Lombok il paradiso tra sogno e realta’!!!

Eccomi qui di nuovo per raccontare l'ultima tappa del nostro viaggio dopo aver visitato Singapore e Bali. Partiamo di buon mattino dal Sanur Beach di Bali per dirigersi verso Lombok. Viene a prenderci il solito pulmino Mappamondo che ci accompagna al porto per prendere la barca veloce ed ecco la sorpresa!!! Avevo chiesto dall'Italia di cambiare lo...
 
Partenza il: 04/10/2009
Ritorno il: 18/10/2009
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 2000 €

Eccomi qui di nuovo per raccontare l’ultima tappa del nostro viaggio dopo aver visitato Singapore e Bali. Partiamo di buon mattino dal Sanur Beach di Bali per dirigersi verso Lombok. Viene a prenderci il solito pulmino Mappamondo che ci accompagna al porto per prendere la barca veloce ed ecco la sorpresa!!! Avevo chiesto dall’Italia di cambiare lo spostamento con l’aereo (dato che la compagnia aerea era sulla black list) con la barca veloce pagando anche il supplemento di 20 euro rispetto al volo! Invece di un aliscafo troviamo un gommone come quello che usano gli scafisti e non potete immaginare cosa vuol dire passare 2 ore su questo mezzo molto veloce con il mare mosso!!! Io non soffro il mal di mare ma sono arrivato completamente frastornato! Va beh sorvoliamo… Arrivati a Lombok troviamo ad accoglierci un simpatico ragazzo che ci fara’ poi anche da guida nelle escursioni. In mezz’ora scarsa siamo al Sengiggi Hotel. Subito ci accorgiamo che Lombok e’ un isola molto primitiva e ricca di una folta vegetazione. L’Hotel e’ composto da piccole palazzine di 2 piani,dove ci sono generalmente 4/6 camere,situate all’interno di un vasto girdino a ridosso della spiaggia. La struttura e’ un po’ dispersiva,e specialmente la notte fate attenzione,perche’ i vialetti immersi nel verde per spostarsi all’interno dell’area,sono molto bui,quindi non e’facile orientarsi…E poi non spaventatevi della fauna,la notte escono fuori moltissimi gechi,pipistrelli,ranocchie e una sorta di scarabei giganti,quindi mentre camminate nel silenzio spuntano fuori all’improvviso ed il saltello e’ assicurato!!!Le camere sono molto belle e spaziose. Il mare qui e’ spettacolare, anche davanti all’hotel acqua cristallina,presenza di coralli e pesci colorati,certo non aspettatevi il Mar Rosso! Soprattutto qui non esistono gli sport acquatici con mezzi motorizzati! La spiaggia e’ molto ampia e degli alberi vi permetteranno di stare all’ombra.Rispetto a Bali quest’isola e’ molto ventilata,quindi si sta bene ed il mare davanti all’hotel non e’ mai mosso. Unica nota negativa e’ che la spiaggia di Sengiggi e’ piena di venditori,quindi appena arrivate in spiaggia se gli date un briciolo di confidenza vi ritroverete circondati da una trentina di loro in un batter d’occhio!!! Comunque la spiaggia e’ delimitata da alcune bandiere che i venditori non possono oltrepassare. La gestione e’ sempre la stessa del Sanur Beach Hotel di Bali,quindi troverete la stessa organizzazione anche se qui sembra gestita in modo migliore. Ci sono gli stessi 3 ristoranti e noi mangeremo sempre nel solito Basilico azzardando anche nell’assaggiare la pasta,che non e’ male!Il giorno seguente al nostro arrivo facciamo la prima ed ultima escursione via terra di Lombok,che avevamo gia’ inclusa…Ci dirigiamo verso il mercato locale: sconsiglio vivamente! Per tutto il mercato c’e’ una puzza fortissima che vi fara’ voltare lo stomaco! La carne e il pesce sono buttati cosi’ su dei tavolini in condizioni igieniche inesistenti e centinaia di mosche banchettano tranquillamente…Se pensate non mangerete piu’ nulla! Proseguiamo poi verso la fabbrica di ceramiche,molto interessante:ci sono circa una decina di signore con relativi figli che lavorano all’aperto l’argilla,sono veramente brave,considerando che viene fatto tutto a mano e con rudimentali strumenti. Veniamo invitati io e mia moglie a realizzare un posacenere:sembrera’la scena del famoso film Ghost!!! E’ bellissimo realizzare un piccolo vaso o un posacenere che poi gentilmente vi regaleranno,un esperienza unica! Andiamo poi a visitare un paesino famoso per i tessuti.Facciamo un piccolo giretto e ci accorgiamo subito che qui la situazione e peggiore rispetto a Bali,sono molto piu’ poveri. Abbiamo la fortuna di assistere ad una cerimonia matrimonale: e’ molto semplice,un lungo corteo di persone sfila tra le vie del paese (se cosi’ si possono chiamare) c’e’ un carretto dove c’e’ la tastiera elettronica e gli altoparlanti con 4/5 ragazzi che