Maldive fai da te

Relax a Maafushi, nell’atollo di Malè Sud, per un soggiorno a prezzo modico e vedere le Maldive vere
 
Partenza il: 31/12/2016
Ritorno il: 07/01/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Viaggio alle Maldive dal 31-12-2016 al 7-1-2017

Partecipanti: io e Franca

Cambio valuta: 1 USD ~ 1€

Contanti alla partenza: 600 USD

Contanti al ritorno 4 USD

Maafushi è un’isola dell’atollo di Malè Sud lunga 1100 metri e larga 300. Un soggiorno a prezzo modico per vedere le Maldive vere. Prologo

Le Maldive sono un luogo tra quelli che fanno sognare molte persone tra cui noi, a cui abbiamo varie volte rinunciato per gli alti costi.

Ravanando sul Web (benedetto sia il CERN che lo ha inventato) abbiamo scoperto che organizzare il viaggio autonomamente è molto facile.

Il 3 febbraio 2016 con larghissimo anticipo troviamo un volo della Qatar Airways MXP-DOH-MLE con partenza il 31/12 e ritorno l’8/1 sera a Malpensa in tempo per tornare al lavoro il 9/1 mattina. Costo per 2 PAX 1510.36€. Comperato senza pensarci due volte.

Qatar Airways si autodefinisce Compagnia a 5 stelle. Bene! Abbiamo fatto un’ottima scelta, quindi! Errore! Il 4 aprile mi telefonano per dirmi che il volo di ritorno DOH-MXP è stato soppresso e quindi ci sono 2 alternative: tornare un giorno prima oppure 12 ore di bivacco in aeroporto a Doha e arrivo a MXP il 9/1 alle 5.30 del mattino completamente suonati e con l’aggravante di dover ancora guidare fino a Torino. L’unica alternativa ragionevole è quindi quella di tornare prima. Reclamo dicendo che per causa loro devo accorciare la vacanza di un giorno e chiedo che per compensare il disagio causato da loro mi spostino senza costi per me anche la partenza il giorno prima. Nessuna disponibilità. Altro che compagnia a 5 stelle! Altra possibilità era quella di avere il rimborso del viaggio, che avrebbe comportato di rinunciare alla vacanza, perché nel frattempo i voli di altre compagnie erano saliti molto di prezzo. Quindi non ci rimane che subire la fregatura e sperare che Allah li punisca come meritano. Ho anche mandato un reclamo scritto e mi hanno risposto in sintesi che se vado a leggere i termini contrattuali non ho diritto a una compensazione per il disservizio. Che strano! Avendo accorciato di un giorno la vacanza abbiamo il problema di tornare a Malé di venerdì. Essendo musulmani il venerdì è festivo e quindi non c’è il traghetto di linea il cui biglietto costa 2$. Il motoscafo privato invece costa sui 200$. Ma il santo protettore del viaggiatore autogestito viene in aiuto. Sull’isola di Maafushi (circa 30 km a sud di Malé) dove andremo noi c’è una compagnia di navigazione (IcomTours) che fa servizio regolare express con Malé e l’aeroporto tutti i giorni compreso il venerdì per 25$. Con booking non ci sono problemi a modificare le prenotazioni del B&B Isle Beach. I fogli del calendario scorrono. Nel frattempo siamo andati in Australia, a Cipro e a Roma. E’ anche arrivato Natale e la partenza è sempre più vicina. Per sicurezza compero su Internet il biglietto del motoscafo veloce dall’aeroporto a Maafushi (25 USD p.p.). I siti web meteo indicano temperature sui 30°C e rapidi acquazzoni. Vabbé. Nel caso acqua sopra e acqua sotto. In effetti leggendo un po’ di diari sembra normale incappare in rapidi temporali. Maschere, pinne e GoPro per le riprese subacquee sono pronte. Non ci resta che partire.

