Le Seychelles e lo spirito creolo

20/08/05 Italia - Mahè Ore 20.30 Aeroporto di Roma Fiumicino. Finalmente si parteeeeeeee !!!!!! Il volo, effettuato con un Boeing 767 della Air Seychelles da 246 posti, è durato 8 ore e 20 minuti. La Air Seychelles è un’ottima compagnia. Il servizio di bordo è di prim’ordine. Le hostess e gli stewart sono gentilissimi e la cena creola...
 
Partenza il: 20/08/2005
Ritorno il: 03/09/2005

20/08/05 Italia – Mahè Ore 20.30 Aeroporto di Roma Fiumicino. Finalmente si parteeeeeeee !!!!!! Il volo, effettuato con un Boeing 767 della Air Seychelles da 246 posti, è durato 8 ore e 20 minuti. La Air Seychelles è un’ottima compagnia. Il servizio di bordo è di prim’ordine. Le hostess e gli stewart sono gentilissimi e la cena creola (anche se fatta alle 23.00) è molto buona. Molto coinvolgente la musica creola che si ascolta appena saliti a bordo. Sembra quasi di respirare già l’atmosfera seychellese.

21/08/05 Mahè Una volta scesi all’aeroporto di Mahè, che è sul mare ed è in fase di rifacimento, ci siamo dovuti fermare all’ufficio immigrazione dove a ciascun turista viene rilasciato un permesso di soggiorno turistico e dove a tutti viene controllato il biglietto di ritorno.

Mahè è l’isola principale delle Seychelles ed è caratterizzata da una grande varietà di paesaggi. Infatti alle stupende spiagge sabbiose bianche come cipria, circondate da palme e takamaka si alternano suggestivi promontori granitici coperti di vegetazione tropicale e piantagioni di the. Ovunque palme, banani, felci, ibiscus, frangipane alberi del pane, di passionfruit e takamaka.

Lasciato l’aeroporto a bordo di un pulmino in venti minuti siamo arrivati al Casuarina Beach Hotel, il nostro hotel a Mahè. Nel tragitto verso il Casuarina abbiamo conosciuti i simpaticissimi toscani Tiberio ed Elisabetta che durante il nostro soggiorno a Mahè sono diventati i nostri inseparabili amici.

Il Casuarina Beach Hotel si trova direttamente sulla spiaggia di Anse Aux Pins immerso in una bella vegetazione e situato in ottima posizione per muoversi liberamente sull’isola. L’albergo, di proprietà del fratello della proprietaria di Alke Viaggi, è carino e nel tipico stile creolo. Le camere invece, anche se offrono una bella vista mare e hanno l’aria condizionata, avrebbero bisogno di essere ristrutturate così come i servizi igienici che lasciano molto a desiderare. A disposizione dei clienti, oltre la spiaggia, c’è un biliardo e un piccolo campo da bocce. La cucina creola offerta al Casuarina è abbastanza buona. La colazione è a buffet mentre la cena è servita.

Dopo la sistemazione in camera e il cambio in nero dei primi Euro in Rupie, col cambio 1/10 contro l’1/6 che offrono le banche, siamo andati a fare un giro nella capitale Victoria. La prima cosa che ci ha meravigliato è stata la fermata dell’autobus. La più vicina al Casuarina è contraddistinta da un albero lungo la strada. Si avete letto bene. Non c’è nessun segnale se non questo albero sotto il quale la gente si mette in attesa dell’autobus. All’andata comunque non siamo andati in autobus ma abbiamo accettato il passaggio di Christopher, un ragazzo seychellese che avremmo poi rivisto anche nei giorni seguenti. Christopher ci ha portato direttamente a Victoria dove abbiamo acquistato una convenientissima sim card da 200 Rupie della Airtel, una compagnia telefonica seychellese, che abbiamo usato sempre per telefonare a casa.

