Montalcino e dintorni, Isola del Giglio e Giannutri

Un'amica si trasferisce e ogni scusa è buona per andarla a trovare in quel lembo di Toscana che non delude mai
Partenza il: 03/07/2013
Ritorno il: 07/07/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Mercoledì 3 luglio – Arrivo a Montalcino

Dopo alcuni giri per smerciare i gatti, che come sempre quando andiamo in vacanza noi vanno in vacanza anche loro dalla “nonna”, partiamo definitivamente da Bagnacavallo alle 15.30. Direzione Ravenna per prendere l’E45, tutta buchi e lavori in corso. Su indicazione di Silvia usciamo a San Sepolcro e da lì prendiamo la strada per Arezzo per poi proseguire in direzione Siena, ma svoltiamo prima per delle strade secondarie e giungiamo a Montalcino attraverso i bei paesaggi toscani tutti campi verdi e balle di fieno, purtroppo la luce non è delle migliori perché il cielo è nuvoloso ma Paso è lo stesso in estasi a pensare a quante belle foto farà. Arriviamo poco prima delle 19.00 davanti all’hotel Il Giglio, di proprietà di Michele, il fidanzato di Silvia, che per la prima volta ci ospita dalla sua famiglia e nel suo paese. Non siamo proprio convinti che la strada indicata sia la più veloce, al rientro proveremo a fare l’autostrada. Ad accoglierci Mario, il babbo di Michele, la somiglianza è netta, che aspettava proprio noi, Lara e Paso. L’ingresso dell’hotel è raffinato ed accogliente, do una sbirciatina in giro nella sala del ristorante, tutto è curato nei particolari, questa famiglia ci sa proprio fare. Finita la telefonata in cui è impegnato, Mario ci accompagna alla nostra camera, che in realtà è un appartamentino poco lontano dall’albergo vero e proprio, molto carino. Porte in legno scuro e pavimenti in cotto, soffitti in legno e archi in muratura, letti in ferro battuto e mobili antichi, molto rustico e molto molto bello. Ne prendiamo immediatamente possesso per fare una doccia e mettere a posto le prime cose, poi, rinvigoriti, usciamo a fare due passi per il centro anche se a quest’ora tutti i negozi stanno chiudendo. Molti sono i locali sfitti, con cartelli “affittasi” o “vendesi”, i ristoranti e le enoteche invece non mancano, in ogni stradina ce n’è uno. In giro ci sono diversi turisti, quasi tutti stranieri. Torniamo presto sui nostri passi, abbiamo appuntamento con Silvia e Michele, che infatti ci stanno aspettando fuori dal ristorante. Silvia si è trasferita qua da poco, appena due settimane. La sua vita è ancora in transito e sprizza gioia da tutti i pori, sono felice per lei. Entriamo e ceniamo insieme, con noi anche i figli di Michele, Camilla e Federico. Le portate sono tutte squisite, gli abbinamenti ricercati e sapientemente accostati, tutto sembra fatto su misura per Silvia, che da sempre sogna di aprire un ristorante in cui potesse dar sfogo al suo estro culinario ed ecco che è capitata in un posto proprio così. Dopo cena facciamo due passi fino alla piazza per prendere un caffè nell’antica “fiaschetteria”. C’è un complesso musicale che suona sotto al loggiato e qualcuno seduto nei tavolini dei bar all’aperto, non molta vita a dir il vero, ma a quanto pare di solito non c’è nemmeno questo… Siamo un po’ stanchi tutti quanti, così dopo un giro nel parcheggio, per capire dov’è finita la nostra macchina più che altro, che Mario ci è andato a parcheggiare personalmente, torniamo all’albergo per due chiacchiere, una partita a dama con Federico e poi tutti a nanna.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo Leggi i Diari di viaggio su Abbazia di San Galgano
Diari di viaggio
Siena, Val d'Orcia, Pisa e Lucca

Siena, Val d’Orcia, Pisa e Lucca

Viaggio praticamente last-minute, organizzato nella pausa di libertà del lockdown; insomma, da pronti e via!! 1° giorno Giovedì 27...

Diari di viaggio
Val d'Orcia e Val d'Elsa

Val d’Orcia e Val d’Elsa

Villa Palagetto. Siamo accolti da una gentile signorina che ci illustra le caratteristiche principali della struttura e ci conduce...

Diari di viaggio
Argentario, quasi un'isola

Argentario, quasi un’isola

Il 14 Giugno in serata siamo partiti alla volta di Barberini Val d’Elsa dove avevo prenotato una stanza all'Hotel Primavera per una tappa...

Diari di viaggio
Montalcino e dintorni, Isola del Giglio e Giannutri

Montalcino e dintorni, Isola del Giglio e Giannutri

Mercoledì 3 luglio - Arrivo a Montalcino Dopo alcuni giri per smerciare i gatti, che come sempre quando andiamo in vacanza noi vanno in...

Diari di viaggio
San Galgano e l’eremo di Montesiepi: tra mito e realtà

San Galgano e l’eremo di Montesiepi: tra mito e realtà

Le prime domeniche di sole ci portano alle prime gite fuori porta dell’anno. Quest’anno abbiamo iniziato alla grande passando una...

Diari di viaggio
Siena e dintorni on the road

Siena e dintorni on the road

Siamo un'allegra famiglia di viaggiatori, due studenti e due genitori con la passione per la Toscana. Quest'anno finalmente decidiamo di...

Diari di viaggio
Gita fuori porta all'Abbazia di San Galgano

Gita fuori porta all’Abbazia di San Galgano

"... Si narra che un dì l'Inghilterra fiorì di audaci cavalier, il buon re morì senza eredi e così agognaron tutti al poter, soltanto...

Diari di viaggio
La spada nella roccia

La spada nella roccia

Era da tanto che promettevamo a nostra figlia di portarla a vedere la spada nella roccia, e finalmente ieri abbiamo mantenuto la...

Diari di viaggio
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, San Galgano e Siena

Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, San Galgano e Siena

inizio nel 1226. La cappella dedicata alla Santa senese conserva affreschi del Sodoma. Piazza del Campo, simbolo e cuore di Siena, ci...