Monaco, Berlino e Romantische Strasse

Quattro giorni a Monaco e dintorni, tre nella capitale e poi lungo l’itinerario turistico
Scritto da: micarox
monaco, berlino e romantische strasse
Partenza il: 19/08/2013
Ritorno il: 29/10/2013
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

Partecipanti: io, mio marito e mia figlia quindicenne.

Costo totale: 2.000,00€ circa

Tappe n. 4 a: Monaco di Baviera, Berlino, Wuzburg e Dischingen.

1° tappa 19-22 agosto: MONACO DI BAVIERA

Pernottamento HOTEL RIVOLI costo 4 notti, 3 persone con prima colazione + parcheggio privato € 500,00. Impressioni: colazione ricca e varia (salato e dolce), frutta, yogurt, ecc. servizio al tavolo per cappuccino (come in Italia) e altre bevande calde. La sala colazioni è piccolina e noi, per fortuna, abbiamo sempre trovato subito posto. La camera è di nuova ristrutturazione, insonorizzata, senza climatizzatore ma con ventilatore; la connessione al wi-fi non è ottima e a volte bisogna andare in corridoio per riprenderla; il bagno nuovo, ampio, dotato solo di sapone, shampoo, phon e salviette (corpo e viso).

Partiti da casa alle 7,15, siamo arrivati all’Hotel Rivoli a Monaco verso le 13.00 senza incontrare grossi problemi di traffico e difficoltà a trovare l’albergo. Abbiamo sistemato l’auto nel loro parcheggio privato, indossato l’impermeabile e preso l’ombrello, visto che il tempo era uggioso e, ci siamo incamminati verso la vicina fermata di metrò (70 metri). Come mi ero informata prima di partire ho fatto l’abbonamento CITY TOUR CARD INNERAUM 3 GG PARTNER al distributore automatico (c’è la possibilità di scegliere la lingua italiana), al costo di 30,90; questo biglietto dà la possibilità di usufruire di tutti i mezzi pubblici di Monaco per 3 giorni, ma essendo unico, si è costretti a viaggiare sempre assieme. I mezzi pubblici di Monaco sono efficienti, puliti e soprattutto semplici da usare (noi comunque abbiamo scaricato da internet le piantine del metrò e dei tram per orientarci meglio).

1^ fermata a Marienplatz che a causa della pioggia, abbiamo tralasciato di visitare per andare subito a vedere la Residenz, entrando dalla Max Joseph Platz. Noi abbiamo fatto l’abbonamento Baviera famiglia di 40,00 € (valido 15 giorni) direttamente alla Residenz e con quello, dopo aver preso l’audio guida gratuita in lingua italiana, abbiamo visitato quasi tutto il palazzo ad eccezione dell’ala chiusa per restauro. Molto bello il palazzo e le stanze che lo compongono, arricchite di porcellane e mobili, anche se per stanchezza e un po’ per noia, abbiamo accorciato l’ascolto dell’audio guida, fin troppo minuziosa. Ritornati nell’atrio e restituita l’audio guida del palazzo abbiamo ritirato quella per il tesoro e nonostante siano solo 10 stanze, fanno girare la testa da quanti gioielli e manufatti pregiati contengano. Assolutamente da non perdere, come pure il piccolo gioiello che è il teatro Cuvilliés. Ricordatevi di prendere il depliant all’ingresso della Residenz per orientarvi meglio in questo enorme palazzo che conta ben 6 cortili interni. Dopo più di 3 ore di visita siamo usciti e mentre ci avviavamo verso l’Hofgarten dal cielo ha iniziato a diluviare e così dalla vicina Odeonplatz abbiamo preso l’autobus n.100 che ci ha fatto fare un giro nella parte occidentale della città attraversando il parco Maximiliams e vedendo scorrere il Teatro e l’Angel of Peace. Per fortuna quando siamo ritornati in Odenplatz aveva smesso di piovere e abbiamo fotografato la FeldherrnHalle, ai cui piedi è avvenuto lo scontro del famoso “putsch di Monaco” (sul muro della Residenz c’è una targa a ricordo dei 4 poliziotti rimasti uccisi nello scontro) e visitato la vicina Theatiner-kirche. Ormai il tempo si era rasserenato e ci siamo avviati lungo la Theatiner Strasse, dove si trova il palazzo che diede i natali alla principessa Sissi, per andare alla Stachus Platz. I morsi della fame ci hanno costretto a scendere sotto la piazza, dove si trovano tantissimi negozi, e soprattutto locali che proponevano cibo da quasi tutto il mondo. Vista la scelta, ci siamo ritornati più volte nei 4 giorni di permanenza a Monaco per mangiare e ogni volta abbiamo cambiato posto, sempre spendendo meno di 30,00 € a pasto in tre. Riempiti gli stomaci, siamo risaliti in superficie e scattato delle foto ai palazzi che circondano la piazza tra cui il Palazzo della Giustizia (non siamo riusciti a vedere la sala della Rosa Bianca, perché chiude alle 16.00) e la Stazione Centrale. Abbiamo passeggiato lungo la strada principale che unisce la Karlplatz alla Marienplatz, dove abbiamo visitato la chiesa di San Michael e la Frauenkirche. La prima molto carina, la seconda un po’ tetra e i lavori in corso ne coprivano la facciata. La stanchezza ci porta verso il metrò per andare in hotel a riposarci e dormire.