Victoria, così chiamata in onore della Regina Vittoria d’Inghilterra, è la capitale delle Seychelles ed è l’unica vera “città” di tutte le Seychelles. Con i suoi 20.000 abitanti è una delle capitali più piccole del mondo, è ordinata e carina e si visita in poco tempo. Il centro della città è facilmente riconoscibile dalla Clock Tower, posta all’incrocio di Indipendence Avenue, la via principale dove sorgono gli edifici più importanti e Albert Street, la trafficata via commerciale. I seychellesi sono molto simpatici, gentili e si ingegnano come possono. Infatti è possibile vedere tantissimi pick up con a bordo una decina di persone. Lasciata Victoria in autobus, direttamente dal terminal della Capitale, abbiamo raggiunto Beau Vallon. Beau Vallon Beach è la spiaggia più turistica di Mahè ma a nostro avviso non la più bella. Nonostante spesso i vari tour operator tendano a definirla tale. A forma di mezzaluna, immersa nel verde offre un mare calmo e piatto dove si può fare il bagno tranquillamente ed è la spiaggia dove a Mahè abbiamo trovato più italiani. Alla fermata dell’autobus invece ci siamo intrattenuti con un gruppo di simpatiche vecchiette con i loro allegri cappellini e i vestiti dai colori sgargianti. Prendere l’autobus è sicuramente un’esperienza affascinante. Sono efficienti, toccano tutti i punti dell’isola, il biglietto costa solo 3 Rupie a corsa e sono sempre strapieni di sorridenti seychellesi pronti a dare una mano e a fare una chiacchierata con i turisti.

Tornati nel nostro albergo abbiamo gustato la nostra prima cena seychellese in compagnia di Tiberio ed Elisabetta che il primo giorno sono rimasti in albergo. A Mahè, come in tutte le Seychelles, fa buio alle 18.30, non c’è illuminazione pubblica e dopo quell’ora la vita sembra fermarsi, per ricominciare solo all’alba del giorno dopo.

Dopo cena siamo rimasti a chiacchierare un po’ con Tiberio ed Elisabetta nella hall dell’albergo e abbiamo conosciuto Ivan, un divertente ragazzo seychellese che parlava anche italiano e che si è offerto di farci da guida per il giorno dopo alla scoperta dell’isola.

22/08/05 Mahè In compagnia di Tiberio ed Elisabetta, siamo partiti alla scoperta di Mahè con Ivan che ci è venuto a prendere con la sua macchina davanti all’albergo.

L’isola è piuttosto lunga e le distanze sono notevoli. Come già detto Mahè offre paesaggi variegati che vanno dal Morne Seychellois alto 915 metri coperto di boschi tropicali e piantagioni di tè e vaniglia alle bellissime e grandi spiagge quasi deserte. La nostra prima tappa è stata Victoria. Poi da qui attraverso la Sans Souci Road abbiamo raggiunto il Morne Seychellois. La Sans Souci Road è una bella strada panoramica lunga 12 km che si inerpica dai sobborghi della Capitale nella fitta foresta e offre tanti punti panoramici. In particolare sul Parco Marino di St. Anne. All’interno del Morne Seychellois in bellissima posizione panoramica, si possono ammirare le rovine della Missione, una scuola costruita nel 1875 dagli anglicani, il cui bellissimo viale conduce a Viewing Lodge, altro punto dove godere panorami mozzafiato. Qui oltre al panorama abbiamo visto anche le piante dell’albero del pane, della papaia, del frutto della passione, della cannella e della citronella. Quindi abbiamo fatto una sosta alla Tea Factory, una fabbrica di tè circondata da una bella piantagione dove ci siamo fermati ad acquistare il tè alla vaniglia e la citronella. Lasciato il Morne Seychellois ci siamo diretti verso le spiagge. Abbiamo fatto una sosta prima a Port Launay, una bellissima spiaggia con un mare color smeraldo, basso e calmo e poi sull’impetuosa Grande Anse, un’enorme spiaggia quasi completamente deserta e perfetta per il surf con le sue enormi onde. Lasciata alle nostre spalle Baie Lazare con la sua sabbia bianca e fine ci siamo fermati ad Anse Takamaka, una splendida spiaggia di sabbia bianca circondata dagli ombrosi e begli alberi di takamaka. Sulla spiaggia di Anse Takamaka c’è “Chez Batista”, l’ottimo e caratteristico ristorante dove ci siamo fermati per pranzo. Lo “Chez Batista” è un bel ristorante tipico sul mare tutto in legno col tetto di paglia e il pavimento di sabbia e offre deliziosi tipici piatti creoli per cifre che si aggirano introno alle 150 Rupie, bibite comprese. Dopo pranzo siamo tornati indietro direzione Petit Anse dove abbiamo trascorso il pomeriggio. Petit Anse è una spiaggia bellissima e suggestiva ma piuttosto isolata e difficile da raggiungere. Qui ci siamo divertiti a giocare con le trasparenti onde turchesi che si infrangevano a riva e ci siamo rilassati sulla sua soffice sabbia bianca piena di simpaticissimi granchietti bianchi. Tornando verso la macchina lungo il viottolo sterrato Ivan ci ha insegnato ad aprire il cocco. Dopo Petit Anse è stata la volta di Anse Intendance, immensa, spettacolare e selvaggia spiaggia battuta dai venti, che al tramonto ci ha offerto uno spettacolo incantevole. Transitando per la bella Anse Royale è finita la nostra gita alla scoperta di Mahè.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Digue
    Diari di viaggio
    vienna + seychelles