suonano una musica locale assordante. Lo sposo e la sposa di giovanissima eta’,17 anni lei e 18 lui,seguono il corteo separati sotto un caratteristico ombrellino attorniati da amici e parenti.E’ una grande festa che fa capire che anche nella poverta’ si puo’ essere felici. Ricordo che la popolazione di Lombok e’ prettamente di religione mussulmana.Purtroppo la nostra escursione finisce qui perche’ durante il tragitto per recarsi ad un templio troviamo la strada intasata da altri matrimoni e la situazione e’ simile a quella che si presenta da noi nei week-end ai caselli autostradali,quindi si fa buio (ricordo alle ore 18 circa) e torniamo in hotel,comunque soddisfatti della giornata. La nostra guida ci conferma quello che vediamo,ovvero la vita e’ molto primitiva e si vive di semplici cose ma nel rispetto degli altri,non e’ come in Italia ladri,stupratorii e assassini! Addirittura ci dice che i suoi genitori non conoscono la loro data di nascita dato che nessuno l’ha registrata…Torniamo in hotel il tempo di una doccia e si cena nel piacevolissimo ristorante situato direttamente sulla spiaggia.Per le altre escursioni via mare ci affideremo ai ragazzi che troviamo sulla spiaggia: l’agenzia le propone a 60 euro a persona ognuna,noi ne acquisteremo 2 per 85 euro totali! Faccio una precisazione: le isole Gili non si chiamano cosi’!!! Gili nel loro dialetto vuol dire isola,quindi sulla cartina troverete decine di Gili seguite dal nome vero e proprio!La prima escursione visiteremo le isole del sud- ovest ovvero Gili Poh,Gili Gede e Gili Layar. Il ragazzo che ci accompagna viene a prenderci di buon mattino direttamente nella hall dell’hotel, a piedi ci rechiamo presso un ufficio turistico della polizia che registra la nostra escursione,quindi state anche piu’ tranquilli! Quindi siamo pronti a partire con la tipica imbarcazione locale: una barchetta lunga e stretta con due galleggianti laterali che ne evitano il ribaltamento. Il viaggio dura circa un ora e mezza. Scendiamo sulla prima isola,molto bella per fare snorkeling,poi facciamo un giretto all’interno per vedere un centro recupero tartarughe e facciamo qualche foto,cosi trascorre la mattinata. Dopo un po’ di relax si parte per andare a mangiare,navighiamo nello stupendo mare cristallino dai colori straordinari.Qua e la ci sono piccoli atolli,palafitte dove allevano le ostriche per le perle,e una piccola isoletta dove pranzeremo. Per rendere l’idea della zona date un occhiata a questo sito www.Floatingvilla.Com questa e’ una camera/palafitta in mezzo all’oceano che affittano! Il posto dove mangiamo non mi attira per niente e vorrei quasi quasi di andar via di li,ma siamo in mezzo al mare e’ c’e’ solo questa specie di ristorante! Il mio pensiero sara’ decisamente sbagliato,infatti qui’ mangero’il pollo alla griglia piu’ buono della mia vita e delle delizione banane fritte!!! Il posto e’ stupefacente,un atollo dove si trova una piccola costruzione in mattoni che all’interno ospita la cucina e una sala per mangiare all’aperto ma riparata dal sole. Poi ci sono le casette se cosi’ si possono chiamare,di chi vi abita,credo non siano molti…Qui la vita scorre lentamente davanti ad un paradiso terrestre: ci sono queste famiglie che vivono li sole,lontano da tutti e tutto,in mezzo al mare,senza nemmeno la corrente! Per noi e’ utopia ma pensandoci bene loro gia’ sono in paradiso…La cosa che ti fa pensare e’ che quei bambini probabilmente sono nati e vivranno per sempre nel loro atollo e non conosceranno e vedranno mai nulla,anche perche’ non hanno la tv…Credo non andranno nemmeno a scuola,ma in fondo forse questa e’ la vera vita!Finito il pranzo ci dirigiamo verso un piccolissimo atollo dove saremo solo io mia moglie e i due ragazzi della truppa! Qui faccio un po’ di snorkeling e ci rilassiamo: e’ un vero paradiso ci sono migliaia di stelle marine colorate,anche di color azzurro,nell’acqua alta appena 5 centimetri!!! Cosi’ su questo minuscolo atollo di poche centinaia di metri quadri passeremo le ultime ore della gita con i piedi in acqua a vedere lo spettacolo che la natura marina ci offre! Cosi’ si conclude la prima escursione. Il giorno successivo invece andiamo alla scoperta di Gili Trawangan e Gili Meno situate a nord-ovest di Lombok. Solita routine della mattina precedente e si parte questa volta con solamente un ora di navigazione. Arriviamo a Gili Trawangan mia moglie rimane in spiaggia a prendere il sole ed io vado a fare snorkeling poco distante in barca. Al