Sabato 31-12-16

Il gran giorno è arrivato. I bagagli sono pronti. Ilmeteo.it in mattinata prevede nebbia con visibilità inferiore a 50 metri a Malpensa. Le webcam mostrano invece un bel cielo azzurro e visibilità fino alle montagne. Alle 13 partiamo. Alle 14.45 siamo al parcheggio GP Parking di Somma Lombardo (€37.50 per 8 giorni di parcheggio coperto). Arrivati in aeroporto ci fiondiamo ai banchi della Qatar Airways per fare il check in e troviamo una coda che fa paura. Circa un’ora dopo abbiamo le carte di imbarco. Il gate è lontanissimo. Finalmente ci imbarchiamo. Di nebbia per fortuna nemmeno l’ombra. Visibilità di decine di km. Prendiamo posto sull’A330-300 e naturalmente a pochi centimetri dalle mie orecchie c’è un duenne che urla come un’aquila, ma molto più fastidioso del nobile rapace. Alle 17.10 si lascia il finger e alle 17.20 puntualissimo decolla. Poichè Qatar Airways sponsorizza il Barcelona F.C. nel video di presentazione delle procedure di sicurezza ci sono Messi, Piquet e Mascherano. L’In Flight Entertanment è abbastanza vario. Ci sono anche dei film in prima visione doppiati in italiano. L’interfaccia è un po’ poco user friendly, comunque dopo qualche tentativo si riesce a usare. Mentre siamo in volo guardando un film con le cuffie a palla per alleviare il fastidio prodotto dal piccolo scassaballe e dai suoi familiari che sono riusciti ad esasperare anche le hostess con richieste continue, compare sullo schermo principale un safety message che invita, per prudenza, a pregare seduti seguito dall’immagine di una bussola dove è indicata la mecca rispetto alla fusoliera dell’aereo. Le hostess fanno un ulteriore tentativo per zittire il malefico baby urlante e montano un lettino, ma non vuole saperne e continua a frantumare timpani e cabasisi nella totale indifferenza dei genitori. Servono la cena e anche se la religione musulmana vieta gli alcoolici ci sono birre, vino bianco e rosso, whisky, vodka, ecc. La cena non è male. Spezzatino con verdure, cous-cous, una torta esageratamente dolce, bacio perugina. Poi finalmente dopo due ore di urla l’aquila si è data una calmata e si riesce a viaggiare più rilassati. Verso le 19.30 CET sorvoliamo Istanbul. Verso le 20.30 CET siamo sopra Malatya nella Turchia orientale, non troppo lontani dal confine con l’Iraq. Verso le 21 CET la belva si è addormentata e noi siamo entrati tronfi e fieri nel fuso orario di Doha all’altezza dell’Iraq. Si vira a sud. Due ragazze orientali (giapponesi?) si sono portate a bordo due secchielli di zuppone. Sono andate dalle hostess a farsele scaldare e tornate a posto le hanno aperte spargendo tutt’intorno una discutibile fragranza di salsa di soia, cipolla e altre spezie. Visto che la belva si è addormentata ha attaccato a urlare un altro. Un viaggio così scassoso non mi è mai capitato. Alle 22.00 CET il comandante ha augurato Happy New Year Local Time. Noi abbiamo brindato con 2 lattine di acqua gasata.

Guarda la gallery
capodanno-many2

Maldive 3

capodanno-jdszj

Maldive 1

capodanno-7jzgm

Maldive 2



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Maafushi
    Diari di viaggio
    maldive fai da te 2

    Maldive fai da te 2

    Avevo da spendere 100 mila miglia Alitalia. Pensavo di poter trovare un volo in business class con 80 mila punti. Dopo estenuante ricerca,...

    Diari di viaggio
    maldive fai da te

    Maldive fai da te

    Viaggio alle Maldive dal 31-12-2016 al 7-1-2017 Partecipanti: io e FrancaCambio valuta: 1 USD ~ 1€Contanti alla...