Le meraviglie dell’Africa del Sud – seconda parte

31 luglio Windhoek – Cape Town Dopo colazione partiamo per l’aeroporto, rilasciamo la macchina e cambiamo i dollari namibiani rimasti in rand. Viaggiamo sempre con la SAA (Windhoek-Johannesburg e Johannesburg-Cape Town), pranzando e cenando in aereo. Arrivati alle 21 a Cape Town ritiriamo la documentazione di viaggio dal tour operator, e la...
Partenza il: 31/07/2008
Ritorno il: 07/08/2008
Viaggiatori: in coppia
Spesa: 3500 €

31 luglio Windhoek – Cape Town Dopo colazione partiamo per l’aeroporto, rilasciamo la macchina e cambiamo i dollari namibiani rimasti in rand. Viaggiamo sempre con la SAA (Windhoek-Johannesburg e Johannesburg-Cape Town), pranzando e cenando in aereo.

Arrivati alle 21 a Cape Town ritiriamo la documentazione di viaggio dal tour operator, e la macchina all’AVIS … Questa volta è una Polo Classic, un ‘carrozzone’ a tre volumi … Proprio in città dovevano darci l’auto più grande e meno maneggevole! Il tragitto dall’aeroporto sino alla città è piuttosto veloce (sono solo una ventina di km). Arriviamo all’hotel Hollow on the Square (nella zona centrale, in una piazzetta interna della Hans Strydom Avenue, proprio di fronte a Thibault Square), carino, e ce ne andiamo a letto. 1° agosto Penisola del capo Sveglia alle 6 e 30 e colazione. La giornata non si preannuncia bellissima (grossi nuvoloni minacciano di portare pioggia e vento). Il receptionist dell’hotel ci dice che, secondo lui, Table Mountain sarà sicuramente chiusa per il maltempo, mentre abbiamo più speranze per il giorno successivo, che sarà un sabato. Decidiamo allora di rimandare la visita della città, e optiamo per una gita alla penisola del capo, ma l’impresa non si preannuncia facile, visto il traffico, la pioggia e le curve. Decidiamo di raggiungere la riserva del Capo di Buona Speranza dalla panoramica Chapman’s Drive; la strada è però interrotta per la caduta di alcuni massi, così riusciamo a raggiungere solo il view point, per fare alcune belle foto. Torniamo quindi indietro, e attraverso alcune strade interne raggiungiamo l’altra strada per la riserva, la M4, sul versante opposto della penisola. Superata Simon’s Town ci fermiamo a Boulder’s Beach, la spiaggia dei pinguini (ingresso 25 rand); lì ammiriamo i curiosi pennuti che prendono il sole sulle rocce e camminano in maniera buffa sulla spiaggia. Tra l’altro questo il periodo della cova e della schiusa delle uova, così ci capitano di vedere coppie di pinguini (sono uccelli monogami, e, a quanto ci sembra, molto affettuosi fra loro) che covano le uova e curano i loro piccoli, avvolti in una peluria grigia; oppure trasportano con il becco dei rametti, per fare il nido. Dopo i pinguini raggiungiamo la riserva; pochi chilometri prima di entrare la strada viene invasa da un gruppo di babbuini, sotto i nostri occhi stupiti. L’ingresso alla riserva costa 55 rand a persona, e 36 rand costa il biglietto a/r per la teleferica per Cape Point. Visitiamo quindi Cape Point e dintorni, e il Capo di Buona Speranza; il vento è fortissimo, e le onde dell’oceano sono spettacolari; nella riserva vediamo alcuni struzzi, che si aggirano sotto la pioggia. Usciti dalla riserva, prendiamo la M4, e a Fishhoek ci fermiamo al Pick and Pay, per comprare qualcosina da mangiare. Decidiamo quindi di andare a Stellenbosh … Solo per vedere la cittadina, ci diciamo, niente degustazione dei vini, dobbiamo guidare! Durante il tragitto passiamo vicino a Khayelisha, una delle town ship più famose di Cape Town. Stellenbosh la vediamo solo velocemente, visto che diluvia letteralmente; in compenso, mentre stiamo per imboccare la strada del ritorno, vediamo una lunga fila di macchine che si dirige a sinistra, dove spicca il cartello “Wine Festival” … Questa fortunata coincidenza non può essere persa, così decidiamo di visitare il festival (ingresso 100 rand), dove assaggiamo alcuni vini e snacks. Dopodiché facciamo ritorno a Cape Town.


Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo

Fuerteventura: due settimane di primavera a Novembre

Nonostante la pandemia Covid, in ambito europeo ci si può muovere sia pure con qualche...

Festival degli aquiloni

festival degli aquiloni

Patrizio Roversi e Chef Hiro

Slow Tour Padano, 6 puntata: passato e futuro

Nella sesta ed ultima puntata di Slow Tour Padano, in onda sabato 4 dicembre alle 15.35...

Leggi i Diari di viaggio su Sudafrica
Diari di viaggio
Acqua di Dullstroom

Il SUDAFRICA IN…. CANNA DA PESCA di SPORTIVA

Adoro pescare. Metti la lenza in acqua e non sai cosa c’è dall’altra parte. La tua immaginazione è tutta là sotto. Robert...

Diari di viaggio

Sudafrica, fly & drive di 3 settimane nell’ovest del Paese

Il Sudafrica ci ha stregati. Per questo viaggio abbiamo scelto di vedere posti diversi dalla prima volta (tranne uno, al cuor non si...

Diari di viaggio

Kgalagadi Transfrontier Park

lo osservano da uno spiazzo in mezzo all’erba alta. Questo è il nostro primo avvistamento, e l’emozione è alle stelle! Visto che è...

Diari di viaggio
Sud Africa in famiglia

Sud Africa in famiglia

Questo diario darà solo alcune informazioni di carattere generale. Pur essendo di Bologna ed avendo l'aeroporto che ci avrebbe portato a...

Diari di viaggio

Sudafrica: luci e ombre

Questo viaggio era stato programmato e prenotato già tre anni fa, ma per gravi ragioni lo avevamo annullato. Tuttavia il desiderio di...

Diari di viaggio
Gydo Pass

Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani

Sudafrica: meravigliosa terra fra due oceani (by Luca, Sabrina, Federico, Leonardo e Valentina) Venerdì 9 Agosto:...

Diari di viaggio

Sudafrica e Dubai: in viaggio tra estate e inverno

Anche se avevamo visitato Egitto, Tunisia e Marocco una vera vacanza “africana” non l’avevamo mai fatta. Per questa nostra prima...

Diari di viaggio

Viaggio nella vivace Cape Town, dove tutto è allegro e colorato

Questo breve diario vuole essere una fonte di ispirazione e di consigli per chi, anche avendo pochi giorni a disposizione, intende visitare...

Diari di viaggio

Sudafrica on the road in famiglia

Ciao a tutti, l'estate scorsa con mio marito e mia figlia di 9 anni siamo stati 17 giorni in Sudafrica. Paesaggi stupendi, visite...

Diari di viaggio
Impala

Il mio Sudafrica

Come molti TPC consigliano di fare, suggerisco anch’io di leggere alcuni libri sull’apartheid, su Nelson Mandela (“Lungo Cammino...