Limpido Isonzo

breve viaggio in Slovenia
 

Qualche anno fa, scorrendo i vari hashtag turistici, ero rimasta colpita da un’immagine che ritraeva un fiume dalle acque azzurrissime! Ho cominciato a documentarmi ed ho scoperto che il fiume Isonzo nella quasi interezza del suo corso è limpidissimo. Il tempo a disposizione non è molto ma sufficiente per rigenerarci dalla calura estiva e dalla confusione delle spiagge.

Cividale del Friuli e San Giovanni d’Antro

La prima tappa lungo il nostro percorso è Cividale del Friuli, veramente graziosa con il ponte del Diavolo che si affaccia sul Natisone, ci concediamo una passeggiata in centro prima della visita prenotata alle Grotte di San Giovanni d’Antro. Le grotte non sono una meta molto conosciuta, infatti eravamo solo cinque persone a seguire la visita guidata. Il percorso può essere effettuato solo accompagnati, suggeriscono scarpe con grip e passo sicuro e si viene forniti di caschetto che in effetti si rivela utile considerati alcuni passaggi in cui bisogna chinarsi. Sul sito si trovano orari ed i contatti per la prenotazione. La particolarità di questa grotta è che dopo una ripida scalinata si entra in un antico luogo di culto trasformato in seguito in chiesa per poi proseguire all’interno della montagna.

Caporetto e Tolmino

Ripresa l’auto ci siamo diretti oltre il confine e fermati a Caporetto, famosa per il triste evento della nostra storia. La visita al Sacrario sulla collina non poteva mancare ed in seguito ci siamo fermati ad ammirare i primi scorci panoramici sul fiume Isonzo o Soča come viene chiamato in lingua slovena. In effetti tutta l’area viene chiamata Soča Valley, vi sono numerose attrazioni sportive, vengono proposti rafting, canoa, trekking e molto altro, sulle rive del fiume si formano spiaggette dove si può rilassarsi e fare il bagno nelle gelide acque.

Per il pernottamento ci siamo fermati presso la Guest house Sobe Silva a pochi km da Tolmino, con un ottimo rapporto qualità prezzo anche in agosto. La scelta sulla ristorazione non è ampissima, molte attività erano chiuse non so se per ferie o perché eravamo a inizio settimana, girando un po’ siamo riusciti a trovare. Il piatto tipico che viene proposto è la trota grigliata.

Gole di Tolmino

La mattina seguente ci dirigiamo presso l’ingresso delle Gole di Tolmino, il percorso è a pagamento (€ 10,00), tenuto molto bene con spiegazioni anche in italiano. Le gole sono formate dal torrente Tolminka che scavando la roccia ci permette di godere di un panorama mozzafiato. Ci godiamo la visita per circa tre ore, anche se il percorso non è molto lungo ma ce la prendiamo con calma. Nel pomeriggio ci rilassiamo sul battello, partenza da Santa Lucia d’Isonzo (Most na Soči). La navigazione è lenta e panoramica sul bacino artificiale dell’Isonzo, le spiegazioni vengono fornite dal capitano anche in italiano, oltre a noi pochissimi altri turisti. Non è ancora tardi per cui ritorniamo a Tolmino presso la confluenza del fiume Tolminka con l’Isonzo. Le acque turchesi sono un’attrazione e ci concediamo un breve bagno.

Non aspettatevi movida o locali con musica, alla sera si va a letto presto. La mattina seguente dopo il checkout percorriamo strade secondarie per raggiungere il Castello di Erasmo e le Grotte di Postumia (evitiamo l’autostrada e superstrade poiché non abbiamo la “Vignette”). Distano circa 9 km l’una dall’altra per cui sono visitabili in giornata e nonostante siano attrazioni più conosciute non fatichiamo a trovare posti per gli orari di ingresso. Per la visita al castello entriamo direttamente e veniamo forniti di audioguida, mentre per le grotte prenotiamo l’orario che ci fa più comodo. Il percorso prevede un tratto con il trenino ed un tratto a piedi accompagnati da guida in italiano. Per chi vuole approfondire le conoscenze del proteo e degli altri animaletti delle grotte può visitare anche il terrario. Soddisfatti per la nostra breve vacanza ce ne torniamo verso l’Italia e verso casa.

Guarda la gallery
dscf1989rid

dscf1751rid

dscf1767bisrid

dscf1796bisrid

dscf1871rid

dscf1923rid

dscf1962bisrid

dscf1987rid

dscf2018rid

dscf2094rid



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Cividale del Friuli
    Diari di viaggio
    limpido isonzo

    Limpido Isonzo

    Qualche anno fa, scorrendo i vari hashtag turistici, ero rimasta colpita da un’immagine che ritraeva un fiume dalle acque azzurrissime!...

    Diari di viaggio
    da cracovia al friuli in bus: una bella avventura

    Da Cracovia al Friuli in bus: una bella avventura

    proprietaria dell’albergo), e poi da Trieste abbiamo raggiunto Cividale, cittadina Patrimonio dell’Unesco a causa delle numerose...

    Diari di viaggio
    in giro per il friuli venezia giulia

    In giro per il Friuli Venezia Giulia

    Questo viaggio parte con il mare e finisce con il mare (per la precisione Jesolo). Nel mezzo abbiamo avuto il piacere di visitare alcune...

    Diari di viaggio
    girovagando in friuli venezia giulia

    Girovagando in Friuli Venezia Giulia

    la chiusura del museo che dunque non possiamo visitare. Restano, però alcune grotte e vasti antri scavati Gorizia.9 Agosto Oggi...

    Diari di viaggio
    aquileia, sorprendente caccia al tesoro!

    Aquileia, sorprendente caccia al tesoro!

    Prima di lasciare la città c’è un’ultima cosa da fare: provare ad incontrare il fumettista Francesco Tullio Altan, noto ai più come...

    Diari di viaggio
    per bruna arte, storia e sapori a palmanova

    Per Bruna arte, storia e sapori a Palmanova

    "Mandi!" è il tipico saluto friulano, una formula di commiato benaugurante che ho imparato ad utilizzare durante il mio weekend da...

    Diari di viaggio
    friuli, assaggi di un territorio tutto da scoprire

    Friuli, assaggi di un territorio tutto da scoprire

    Domenica 25 agosto Si parte alle 8 dalla provincia di Como e subito ci si immerge nell’atmosfera di vacanza concedendosi una bella...

    Diari di viaggio
    il fascino di cividale del friuli... e gli abbinamenti perfetti con il picolit

    Il fascino di Cividale del Friuli… e “gli abbinamenti perfetti” con il Picolit

    È mattino presto e piove. Fra me e me penso: non potrà piovere all'infinito E invece mi sbagliavo… Purtroppo! Partiamo in auto, una...

    Diari di viaggio
    friuli venezia giulia, alla scoperta di una terra di confine

    Friuli Venezia Giulia, alla scoperta di una terra di confine

    edili susseguitesi nel tempo e delle tracce perpetuate fino a noi.A Grado si arriva percorrendo una lunga e diritta strada che corre...

    Video Itinerari