Luna di miele in Polinesia Francese

Un sogno che si avvera!
Scritto da: fata-morgana-1
luna di miele in polinesia francese
Partenza il: 16/05/2011
Ritorno il: 30/05/2011
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

Ia ora na (buongiorno)! Questo è il racconto della mia luna di miele in Polinesia Francese. Poiché si trattava di un viaggio speciale ci siamo affidati ad un’agenzia di viaggio che ci ha prenotato tutti i voli, trasporti interni e hotels/pensioni. Ci ha anche spiegato quali documenti bisognava avere per passare la dogana americana (un vero incubo!) La nostra avventura inizia dunque il 16 maggio da Bologna (dopo una divertente serata con mia sorella Maude e il marito Marco), dove siamo decollati con un aereo Air France alla volta di Parigi Charles de Gaulle. L’aereo con cui abbiamo decollato apparteneva alla compagnia polinesiana Air Tahiti Nui: spettacolare! Era tutto blu con la pancia bianca e un fiore di tiare sulla coda. Il volo di andata è stato tranquillo (11 ore) fino a Los Angeles, dopodiché siamo un po’ diventati matti per passare la dogana americana: nonostante si è solo di passaggio chiedono il controllo del passaporto e prendono le impronte digitali di TUTTE le dita, con foto ricordo finale! Il volo è ripartito circa 1 ora e mezza dopo verso Papeete (altre 9 ore di aereo). Li sono 12 ore indietro e quindi siamo arrivati la sera dello stesso giorno alle ore 22.05. Appena scesi ci ha accolti, oltre al caldo, un trio di persone che suonavano l’ukulele e cantavano, e la collana di fiori profumatissimi. Ci hanno portati all’hotel Tahiti Nui, molto carino, e li siamo andati a letto sfiniti (in aereo non si dorme molto…).

La mattina ci siamo svegliati senza sveglia alle 6.30, una deliziosa colazione a buffet e poi subito a visitare la città. Siamo riusciti a vedere il mercato di Papeete (divertente da vedere), cambiare un po’ di soldi in franchi polinesiani (nella banque de Polynésie) e poi subito in hotel perché alle 10 venivano a prenderci per portarci in aeroporto. In aeroporto abbiamo prenotato un tour guidato sulla prossima isola. La prima “vera” meta (in cui andrei senza troppe remore a vivere) è la bella Moorea. Già dall’aereo si è rivelata un incanto. Un minibus è venuto a prenderci e ci ha portati nella pensione Les Tipaniers. La pensione era STUPENDA, eravamo su un bungalow nel giardino (con il tetto fatto con le palme incrociate), a due passi dalla spiaggia. Qui le spiagge non sono come le nostre: per la maggior parte sono piccole lingue di sabbia di un paio di metri di profondità, con palme ovunque (attenzione alle noci di cocco!) e un’acqua incredibile. In effetti qui tutti i colori sono incredibili, il colore del cielo, dell’acqua, dell’erba… Ci sono pesciolini sulla riva e l’acqua della laguna si muove appena. Già a qualche metro dalla spiaggia ci sono coralli e una miriade di pesciolini di tutti i colori. Piccola nota: l’acqua è quasi sempre tra i 24 e i 26 gradi! Abbiamo passato il pomeriggio in questo paradiso, che francamente non abbiamo più visto in nessun’altra isola. La sera, con nostra sorpresa, è arrivata piuttosto presto: alle 18.00 qui è già buio pesto! Alle 18.30 siamo andati a cena, dove abbiamo mangiato un po’ in fretta perché alle 20.30 ci aspettava il pulmino per il Tiki Village prenotato nel pomeriggio alla reception. Il Tiki Village è la ricostruzione di un villaggio polinesiano tradizionale, dove mostrano scorci di vita locale, e 3 sere la settimana fanno uno spettacolo di balli polinesiani molto bello. Visto che quella sera lo facevano ne abbiamo approfittato. Abbiamo ammirato le ballerine cantare ballando con i loro costumi e gli uomini che hanno fatto delle esibizioni con il fuoco: spettacolare (purtroppo dirò molto spesso “spettacolare”, perché c’era davvero poco che non lo fosse… Quindi rassegnatevi a leggerlo!).

Una cosa che abbiamo imparato molto presto è che la sera si va a letto presto (21.30 si sta già ronfando) e al mattino ci si alza prestissimo (6.00/6.15!); non so se per altri era così, ma noi la sera non riuscivamo a stare svegli!!

La mattina del secondo giorno ci siamo alzati, sempre senza sveglia, alle 6 e abbiamo potuto ammirare un’alba bellissima. Dopo una colazione in riva al mare a base di frutta e marmellate deliziose, ci hanno accompagnati alla nostra prima escursione (ogni volta che si prenota un’escursione vengono a prenderti): un tour nella laguna con picnic sul motu (isolotto di sabbia situato nella laguna, ndr). Penso di poter dire senza problemi che questa è stata la gita più bella che abbiamo fatto! Siamo saliti in una piroga a motore, e la nostra guida (nonché conducente, nonché cantante!) ci ha spiegato la leggenda del monte Mauputa (ha un vero buco in cima!!) e della Montagne Magique, e la storia delle 2 baie: quella di Cook e di Opunohu (che significa “pancia del pesce pietra”). Ad un certo punto ha fermato il motore e ci ha pregati di scendere in acqua bassa, dove ci “aspettavano” delle razze e degli squali pinna nera. La cosa bella di questa gita (se a qualcuno interessasse si chiamava Hiro tours) è che la guida non da’ da mangiare ne’ alle razze, ne’ agli squali, perché dicono che altrimenti non riescono più a trovarsi da mangiare da soli. E’sceso in acqua con 2 pezzetti di pesce solo per fargli sentire l’odore; è stata un’esperienza bellissima, le razze sono morbidissime, anche se non sembra. L’importante è non essere aggressivi nei loro confronti e non cercare di toccare gli squali. Prossima meta: un motu bellissimo dove ci hanno preparato delle coscette di pollo con riso e altre cose alla griglia molto buone. Dopo un risposino hanno fatto una lezione sull’apertura di un cocco: divertente. Alle 15.30 ci hanno scaricati vicino alla spiaggia della nostra pensione e abbiamo finito il pomeriggio inforcando due bici gentilmente prestate dalla pensione e partiti alla ricerca di un adattatore di spine francesi… E’ stato divertente e non faticoso, la strada era quasi tutta in piana. Al ritorno siamo ritornati in spiaggia finché è calato il sole (17.30), così ne abbiamo approfittato per vedere un bellissimo tramonto!

Cena a base di pesce e alle 20.20 stavamo praticamente già dormendo…

Guarda la gallery
borabora-hcw87

Tramonto a Moorea

borabora-88uh7

Baia di Cook, Moorea

borabora-as7yc

Alba a Moorea

borabora-g5vjm

Laguna di Bora Bora

borabora-aj536

Motu a Huahine

borabora-dbd6w

Pesciolini a Huahine



    Commenti

    Lascia un commento

    Bora bora: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari