Madagascar, la terra dei lemuri

Da Antananarivo a Toliara e soggiorno mare a Mangily, passando per canyon desertici, parchi, momenti magici e avventure all’Indiana Jones
 
Partenza il: 12/05/2017
Ritorno il: 25/05/2017
Viaggiatori: 3
Spesa: 2000 €

dall’Italia in cambio di un paio di foto.

Pranziamo sulla spiaggia di Mangily al ristorante Villa Maroloko con aragosta (circa 8/9 euro) poi mentre rientriamo al nostro bungalow mi fermo a una delle tante bancarelle in riva al mare per comprare dei regalini da portare a familiari e amici. Il pomeriggio prosegue nel riposo, nella lettura, nell’ascolto della musica in un clima di serenità lontano da qualsiasi rumore nel rispetto della natura.

Dopo cena la guida ci informa che il volo interno da Toliara a Tana del giorno 24 previsto per il pomeriggio è stato anticipato alle ore 8 del mattino; termina così anche questa giornata dedicata alla scoperta dei baobab, alberi dai rami contorti che sembrano radici e che sono il simbolo di questo paese.

23/5

Veniamo svegliati di primo mattino dal canto di alcuni ragazzi che pescano a riva con le reti, un nuovo giorno comincia a prendere vita e ormai svegli ne approfittiamo per fare una passeggiata sulla spiaggia. Dal mare, un uomo con al seguito un bambino, dopo aver ancorato la piroga, avanza trasportando sulle spalle due grossi pesci; questa scena incoraggia Stefano che dopo poco, insieme a Davide, si accorda con due pescatori per una battuta di pesca di 3 ore pagando 20.000 ariary (circa 6 euro). Nell’attesa mi sistemo sul lettino per prendere il sole e verso le 13,30 li vedo tornare amareggiati per la deludente esperienza che li ha privati della gioia di prendere anche un solo pesciolino.

Tra chiacchiere e risate trascorriamo le ore del pomeriggio, poi come ogni sera arriva il crepuscolo, i colori cambiano, le figure si delineano: è l’ultima volta in questo pezzetto di spiaggia del Madagascar meridionale… è l’ultima sera che tra i rami delle palme incantati da tanta bellezza assistiamo al giorno che muore.

24/5

È ancora buio quando frettolosamente facciamo colazione e lasciamo il resort per l’aeroporto di Toliara. Lungo la strada gli abitanti dei villaggi avvolti in coperte per ripararsi dal fresco della notte lentamente cominciano ad affaccendarsi. Arrivati, salutiamo la nostra guida e alle ore 8 con un volo dell’Air Madagascar decolliamo per arrivare ad Antananarivo dopo 1h45’; il cielo è coperto e la temperatura di 20° esattamente l’opposto del caldo sole del sud. All’uscita, un ragazzo di nome Ianja, amico della nostra guida locale, ci conduce all’hotel Pousse Pousse du Raphia situato nei pressi dell’aeroporto. Scaricati i bagagli ci immettiamo nel traffico caotico della capitale e andiamo a visitare “Il Rova” (palazzo fortificato), un imponente edificio progettato per i sovrani situato sulla collina più alta della città con una sorprendente vista che spazia tutt’intorno. Pranziamo al ristorante dell’hotel Sakamanga dove abbiamo pernottato la prima notte, poi a seguire Ianja ci conduce al mercato di La Digue, un posto molto frequentato dove si possono trovare tanti oggetti dell’artigianato locale; qui abbiamo a disposizione un paio d’ore, il tempo necessario per visitarlo e fare gli ultimi acquisti. Rientrati in albergo salutiamo l’autista dopo aver concordato l’orario di partenza per l’indomani. A cena, nel ristorante dell’hotel con un po’ di tristezza realizziamo che la vacanza è giunta al termine, allo stesso tempo però ci sentiamo anche felici, abbiamo condiviso questo viaggio, esperienze, emozioni ma soprattutto siamo stati semplicemente insieme… una famiglia.

