MAROCCO 2011: Tra montagna e deserto

Marocco, scialpinismo nell'Alto Atlante: Jbel Toubkal 4167 mt,Timesguida m 4089, Ouanoukrim 4085 e escursione nel deserto sulle alte dune di Merzouga.
 
Partenza il: 03/02/2011
Ritorno il: 11/02/2011
Viaggiatori: 13
Spesa: 1000 €

Gruppo di 13 persone Provenienza Italia – Valle d’Aosta Organizzazione in Marocco: Ait El KAdi Hassan Durata del soggiorno: 9 giorni Città di riferimento in Marocco: Marrakech

1 giorno: Arrivo in aeroporto a Marrakech poco dopo mezzogiorno ora locale. Troviamo subito Hassan che ci aspetta all’uscita con un cartello di riconoscimento. Nel parcheggio ci attende già il mini-bus che – dopo aver caricato gli abbondanti bagagli – ci trasporta all’Hotel Alì in centro città. Il tempo è buono e la temperatura abbastanza fresca. Dopo una breve sistemazione nelle camere multiple ci aspetta il primo approccio con la cucina locale che, vista anche la poca esperienza, non si rivela entusiasmante. Nel pomeriggio una guida – prenotata da Hassan – ci accompagna in una visita della città ed in particolare del misterioso e caotico complesso dei Souk. Al termine del tour ci accompagnerà anche all’interno di una presunta Farmacia Berbera autentica dove, un po’ ingenuamente, non possiamo evitare di fare acquisti che, forse, si rivelano un po’ incauti. Ritorno in hotel per la cena, che si rivela molto meglio del pranzo e il pernottamento. Prima di andare a letto HAssn ci spiega i dettagli degli spostamenti e delle attività che ci aspettano. In quella occasione regoliamo anche la parte contrattuale relativa al pagamento delle quote concordate.

2 giorno: Con il mini-bus Ibrahim ci trasferisce tutti dall’hotel al villaggio di Imlil dove ha inizio la nostra avventura in montagna. Scarichiamo i bagagli e predisponiamo l’attrezzatura da montagna che ci seguirà mentre parte dei bagagli stessi rimarrà in un deposito. Intanto arrivano i muli e i portatori accompagnati dalla guida di montagna Ibrahim (un altro). Ci incamminiamo lungo la valle per un paio d’ore poi il gruppo sosta per il pranzo in località Sidi Chamarouc: il cuoco Hassan (un altro!) in pochi minuti ed in un locale angusto e ristretto prepara alcune portate di verdure e pasta al tonno che hanno dell’incredibile. Prendiamo contatto con il thé alla menta ed alle ottime spremute di arancia. Poi la marcia riprende fino alla quota neve dove i muli si fermano. Calzati gli sci proseguiamo verso il rifugio mentre i bagagli rimanenti vengono trasportati, insieme ai viveri, dai portatori (dopo un piccolo inconveniente sistemato con alcune mance che risulteranno poi inappropriate).Nel tardo pomeriggio raggiungiamo il rifugio Toubkal (ex Nelter) a quota 3206. Il locale è abbastanza accogliente, pulito, anche se freddo: l’unico caminetto a legna non basta certo per scaldare tutto l’edificio. Sorprende tutti il fatto che ci sia campo per i cellulari. Comunque il cibo preparato da HAssan è discreto e molto abbondante. Dobbiamo dire al cuoco di ridurre le porzioni. Non si riesce a bere l’acqua troppo fredda (rigorosamente in bottiglia) e si accompagnano i pasti con il thè alla menta. Tisana alla verbena la sera prima di rintanarsi nei sacchi a pelo.

