Mini tour europeo di 10 giorni

Eurotrip fai da te alla scoperta delle grandi città di Germania, Olanda e Belgio: Berlino, Amsterdam, Rotterdam, Bruxelles, Brugge e Gent
 
Partenza il: 14/08/2015
Ritorno il: 24/08/2015
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Era tempo che leggendo i vostri diari mi era venuta voglia di scriverne uno tutto mio, e quale occasione migliore se non un viaggio fai da te tra diverse città d’Europa? Lo scopo del nostro diario è principalmente quello di guidarvi in questo bellissimo giro spiegandovi cose che a parere nostro era importante sapere già a priori, per poter risparmiare soldi e tempo preziosissimi per chi ha pochi giorni a disposizione per vedere proprio tutto.

Il nostro giro ha inizio il 12 agosto con un volo Palermo-Roma fiumicino acquistato a soli 15 euro. Prima destinazione Fondi, piccola cittadina in provincia di Latina che è stata sede delle nozze di mio fratello durante la permanenza a Fondi visita a Sperlonga, zona balneare bandiera blu molto bella, ma anche incredibilmente cara. Fatta questa piccolissima premessa iniziamo con l’Eurotrip vero e proprio.

Data la nostra permanenza romana abbiamo approfittato delle tariffe agevolate laziali per raggiungere Berlino, la prima delle nostre tappe. Treno da Fondi (Sperlonga) a Roma Termini prenotato per le 8 al costo di 13euro più un Terravision sempre prenotato on line 8euro fino in aeroporto, arriviamo a Berlino Tegel in mostruoso ritardo (18:00) tanto che, tra la ricerca dell’hotel e la corsa al Bundestag, siamo riusciti ad entrare in quest’ultimo con 40 minuti di ritardo solo perché alla fine questi tedeschi non sono così fiscali come sembrano. Da Tegel ci sono autobus cittadini tipo il 109, il 128 o l’x9 che portano ad Alexanderplatz con circa 4euro.

Parlando del Bundestag o reichstag (palazzo del parlamento tedesco) una cosa molto ma molto importante da sapere è che bisogna prenotare on line la visita con largo anticipo perché vi chiederanno nome cognome e date di nascita di ogni visitatore. Possono chiudere un occhio sul ritardo ma sulla sicurezza sono incorruttibili quindi se non siete in lista difficilmente entrate! Prenotando on line la visita si hanno a disposizione 3 orari tra cui poter scegliere anche in giorni diversi, io consiglio il tardo pomeriggio per poter ammirare anche il tramonto.

Hotel a Berlino (WINTER, mitte. 320 euro per 4 giorni una doppia) in zona checkpoint Charlie che consiglio davvero a tutti, bellissimo, pulitissimo, in posizione veramente comoda, a soli 10 secondi di passeggiata sia dal checkpoint che dall’ingresso della metropolitana Kochstrasse, (U6). A Berlino i trasporti metro si dividono in U (underground ovvero la metro vera e propria) ed S (sono dei treni di superficie che collegano le zone meno centrali tipo la galleria est del muro). Vi ha mai detto nessuno che i trasporti sono abbastanza cari? Ma soprattutto, vi ha mai detto nessuno che bisogna arrivare a Berlino con addosso 10 kg di monetine se non prendete la Welcome Card? Beh per noi è stato un trauma, nessuna macchinetta accetta contanti o mastercard, solo monetine. Credetemi, 14 euro di monetine al giorno sono davvero tanti da reperire per viaggiare! Il biglietto giornaliero costa 7euro e vale anche la notte. Noi personalmente avendo sostato 4 giorni lo abbiamo preferito rispetto alla Berlino welcome card che ritenevamo conveniente solo per i trasporti dato che gli sconti sono solo per musei di secondo ordine e per ristoranti turistici da evitare . Biglietto corsa semplice 2,60euro. Colazione in hotel a pagamento per “soli” 7 euro a persona, risparmiabilissimi considerato che dietro l’angolo dell’hotel esiste Back-factory, una sorta di caffetteria e panetteria self service che con 9 euro in 2 ti permetteva di prendere yogurt, cereali, cappuccino, biscotti, muffin, cornetti di ogni genere, e avevano anche il salato, e permette di fare colazione sul tetto con vista sul checkpoint. Per orientarci in città abbiamo scaricato le mappe di tripadvisor ( da usare comodamente offline) per non perdere nessun luogo di interesse, e google maps che ci indicava passo passo quali strade, tram, metro, percorsi seguire per arrivare a destinazione. Non vi descriverò i vari musei o monumenti visti a Berlino dal momento che abbiamo veramente visto tutto ( camminando da mattina a sera ininterrottamente), mi piace solo ricordare questa città per il rispetto per le cose e il senso civico di tutti quelli che la vivono. Solo qualche appunto, se volete visitare l’isola dei musei dunque Pergamon, Altes e tutti gli altri vi consiglio il pass giornaliero per tutti i musei che costa come visitarne due ma vi permettere di avere accesso a tutti gli altri, è consigliabile un intero giorno da dedicare soltanto a questo, a che siete lì non perdetevi la salita di millemila gradini per arrivare sul tetto del duomo di Berlino. La vista ripagherà tutte le fatiche. Altre 2 cose da non perdere, lo spettacolo del Bundestag, la sera sulla Sprea, che è molto toccante e la visita sia di mattina che di sera a Postdamer platz in cui si trovano per il giorno un centro commerciale incredibile ( Mall of Berlin, con più di 300 negozi, e ristoranti di tutto il mondo che girano a 360 gradi all’ultimo piano), il Sony Center e i palazzi di Renzo Piano. La notte tutto si illumina e lo spettacolo è garantito!

Terminati i nostri 4 giorni berlinesi con tanto dispiacere prendiamo la metro S (trenino superficiale) che con 3,60 euro ci porta comodamente a Schoenefeld dove ci attende l’imbarco per Amsterdam. Partiamo con Easyjet che, al contrario di ryanair , non accetta borse e borsette oltre il bagaglio a mano e su questa cosa i tedeschi sono estremamente precisi, quindi lasciate un po’ di spazio in valigia per la borsa e la reflex. Da Schiphol alla stazione centrale treno che sta dentro l’aeroporto per 10,20 euro a coppia. Non male.

Albergo ad Amsterdam “Koopermoolen“ (3 giorni 540 euro) pagato tanto ma veramente tanto per quello che offriva, quindi sconsigliatissimo. La zona era perfetta per una coppia che vuole uscire la sera e trovare per strada sempre gente (zona stazione, piena di negozi e localini) solo che tra gli schiamazzi e le stanze per nulla insonorizzate era veramente difficile chiudere occhio. Meglio zone come il mercato dei fiori o la graziosissima Rembrandtplain a parere nostro.

Guarda la gallery
cultura-c7tca

sony center berlino

cultura-3zgug

amsterdam

cultura-1d3vg

bundestag berlino



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Amsterdam
    Diari di viaggio
    fioritura dei tulipani in olanda

    Fioritura dei tulipani in Olanda

    L'Olanda è una di quelle tappe da percorrere almeno una volta nella vita se siete amanti dei fiori e dei colori. Il periodo perfetto per...

    Diari di viaggio
    sei giorni ad amsterdam in agosto

    Sei giorni ad Amsterdam in agosto

    GIORNO 1: 10 agosto 2021 Siamo partiti da Bologna con il volo KLM delle 6 di mattina, a bordo ci hanno dato un panino non molto buono...

    Diari di viaggio
    assaggio di primavera in olanda

    Assaggio di primavera in Olanda

    È da un po' che vogliamo andare a vedere la fioritura dei tulipani... e cosi partiamo per l'Olanda, sei giorni ad Amsterdam e tre a...

    Diari di viaggio
    amsterdam e i suoi canali

    Amsterdam e i suoi canali

    Colazione da Vince prima della partenza - 8/6/19 Sabato Ormai è diventata un classico, la colazione da Vince prima della partenza. Ore 10...

    Diari di viaggio
    breve fuga di due amiche in olanda

    Breve fuga di due amiche in Olanda

    Ciao a tutti! Mi piace pensare che questo diario possa essere utile magari a due amiche come me e Mariella, che decideranno di trascorrere...

    Diari di viaggio
    anversa ed amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anversa ed Amsterdam: due città diversamente fantastiche

    Anche quest'anno, come ormai da tradizione, ci tocca scegliere una grande città europea per la gita di primavera/estate. E finalmente,...

    Diari di viaggio
    spring break olandese

    Spring break olandese

    che meritano di essere visti se si ha un po’ di tempo da dedicargli. E ora si aspetta giugno per il nostro viaggione!

    Diari di viaggio
    amsterdam e keukenhof nel periodo più bello dell'olanda

    Amsterdam e Keukenhof nel periodo più bello dell’Olanda

    della storia del tulipano nero e di personaggi famosi che hanno dato il loro nome a nuove varietà, quando questi fiori valevano oro il...

    Diari di viaggio
    amsterdam: amore a prima vista

    Amsterdam: amore a prima vista

    rispettosi dell’ambiente.Abbiamo dedicato il terzo giorno al quartiere De Pijp, e al suo colorato mercato Albert Cuypmarkt, luogo...

    Diari di viaggio
    amsterdam e la festa del re 2

    Amsterdam e la festa del Re 2

    Ad Amsterdam tra il Giorno del Re, i mulini di Zaanse Schans, il parco Keukenhof e... patatine fritte.Circa un anno fa ho...