Messico del Sud e Yucatan in AUTO

Con l'occasione del matrimonio di un'amica messicana, decidiamo di farci una bella vacanza di due settimane abbondanti tra il Messico del Sud e lo Yucatan, in quello che pare sia il periodo migliore; e confermiamo ! : clima ottimo (tipo estate piena da noi, ma caldo secco al sole e subito fresco all'ombra, mai pioggia); poca affluenza e tariffe...
 
Partenza il: 15/02/2007
Ritorno il: 04/03/2007
Viaggiatori: in coppia

Con l’occasione del matrimonio di un’amica messicana, decidiamo di farci una bella vacanza di due settimane abbondanti tra il Messico del Sud e lo Yucatan, in quello che pare sia il periodo migliore; e confermiamo ! : clima ottimo (tipo estate piena da noi, ma caldo secco al sole e subito fresco all’ombra, mai pioggia); poca affluenza e tariffe più basse (nonostante tutto sembra che anche in mex l’alta stagione coincida con i mesi di luglio-agosto). Dimenticavo: abbiamo visto qualche zanzara solo un giorno in un sito archeologico immerso nella jungla (ma mai ragni, scorpioni ecc.), … E comunque sono sempre più convinta che le zanzare ci sono solo in Italia .. Boh !! Dopo aver studiato la guida Mondadori (ci era piaciuta molto anche per altri viaggi precedenti), letto decine di diari di viaggio e siti internet dedicati, abbiamo fatto un piano di massima per una combinazione Fly & Drive.

FLY Dopo varie ricerche, l’opzione più conveniente è risultata quella di Expedia, con tratte Firenze – Madrid (Meridiana) – Città del Messico (Aeromexico) e Cancun – Madrid – Firenze, al prezzo di 750 Eur a testa (a/r, tasse incluse).

Devo dire che Aeromexico ci ha veramente impressionato per i suoi apparecchi nuovissimi con sistemi di video on demand (avevamo a disposizione circa 10 film da poter vedere in varie lingue, quando e come volevamo), buon cibo e servizi (kit notturno – calzettoni, mascherina, spazzolino & dentifricio – anche in Economy).

L’aereoporto di Città del Mex, poi, è tutto completamente nuovo, pulito e dall’architettura “futuristica… Chissà dove ci aspettavamo di andare … 100 volte meglio di quelli nostrani…

Solo una nota: la partenza dalla nostra città (a metà mattina, con rientro a metà pomeriggio, peraltro..) ci è sembrata comoda, ma uno sforzo in più per andare in treno a Roma o Milano per prendere un volo diretto ci avrebbe limitalo il rischio di perdita bagagli (all’andata sono arrivati il giorno dopo, per fortuna ce li hanno portati dove nel frattempo ci eravamo spostati) e forse ci avrebbe anche fatto risparmiare qualcosa.

DRIVE Sembra che praticamente nessuno scelga questa opzione, ma preferisca affidarsi ai servizi di autobus locali: saranno anche efficientissimi ed economici, ma la sensazione di passare 10-12 ore alla volta in celle frigorifere, dipendendo da orari, itinerari ecc. Non ci faceva sentire tanto “confortable” (questi poi viaggiano per lo più di notte, e fanno risparmiare tempo solo a chi è in grado di dormirci; e poi a svegliarsi ogni giorno in un posto diverso credo si perda il senso del viaggio … Passi per una crociera in mare ..).

E comunque un po’ di preoccupazione c’era … Questa scelta di massa non poteva dipendere solo dal salasso che abbiamo dovuto subire per il noleggio dell’auto: la combinazione più “vantaggiosa” per la cat. Economica con A/C (che comunque serve) con Europecar ci è costata 518 Eur + 493 Eur per quello che loro chiamano dropo, ovvero la restituzione del mezzo (Cancun) in un posto diverso da quello di ritiro (Mex City). Già perché, anche se sembra che in un paese enorme come il Mex l’unica possibilità pratica sia di non compiere un itinerario ad anello, questa opzione risulta poco gradita (e a volte addirittura non contemplata dalle compagnie di autonoleggio) ed economicamente disincentivata… Diciamo che gli italiani l’unica consolazione viene dal risparmio sulla benzina che costa la metà che da noi. A proposito, i distributori nelle zone da noi visitate erano tutti Pemex (una sorta di monopolio) con insegne verdi .. Sono molto frequenti nelle strade statali, ma INESISTENTI lungo le autostrade per cui attenzione ! I Pemex sono sempre aperti ed offrono servizi igienici a 4 stelle rispetto a queli cui siamo abituati in Italia (e comunque anche quelli trovati negli altri posti ci fanno vergonare: pulizia, carta igienica e sapone ovunque..), minimarket (acqua !!!) e spesso anche piccoli snack bar dove poter mangiare qualcosa in condizioni non certo turistiche ma dignitose.

Mentre fate benzina vi puliscono sempre anche i vetri (serve ..!) e non necessariamente per avere la mancia (propina). Unica cosa: quasi mai accettano la carta di credito, per cui munirsi di effectivo (contante).

Di autostrade (cuota – a pagamemnto, vs libre – libera/gratuita) ultimamente ne sono state fatte molte, ed altre sono in costruzione .. Ne abbiamto trovate molte di più di quelle indicate sulla nostra cartina stradale (nuova).

Altre note riguardanti il drive: 1- non viaggiate di notte (o comunque quando è buio) verissimo, confermiamo anche noi … Non so quanto queste strade siano realmente pericolose, ma di sicuro non si vede NIENTE ! Non c’è illuminazione, catarifrangenti, strisce bianche sulla carreggiata.. Nulla. Partite sempre presto, vi rilasserete la sera .. Noi ci svegliavamo alle 6:30-7:00 (la differenza di 7 ore con l’Italia aiuta parecchio.. Vedrete che almeno i primi giorni sarete già pronti a partire all’alba !) e andavamo a dormire tra le 21:00 e le 22:00, tanto la vita notturna nell’80% dei posti da noi visitati è totalmente inesistente: sarà per questo che lungo l’itinerario abbiamo trovato solo gruppi di pensionati !!?? 2- occhio alle topes (dissuasori di asfalto sulla carreggiata) sono in prossimità dei centri abitati, ovvero OVUNQUE fuori dalle quotas, e sono enormi: non basta andare piano, non ci si può distrarre un attimo ed alla lunga la guida è molto faticosa.

La cosa che più colpisce è che questi centri abitati hanno più gommai e meccanici che alimentari, spesso proprio in prossimità delle gobbe più grosse .. (sarà un caso ?) Comunque anche noi abbbiamo lasciato una mascherina di plastica sulla strada .. E relativo obolo al meccanico di zona che, va detto, è stato rapidissimo; ci ha revisionato tutto e ci ha chiesto talmente poco – 100 pesos (circa 7 Eur, il cambio è 1 peso = 0,070 Eur) che ci siamo sentiti in dovere di dargli il doppio e ringraziarlo pure parecchio per averci rimesso in viaggio subito (già si prospettava una tappa notturna..).

3- tempi di percorrenza sono molto diversi da quelli cui siamo abituati noi .. Quasi mai ha senso misurare in Km, ma occorre ragionare in termini ore necessarie; e poi ci vuole sempre di più di quanto previsto per 1000 ragioni (vedi anche punti 1 e 2 sopra) 4- carta stradale: sceglietene una adeguata noi ce l’eravamo fatta consigliare da un negozio specializzato, in scala 1:1 350 000 del solo Mex del Sud e Yucatan (sulle due diverse facciate) ma ci siamo subito resi conto che il dettaglio non era sufficiente per cui, dopo aver penato la prima settimana, nella successiva ci siamo decisi a comprare in loco una mappa della sola penisola dello Yucatan (abbiamo scoperto che lo stato/regione dello Yucatan è, in realtà, un piccolo spicchio in alto di questa penisola), in scala 1:700.000, praticamente il doppio .. E molto meglio ! Per visitare i centri abitati è poi consigliato dotarsi di una piantina con le varie strade… Si trovano ovunque, negli alberghi e nei centri di informazione turistica, sono quelle con le pubblicità di Hotel, locali e opportunità di intrattenimento, ma vanno benissimo anche per questo.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Acapulco
    Diari di viaggio
    un natale pacifico in messico

    Un Natale “Pacifico” in Messico

    Le tanto agognate vacanze di Natale sono finalmente arrivate! Partiamo dall'aeroporto di Verona il 23/12 con un volo Air Dolomiti per...

    Diari di viaggio
    un mese e mezzo di puro messico

    Un mese e mezzo di puro Messico

    Milano - Madrid - 22.07.2007 Partenza da Milano Malpensa per Barcellona con volo Iberia alle 14.40. Arrivo a Barcellona alle 16.30 e...

    Diari di viaggio
    messico e california del sud

    Messico e California del sud

    e dalla spiaggia Medano siamo andati in barca a fotografare la formazione rocciosa “L’arco”. Il tratto di mare che divide il mar...

    Diari di viaggio
    messico, da città del messico a cancun

    Messico, da Città del Messico a Cancun

    più 200.000 pendolari che arrivano qui nel periodo di maggior afflusso turistico, la città e piena zeppa di ristoranti e discoteche,...

    Diari di viaggio
    da città del messico a cancun

    Da Città del Messico a Cancun

    Mattina, 29 novembre 1999 ci ritroviamo alla stazione di Riccione io (Emiliano), Cristian, Silvia, Michele e Gianluca per quello che...

    Diari di viaggio
    messico del sud e yucatan in auto

    Messico del Sud e Yucatan in AUTO

    Con l'occasione del matrimonio di un'amica messicana, decidiamo di farci una bella vacanza di due settimane abbondanti tra il Messico del...

    Diari di viaggio
    non il solito messico

    Non il solito messico

    VENERDI’ 8 AGOSTO – 1° GIORNO Finalmente ci siamo! Si parte! Abbiamo atteso 8 mesi questo giorno, è da dicembre che abbiamo prenotato...

    Diari di viaggio
    da mexico d.f. a cancun

    Da Mexico D.F. A Cancun

    Mexico d.F. (city) - Teotiuacan - taxco - acapulco - zipolite - san crisòbal (san juan de chamula) - palenque (rovine, misol ha agua clara...