Londra forever

Una città fantastica capace di ricaricarti con la sua energia: da vedere, da vivere, da amare
 
Partenza il: 16/08/2016
Ritorno il: 23/08/2016
Viaggiatori: 6
Spesa: 1000 €

Pur avendo viaggiato parecchio in Europa, non ci sembrava mai il momento di andare a Londra: non che non ci interessasse, anzi, ma una città così grande e ricca di mille attrazioni, meritava di avere le idee chiare prima di affrontarla.

Nostro figlio Dario, tre anni fa ha lavorato per qualche mese a Londra e desiderava da tempo accompagnarci in quei posti che gli sono rimasti nel cuore: perciò, quest’anno, a seguito del verificarsi di una serie di circostanze, abbiamo prenotato una settimana nella capitale britannica. Siamo in sei, noi genitori, Dario e Riccardo, nonché una coppia di amici carissimi, Lucia e Gianni, che da tempo volevano recarsi a Londra.

Tutti siamo consci che sarà un assaggio di questa fantastica città, una città che non dorme mai, e quindi studiamo un programma che ci permetta di conoscere i suoi principali monumenti, con qualche digressione fuori dei comuni circuiti turistici, con la consapevolezza che bisognerà ritornare al più presto per “vivere la città”, sapendo a questo punto quanto meno come orientarsi.

In effetti, il nostro programma ha funzionato a meraviglia e quindi, contrariamente al solito, non vorrei fare un vero e proprio diario descrivendo i monumenti visitati (questi non hanno bisogno di presentazione), quanto rendervi partecipi delle nostre esperienze, se queste possono essere utili come consigli per pianificare i vostri spostamenti ottimizzando i tempi.

Innanzitutto l’alloggio

Trovare una sistemazione a Londra, si sa, non è cosa semplice: gli hotel delle maggiori catene hanno costi elevati e quelli più modesti presentano pecche soprattutto nella pulizia. Finalmente la scelta cade su un B&B, The Lilac Door (www.lilacdoor.co.uk), tipica casa georgiana a West Dulwich, un elegante sobborgo a sud est del centro di Londra, che risulterà molto confortevole, bagni nuovi e ottima colazione, gestito dalla simpatica Jane (la casa si compone di tre camere matrimoniali, che noi abbiamo completamente occupato). Il costo è stato di £ 700 a camera per sette notti (poco più di € 800,00). Non lasciatevi scoraggiare dalla posizione, che apparentemente può sembrare disagiata, perché Dulwich è servito dall’efficiente National Rail (treni della Southeastern line) che hanno una frequenza di quindici minuti e collegano la piccola stazione di West Dulwich a Victoria Station in dodici minuti. Puntualità assoluta, servizio super. Molti Londinesi, oggi, scelgono di vivere lontano dal caos della città.

L’abbonamento ai mezzi pubblici

Gli spostamenti in città e fuori, anche questo si sa, sono di una efficienza insuperabile, undici linee di metro (la famosa Tube), la DLR (treni suburbani che vanno in tutte le direzioni), la Overground (una specie di metro di superficie che collega zone periferiche), tanto che all’inizio si è molto disorientati, finché non si prende l’abitudine agli incroci delle varie linee di metro che in poco tempo e con una frequenza di due-tre minuti tra un passaggio e l’altro vi portano dappertutto. Tutto questo, però, ha un costo e non indifferente. Il singolo biglietto della metro costa mediamente £ 2,50, a seconda della tratta, della zona e della fascia oraria, per cui è indispensabile dotarsi di un abbonamento. Ce ne sono di diverse tipologie, da scegliere in base alla durata della permanenza in città o alla dislocazione di quello che visiterete, tutte ben dettagliate sul sito di “Transport for London”. Noi abbiamo optato per la Oyster Card ricaricabile che coprisse non solo le zone 1 e 2 della città (quelle centrali e maggiormente battute dai turisti), ma fino alla zona 6, dovendo prendere il treno due volte al giorno e in previsione di spostamenti anche in località più distanti. Abbiamo iniziato con una Oyster del valore di £ 40, più volte ricaricata fino a spendere intorno alle £ 70 a testa. Ma abbiamo preso metro e quant’altro un numero imprecisato di volte, per cui non ci possiamo lamentare della spesa.

Attenzione: la Oyster, per metro e treni, va passata sul lettore sia all’entrata che all’uscita, sui bus solo al momento della salita.

