Mosaico del Sudafrica in 3500 chilometri di parte 3

Tra Capo di Buona Speranza, Cape Vidal, i big five, foche e balene
 
Partenza il: 04/08/2016
Ritorno il: 23/08/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

Ecco tutti i dettagli (ma proprio tutti!). PARTE III° : IL RACCONTO GIORNALIERO

5/8 = dopo un lungo viaggio di 10 ore da Dubai, atterriamo a Cape Town in perfetto orario e, dopo una dogana a tempo di record (non penso di averci messo più di una decina di minuti), ci dirigiamo al nastro bagagli. Prima sorpresa sgradevole: niente valige, sono rimaste a Dubai per via del caos provocato dalla chiusura dell’aeroporto il giono 2/8 per l’aereo incendiato.

Cominciamo bene; è la prima volta in 20 anni di viaggi, ma c’è sempre anche quella.

Compiliamo i moduli sperando in una consegna rapida e ci dirigiamo fuori dove ci aspetta il taxi inviato dalla guest house: 20 minuti e siamo nella nostra bella camera n.1 del Brenwin, ottimo B&B vicino al waterfront.

Primo giro a piedi del porto e cena all’OCEAN BASKET, una catena di ristoranti di pesce che ci accompagnerà per la vacanza (373 R in due).

6/8= dopo una bella colazione torniamo al waterfront per prenotare ROBBEN ISLAND, l’isola-carcere di Mandela ma, seconda delusione, la prima data disponibile dopo 5 giorni e quindi salta.

Lì vicino c’è il capolinea del SIGHTSEEN TOUR, il famoso bus rosso dove si sale e scende a piacere, così compriamo i biglietti (2 giorni + crociera baia = 580 R in due).

Altra delusione: la teleferica per la TABLE MOUNTAIN è chiusa per manutenzione e riapre l’8, il nostro ultimo giorno in città ed il bus salta la fermata.

Accipicchia, tre disguidi in fila per una pianificatrice seriale sono davvero troppi; la prendo comunque con filosofia (siamo in vacanza dopottutto!) e decidiamo di chiedere ad un taxi di portarci dalla partenza della teleferica (300 R and./rit). per vedere il panorama della città.

Sinceramente non ne vale la pena: il sentiero per salire a piedi pare sia lungo ed impervio (poi confermato da qualcuno che lo ha fatto), quindi rinunciamo, scattiamo un paio di foto e torniamo alla fermata del bus.

L’autobus ha 4 linee: la rossa, la blu, la gialla e la viola e copre tutto quanto visitabile in zona.

Incominciamo dalla rossa, prima sosta SIGNAL HILL, la collina proprio affianco alla table mountain zona di pic nic e sentieri.

La strada panoramica (sedetevi a sinistra) si arrampica sui tornanti della collina e la vista della città dall’alto permette di scattare bellissime foto della baia.

Seconda sosta LONG STREET, la via centrale dei backpackers: molti locali carini ed un bel mercatino etnico, GREEN MARKET SQUARE, dove facciamo qualche compera.

Risaliti, la seconda fermata è CAMPS BAY, sulla costa; facciamo una bella passeggiata sulla spiaggia, fotografiamo i 12 APOSTOLI (picchi di granito alle spalle del mare) e mangiamo un’ottima pizza e focaccina al PRIMO PIATTO (10 euro a testa).

Devo dire che la pizza è sempre stata un’ottima variante alla carne ed al pesce e la abbiamo trovata sempre molto buona, spesso cucinata nel forno a legna.

Riprendiamo il bus che rientra in citta lungo la costiera (più ti avvicini e più si notano palazzi lussuosi e viali alberati: qui vivono i ricchi sudafricani) e decidiamo di prendere la barca che effettua il giro nella baia per vedere la colonia di foche (compresa nel biglietto del bus, partenza molo dietro l’acquario ogni mezz’ora).

La crociera è piacevole e le foche davvero buffe: nuotano con la pinna alzata come una bandiera e dormono beatamente nei copertoni appesi ai moli.

Un giro al FOOD MARKET merita davvero: è un capannone con corner mangerecci di ogni tipo, dal gelato ai formaggi e ci fermiamo a chiacchiera con un ragazzo italiano che vive lì e prepara cannoncini & c.

Poi, nel centro commerciale vero e proprio (primo ingresso, ce ne è più di uno) compriamo la presa per la corrente ed una torcia nel negozio che vende tutto per il safari e cerchiamo la libreria per l’acquisto di una mappa stradale (7 euro).

Torniamo in albergo per una doccia e per controllare se sono arrivate le valigie, ma la ragazza della reception ci informa che, non solo non sono arrivate, ma ha provato a chiamare parecchie volte l’aeroporto senza che nessuno rispondesse.

Un cambio lo abbiamo nello zaino, pertanto possiamo attendere ancora un giorno, poi possiamo pensare di andare direttamente là.