    Vienna + Seychelles

    Agosto 2019 - Quest'anno partiamo con l’idea di fare un viaggio rilassante. Ne abbiamo bisogno. Il lavoro ci ha messo a dura prova e...

    Diari di viaggio
    seychelles fai da te 9

    Seychelles fai da te 9

    bellissima, come del resto in tutto il tratto est, però lo snorkeling è piuttosto deludente. C’è abbastanza ombra, solo il parcheggio...

    Diari di viaggio
    seychelles: prasline e la digue fai da te!

    Seychelles: Prasline e La Digue fai da te!

    Abbiamo organizzato il nostro viaggio alle Seychelles da soli, prenotando voli, pernottamenti, spostamenti vari su internet. Premetto che...

    Diari di viaggio
    il paradiso delle seychelles: mahè - praslin - la digue

    Il Paradiso delle Seychelles: Mahè – Praslin – La Digue

    Le paradisiache isole dell’arcipelago delle Seychelles: alcune tra le più belle isole granitiche e coralline al mondo, nel cuore...

    Diari di viaggio
    seychelles a febbraio

    Seychelles a febbraio

    Dopo gli ultimi viaggi più culturali ed impegnativi, abbiamo sentito il bisogno di regalarcene uno all'insegna del relax, a contatto con...

    Diari di viaggio
    seychelles, si può fare

    Seychelles, si può fare

    Dove andiamo in vacanza ad ottobre? Io e la Marty riflettiamo per qualche settimana... Vorremmo il mare, il caldo e la possibilità di...

    Diari di viaggio
    praslin e la digue di ilaria e ivan

    Praslin e La Digue di Ilaria e Ivan

    Seychelles. Le perle dell’Oceano Indiano. Un posto di una bellezza che ci ha lasciato sbalorditi! A mio parere, a confronto con...

    Diari di viaggio
    seychelles low cost come, dove, quando e perchè

    Seychelles low cost come, dove, quando e perchè

    E’ vero, il Paradiso è lì che vi aspetta, perché farlo attendere? E le Seychelles sono un autentico Paradiso per tutti. Dimenticatevi...

    Diari di viaggio
    seychelle fai-da-te con 5 bambini: diario di un viaggio fantozziano

    Seychelle fai-da-te con 5 bambini: diario di un viaggio fantozziano

    Siamo 2 famiglie in cui una mamma e un papà sono gemelli tra di loro, una famiglia ha 2 bambini di 2 e 4 anni (l'unica femminuccia!), e...

    Diari di viaggio
    seychelles fai da te in honey moon

    Seychelles fai da te in honey moon

    15 Luglio 2011 La nostra luna di miele continua,destinazione Seychelles. Partenza da Dubai ore 8.25 con volo Emirates.Volo molto...