mio ritorno ci riposiamo un po’ facciamo un altro bagno e poi cerchiamo un posto dove mangiare:c’e’ una lunga spiaggia con decine e decine di locali per mangiare. Quindi dopo pranzo un po’ di relax in spiaggia e si parte per Gili Meno dove non possiamo attraccare causa la bassa marea,quindi mi tuffo dalla barca per fare snorkeling.Qui poterete vedere molte tartarughe propio davanti all’isola,ad una profondita di circa 5/8 metri.Cosi’ si torna verso l’hotel,ma questa volta non tutto va per il verso giusto,infatti come loro gia’ sapevano ma non ci avevano detto,il mare e’ molto mosso al rientro e la barca saltava le onde per ricascarvi dietro ma dico onde belle alte sembrava la scena finale di Cast Away. Mi sono anche un po’ irritato perche’ non avevano portato il salvagente e mia moglie non sa nuotare e sinceramente quelle barchette locali fatte da loro,non so quanto possano resistere alle sollecitazioni di un mare cosi’ agitato. Per tutta la tratta di circa un ora e mezza ci arriva acqua a secchiate addosso e sinceramente con il vento fa anche freddo! Ad un certo punto addirittura,uno dei due ragazzi prende un rudimentale bastone con attaccato all’estremita’ un secchio e comincia a pescare l’acqua che avevamo imbarcato per ributtarla in mare.Arriviamo in hotel zuppi fradici e congelati e dato che dovevamo ancora pagare gli ho tolto una parte del prezzo pattuito sia per le condizioni del ritorno che loro conoscono benissimo (non costava nulla avvertire prima) ed anche perche’ avevamo pattuito il giro di 3 isole ma alla fine ne abbiamo vista una,perche’ sulle altre 2 non si poteva attraccare causa le maree.Ma anche questo loro lo sanno benissimo! Infatti non hanno esitato nel dimezzare quasi il prezzo! Va beh alla fine ci si puo’ stare solo che ho avuto davvero timore che si ribaltasse e mia moglie che non nuota dove sarebbe finita??? Comunque l’arrabbiatura passa veloce perche’ abbiamo visto lo stesso posti molto belli. Il giorno seguente e’ l’ultimo per noi cosi’ la mattina ci godiamo l’ultimo bagno nel mare stupendo davanti l’hotel.Andiamo in camera facciamo una rapida doccia e sistemiamo il bagaglio.La partenza e’ alle 17 ma ci concedono di tenere la camera solo fino alle 14,cosi’ lasciamo in consegna i bagagli e andiamo appena fuori l’hotel a cercare un punto di ristoro.Qui fuori troverete anche molti negozietti locali che hanno prezzi veramente ottimi.Arrivano rapidamente le 17 e passano a prenderci per andare in aereoporto. In 20 minuti siamo li: l’aereoporto di Mataram e’ davvero primitivo e non sembra un vero e prorpio aereoporto. Svolgiamo le solite pratiche burocratiche e paghiamo la tassa obbligatoria per tutti coloro lascino il territorio nazionale di circa 8 euro a persona. Il controllo sicurezza e’ davvero irrisorio se non ci fosse sarebbe uguale! Quindi andiamo nella sala d’attesa molto piccola,che si riempe pian piano. Credo ci sia una sola pista quindi l’unico aereo della Silk Air che atterra e’ quello su cui noi saliremo per andare a Singapore. Nota molto positiva e’ che potrete imbarcare direttamente i bagagli per la destinazione finale,ovvero a Singapore non li ritirerete ma verranno smistati direttamente sull’altro aereo che vi riportera’ in Italia.Il volo e’ di circa 2 ore,a bordo viene servita anche la cena non molto commestibile! Atterrati a Singapore abbiamo 3 ore da attendere per la coincidenza che ci riportera’ a Roma. Qui l’attesa e’ tutt’altro che snervante,anzi passa molto velocemente il tempo,data l’ottima accoglienza dell a’aereoporto piu’ bello e funzionale del mondo!!! Quindi arriva l’ora della partenza con l’ottima compagnia Singapore Airlines a bordo del Boeing 777. Come gia’ detto per l’andata,l’aereo ha molteplici intrattenimenti multimediali:film,musica,videogiochi tutti sul vostro monitor personale! Ci viene nuovamente servita la cena e prima di atterrare anche la colazione,ed in 12 ore puntualissimi atterriamo! La nostra vacanza si e’svolta in maniera perfetta,priva di inconvenienti.La definirei una delle piu’ belle di sempre! Porteremo per sempre questo viaggio nei nostri cuori grazie alle stupende emozioni che queste terre ci hanno regalato. Ricordo che tutto l’itinerario di viaggio e’ stato Singapore-Bali-Lombok e troverete tutte le notizie divise isola per isola nelle apposite sezioni. Sono a vostra disposizione per qualunque domanda buon viaggio a tutti!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Indonesia
    Diari di viaggio
    cosa fare a jakarta

