Malta in bicicletta

Malta & Gozo – Mountain bike tour e non solo. Una settimana al caldo in inverno è un desiderio di molti, i più fortunati riescono ad andare in paesi tropicali con destinazioni molto “famose” ed “ambite”, ovviamente anche i costi per l’acquisto di un biglietto aereo intercontinentale salgono in maniera esponenziale, noi ciclisti...
Scritto da: bicibikers
malta in bicicletta
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 1000 €

Malta & Gozo – Mountain bike tour e non solo.

Una settimana al caldo in inverno è un desiderio di molti, i più fortunati riescono ad andare in paesi tropicali con destinazioni molto “famose” ed “ambite”, ovviamente anche i costi per l’acquisto di un biglietto aereo intercontinentale salgono in maniera esponenziale, noi ciclisti invece, ci “accontentiamo” di un viaggio alla portata di molti, con costi decisamente più contenuti e non troppo lontano dai luoghi dove viviamo. Una meta che ci consente di pedalare in condizioni climatiche primaverili pur essendo in pieno inverno. La scelta è andata su Malta, un’isola del Mediterraneo a sud della Sicilia, dell’estensione di 40 km di lunghezza per una ventina di larghezza, dove l’altezza massima delle sue colline sono di circa 250 metri e dove la temperatura media a gennaio è di 15-20 gradi. Il viaggio nasce dall’esigenza di due aspetti di interesse sportivo: allenamento di tipo agonistico e viaggio itinerante alla scoperta di luoghi di interesse artistico-naturalistico.

Partenza da Torino, con volo Alitalia acquistato su internet tramite il sito www.Alitalia.It in abbinamento ad hotel Fortina (4 stelle) situato nella zona di Sliema, una penisola situata di fronte a Valletta. Il costo del pacchetto viaggio 406 euro a persona, comprensivo di volo + hotel con formula B&B (7 giorni e sei notti). Per spedire le biciclette, sono state usate delle borse apposite per trasporto bici, del tipo morbido ma imbottite, del costo di circa 70 euro cadauna. Le bici devono essere parzialmente smontate: ruote, manubrio e pedali, ma con semplici operazioni si riescono a riassemblare. Il costo della spedizione via aerea al seguito è di 40 euro a bici a tratta. Ma ogni compagnia applica delle tariffe diverse, a noi è persino capitato che la stessa compagnia: Alitalia, abbia applicato due tariffe diverse per l’andata e per il ritorno, infatti il ritorno è costato 20 euro a tratta. Il biglietto per le bici si paga direttamente al banco in aeroporto, ma prima di partire conviene comunicare la spedizione al numero verde. Il primo problema da risolvere è il trasferimento dall’aeroporto all’albergo. L’aeroporto di La Valletta è piccolo, nei pressi della zona di ritiro bagagli, c’è un banco informazioni (Maltatransfer) per la navetta che collega l’aeroporto con i principali alberghi di Malta, un trasporto persona è all’incirca 7-8 euro a tratta, per le bici abbiamo pattuito un costo di 7 euro in più. Conviene organizzare contestualmente in rientro, sono bene organizzati e precisi nell’appuntamento a fine vacanza. Come già scritto, l’Hotel Fortina si trova a Sliema, una cittadina situata di fronte al centro storico separata da un golfo che a tutti gli effetti ormai inglobata nella capitale. La struttura alberghiera è confortevole, dispone di un centro benessere a pagamento anche se alcuni servizi sono inclusi nel prezzo della stanza. Sliema a è una zona commerciale, caotica nel traffico, con molti negozi e locali. Giunti in albergo abbiamo rimontato in pochi minuti i nostri mezzi (portatevi dei ferri) e abbiamo speso qualche ora per una breve passeggiata sul lungomare. PARTE SUD DI MALTA Punto di partenza del nostro viaggio è stata Valletta, capitale della Repubblica, una visita rapida senza soffermarsi in musei o chiese in quanto intendevamo ritornare. Da Sliema a Valletta ci si arriva con una strada che costeggia il porto turistico, pur essendo vicina in linea d’aria, il percorso non è brevissimo perché bisogna ripercorrere le insenature dei due golfi per intero. Giunti alla base della Rocca fortificata di Valletta si sale sino ad arrivare alle porte. Dalle mura fortificate una splendida vista sulle tre città della Cottonera: Vittoriosa, Cospicua e Sanglea. All’interno della rocca ci sono due vie parallele pedonali con numerosi palazzi delle istituzioni maltesi che facevano un tempo parte dei possedimenti della compagnia dei Cavalieri di Malta (un ordine religioso e militare che aveva la funzione di difendere i pellegrini a Gerusalemme). La nostra tappa è proseguita alla volta delle tre città, visitando nell’ordine: Cospicua (a nostro giudizio quella meno interessante), Vittoriosa , che conta numerosi palazzi di pregio e poi una straordinaria marina su cui si affaccia il Casinò, ed infine Sanglea, con una bella via principale che porta ad un punto panoramico sulla baia proprio di fronte alla città fortificata della Valletta.

Uscire dalla città e sobborghi non è una cosa semplice, poche le indicazioni, ed intenso traffico e smog. Forse per una vacanza in bici è meglio pernottare fuori dai grandi centri urbani, anche se essere a Sliema ci permette di avere a disposizione le serate in città. La destinazione della tappa successiva è Marsaklokk. Questa cittadina è interessante perché è rimasta ancora legata alle tradizione dei pescatori, si trovano infatti ancorate numerose imbarcazioni tradizionali colorate dette Luzzu, caratteristiche per il loro “occhio” sulle fiancate. Il villaggio si estende intorno ad una marina dove si trovano numerosi ristorantini per mangiare il pesce. Alla domenca si svolge un mercato molto frequentato e pieno di turisti e gente locale. Il tragitto è proseguito sul mare arrivando a Birzebbuga, una città balneare graziosa, abbiamo proseguito costeggiando dei depositi di container e centri di accoglienza per stranieri, ma d’altronde la realtà è fatta di una moltitudine di cose e non si potevano fare strade diverse. Arrivati a Zurrieq, ormai in tarda giornata, e pur volendo visitare la Blue Grotto, abbiamo deciso il rietro a Sliema. La strada in discesa e molto tranquilla (finalmente) che costeggia l’aeroporto, permette di tagliare in metà l’isola senza grandi sforzi e abbastanza rapidamente.

Idee per l’allenamento: Malta è un’isola molto abitata, di conseguenza trovare delle strade isolate è molto difficile, una strada molto valida per fare un allenamento in bici da corsa è quella che viene chiamata la n°1 che collega Valletta a Marfa Point, una strada a grande scorrimento (con molti tratti con corsia preferenziale per le bici) con due passi di 3-4 km di salita, il primo Mellieha Ridge ed il secondo Marfa Ridge, si va e si ritorna sulla stessa strada, oppure di può effettuare una variazione con un altro passo in prossimità della Victoria Line – nella sezione GPS su www.Bicibikers.Com c’è questo tratto di strada in GPS, che parte da Golden Bay e arriva ad un bivio nei pressi di Mosta, una bella strada panoramica e molto tranquilla. Per gli allenamenti conviene partire al mattino presto.



    Commenti

    Lascia un commento

    Comino: leggi gli altri diari di viaggio