isola, tra quelle già piene e quelle chiuse, non è per nulla facile trovare una sistemazione. Approdiamo al Cafè do Ibo, una casetta di proprietà di una famiglia africana, sistemazione semplice ma accogliente, economica se confrontata con altre, diciamo che è perfetta. Incontri sul cammino.. il gestore del Miti Miwiri che ben presto diventa il punto di riferimento per organizzare le escursioni e la cena, la carinissima Lucie del Baobibo disponibilissima per ogni necessità, le giovani guide locali sempre sorridenti e abituate ad aver a che fare coi turisti.

Arcipelago delle Quirimbas, 11 agosto, la prima escursione in dhow. Colazione con uovo e patatine fritte (!!!) e poi via, il ritrovo è alle 8.00, quando la marea è perfetta per partire. Non ci vuole tanto per capire che qui tutto si muove in funzione delle maree. L’escursione prevede tre tappe, una nuotata con i delfini in uno stretto tra due isolotti, lo snorkeling attorno ad una grande nave che giace sul fondo del mare ed una terza sosta in una meravigliosa lingua di sabbia in mezzo all’oceano. Il giro merita assolutamente ma occorre dotarsi di pinne perché le correnti sono spesso forti, e nuotare in queste acque potrebbe esser molto difficoltoso. Al ritorno a Ibo, c’è tempo giusto per una passeggiata e per organizzare il giorno successivo. Il Miti Miwiri è anche un ottimo centro per incontrare persone, viaggiatori con cui condividere un’esperienza nuova, un pezzo di cammino, cambiare il programma di viaggio, improvvisare. “Ogni nome un uomo ed ogni uomo è solo quello che, scoprirà inseguendo le distanze dentro se. Quante deviazioni, quali direzioni e quali no?”. Così accade, due nuovi viaggiatori entrano a far parte di questo racconto e la direzione cambia e diventa l’isola di Matemo, un tour di due giorni con bagaglio leggero, giusto per la lunga navigazione, naufragando su un’isoletta sperduta, dormire una notte sulla spiaggia sotto la luna e il manto stellato. Tutto grazie all’organizzazione e all’assistenza di Lucie del Baobibo che rimedia la barca per raggiungere questo paradiso.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Maputo
    Diari di viaggio
    mozambico, il grande viaggio da nord a sud

    Mozambico, il grande viaggio da Nord a Sud

    “Si posso percorrere milioni di chilometri in una sola vita senza mai scalfire la superficie dei luoghi né imparare nulla dalle genti...

    Diari di viaggio
    mr. e miss raffa e il paese del mignolo accartocciato

    Mr. e Miss Raffa e il paese del mignolo accartocciato

    “Il mondo è un libro, e chi non viaggia ne legge solo una pagina” diceva Sant’Agostino Solitudini speziate, lontano dallo sguardo...

    Diari di viaggio
    maputo,  la città delle acacie

    Maputo, la città delle acacie

    In aprile sono stata quindici giorni a Maputo, ospite di mia figlia che vive in Mozambico da circa cinque anni. E' stata un'esperienza...

    Diari di viaggio
    sudafrica, lesotho, swaziland e mozambico

    Sudafrica, Lesotho, Swaziland e Mozambico

    sconfitta! Prendiamo possesso delle nostre sistemazioni presso il Bushveld lodge immerso nel verde dove siamo i padroni di un monolocale...

    Diari di viaggio
    africa del sud-dalla namibia al mozambico in moto

    Africa del Sud-Dalla Namibia al Mozambico in moto

    Nel 2007 mio marito ed io abbiamo deciso di vivere un’esperienza diversa, dopo anni di viaggi in moto in giro per l’Europa da soli:...

    Diari di viaggio
    viaggio in mozambico....per non dimenticare
    FD

    Viaggio in mozambico….per non dimenticare

    VIAGGIO IN MOZAMBICO Per non dimenticare... Diario di viaggio, Agosto 2008 Francesca, Antonio, Simone, Josè30/07/08 Maputo: il Guarda...

    Diari di viaggio
    malawi in bus

    Malawi in bus

    Il nostro viaggio è diviso in due tappe, la prima di una settimana circa in Malawi, la seconda di dieci giorni in Mozambico. Qui...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze in mozambico

    Viaggio di nozze in Mozambico

    Il nostro itinerario in Mozambico e' stato parte del nostro viaggio di nozze trascorso viaggiando in stile "fai da te" tra Sud Africa e...