Marche on the road

16 giorni tra natura, borghi, città e cucina marchigiana
 

Oggi vi racconto del nostro viaggio on the road nelle Marche, una regione che non lascerà insoddisfatto nessuno: ricca di paesaggi naturali meravigliosi, spiagge selvagge, mare cristallino, città d’arte e borghi antichi da scoprire, ha tanto da offrire sia per chi cerca l’avventura, sia per chi cerca la tranquillità, il tutto condito da una deliziosa e varia cucina regionale.

Siete pronti? Andiamo!

Giorno 1: Torino – Gradara – Ancona

Il primo giorno è dedicato al viaggio. Decidiamo di partire con calma in mattinata, raggiungeremo la prima tappa del nostro viaggio nel pomeriggio: Gradara, uno dei borghi più belli d’Italia.

Ci troviamo appena oltre il confine tra Emilia Romagna e Marche, nell’entroterra marchigiano tra Cattolica e Pesaro. Lasciata la macchina in uno dei parcheggi disponibili (i più vicini sono a pagamento) raggiungiamo la rocca a piedi. Gradara e il suo castello sono conosciuti, oltre che per la loro bellezza, perché furono teatro della tragica storia d’amore di Paolo e Francesca, resa celebre da Dante Alighieri nel suo Inferno. Visitiamo la rocca (€8 intero, €2 ridotto) e i camminamenti di ronda lungo la cinta muraria esterna (€2 intero, €1 ridotto), da cui è possibile ammirare uno splendido panorama sulle colline marchigiane e sul mare.

Consiglio: se avete tempo percorrete la romantica Passeggiata degli innamorati fuori dal castello.

Il sole sta tramontando e per noi è ora di rimetterci in viaggio per raggiungere l’albergo che ci ospiterà per questa prima notte. Abbiamo prenotato nei pressi di Ancona, all’Agriturismo Colle dei lecci (€91/notte, camera matrimoniale con prima colazione), per goderci la serata e il risveglio vista mare. Per i prossimi giorni la nostra base sarà Marcelli, ne approfitteremo per andare a scoprire le spiagge più belle del Parco Regionale Naturale del Conero, rilassarci al mare, camminare nella natura, vivere qualche avventura ed esplorare l’entroterra. Curiosi?

Giorno 2: Ancona – Marcelli

Finita la colazione, saliamo in macchina e raggiungiamo l’estremo sud del Conero, attraversandolo in tutta la sua lunghezza. La strada ci offre dei bei panorami sulla natura circostante e sul mare. Prendiamo possesso del piccolo appartamento che abbiamo affittato (I Marinà apartments) per i prossimi sette giorni (€110/notte, appartamento con giardino) e passiamo la giornata ad esplorare a piedi la zona ed orientarci, godendoci un primo giorno di mare e relax. Marcelli è una piccola frazione di Numana, località turistica ricca di negozi, ristoranti e movida.

Giorno 3: Marcelli – Genga – Marcelli

Dopo una prima giornata di relax, questa sarà una giornata faticosa, ma che ci aspettiamo anche molto divertente, non vediamo l’ora! Saliamo in macchina e ci dirigiamo verso la Gola di Frasassi, distante circa un’ora di auto da Marcelli. Superiamo l’ingresso alle grotte e parcheggiamo poco prima dell’imbocco del sentiero che ci porterà al Tempio di Valadier, un suggestivo santuario incastonato come un gioiello in un enorme antro scavato nella Gola della Rossa a Genga (AN). Il sentiero è agevole e adatto a tutti, circa 800 m di lunghezza e 300 m di dislivello. Arrivati in cima lo spettacolo è incredibile, è un luogo meraviglioso in cui l’opera dell’uomo si fonde perfettamente con la natura circostante. Un po’ di storia? Il Tempio fu commissionato nel 1817 da Papa Leone XII all’architetto Giuseppe Valadier, dal quale prende il nome, che portò a termine il progetto nel 1828. In passato rifugio, oggi è luogo di pellegrinaggio e, soprattutto, meta turistica.

Accanto al Tempio sorge l’Eremo di Santa Maria Infra Saxa, ex monastero di clausura, in parte costruito in pietra, in parte scavato direttamente nella roccia della grotta. Entrando troviamo un piccolo altare e la scultura della Madonna col bambino. Rappresenta un ottimo punto dal quale poter ammirare il Tempio.

Consiglio: camminate attorno al tempio e all’eremo ed esplorate i bui e profondi cunicoli che si spingono all’interno della montagna. Accendete la torcia!

