Laos zaino in spalla

Viaggio in solitaria da Vientiane verso le montagne del nord e ritorno, passando da Luang Prabang, Vang Vieng, Nong Khiaw e Muang La
Scritto da: fabiocroupier
laos zaino in spalla
Partenza il: 10/03/2015
Ritorno il: 26/03/2015
Viaggiatori: 1
Spesa: 1000 €

Premesso che il mio viaggio parte da VIENTIANE in direzione NORD e ritorno.

Descrivo in ordine cronologico e menzionerò nomi di alberghi e relativo costo.

1 euro = 9’000 kip circa.

10 MARZO VIENTIANE

Arrivo in orario con AIRASIA.

L’aeroporto mi pare uno di periferia, prendo un taxi che per 7 euro mi porta nella zona del lungofiume. Ci sono tante stradine piene di guesthouse e hotel e uno vale l’altro.

Verso le 10.30 ho sistemato la camera allo STAR HOTEL(20 euro a notte) e ho una voglia di esplorare la città.

Noleggio una mountain bike da competizione a 1 euro al giorno e, cartina alla mano, esco alla scoperta del paese.

PATUXAI: entrata 3’000 kip. Vaga copia dell’arco di trionfo parigino ma ne vale la pena solo per la vista su tutta Vientiane.

WAT SI SAKET: bel tempio con un chiostro e migliaia di piccoli Buddah. C’era in atto una cerimonia di benedizione di macchine e motorini nuovi.

Al rientro lungo le strade si vedono vari WAT ma non mi soffermo tanto.

La sera la passo a perdermi nel carino mercato notturno sul lungofiume.

Noto che la gente qui nella capitale ha un tenore di vita medio, pick up di grossa cilindrata se ne vedono parecchi.

11 MARZO: VIENTIANE

Visita ancora alla città

PHA THAL LUANG: nulla di gran che, grosso stupa dorato

Al rientro mi soffermo al TALAT KHUA DIN, grosso mercato per metà dentro un capannone e per l’altra metà sembra un vero mercato asiatico pieno di mosche, tartarughe, rospi e serpenti in bella vista.

La sera ritorno sul lungofiume e andando a monte del fiume ci sono tanti ristoranti.

Poi il solito mercatino con tante cose carine che decido di rinviare gli acquisti all’ultimo giorno.

12 MARZO

Giornata di spostamento verso VANG VIENG.

Arrivato decido di andare all’ HOTEL CHAMPALAO-VILLA. Consiglio vivamente, tutto in legno 56 dollari 2 notti.

Leggendo qua e là pensavo che il paese era pieno di fattoni e alcolizzati. Certo che ci sono ma non danno fastidio assolutamente.

C’è un atmosfera di relax nei tanti ristorantini al centro paese.

Prenoto alla GREEN DISCOVERY una escursione di metà giornata a fare arrampicata 44 $. NON oltre la metà giornata perché le mani faranno veramente male!

La sera gironzolo nei bar e rimango un oretta al FAT MONKEY, nel quale i proprietari offrono spesso un liquore da 50 gradi… OCCHIO ai lady boy in cerca di “amici”!!

13 MARZO: VANG VIENG

Dopo una colazione con scramble egg, alle 9 passano a prendermi per la mezza giornata di arrampicata. Sono solo, passiamo prima in un deposito a prendere il materiale e poi su un furgone scassato andiamo in direzione nord. Un barcaiolo ci aspetta per farci passare il fiume(5’000 kip). Ci sono diverse pareti dal 5’ grado fino al 7’. Dopo due salite capisco che ho fatto bene a prendere solo mezza giornata e non l’intera o addirittura i due giorni … Le mani sono cotte, in totale faccio 6 salite da circa 10 metri l’una.

Ritorno per le 12.30 e dopo pranzo provo a fare il tubing. L’avevo già fatto Sumatra, in effetti qui il fiume è lento e non ci si diverte tanto se non per il fatto che sul lungo fiume ci sono dei bar in cui far sosta e bere e …altro. Forse è questo che diceva la lonely planet quando parlava di acidi e altro…ma vendono anche solo birre, quindi portatevi un sacchetto impermeabile con dei soldi dentro!! Ricordate che se non arrivate entro le 18 a riportare il tubing si tengono la cauzione. Quindi partite entro le 13 considerando di fare tappa nei bar.

La sera festone consigliato da tanti il JUNGLE PARTY… occhio sempre ai LADY BOY!

14 MARZO

Dopo una serata agitata oggi si fa lo spostamento a LUANG PRABANG, 6 ore di bus per 90’000 KIP. Arrivo la sera con il buio e la densità di guesthouse/ristoranti è cosi alta da non aver paura a rimanere a secco.

15 MARZO: lUANG PRABANG

Alle 9 prenoto l’ escursione alle grotte PAK OU, situate a un ora e mezzo di long boat con sosta intermedio al whiskey village (fatto solo per turisti).

Le grotte è piccolina ma ha dentro migliaia di statuine del Buddah. Poco più in alto dopo tanti gradini c’è un’altra grotta simile. Il rientro è per le 12.30.

Il pomeriggio prendo un tuk tuk e per 100’000 KIP(andata e ritorno) mi faccio portare alle famose cascate di TAT KUANG SI, turistiche ma bellissime da vederle e farci il bagno.

Per le 18 son di rientro e il centro paese si anima con un mercato e bancarelle di specialità gastronomiche. Una in particolare dice su un cartello: 10’000 KIP tutto quello che si riesce a mettere nel piatto… Finisco la serata con un massaggio all’olio per 7 euro un’ora.

16 MARZO: LUANG PRABANG

Giornata di spostamento verso nord, ieri ho preso i biglietti per LUANG NAM THA a 130’000 kip (15 euro). Il mini van per i primi 50 km va spedito, dopo cominciano i primi lavori lungo la strada, decine di operari con mazza e carriola interrompono il traffico. Non riesco a dormire per niente, pausa pranzo con spiedini di carne secca.

Il paesaggio è collinare, sono tante le frane causate dalle forti piogge appena finite, qui si cominciano a vedere tanti villaggi in stile laotiano, quello che voglio vedere realmente. Arrivo per le 17.

Il paese è grande ma il centro con qualche hotel e ristorante sarà 200mt. x 50mt.

Mi ispira la ZUELA GUEST HOUSE 80’000 kip (9 euro) e la consiglio vivamente, anche per l’ottimo ristorante annesso.

Appena usciti sullo stradone si vede un night market con tante bancarelle gastronomiche a poco prezzo.

Cerco un escursione di due notti tre giorni in villaggi locali sulle montagne e mi affido alla GREEN DISCOVERY già testata a Vang Vieng. Ci sono tante agenzie ma i prezzi sono tutti simili. 82 $ 2 notti in villaggio, pasti, guide, e il 3’ giorno discesa in kayak. OTTIMO!



    Commenti

    Lascia un commento

    Laos: leggi gli altri diari di viaggio