Messico, un luogo dove tornare

Il viaggio più bello della mia vita, per conoscere il vero Messico e le tradizioni di un popolo meraviglioso! Tour in Chiapas e Yucatan e relax a Playa del Carmen
Scritto da: veronick83
messico, un luogo dove tornare
Partenza il: 15/09/2012
Ritorno il: 26/09/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Ciao a tutti siamo una coppia e volevamo una vacanza sicura, ma emozionante. Non sapevamo ancora quale destinazione scegliere, anche se il Messico era sempre nei miei pensieri, per la sua misteriosa cultura pre-colombiana, e la sua costa caraibica! Un sogno! Dopo aver cercato online, ho trovato un’agenzia di viaggi situata a Playa del Carmen, ma gestits da italiani, una combinazione perfetta, pensiamo! E infatti Karmatrails ci ha dato sicurezza, divertimento, relax e anche suggerimenti utili, insomma una buona scelta che vi consiglio!

Il nostro obiettivo è un circuito del Chiapas e dello Yucatan. Se avessimo provato a farlo da soli avremmo perso la metá delle cose. E la guida conosce la zona come il palmo della sua mano! Davvero bravo e l’abbiamo soprannominato “ il grande sciamano”, perché ci ha aperto la strada per un viaggio da sogno! Ecco la nostra vacanza in Messico, un luogo dove torneremo di sicuro:

1° giorno

Dopo una sosta a Città del Messico voliamo a Tuxtla Gutierrez, capitale del Chiapas. Lì ci aspettava la guida di Karmatrails con un cartello con il nostro nome. Un piacere davvero, perché dopo un viaggio così lungo, le dogane, i bagagli… l’ultima cosa che si desidera è dover cercare un taxi e contrattare il prezzo. Arriviamo in hotel (molto carino!) dove incontreremo i nostri compagni di tour, 4 coppie in totale, compresi noi, ottimo direi, preferiamo i piccoli gruppi! La sera stessa rompiamo il ghiaccio e facciamo subito amicizia con Cristina, Francesco, Paola, Fabrizio, Caterina e Marco.

2° giorno

Dopo la colazione abbiamo incontrato la nostra guida e ci dirigiamo a San Cristobal de las Casas. Lungo la strada ci siamo fermati in un sito meraviglioso. Il Canyon del Sumidero, un fiume che scorre tra le pareti enormi di roccia alte fino a 1 km e noi eravamo su una barca li in mezzo! Pura natura selvaggia… emozionante! Dopodiché facciamo una sosta a Chiapa de Corzo, una piccola città affascinante dove pranzeremo. Questa notte dormiremo all’Hotel Casa Vieja, molto bello. Prima di andare a dormire abbiamo camminato nel centro di questa città piena di magia e colori, tra le persone con i loro usi e costumi e mercatini di artigianato tipico.

3° giorno

In questo giorno andremo tra le montagne del Chiapas a incontrare le comunità indigene di San Juan Chamula e Zincatán. E´stato molto intenso! E davvero ci ha dato la sensazione di essere in un altro Messico, il VERO MESSICO. E´stato incredibile entrare in quella Chiesa apparentemente dal fuori normale e con all’interno persone che cantavano e eseguivano rituali tra il magico e il religioso. Meno male che c’era la guida perché da soli non saremmo potuti entrare in queste comunitá e solo questo vale il viaggio! Siamo tornati a San Cristobal con il tempo di fare di nuovo un giretto e acquistare souvenirs.

4° giorno

Dopo la colazione in hotel, abbiamo detto addio a San Cristobal de las Casas con un po’ di tristezza (come ho detto, le persone sono meravigliose) e siamo partiti per Palenque. Lungo la strada ci siamo fermati alle Cascate di Agua Azul. La nostra guida ci aveva anticipato la loro belleza, ma hanno in ogni caso superato ogni nostra aspettativa, sono bellissime: le acque hanno sfumature di colori incredibili e la vegetazione che le circonda rende il luogo un paradiso in miniatura! Qui abbiamo fatto le foto piú romantiche del nostro viaggio. Arrivati all’hotel Ciudad Real Palenque ci siamo un po’ riposati e siamo andati a cenare in un ristorante típico messicano. A proposito, in Messico si mangia benissimo!

5° giorno

Prima colazione in hotel, e… Rovine! Il mio ragazzo va matto per questi reperti, e il sito archeologico di Palenque, è una delle città Maya più affascinanti del Messico, dove abbiamo battezzato la nostra guida come il Grande Sciamano! Ci ha spiegato la storia e aiutato a interpretare i simboli e le raffigurazioni maya che risalgono all’epoca di Pakal. Definitivamente Palenque è il mio sito preferito! Siamo tornati al pullmino e, dopo aver conosciuto due stati del Messico siamo partiti per conoscere il terzo: Campeche. Lungo la strada ci siamo fermati per il pranzo e poi siamo arrivati alla città fortificata di Campeche, l’unica del Messico. La guida ci ha detto che ci sono un sacco di storie incredibili sui pirati del calibro di Drake, che hanno solcato le acque dei Caraibi nel periodo coloniale, e abbiamo girato questa meravigliosa città molto ben conservata, non per niente fa parte del Patrimonio Culturale dell’Unesco! Dopo una giornata cosí intensa, arrivati in hotel ci siamo goduti il meritato risposo.

6° giorno

Partiamo per il famoso Yucatan, percorrendo la Via Puuc in mezzo alle colline. Arriviamo al sito archeologico di Uxmal, con la piramide dell’Indovino che é davvero affascinante e questa antica città-stato è dedicata al dio della pioggia Chac. Questo ti fa capire come i Maya vivessero in simbiosi con la madre terra! E come sempre la nostra guida ci é stata d’aiuto con le sue spiegazioni che ci facevano sognare. Il tempo di un pranzetto veloce e partiamo per Merida, la capitale dello Yucatan dove abbiamo fatto il giro guidato della cittá vedendo tante belle ville spagnole e francesi del periodo coloniale… ci siamo sentiti dentro ad un film! L’hotel a 4 stelle a Merida era davvero bello (Yucatan Real).

7° giorno

Il nostro ultimo giorno di tour! Abbiamo preso il pullmino e lasciato Merida per andare a Chichen Itza! Il mio ragazzo ed io avevo immaginato tante volte questo sito… E finalmente possiamo vederlo con i nostri occhi! Dedichiamo la mattinata alla visita: il Castello, dedicato al dio Kukulkan (la famosa piramide), l’osservatorio, il campo della Pelota. Qui si pensa al film Apocalypto, e davvero ci sono venuti i brividi! Mentre eravamo nel sito vedevamo grandi gruppi di turisti un po’ annoiati, beh, la nostra guida ha sempre saputo raccontarci tutto con cosi tanta energía che non ci siamo mai annoiati e in piú essendo un piccolo gruppo potevamo decidere dove spendere piú tempo. Poi abbiamo mangiato in un ristorante locale dove si servono piatti dello Yucatan e infine siamo arrivati a Playa del Carmen dove a malincuore abbiamo salutato la nostra guida e purtroppo anche i nostri 6 compagni di avventura.



    Commenti

    Lascia un commento

    Campeche: leggi gli altri diari di viaggio