    Cosa fare a Jakarta

    Jakarta non è di certo la città dell'Estremo Oriente più gettonata tra le mete dei viaggiatori internazionali che generalmente fanno un...

    Diari di viaggio
    singapore con amore: tra escursioni e meraviglia

    Singapore con amore: tra escursioni e meraviglia

    Singapore è una città stato forse tra i luoghi più ordinati e puliti del mondo, paragonata ad una piccola Svizzera d'oriente, dove...

    Diari di viaggio
    borobudur, una delle imperdibili meraviglie dell'asia

    Borobudur, una delle imperdibili meraviglie dell’Asia

    Dopo la visita a Prambanan partendo in bus da Yogyakarta è stata la volta di un altro sito religioso pazzesco, Borobudur, uno forse degli...

    Diari di viaggio
    in bus verso prambanan, uno dei siti religiosi più famosi dell'asia

    In bus verso Prambanan, uno dei siti religiosi più famosi dell’Asia

    L'Asia per me non rappresenta solo un luogo dove andare appena possibile ma è il mio stato d'animo, il mio punto di partenza ed anche...

    Diari di viaggio
    viaggio semi avventuroso da bali a kuala lumpur

    Viaggio semi avventuroso da Bali a Kuala Lumpur

    Da Bali a Kuala Lumpur, dal 26 dicembre 2013 al 27 aprile 2014 Viaggio semi avventuroso in Indonesia, Filippine, Myanmar, Thailandia,...

    Diari di viaggio
    indonesia 3

    INDONESIA 3

    in tempo a farmi una scorpacciata di rambutan, all'una arriva colui che comanda la barca, si beve un copi (caffè), poi insieme camminiamo...

    Diari di viaggio
    fuga in indonesia

    FUGA IN INDONESIA

    ... il tempo è bello e ce la prendiamo con calma, questa giornata la dedichiamo alla visita della cittadina di Rantepao, siamo a circa 1,5...

    Diari di viaggio
    senggigi la località perfetta per vivere la meravigliosa isola di lombok

    Senggigi la località perfetta per vivere la meravigliosa isola di Lombok

    Le isole dell'Indonesia ancora poco conosciute sono moltissime e nonostante il mio cuore batte per Bali dalla prima volta che l'ho vista,...

    Diari di viaggio
    a gili meno persi tra la bellezza naturale di questa bella isola indonesiana

    A Gili Meno persi tra la bellezza naturale di questa bella isola indonesiana

    Tre le isole principali che compongono l'arcipelago delle isole Gili, adagiato nel mezzo dello stato indonesiano, distante da Bali solo due...

    Diari di viaggio
    sanur: il piccolo villaggio costiero di bali tutto da scoprire

    Sanur: il piccolo villaggio costiero di Bali tutto da scoprire

    Isola degli Dei è questo l'appellativo che Bali si è guadagnata nel tempo per la presenza di un numero elevato di templi, grandi o molto...