25/5

Con calma ci alziamo e poiché distanti dal centro non resta che trascorrere le ore del mattino curiosando tra le bancarelle del mercato di carne, pesce, frutta e verdura situato nelle vicinanze dell’hotel. Alle ore 12,30 siamo accompagnati in aeroporto da Ianja, imbarcate le valigie, mangiamo qualcosa e nell’attesa spendiamo gli ultimi ariary comprando un quadretto raffigurante un paesaggio malgascio. Sono le ore 16 quando si decolla e dall’alto salutiamo questa isola, la quarta al mondo per grandezza. Atterriamo a Istanbul alle 4,45 del 26/5 e dopo un’attesa di circa 3ore e mezzo con un altro volo partiamo per l’Italia giungendo a Bologna alle ore 10,10.

Siamo davvero arrivati, si torna a casa, ognuno con il proprio bagaglio, ognuno con una valigia di ricordi.

Un viaggio fantastico di 980 chilometri in un paese conosciuto per la sua eccezionale biodiversità, un popolo accogliente e comunicativo sempre pronto a esprimersi con un sorriso. Questa isola che con “Tonga Soa” ci ha accolto e con “Veloma” ci ha salutato si chiama Madagascar. Per ulteriori informazioni potete contattarmi al seguente indirizzo mail: [email protected]

Guarda la gallery
madagascar-6mzdg

Madagascar... nella terra dei lemuri



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Antananarivo
    Diari di viaggio
    madagascar terra e mare

    Madagascar terra e mare

    cuore, con un isolotto in centro sul quale svetta un angelo dorato (detto angelo nero) che fu eretto nel 1927 in memoria dei malgasci...

    Diari di viaggio
    la mia nosy be, andasibe, sainte marie

    La mia Nosy Be, Andasibe, Sainte Marie

    Quest'anno, dopo l'esperienza del 2018 in india in giro con il driver per 21gg, decido di organizzarmi un viaggio in Madagascar che fosse...

    Diari di viaggio
    madagascar in 4 settimane

    Madagascar in 4 settimane

    Ciao a tutti, Ho letto molti diari di viaggio sul Madagascar in questo forum, che spiegano alla perfezione tramonti, profumi, esperienze e...

    Diari di viaggio
    viaggio in madagascar

    Viaggio in Madagascar

    Un viaggio ricco di emozioni, esperienze diverse, incontri toccanti in uno dei paesi più poveri del mondo. È un viaggio che a volte può...

    Diari di viaggio
    madagascar, l'isola dei lemuri

    Madagascar, l’isola dei lemuri

    collega il piccolo villaggio a Tuléar. Ad accoglierci una spiaggia bianchissima dalla sabbia soffice completamente deserta e un’acqua...

    Diari di viaggio
    tutta la natura del madagascar

    Tutta la natura del Madagascar

    Alcune indicazioni generali prima di passare al racconto delle singole giornate:1. Riguardo alla sicurezza, è assolutamente...

    Diari di viaggio
    da antananarivo a ifaty con tappa alle seychelles

    Da Antananarivo a Ifaty con tappa alle Seychelles

    MADAGASCAR & MAHE' ISLAND, SEYCHELLES (1/8/2017-15/08/2017)1 agosto, partenza...

    Diari di viaggio
    un tuffo in madagascar

    Un tuffo in Madagascar

    Dopo svariati aggiustamenti e modifiche, riusciamo a stilare un itinerario che, pensiamo, sia in grado di fornirci un quadro esauriente di...

    Diari di viaggio
    madagascar, la terra dei lemuri

    Madagascar, la terra dei lemuri

    dall’Italia in cambio di un paio di foto.Pranziamo sulla spiaggia di Mangily al ristorante Villa Maroloko con aragosta (circa 8/9...

    Diari di viaggio
    madagascar, nel cuore della natura

    Madagascar, nel cuore della natura

    Il nostro viaggio parte dal Sud. La scelta dell’itinerario è determinata dai voli interni. Da Antananarivo, in aereo, andiamo a visitare...

    Video Itinerari