Per cena scegliamo il SEVRUGA RESTORANT (sempre sul porto) perché da fuori ci fa una bella impressione ed è pieno di gente; mangiamo due ottimi antipasti, il primo ed il dessert, acqua e calice di vino e spendiamo 20 euro a testa (più che onesto visto il posto ed il servizio).

Siamo rientrati da 10 minuti e sentiamo bussare alla porta: sono le valigie, evviva!

7/8= oggi è domenica, c’è meno traffico e molti negozi non aprono. Prima commissione il ritiro dell’auto; prendiamo un taxi ed in 10 min. siamo arrivati. (il rent è nella zona del quartiere arabo sulla strada per la Table mountain, facile da individuare).

Ritirata la piccola KIA PICANTO (6 gg:110 euro con tutte le assicurazioni) ci rendiamo subito conto che il bagaglio è un po’ piccolo, ma non avendo con noi le valigie incrociamo le dita e speriamo: vedremo di incastrarle bene.

La parcheggiamo proprio davanti alla guest house ( la avremmo potuta prendere anche da domani, oggi non ci serve) e prendiamo la linea blu del nostro bus rosso destinazione giardini botanici; paghiamo l’ingresso di 55 R a testa ed incominciamo la visita di questo splendido parco pieno di piante, fiori e panchine di sosta per ammirare lo splendido paesaggio, visto che si trovano in una zona fuori città un po’ collinare.(volendo si possono portare i panini per il pic nic).

La visita dura circa un paio di ore, poi riprendiamo la blu fino all’incrocio con la linea viola, quella che effettua un tour per le cantine vinicole di CONSTANTIA,seconda meta di oggi: vogliamo infatti visitare la cantina Groot (traduzione= GRANDE) per la precisione, una delle più antiche della zona.

Guarda la gallery
sudafrica-m78we

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-821jt

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-aw8qp

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-r7pry

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-353w7

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-xassz

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-7rvcr

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3

sudafrica-ujhj3

MOSAICO DEL SUDAFRICA IN 3500 KM.parte 3



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Sudafrica
    Diari di viaggio
    sudafrica nel cuore

    Sudafrica nel cuore

    Viaggio Alice ed Emanuele fai-da-te: Sudafrica 2022 – dal 19.6.2022 al 04.7.2022Cosa sapere?Il viaggio in Sudafrica è...

    Diari di viaggio
    sudafrica, fly & drive di 3 settimane nell'ovest del paese

    Sudafrica, fly & drive di 3 settimane nell’ovest del Paese

    Il Sudafrica ci ha stregati. Per questo viaggio abbiamo scelto di vedere posti diversi dalla prima volta (tranne uno, al cuor non si...

    Diari di viaggio
    kgalagadi transfrontier park

    Kgalagadi Transfrontier Park

    cuccioli lo osservano da uno spiazzo in mezzo all’erba alta. Questo è il nostro primo avvistamento, e l’emozione è alle stelle! ...

    Diari di viaggio
    sud africa in famiglia

    Sud Africa in famiglia

    Questo diario darà solo alcune informazioni di carattere generale. Pur essendo di Bologna ed avendo l'aeroporto che ci avrebbe portato a...

    Diari di viaggio
    sudafrica: luci e ombre

    Sudafrica: luci e ombre

    Questo viaggio era stato programmato e prenotato già tre anni fa, ma per gravi ragioni lo avevamo annullato. Tuttavia il desiderio di...

    Diari di viaggio
    sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani

    Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani

    Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina)Venerdì 9 Agosto:“Di Venere e...

    Diari di viaggio
    sudafrica e dubai: in viaggio tra estate e inverno

    Sudafrica e Dubai: in viaggio tra estate e inverno

    Anche se avevamo visitato Egitto, Tunisia e Marocco una vera vacanza “africana” non l’avevamo mai fatta. Per questa nostra prima...

    Diari di viaggio
    sudafrica on the road in famiglia

    Sudafrica on the road in famiglia

    Ciao a tutti, l'estate scorsa con mio marito e mia figlia di 9 anni siamo stati 17 giorni in Sudafrica. Paesaggi stupendi, visite...

    Diari di viaggio
    sudafrica on the road, da joburg a cape town

    Sudafrica on the road, da Joburg a Cape Town

    di auto e si arriva al parcheggio del parco. A piedi percorriamo il Point Shack Trail che fa il periplo della penisola (4 ore) passando...

    Diari di viaggio
    ancora namibia + sud africa di kgalagadi  ed augrabies falls - aprile 2019

    Ancora Namibia + Sud Africa di Kgalagadi ed Augrabies Falls – aprile 2019

    Ancora Namibia + Sud Africa (Kgalagadi ed Augrabies Falls) - aprile 2019 A) INFORMAZIONI GENERALI: IMPORTANTE: come sempre avviso che...

    Video Itinerari