Ingressi ai siti di interesse turistico

Anche gli ingressi alle varie abbazie, monumenti e palazzi possono incidere notevolmente sul budget. Noi abbiamo deciso di ricorrere alla London Pass, una tessera che permette di risparmiare un bel po’ sul costo dei biglietti di ingresso che si aggira mediamente sulle 20 sterline (circa € 22,00 ciascuno) e di avere un accesso prioritario saltando le file. Abbiamo acquistato “The London Pass 6 giorni”, direttamente on-line da casa (viene recapitato entro 15/20 giorni dall’acquisto), al costo di £ 109 (circa € 130,00) comprensivo dell’ingresso a sessanta tra monumenti famosi e attrazioni, ma anche di una gita in battello lungo il Tamigi, e della possibilità di usufruire del bus Hop-on Hop-off.

I biglietti di ingresso a Buckingam Palace e alla Cattedrale di St. Paul non sono compresi nel London Pass. I musei statali sono invece gratuiti.

Dove mangiare?

Parecchi turisti decidono di alloggiare in appartamento per risparmiare un po’ sul costo del pranzo e della cena: in realtà, scegliendo con attenzione tra le varie possibilità, si riesce a mangiare fuori casa regolarmente, il che permette anche di conoscere qualche posto caratteristico e vivere un po’ di atmosfera.

Ci sono delle ottime catene di ristorazione sparse per tutta la città dove spendere il giusto all’ora di pranzo a base di ottimi panini, toast, baguette e buoni dolci: “Pret a Manger”, “Paul Boulangerie”, “Café Nero”, “Costa”, “Wagamama” .

Inoltre, è da tenere presente che tutti i siti storici che visiterete, sono dotati di ottime caffetterie dove fermarsi a ricaricarsi all’ora di pranzo, prima di riprendere la veste del turista. Noi abbiamo quasi sempre usufruito di questa opportunità. Per la cena, abbiamo optato per alcuni pub, come vi dirò più avanti, non spendendo però mai cifre impossibili.

Ed eccoci arrivati al programma che abbiamo seguito giornalmente.

Martedì 16 agosto

Partiamo dall’aeroporto di Ciampino con il volo RYANAIR FR 2673 delle ore 10:20 che decolla però con un considerevole ritardo (oltre due ore), costringendoci già a modificare i nostri piani. Atterriamo infatti a Stansted alle 14:20 circa e dopo un piacevole spuntino da “Costa”, ci dirigiamo verso la stazione del bus della compagnia National Express (capolinea nei pressi della Victoria Station), di cui avevamo acquistato già i biglietti al costo di € 10,00 a persona. Raggiungere l’uscita, per via dei controlli molto accurati, è veramente stressante e solo dopo una coda di più di un’ora, riusciamo a salire sul bus e a renderci conto del traffico pazzesco di Londra. Da Victoria Station prendiamo il primo treno per Dulwich e finalmente un po’ di quiete. Decidiamo di non ritornare in centro, ma di passeggiare tranquillamente per le vie di questo luogo ameno (fornito ogni modo di tutti i servizi, supermercati, farmacia, ambulatorio proprio vicino al nostro B&B).



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Abbazia di Westminster
    Diari di viaggio
    londra forever

    Londra forever

    Pur avendo viaggiato parecchio in Europa, non ci sembrava mai il momento di andare a Londra: non che non ci interessasse, anzi, ma una...

    Diari di viaggio
    londra, la città frenetica

    Londra, la città frenetica

    Giorno 1 Eventi comici all'aeroporto di Napoli. Arrivo a Gatwick ore 10.40. Attimo di smarrimento e setting degli orologi. Raggiungiamo...

    Diari di viaggio
    cultura e relax a londra

    Cultura e relax a Londra

    Quest'anno la destinazione per la settimana di vacanza di fine giugno non è stata la classica meta al mare, ma una capitale europea:...

    Diari di viaggio
    londra con 100 euro? yes, you can

    Londra con 100 euro? Yes, you can

    Reduce dal viaggio londinese dello scorso Natale con mia moglie Anna ho proposto, ad un gruppo di ex-compagni di scuola del 1965, una...

    Diari di viaggio
    londra, un mondo in una città

    Londra, un mondo in una città

    ruota, 34,5 £; Crociera sul Tamigi con Citycruises, single ticket da Greenwich a Westminster, 9,5£ (usufruendo dello sconto per i...

    Diari di viaggio
    londra 2012... viaggio di laurea

    Londra 2012… viaggio di laurea

    pò ma il bilancio della giornata è più che ottimo!quinto giorno La tristezza si fa sentire. Ieri sera abbiamo ripreparato i nostri...