3 giorno: subito dopo colazione partenza del gruppo verso il Toubkal. La neve è abbondante il tempo è buono anche se la temperatura è fredda. Dopo il primo tratto molto ripido il vallone si adagia un po’ ed il gruppo arriva sulla dorsale che conduce in vetta dove la neve sotto l’azione del sole e del vento non resiste. Abbandonati gli sci si prosegue a piedi fino alla piramide in ferro sulla vetta quota 4167 m. Spettacolo stupendo, si stenta a credere di essere in Africa oltre i 4000 metri. Ibrahim (la guida) ci riserva la sorpresa di far uscire dal suo zaino dolcetti e frutta secca per tutti! Dopo le foto di rito inizia la discesa. La neve non è male, per lunghi tratti è trasformata e si scia abbastanza bene. Arriviamo al rifugio e troviamo i ragazzi dei villaggi sottostanti che sono saliti fin qui per sciare, ovvero per risalire un centinaio di metri a piedi per poi scendere con gli sci. Qualcuno chiede di provare i nostri atrrezzi: peccato che i nostri attacchini Dynafit non lo consentano. In rifugio cominciano a manifestarsi le defezioni per il giorno successivo: nel tepore del sacco a pelo prima di addormentarsi facciamo la conta: l’indomani saremo solo in sette a tentare la salita al Timesguida m 4089 e al vicino Ouanoukrim 4085 m. Un po’ di stanchezza, un po’ di influenza da troppo cumino? Chissà…

Guarda la gallery
marocco-xnqf7

Mercato di Marrakech

marocco-mf3xt

souk colorato di Marrakech

marocco-21a75

Cima del Toubkal

marocco-es1hv

Bimba nomade che vende dromedari di peluche

marocco-ucdam

Lavandaia

marocco-f8muc

Bimba che gioca

marocco-1kufh

Il nostro gruppo



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Marocco
    Diari di viaggio
    una settimana in marocco

    Una settimana in Marocco

    Diario di viaggio di una settimana in Marocco.Giorno 1 (03/05/2022) Partiamo da Torino Caselle con il volo diretto delle 19:45, il...

    Diari di viaggio
    l'altro marocco: la costa mediterranea lontano dalle consuete tratte

    L’altro Marocco: la costa mediterranea lontano dalle consuete tratte

    L’ALTRO MAROCCO Testo di Marco Ronzoni / Foto di Paola BettineschiMarocco: la sola parola evoca affascinanti immagini di Città...

    Diari di viaggio
    marrakech 2

    Marrakech 2

    La città di Marrakech è diventata una meta di viaggio sempre più abbordabile da quando le compagnie aeree a basso costo hanno...

    Diari di viaggio
    la dakar al contrario

    LA “DAKAR” AL CONTRARIO

    LA “DAKAR” AL CONTRARIO Testo di Marco Ronzoni - Foto di Marco Ronzoni e Paolo CiapessoniSono le quattro del mattino di un...

    Diari di viaggio
    marocco, ultimo tour off-road prima della pandemia covid-19

    Marocco, ultimo tour off-road prima della pandemia Covid-19

    Tour novembre 2019 6 giorni off road alla scoperta del Marocco.1 giorno Marrakech/TaliouineSi parte da Marrakech verso le...

    Diari di viaggio
    un weekend lungo in marocco, tra fès e chefchaouen

    Un weekend lungo in Marocco, tra Fès e Chefchaouen

    Il nostro weekend a Fès è stato una toccata e fuga durata per l’esattezza 2 giorni e mezzo; non mi sono tuttavia accontentata di...

    Diari di viaggio
    in scooter dall'italia alla guinea bissau

    In scooter dall’Italia alla Guinea Bissau

    ATTRAVERSO L'AFRICA OCCIDENTALE SU DUE RUOTE. ANZI TRE… Dall'Italia alla Guinea Bissau. Due amici, due scooter a tre ruote e tanta voglia...

    Diari di viaggio
    weekend a marrakech per mamma e bambino

    Weekend a Marrakech per mamma e bambino

    Partenza da Malpensa il 27 febbraio come programmato. All’aeroporto di Marrakech ci controllano la temperatura è ci fanno compilare un...

    Diari di viaggio
    marocco on the road tra città imperiali e piccole perle

    Marocco on the road tra città imperiali e piccole perle

    Il Marocco è indubbiamente entusiasmante e penso che la sua bellezza stia nella varietà incredibile di ciò che vi si può trovare: un...

    Diari di viaggio
    marocco on the road e fai da te

    Marocco on the road e fai da te

    Trasporti: voli prenotati con Ryanair, circa 3 mesi prima della partenza, per Marrakech, spesa complessiva circa 145€ per due persone,...