Montenegro Magnifico

Il Montenegro, una nazione da scoprire tra natura e tradizioni
 

Premetto che da sempre ho desiderato visitare questo piccolo, sempreverde, fiero paese dei Balcani, ma non è mai capitata l’occasione. Quest’anno ad agosto siamo stati invitati a suonare a Tivat (Teodo) come musicisti per un concerto di tango. L’organizzazione ci ha pagato i biglietti aerei. A quel punto, io ed il mio compagno abbiamo deciso di trattenerci qui per un’altra settimana.

Ci sono dei voli diretti per Podgorica da Roma a prezzo veramente basso, circa 54 euro andata e ritorno senza bagagli.

Giorno 1. Bocche di Kotor

Siamo arrivati all’aeroporto di Podgorica di notte fonda, dovevamo guidare fino a Bjela, la cittadina che si trova sulla riva della bocca di Kotor, un’insenatura naturale del mar Mediterraneo. Abbiamo affittato la macchina (un pulmino 9 posti), essendo noi 6 persone del gruppo. Il noleggio in Montenegro costa molto poco, abbiamo pagato 300 euro per 3 giorni il minivan con la compagna locale Apex Car, aperta 24 ore. Ti portano la macchina direttamente all’aeroporto, molto comodo. La caparra è di 200 euro in contanti.

Le 3 ore fino a Bjela sono state bellissime, abbiamo fatto tutta la costa dei fiordi con la luce della luna piena. Sono stata subito colpita dalla bellezza del paesaggio, dalle montagne “nere” e maestose dietro, dagli edifici in stile “veneziano”, piccoli supermercati dallo stile “sovietico”, le barche di lusso sul mare, le barchette dai pescatori. Potrei dire che il Montenegro è un paese dai mille contrasti.

Per arrivare a Bjela la strada più corta è quella di prendere il traghetto da Teodo (Tivat) che costa 5 euro e vi porta dal lato opposto del fiordo. Volendo, si può anche fare la strada sulla costa, più panoramica, la quale, però, allunga il vostro viaggi di 40 minuti.

Finalmente, alle 3 di notte siamo arrivati al nostro appartamento a Bjela.

NB: in Montenegro gli affitti costano veramente poco. Su booking si trovano le stanze nelle case private a partire da 20 euro a notte per 2 persone, a 35 euro si ha una soluzione del nostro livello di 3 stelle, a 50 – 80 euro – camera di lusso. Solo Budva e Santo Stefano sono più cari con i prezzi “europei”, rovinati dal turismo di massa dei russi degli ultimi anni. Consiglio sempre di guardare su booking le offerte del giorno. I proprietari non chiedono neanche la carta per prenotare le case, il pagamento quasi sempre in cash, ad eccezione di alberghi grossi.

Giorno 2. Tivat

Giornata splendida, facciamo il pranzo a Bjela, in un ristorante sul lungomare e dopo fatto il bagnetto sulla spiaggia. Bjela non è niente di speciale, mare abbastanza pulito, ma con le piattaforme in cemento per poter fare il bagno. Le costruzioni sono semplici, con spesso dei palazzoni orribili cominciati e mai finiti, che sorgono come dei funghi nel mezzo alle casette basse e negozi.

Prendiamo il traghetto per Tivat, facciamo le prove e la sera suoniamo al concerto in una casa di cultura a Tivat, grande successo con il pubblico. Anche Tivat è una cittadina portuale, da vedere c’è ben poco.

Qualche osservazione sulla cucina montenegrina. Come in tutti i Balcani, loro mangiano principalmente carne, con l’insalata Shopska (una specie di insalata greca), tanto aglio, tanta cipolla. Quindi, se sei vegetariano, come me, hai un po’ di difficoltà. Ma, riuscivo, comunque a trovare dei piatti per me, buonissimi i peperoni ripieni di riso e formaggio. I formaggi sono principalmente freschi e salati, stile feta, non mi hanno impressionato. Per gli amanti della carne, la cuociono sempre alla griglia con i contorni. Famosi sono i Cevapcici – carne tritata con le spezie, fatta a polpetta gigante, sullo spiedo. Nelle località di mare si mangia tanto pesce, molto buono.  I vini montenegrini sono ottimi, soprattutto quelli bianchi, particolarmente buoni Malvazia e Grushevica.

Giorno 3. Visita a Kotor

Abbiamo dedicato questa giornata, oltre al solito bagno a Bjela, anche alla visita di una delle città – simbolo di Montenegro – Kotor (Cattaro in italiano), che si trova sul fiordo – Boka, vicino a Tivat. Città bellissima, completamente ricostruita dai veneziani dal 1420 al 1797, dominata in alto dalla cittadella. Vi consiglio di fare la salita panoramica, che porta in cima, dura circa un’ora fra andata e ritorno, costo biglietto –  12 euro. Abbiamo passeggiato fra le viuzze strette, piazze popolari, negozi, lungomare, chiesette della cittadina, ed anche sui muri che la circondano. Kotor è piena di turisti, soprattutto qui si fermano le navi da crociera. Non vi consiglio di dormire qui, ne di mangiare, tutto molto caro.