2° giorno

Dopo un’abbondante colazione ci siamo diretti al parco Theresienwiese, dove stavano già montando gli stand per l’Oktoberfest. Abbiamo visitato la Ruhmeshalle, un’esposizione di busti dei più famosi personaggi tedeschi e saliti dentro alla statua di bronzo della regina Teresa (non si vede quasi nulla dalla testa della statua e i gradini sono ripidi, ma il prezzo è compreso nell’abbonamento della Baviera). Sinceramente se si ha poco tempo a disposizione si può benissimo saltare questa visita, mentre non si può tralasciare di vedere la Asam-Kirche (deve essere visto anche l’interno della chiesa) con la facciata del palazzo dei fratelli Asam. Abbiamo proseguito a piedi per visitare la sinagoga in St.Jacob Pl. e Virtualien-markt. Oramai erano quasi le undici, così ci siamo avviati verso la Marienplatz per assistere allo spettacolo dell’orologio-carillon sul Glockenspiel del Neuse Rathaus. Carino, ma col sole e la piazza gremita di persone, non si è visto molto. La piazza comunque è spettacolare e noi ci siamo ritornati più volte durante la giornata per fotografarla con le diverse luci del giorno, nonostante ci fossero lavori in corso. Non abbiamo atteso la fine dello spettacolo perché volevamo salire sul campanile, prima che arrivasse la folla. Per salire c’è l’ascensore che si può prendere passando nel portico vicino all’ufficio turismo. Non c’è la possibilità di fare le scale, erano chiuse da … tempo, senza nessuna spiegazione. Il costo è di 4,00 € a persona (noi abbiamo fatto il biglietto famiglia) e dalla cima abbiamo visto la città a 360° gradi. Ne è valsa la pena. Una volta scesi era quasi mezzogiorno e prima della pausa pranzo, abbiamo visitato nella torre del vecchio municipio il museo dei giocattoli (4 stanze con giocattoli dell’ultimo secolo; interessante se si hanno dei bimbi, altrimenti si può lasciar perdere. Noi abbiamo pagato 6,00 € biglietto famiglia). Vicino ci sono due chiese la Heiliggeist Kieche e la San Peter kirche entrambe molto belle da vedere e fotografare.

Guarda la gallery
baviera-5v8gb

BERLINO

baviera-qvhnk

BAVIERA

baviera-qbv9g

MONACO



    Commenti

    Lascia un commento

    Baviera: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari