Messico on the road fra Maya e mare

Yucatan, Chapas e Quintana Roo fai da te
 
Partenza il: 30/06/2016
Ritorno il: 15/07/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Consigli generali

· Moneta: potete prelevare direttamente nei caselli ATM delle città. Noi non abbiamo riscontrato nessun problema per prelevare, pagando una commissione misurata. Esistono anche diversi uffici di cambio, ma sono frequenti solo nella riviera maya più turistica (playa del carmen-cancun). Al momento del nostro viaggio il cambio era dato circa 1€ = 20 pesos. Accettati quasi ovunque sono anche i dollari americani, ed il consiglio è proprio quello di partire con qualche dollaro in tasca per le emergenze.

· Valigia: partite leggeri, in Messico fa parecchio caldo e ci sono tantissime cose che potreste voler portare a casa, quindi il consiglio è partire con un considerevole margine di alloggiamento nel bagaglio.

· Volo: abbiamo volato con Neos, con un volo diretto (o quasi) da Milano Malpensa, acquistando i biglietti circa 4 mesi prima spendendo circa 750 € a testa comprensivo della solita assicurazione. Il consiglio è: prima riuscite a prendere i biglietti, meglio è!

· Assicurazione sanitaria: è la classica cosa che quando si fa, non si usa mai, e quindi il consiglio è proprio fatela sempre.

· Guida: sempre e solo Lonely Planet, esiste una versione di Yucatan e Chapas del 2015 quindi relativamente aggiornata e attendibile.

· Strutture: noi abbiamo prenotato tutte le strutture dall’Italia con Booking.com e non abbiamo riscontrato nessun problema. O meglio, qualche sorpresa l’abbiamo trovata, qualche volta positiva altre volte un po’ meno, ma anche questo fa parte del viaggio.

· Itinerario: verificate che esistano sempre almeno 2 opzioni di percorso per raggiungere la vostra meta, in quanto in caso di proteste/imprevisti (non così rari in Messico..) avrete il piano B. In caso contrario, il consiglio è quello di non prenotare l’eventuale struttura in cui volete pernottare ma di partire con qualche contatto di struttura da ricercare direttamente in loco.

· Benzina: in Messico i distributori sono poco frequenti e non tutti sono riforniti quindi ogniqualvolta arriviate a metà serbatoio fate il pieno di benzina nel prossimo distributore che incontrerete.

· Propina: ovvero la mancia. Viene richiesta praticamente ovunque ed è prassi lasciarla. (§non serve rovinarsi, bastano qualche pesos)

1 GIORNO: MILANO-CANCUN-VALLADOLID

Volo Neos da Malpensa in programma per le ore 10, con un breve scalo “tecnico” a Freeport Bahamas. Per il volo tutto bene, tranne per lo scalo che non era molto tecnico, nel senso che sono stati scaricati alcuni passeggeri e caricati altri. Siamo arrivati a Freeport con 1 ora di anticipo e terminate tutte le fasi di carico-scarico ed attesa via libera siamo ripartiti in direzione Cancun con 1 ora di ritardo…

Arrivati a Cancun, terminati i controlli dei documenti e ritiro bagagli entriamo nella hall in cerca di un banco della America Car Rental dove avevamo prenotato, dall’Italia, una autovettura per l’intera durata del viaggio. Il noleggio macchina è molto conveniente in Messico, rispetto all’italia almeno: 14 giorni di noleggio, auto intermedia, assicurazione supplementare per azzerare franchigia, il tutto a circa 350€.

Non trovando nessun banco della America Car Rental, usciamo dal terminal e siamo investiti dal clima caldo-umido di Cancun disorientandoci un attimo. Appena fuori dal terminal troviamo 30 addetti di altrettante agenzie/tour operator/alberghi/resort in attesa dei turisti appena sbarcati. Non trovando nessuno con il simbolo della America Car Rental iniziamo a chiedere a qualcuno di darci una mano e qui il nostro primo approccio allo spagnolo è davvero da brividi. Riusciamo a farci capire solo mostrando il simbolo impresso sulla prenotazione da noi effettuata e dopo una serie di “credo sia la, prova a chiedere a lui, no aspetta qui” riusciamo ad intercettare l’addetto giusto che dopo aver controllato il nostro nominativo, ci chiede di aspettare 10 minuti affinché la navetta di collegamento aeroporto-ufficio arrivi a prenderci. Ed eccoci al secondo nuovo approccio di oggi: il tempo messicano è un po’ più dilatato di quello effettivo, 10 minuti messicani si traducono in circa 25-30 minuti. Una volta arrivata la navetta, ci porta al terminal 3 per caricare altri turisti ed infine arriviamo agli uffici del noleggio macchina. Scaricati tutti quanti, attendiamo il nostro turno per ottenere la macchina e dopo altri 10 minuti messicani riusciamo ad iniziare la pratica di ritiro auto. Ci viene assegnata una Dodge Attitude Azul (azul è solo il colore…) che ci farà buona compagnia per tutto il nostro itinerario. Dopo un accuratissimo controllo facendo evidenziare ogni segno, ammaccatura e/o difetto della macchina, comprendendo verifica della ruota di scorta e livello carburante, partiamo per la nostra prima tratta in macchina Cancun-Valladolid.

Durante il controllo del carburante ci eravamo già accorti che la nostra autovettura non era piena di benzina ma aveva il serbatoio a circa ¼. Questo ci preoccupa un po’, in quanto inizia a farsi tardi, sono le 19 messicane, ma soprattutto non abbiamo neanche un pesos in saccoccia. Ci fermiamo al primo distributore che troviamo e per fortuna accetta dollari US. Chiediamo il pieno di serbatoio, e cerchiamo di fargli capire che avremmo preferito avere il resto in pesos. Dopo qualche tentativo riusciamo a capirci, e tutti fieri dei nostri primi pesos andiamo nel alimentari del distributore ad acquistare qualche sacchetto di patatine e la fondamentale acqua fresca. Il costo dell’acqua è molto variabile, ed il consiglio è di comprarne sempre nei supermercati/alimentari dove potete pagare una bottiglia da 1 litro di acqua FRESCA da 8 a 12 pesos. Nei centri turistici i prezzi partono da 25 pesos in su. Rinfrescati, tranquillizzati e rifocillati con i beni di prima necessità ci rimettiamo in strada per raggiungere Valladolid.

Sono le 19:30 ed il sole già tramonta e noi abbiamo ancora 150 km da fare. Decidiamo di rimanere sulla autostrada numero 180 Cuota, per raggiungere il prima possibile la nostra prima tappa e scopriamo amaramente che l’autostrada è abbastanza cara. Ok, non la prenderemo più. Il primo approccio con l’autostrada messicana è molto strano in quanto si guida in mezzo al nulla ed il traffico è inesistente. La strada è praticamente sempre dritta, 2 corsie, zero illuminazione e con il limite di velocità a 110 km/h. Ovviamente, da bravi turisti coscienziosi, rispettiamo i limiti e quindi arriviamo a Valladolid per le ore 21. Entriamo in città, troviamo la via del nostro albergo, e percorrendola arriviamo finalmente a scorgere l’insegna della nostra struttura: la Aurora. Parcheggiamo, facciamo il check in e stremati usciamo in cerca di un ristorante ancora aperto. Ci dirigiamo verso il centro, e troviamo una bellissima piazza centrale con una maestosa cattedrale e diversi locali nell’intorno. Troviamo il ristorante e riusciamo ad ordinare il nostro primo pasto vero e proprio con tanto di Margarita. All’interno del locale troviamo anche un ragazzo che con la chitarra e la propria voce intrattiene il pubblico. Fra la clentela, si alza un messicano che decide di dedicare una canzone alla propria compagna: tutto molto romantico. Il pasto era molto buono, poco piccante ma soprattutto molto economico. Dopo aver pagato e ringraziato, usciamo per farci un giretto nella piazza e scopriamo un parco mantenuto in perfetto ordine e molto accogliente tanto che contiene diverse panche e sedie strane ma comode. Torniamo in albergo, doccia e nanna. Nonostante ci sia una differenza di fuso orario di ben 7 ore, la notte passa tranquilla e dormiamo senza problemi.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bacalar
    Diari di viaggio
    tre settimane nel messico del sud

    Tre settimane nel Messico del sud

    me se non per farci una passeggiata, magari la sera per godersi lo spettacolo delle luci. Vicino l’imbarcadero c’è una piacevole...

    Diari di viaggio
    yucatan on the road

    Yucatan on the road

    a casa, raggiungiamo di nuovo Chiquilà dove ci aspetta un furgoncino che ci porterà direttamente in aeroporto a Cancún…Hasta...

    Diari di viaggio
    alla scoperta del messico autentico

    Alla scoperta del Messico autentico

    La programmazione di questo meraviglioso viaggio è partita a Settembre 2016, una volta presi i biglietti aerei che da Roma Fiumicino ci...

    Diari di viaggio
    messico on the road fra maya e mare

    Messico on the road fra Maya e mare

    Consigli generali · Moneta: potete prelevare direttamente nei caselli ATM delle città. Noi non abbiamo riscontrato nessun...

    Diari di viaggio
    yucatan & chipas: un viaggio da fare

    Yucatan & Chipas: un viaggio da fare

    Premetto che questo diario sí vuole essere un racconto della nostra esperienza in Yucatan e Chipas, ma non mi soffermerò in dettagli di...

    Diari di viaggio
    in giro per citta del messico, il chiapas e la riviera maya

    In giro per Citta del Messico, il Chiapas e la Riviera Maya

    Ecco il nostro diario di viaggio in Messico ad agosto, con nostro figlio di 4 anni. Innanzitutto, vado a elencare per punti quelli che...

    Diari di viaggio
    messico e amor

    Messico e amor

    Giorno 1 – Milano > Cancún Giorno 2 – Cancún > Ek Balam > Cenote Dzitnup > ValladolidGiorno 3 – Valladolid >...

    Diari di viaggio
    l'autentico messico

    L’autentico Messico

    Ciao a tutti! Anch’io volevo condividere con voi il nostro viaggio in Messico... visto che è stato così sorprendente ho voglia di...

    Diari di viaggio
    messico, topes e habaneros

    Messico, topes e habaneros

    Dopo la Route66 dell’anno passato, in cui in pratica l’oceano lo abbiamo visto solo dalla macchina, avevamo una crisi d’astinenza da...