La sera abbiamo fatto l’asado argentino a casa degli organizzatori del concerto, ottima serata piena di chiacchiere ed amicizia in una tipica villetta montenegrina nella parte alta di Bjela (un po’ faticoso salirci, però).

Giorno 4. Podgorica e Lago di Skadar

Tempo di viaggio da Podgorica: 40 minuti

La mattina abbiamo accompagnato i nostri colleghi all’aeroporto di Podgorica, abbiamo fatto il cambio macchina (minivan con una macchina 4 posti, spesa per 7 giorni: 300 euro con 100 euro di caparra in contanti) e ci siamo fermati in una bella casetta “Skadar Lake House” in un ecovillaggio sul lago di Skadar (Scutari) – il lago più grande di Montenegro, un terzo del quale appartiene all’Albania e segna effettivamente il confine fra i 2 paesi.

Bellissimo fare il pranzo sul lago. Vi consiglio Grill House Rostiljijada e Restoran Obala, proprio in riva al lago. Questi ristoranti offrono il pesce del lago, e tanti altri piatti tipici. Si può noleggiare un  kayak o un pedalò e fare il giro sul lago.

La sera siamo andati a Podgorica, che è una delle capitali più brutte mai viste, tutta piena di edifici moderni, che non hanno un minimo di armonia fra di loro. A parte la Torre dell’Orologio, unico monumento “storico”, non c’è nient’altro da vedere. Il centro storico, dove poter passeggiare, non esiste. Vale la pena venire a Podgorica solo per mangiare in una trattoria tipica, antica, si chiama Pod Volat, vicino alla torre dell’orologio: bellissimo dentro, economico, con i camerieri molto simpatici e veloci.

Guarda la gallery
mn

mn1

mn3



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su kotor
    Diari di viaggio
    montenegro magnifico

    Montenegro Magnifico

    Premetto che da sempre ho desiderato visitare questo piccolo, sempreverde, fiero paese dei Balcani, ma non è mai capitata l'occasione....

    Diari di viaggio
    mini tour dei balcani

    Mini tour dei Balcani

    Il viaggio è cominciato con un volo Bologna – Podgorica della Ryanair, che offriva un buon prezzo nonostante la prenotazione solo un...

    Diari di viaggio
    montenegro - podgorica

    Montenegro – Podgorica

    Avevo letto ovunque che a Podgorica non c’era nulla da vedere ma non ci volevo credere. Invece devo ammettere che è vero, c’è...

    Diari di viaggio
    kotor, santorini, corfù e creta in crociera, con msc opera

    Kotor, Santorini, Corfù e Creta in crociera, con MSC Opera

    Scrivo questo diario di viaggio dedicato ai crocieristi alle prime armi che hanno bisogno di informazioni, che sono quelle che avrei...

    Diari di viaggio
    10 giorni in montenegro, dalmazia e bosnia erzegovina

    10 giorni in Montenegro, Dalmazia e Bosnia Erzegovina

    DOMENICA 27 MAGGIO 2018 La frase del mese è: “eh, ma il Montenegro deve essere bellissimo…” lo scopriremo solo vivendo. Pogdorica...

    Diari di viaggio
    vacanze tra montenegro e albania

    Vacanze tra Montenegro e Albania

    Questa vacanza me la ricorderò a lungo come quella che sin dall’inizio è stata piena di imprevisti o quantomeno assolutamente diversa...

    Diari di viaggio
    nel cuore dei balcani 2

    Nel cuore dei Balcani 2

    Eravamo alla ricerca di un Paese nuovo e relativamente vicino da visitare e dopo tanto pensare la scelta (ottima) è caduta sui Balcani...

    Diari di viaggio
    balcani on the road 2

    Balcani on the road 2

    Abbiamo deciso di fare questo viaggio attratti principalmente dalla Bosnia Erzegovina, di cui sapevamo ben poco, a parte i tristemente noti...

    Diari di viaggio
    alla scoperta del montenegro... dal mare alle montagne

    Alla scoperta del Montenegro… dal mare alle montagne

    Avendo un budget non particolarmente alto, in Agosto 2016 abbiamo deciso di andare in vacanza in Montenegro, alternando giorni al mare ad...

    Diari di viaggio
    balcani occidentali, il tour dei siti unesco

    Balcani occidentali, il tour dei siti Unesco

    15 giorni alla ricerca dei siti patrimonio dell’Unesco dei Balcani Occidentali, non solo e non tutti. Budget circa 2700€ in due,...

    Video Itinerari