Per pranzo mangiamo un panino al volo e siamo pronti per proseguire, alla volta delle famose Grotte di Frasassi. Lasciamo la macchina al parcheggio (gratuito) vicino alla biglietteria, ritiriamo i biglietti e saliamo sulla navetta che ci porta all’ingresso delle grotte. Non sono le prime grotte che visitiamo, pertanto, per questa volta, abbiamo optato per un percorso di visita particolare: una speleo-avventura (€40 pp) che ci consentirà di vivere la grotta, non percorrendo semplicemente il percorso turistico tradizionale, ma esplorando le zone sprovviste di camminamenti e di luci artificiali. Indossiamo tuta, casco, lampada frontale, stivali e imbrago forniti dal consorzio, passeggiamo velocemente lungo tutto il percorso classico e proseguiamo la visita tra arrampicate, cunicoli, strettoie, scivoli e fango; ammiriamo le “pelli di leopardo” e giungiamo alla “sala del bivacco”, dove viviamo un minuto di silenzio nel “buio assoluto” prima di rientrare. Non voglio rivelare troppi dettagli. L’esperienza è unica, divertente e interessante, usciamo dalle grotte sporchi, ma felici.

Info: Coordinate spiazzo parcheggio per il Tempio di Valadier: 43.403661, 12.948551

Giorno 4: Marcelli – Portonovo – Numana – Marcelli

Oggi ci immergiamo nel verde e nel blu del Conero, finita la colazione prepariamo il pranzo al sacco e siamo pronti per partire. Amiamo le spiagge libere e selvagge e dedicheremo la giornata a una di esse; saliamo quindi in macchina e ci dirigiamo a nord del Parco, oltre Portonovo, posteggiamo dopo circa 20 minuti di viaggio nel parcheggio dedicato (€5 per l’intera giornata, è il 2 agosto e i parcheggi gratuiti sono già tutti occupati) sulla strada provinciale del Conero. Raggiungiamo a piedi un piccolo spiazzo da cui parte il sentiero per la Spiaggia di Mezzavalle. Non è certo una spiaggia adatta a tutti, tenete a mente che si può raggiungere solo a piedi (sono due i sentieri) o via mare. Il sentiero che ci accingiamo a percorrere è scosceso e richiede scarpe da trekking (abbiamo incontrato persone in seria difficoltà cercando di percorrere il sentiero con le infradito), ma risulta molto breve, infatti in 10 minuti si arriva al centro di questa perla lunga 1,5 km. Raggiungerla richiede fatica (e il ritorno tanta forza di volontà!), ma subito veniamo ripagati dalla vista sullo strapiombo che il sentiero ci offre. Ci immergiamo in questa distesa di sabbia e sassolini bianchi e troviamo un angolino tutto per noi, c’è spazio per tutti! È un paradiso incontaminato, non si trovano né lettini né ombrelloni. La giornata prosegue tra bagni in quest’acqua cristallina, coccole e relax.

Guarda la gallery
p8121354

20210803_112231

img_0206

img_0323

img_0336

p7300432

p8010482



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Ancona
    Diari di viaggio
    marche on the road

    Marche on the road

    Oggi vi racconto del nostro viaggio on the road nelle Marche, una regione che non lascerà insoddisfatto nessuno: ricca di paesaggi...

    Diari di viaggio
    marche a tutto tondo!

    MARCHE A TUTTO TONDO!

    Finalmente come ogni anno le nostre solite ferie settembrine stanno per arrivare, cosi insieme a mia moglie e la nostra piccola Azzurra di...

    Diari di viaggio
    l'anima rurale delle marche

    L’anima rurale delle Marche

    Una due giorni girovagando tra il nord e il sud delle bellezze delle Marche alla scoperta dell'anima più rurale di questa meravigliosa e...

    Diari di viaggio
    ancona, una città dove sentirsi in vacanza!

    Ancona, una città dove sentirsi in vacanza!

    di gustare le specialità dello chef Moreno Cedroni, patron di un altro ristorante nella zona con ben due stelle Michelin. Il Clandestino,...

    Diari di viaggio
    navigando nel mediterraneo orientale

    Navigando nel Mediterraneo orientale

    Decidiamo per un viaggio mordi e fuggi navigando nei Balcani, ogni giorno un porto, partendo da Ancona. La meta successiva è il santuario...

    Diari di viaggio
    parco regionale del conero, un mare che non ti aspetti

    Parco regionale del Conero, un mare che non ti aspetti

    Prima Scipione l’Africano, poi l’arrivo di Caronte con la colonnina di mercurio che si appresta a schizzare fin sopra i 40° C:...

    Diari di viaggio
    marche on the road

    Marche on the road

    Il nostro mini tour marito e moglie parte da Cittadella (Padova) con prima destinazione Loreto (autostrada €23.40). A Loreto...

    Diari di viaggio
    da gradara ad ancona

    Da Gradara ad Ancona

    Nel gennaio del 2011 io (Davide) e mia moglie Chiara abbiamo trascorso 4 giorni visitando alcune località delle Marche tra le provincie di...

    Diari di viaggio
    crociera nelle isole greche

    Crociera nelle isole greche

    Ciao a tutti, ultimamente quando organizzo le vacanze frequento il sito di turisti per caso leggendo le informazioni degli altri utenti per...

    Diari di viaggio
    in giro per le alpi

    In giro per le alpi

    IN GIRO PER LE ALPI L’idea c’è venuta così, per caso. Il mio ragazzo lo scorso autunno si è comperato una Guzzi California Stone...

    Video Itinerari